Mobile menu

Tradurre programmi di traduzione automatica: una concorrenza a se stessi?
Thread poster: Gaetano Silvestri Campagnano

Gaetano Silvestri Campagnano  Identity Verified
Italy
Local time: 23:37
Member (2005)
English to Italian
+ ...
May 28, 2008

Poco fa una collega ha posto in KudoZ una domanda su un termine proveniente da un sito per traduzioni automatiche. Desidero innanzitutto precisare che non ho affatto intenzione di puntare il dito contro la collega (che tra l'altro conosco e stimo da tempo attraverso l'area KudoZ), né tantomeno suscitare un'ennesima polemica sterile nel forum di ProZ. Vorrei solo proporre all'attenzione dei colleghi un curioso paradosso che fa parte di una questione ben più ampia ed importante, quale il rapporto fra traduzione "umana" e traduzione automatica. Tale questione, come tutti sappiamo, sta ormai diventando sempre più attuale nel panorama della nostra professione, e, molto probabilmente, lo sarà sempre più in avvenire. E ciò per il semplice fatto che chiama direttamente in causa lo stesso futuro del nostro lavoro.

Il grande paradosso al quale mi riferisco (un fenomeno veramente recentissimo, dato che, prima che esistesse la traduzione automatica, nessuno dei nostri colleghi si era mai posto questo problema), riguarda il curioso dilemma se tradurre o meno materiale che proviene da programmi o siti per traduzione automatica.

Desideravo proporre già due anni fa questo argomento, che considero un interessante e, appunto, attualissimo spunto di discussione. Il motivo, allora, fu lo stupore provato nell'apprendere da una collega che il lavoro nel quale era impegnata in quel periodo riguardava la documentazione di un programma di traduzione automatica. Poi, per tutta una serie di motivi, non aprii più quel filone, ma la questione mi si è ripresentata oggi in modo abbastanza singolare. Infatti, almeno nella mia esperienza personale, è la prima volta che vedo in KudoZ una domanda relativa a uno strumento di traduzione automatica.

Ora, sappiamo tutti quanto è stato detto varie volte da molti colleghi sulla traduzione automatica (anche in rapporto a casi sempre più numerosi di agenzie poco serie, che assegnano "risistemazioni" di traduzioni automatiche in realtà più faticose di vere e proprie ritraduzioni…). Si è ripetuto cioè che un software è ottimo per facilitare il lavoro del traduttore umano (e per questo molti di noi sono grati a chi ha inventato i CAT…), ma non potrà certamente mai sostituire l'uomo; che un testo tradotto automaticamente fa spesso ridere da morire; che, appunto, occorre più fatica a risistemare un testo di quel tipo che ritradurlo da capo, ecc. ecc. E mi auguro, naturalmente, che tutte queste cose restino sempre vere, nonostante le periodiche affermazioni, apparentemente "apocalittiche" di qualche improvvisato "veggente tecnologico", che di tanto in tanto annuncia futuri software presto in grado di sostituire i traduttori umani, a partire da quelli tecnici… (ma per fortuna, finora possiamo dormire sonni tranquilli, dato che tali "annunci" non vengono quasi mai da traduttori, ma da persone che non hanno la minima idea di cosa sia la vera traduzione…) È ciò soprattutto perché, in caso contrario, la professione del traduttore sarebbe proprio giunta al capolinea e tutti noi dovremmo ormai cercarci un altro mestiere (molto più di come forse molti già fanno o sono tentati a fare a causa del "dumping" imperante…).

Quindi, considerando quanto appena detto, la domanda che vorrei porre ai colleghi (e, perché no, anche alla stessa collega che ha posto la domanda KudoZ, se si sente di intervenire) è se ritengono normale tradurre materiale relativo ad applicazioni di traduzione automatica, se, al contrario, non lo fanno perché lo considerano una sorta di "concorrenza a se stessi", che alla lunga li danneggerà (non perché saranno sostituiti da un software, ma perché favoriranno, sia pure indirettamente, le "furbate" in realtà controproducenti delle agenzie di cui sopra) o se semplicemente non si pongono il problema perché considerano quel lavoro una traduzione come un'altra.

Grazie a tutti,

Gaetano


[Modificato alle 2008-05-28 14:40]


Direct link Reply with quote
 

Maurizio Spagnuolo  Identity Verified
Italy
Local time: 23:37
English to Italian
La mia opinione May 28, 2008

Ciao Gaetano,

non ho capito bene a cosa si riferisce il riferimento alla domanda kudoz.

Comunque personalmente credo che in linea di principio non ci sia niente di male a editare traduzioni automatiche, a condizione che il cliente indichi subito e con chiarezza di cosa si tratta.

Ho lavorato su progetti del genere (che prevedevano anche una fase CAT) e ritengo che, seppure non entusiasmanti, siano progetti come gli altri, da accettare o no liberamente.

La tecnologia per ottenere testi editabili e non ridicoli in ambiti limitati è una realtà ed è già utilizzata da alcuni big player del settore (insieme al CAT).

Non credo che lavorare su progetti del genere sia fare concorrenza a se stessi, credo invece che sia utile conoscere questi strumenti e saperli padroneggiare.

Saluti,
Maurizio


Direct link Reply with quote
 

Gaetano Silvestri Campagnano  Identity Verified
Italy
Local time: 23:37
Member (2005)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Cerco di spiegarmi meglio May 28, 2008

Maurizio Spagnuolo wrote:

Non credo che lavorare su progetti del genere sia fare concorrenza a se stessi, credo invece che sia utile conoscere questi strumenti e saperli padroneggiare.


Ciao Maurizio,

La domanda che è oggetto del mio post ed anche il titolo del thread non riguarda la "risistemazione", come io l'ho definita, di testi pretradotti con i software di traduzione automatica, ma la traduzione di voci software e documentazione direttamente relativi ai programmi di traduzione automatica.

