ProZ.com global directory of translation services
 The translation workplace
Ideas

A new ProZ.com translation contests interface is currently in development, and a preview contest is underway. Click here to visit the new interface »

Previous ProZ.com translation contests

Russian » Italian - 3 entries


From "Маркетинг, которого нет" by Alexander Moskovkin. 360 words
Несмотря на то, что место программиста сулило спокойную работу, неплохие заработки и хорошую карьеру, Андрей без всяких сомнений покинул насиженные места и вступил на тернистый путь предпринимательства. Естественно, что ни о маркетинге, ни о продажах он и понятия не имел. Всему приходилось учиться на практике, набивая шишки в общении с покупателями.

Несмотря  на все сложности, Поминову удалось  завоевать клиентов, о которых мечтает любая компания. Как же предпринимателю-самоучке, работающему прямо в собственной квартире, удалось добиться такого успеха?

…По счастливому стечению обстоятельств, в один день с Андреем в Академии появилась чуть ли не первая в Советском Союзе партия болгарских персональных компьютеров. И у руководства возникла мысль перенести уже существовавшие словари с больших ЭВМ на персональные компьютеры. За полгода сделали работающий прототип словаря, который и лег в основу будущего Мультитрана.

Словарь планировалось продавать организациям (других покупателей в конце 80-х просто не было), однако в стране наступил кризис, возникли перебои с финансированием и проект стал умирать. Чтобы спасти то, что уже было сделано, энтузиасты, в числе которых был и Поминов, создали совместное предприятие. Так как денег на него никто не выделил, СП просуществовало всего полгода.

Возник довольно острый вопрос: кто станет хозяином продукта. «Здесь я, можно сказать, перетянул одеяло на себя, - вспоминает Андрей, - так как уже несколько месяцев сидел дома и занимался словарем в одиночку». Так Мультитран стал «домашним» проектом: Поминов сидел в обычной квартире, доводил его до ума, а в свободное время ездил в Европу за подержанными автомобилями и одеждой. «Покупать я тогда очень любил, а вот продавать – нет. Наверное, потому что продавать надо уметь», - смеется он.

…Время показало, что фирма – слишком много для одного человека, и Андрей переквалифицировался в индивидуального предпринимателя, ведь при такой организации бизнеса никаких «бумажек» практически не требуется…

…Недавно Поминову позвонила девушка из агентства, занимающегося проведением опросов, и спросила: «Это квартира или офис?» «Ну, даже и не знаю…», - замешкался он. Компьютер в своей квартире Андрей не выключает уже много лет: «Офис – дома, напротив – почта, через дорогу – банк, в том же доме
провайдер и сервер с Мультитраном. Этот «золотой треугольник» можно обойти за 10 минут».

«Если честно, я не могу сказать, каким именно будет сайт лет через десять.» - признается Андрей.

The winning and finalist entries are displayed below.To view the like/dislike tags the entries received simply click on the "view all tags" link on the right hand corner of each entry.

You can leave your feedback for this pair at the bottom of the page.

Congratulations to the winners and thanks to all the participants!






Entry #1 - Points: 28 - WINNER!
View all tags
Benché il posto di programmatore gli promettesse un lavoro tranquillo, guadagni discreti e una buona carriera, Andrej abbandonò senza esitazioni il suo ambiente di tutti i giorni per tentare l’ardua strada dell’imprenditoria. Naturalmente non aveva la minima idea di cosa fossero il marketing e il commercio. Bisognava imparare tutto con la pratica, facendosi le ossa nelle trattative con gli acquirenti.

Nonostante tutte le difficoltà, Pominov riuscì a procurarsi i clienti che ogni azienda avrebbe voluto avere. Ma com’è possibile che un imprenditore autodidatta che lavorava direttamente a casa sua sia riuscito a ottenere un tale successo?

…Fortuna volle che Andrej si trovasse nell’Accademia lo stesso giorno in cui vi giunse la prima partita di personal computer bulgari mai apparsa in Unione Sovietica. E al direttore venne in mente di trasferire i dizionari già esistenti dai mainframe IBM ai personal computer. In sei mesi venne realizzato un prototipo funzionante che avrebbe costituito la base del futuro Multitran.

Si prevedeva di vendere il dizionario alle organizzazioni (alla fine degli anni ’80 non c’erano semplicemente altri clienti), ma con l’inizio della crisi dell’Unione Sovietica, i finanziamenti smisero di arrivare e il progetto cominciò a esaurirsi. Per salvare quel che era stato fatto, gli appassionati, tra cui figurava anche Pominov, fondarono una joint venture che durò sei mesi in tutto perché nessuno ci aveva investito un soldo.

Sorse una questione piuttosto spinosa: chi sarebbe diventato proprietario del prodotto? “Qui, per così dire, tirai la coperta dalla mia parte” ricorda Andrej “perché già da qualche mese stavo a casa e mi occupavo del dizionario da solo”. Così il Multitran è divenuto un progetto “domestico”: Pominov, lavorando in una casa qualunque, perfezionava il dizionario e nel tempo libero si recava in Europa per acquistare vestiti e auto di seconda mano. “All’epoca comprare mi piaceva molto, vendere invece no. Forse perché bisogna saperlo fare” dice ridendo.

…Il tempo ha dimostrato che una ditta è troppo per un uomo solo, e Andrej si è riqualificato come imprenditore individuale, perché con un’organizzazione degli affari come questa i “pezzi di carta” praticamente non servono…

…Recentemente una ragazza di un’agenzia di sondaggi ha telefonato a Pominov e gli ha domandato: “Il suo è un appartamento o un ufficio?” “Beh, non lo so neanch’io…” ha titubato Andrej, che da anni non spegne più il suo computer: “L’ufficio è a casa, di fronte c’è la posta, dall’altra parte della strada c’è la banca e in casa ho anche il provider, il server e Multitran. Per fare il giro di questo “triangolo d’oro” bastano 10 minuti.”

“A dire il vero, non ho idea di come sarà esattamente il sito fra una decina d’anni” ammette Andrej.



Entry #2 - Points: 20
View all tags
Benché il posto di programmatore promettesse un lavoro tranquillo, un guadagno decente e una buona carriera, Andrey senza pensarci due volte lasciò la poltrona cui si era ormai tanto abituato e intraprese la via difficoltosa dell’imprenditoria. Naturalmente, non aveva una minima idea né di marketing né di vendite. Era costretto ad imparare sul campo, scottandosi le dita nell’avere a che fare coi clienti.

Nonostante tutte le difficoltà, Pominov fu in grado di conquistare i clienti che qualsiasi azienda sogna. Ma come riuscì un imprenditore-autodidatta, che lavorava da casa, a raggiungere un tale successo?


...Grazie ad una serie di fortunate coincidenze, proprio in quello stesso periodo l’Accademia acquistò uno dei primi lotti di computer personali di produzione bulgara che arrivavano in Unione Sovietica. E l’Amministrazione pensò di trasferire dai grandi calcolatori ai PC i dizionari già esistenti. In sei mesi venne creato un prototipo funzionante del dizionario, che diventò la base del futuro Multitran.


L’idea era quella di vendere il dizionario alle aziende (altra tipologia di clientela alla fine degli anni ’80 semplicemente non esisteva), però la crisi colpì il Paese, i finanziamenti divennero discontinui e il progetto iniziò a morire. Per salvare ciò che era stato già fatto, gli entusiasti, tra i quali c’era anche Pominov, crearono una joint venture che però ebbe una vita di soli sei mesi, poiché nessuno volle finanziarla.

Sorse una questione alquanto spinosa, cioè chi sarebbe diventato titolare del prodotto. “A questo punto, per modo di dire, tirai la coperta dalla mia parte - ricorda Andrey, - visto che da diversi mesi ero rintanato in casa ed ero l’unico e solo ad occuparsi del dizionario”. Così Multitran diventò un progetto “fatto in casa”: Pominov abitava in un appartamento normale, perfezionava il dizionario e nel tempo libero andava in Europa riportando indietro in Russia macchine usate. “All’epoca mi piaceva comprare, vendere invece no. Forse perché bisogna saper vendere”, scherza.

...Col tempo divenne evidente che la dimensione aziendale fosse eccessiva per un singolo. Così Andrey si trasformò in imprenditore individuale, una forma di gestione del business per cui non sono necessarie molte carte.

...Un po’ di tempo fa a Pominov telefonò una ragazza di un’agenzia che si occupava di sondaggi e gli chiese: “Ma è un appartamento o un ufficio?”. “Beh, per la verità non lo so”, rispose imbarazzato. Il computer a casa sua Andrey non lo spegne da tanti anni: “L’ufficio sta a casa, di fronte ci sono le poste, attraversi la strada, c’è una banca, nello stesso stabile si trova il provider e il server con Multitran. Uno può coprire il perimetro di questo “triangolo d’oro” in dieci minuti.

“A dire la verità, non riesco ad immaginare come potrà essere il sito tra una decina d’anni”, ammette Andrey.



Entry #3 - Points: 0
View all tags
Nonostante il fatto che i programmatori promettono tranquillo luogo di lavoro, paga bene e buona carriera, Andrew, senza alcun dubbio, lasciato le loro case ed è entrato il sentiero spinoso di imprenditorialità. Naturalmente, nessuno di marketing o di vendita, e non aveva idea. Tutto doveva imparare facendo, riempiendo i coni nel trattare con gli acquirenti.

Nonostante tutte le difficoltà, Pominovu riuscito a vincere i clienti, che sogna di qualsiasi azienda. Come autodidatta imprenditore, che lavorano direttamente nel suo appartamento, vi è stato un tale successo?

... Per una felice coincidenza, in un giorno con Andrew presso l'Accademia venne quasi prima in Unione Sovietica del partito bulgaro di personal computer. E la dirigenza ha avuto l'idea di trasferire già dizionari esistenti dal mainframe ai personal computer. Più di sei mesi hanno fatto un prototipo funzionante del dizionario, che è stata la base per il futuro Multitran.

Dizionario prevede di vendere le organizzazioni (altri acquirenti, nei tardi anni '80, semplicemente non esisteva), ma c'è una crisi, ci sono state carenze di finanziamento e il progetto era quello di morire. Per salvare ciò che è già stato fatto, gli appassionati, tra i quali è stato un suggerimento, una joint venture. Dal momento che i soldi su di esso nessuno individuato, la joint venture è durato solo sei mesi.

Sorse piuttosto pressante domanda: chi sarà il prodotto principale. "Qui posso dire, tirato la coperta su se stesso - ricorda Andrew, - come diversi mesi seduto a casa e impegnati in una sola voce. Così Multitran divenne "progetto" a casa: diavolo stava seduto in un appartamento normale, lo spinse a mente, e nel suo tempo libero egli si recò in Europa per le auto usate e di abbigliamento. "L'acquisto di tempo ero molto affezionato, ma per vendere - no. Probabilmente perché dobbiamo essere in grado di vendere "- dice ridendo.

... Il tempo ha dimostrato che l'impresa - troppo per una sola persona, e Andrew riqualificato nel imprenditore individuale, perché con una tale organizzazione del lavoro, senza documenti "," richiede poca o nessuna ...

... Recentemente Pominovu chiamato la ragazza dell'agenzia coinvolti interviste, e disse: "Si tratta di un appartamento o in ufficio?" "Be ', non sa nemmeno ..." - esitò. Il computer nel suo appartamento di Andrei non si spegne per molti anni: "ufficio - a casa, al contrario - di posta elettronica, attraverso la strada - la banca, nella stessa casa
prestatore e il server con STORE. Questo "triangolo d'oro" può essere evitato per 10 minuti.

"Per essere onesto, non posso dire cosa esattamente sarà sede di un decennio." - Ammette Andrea.



« return to the contest overview



Translation contests
A fun way to take a break from your normal routine and test - and hone - your skills with colleagues.