I due aspetti, poi, come pure ho accennato, sono indubbiamente correlati. Infatti, avevo sottolineato che ormai sempre più agenzie affidano queste "risistemazioni" ai traduttori, dimostrando così scarsa serietà professionale. Come dicevo, i lavori di questo genere sono di una fatica mostruosa, per cui tanto varrebbe rieseguire le traduzioni da capo. Esistono solo rarissime eccezioni, secondo me limitate a testi di una semplicità infantile, visto lo stato pietoso e ridicolo che in genere caratterizza le traduzioni automatiche. Ho anch'io avuto un'esperienza simile tempo fa, rifiutando categoricamente un lavoro passato alla "Machine translation" su un documento enorme, le cui condizioni erano davvero allucinanti. Tra l'altro, nell'inviarmi quel testo, l'agenzia (che pure è un colosso internazionale...) non mi aveva parlato neppure di "Machine Translation", ma di "Pretranslation" (cioè di uso della memoria di traduzione di un CAT, il che è enormemente diverso...).

Nella mia domanda chiedevo perciò se i colleghi pensano che tradurre direttamente i software di traduzione automatica o le loro documentazioni sia un lavoro come un altro o se si rifiutino di farlo, ritenendo che ciò vada a danneggiare se stessi e la nostra professione. E questo, ripeto, non perché i software di "Machine translation" hanno soppiantato o soppianteranno noi traduttori (credo e mi auguro proprio di no, neppure per il settore tecnico...), ma perché questo potrebbe contribuire forse ad invogliare il già accennato atteggiamento non serio di diverse agenzie, che pensano di risparmiare utilizzando la "MT" (e non la "TM", cioè la "Translation Memory" [curiosa inversione di lettere con significato del tutto opposto...], che, come ho detto, appartiene al CAT ed è il risultato di un lavoro fondamentalmente umano). Queste agenzie credono di essere scaltre e di risparmiare molti soldi traducendo automaticamente dei testi e poi affidandoli per quattro soldi a dei "malcapitati" che, se veri professionisti, dovrebbero secondo me rispedire subito quegli obbrobri al mittente, e magari proporre la traduzione "ex novo".

Era questo il centro del mio quesito, e spero ora di essermi spiegato più chiaramente.

Ciao,

Gaetano



[Modificato alle 2008-05-28 18:08]


Direct link Reply with quote
 

Maurizio Spagnuolo  Identity Verified
Italy
Local time: 23:37
English to Italian
MT May 28, 2008

[quote]Gaetano Silvestri Campagnano wrote:
La domanda che è oggetto del mio post ed anche il titolo del thread non riguarda la "risistemazione", come io l'ho definita, di testi pretradotti con i software di traduzione automatica, ma la traduzione di voci software e documentazione direttamente relativi ai programmi di traduzione automatica.

Con una battuta, risponderei: "Se il vostro sistema funziona così bene perché non vi traducete sw e documentazione da soli?"

Ricordo un thread qui su proz sull'obiezione di coscienza da parte dei traduttori: rifiutare qualsiasi progetto riconducibile alla MT è sicuramente un diritto del traduttore.

Probabilmente anch'io rifiuterei un progetto del genere.

[quote]Gaetano Silvestri Campagnano wrote:
I due aspetti, poi, come pure ho accennato, sono indubbiamente correlati. Infatti, avevo sottolineato che ormai sempre più agenzie affidano queste "risistemazioni" ai traduttori, dimostrando così scarsa serietà professionale.

Non è sempre detto. Per esperienza personale, il cliente aveva indicato chiaramente il tipo di lavoro, le procedure da seguire e che cosa aspettarsi. Era tutto chiaro dall'inizio.

Ripeto, non è il massimo ma a volte il materiale da editare non era affatto scadente.

[quote]Gaetano Silvestri Campagnano wrote:
Queste agenzie credono di essere scaltre e di risparmiare molti soldi traducendo automaticamente dei testi e poi affidandoli per quattro soldi a dei "malcapitati" che, se veri professionisti, dovrebbero secondo me rispedire subito quegli obbrobri al mittente, e magari proporre la traduzione "ex novo".

Concordo in pieno, ma questo è un altro discorso...

Buona serata,
Maurizio


Direct link Reply with quote
 

Jia Di  Identity Verified
France
Local time: 23:37
Member (2008)
Italian to Chinese
+ ...
non credo... May 28, 2008

Non credo che c'è una concorrenza.

Come in una società così moderna che molti prodotti sono forniti dalle linee automatiche, ci sono ancora i prodotti tipici e artigianali... e tutti sanno che i prodotti artigianali sono migliori e vendono a un prezzo più alto dei prodotti industriali (e direi che i prodotti artigianali sono più cari rispetto a quei stessi venduti cento anni fa...)

Questo valerà anche per la traduzione! Anche se i programmi di traduzione automatica hanno sviluppato sorpredentemente negli ultimi anni, l'unica cosa che questi programmi hanno suggerito agli utenti è che la traduzione umana è sempre il migliore e una perfetta traduzione non è così facile da raggiungere (specialmente difficile con un programma...).

Quando i traduttori "programmati" si migliorano, anche noi traduttori "umani" ci miglioriamo. Quindi ... forza!! ^^





[Edited at 2008-05-28 21:43]


Direct link Reply with quote
 

Gaetano Silvestri Campagnano  Identity Verified
Italy
Local time: 23:37
Member (2005)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Ottima risposta! May 30, 2008

Maurizio Spagnuolo wrote:

Con una battuta, risponderei: "Se il vostro sistema funziona così bene perché non vi traducete sw e documentazione da soli?"



Ciao Maurizio

Voglio congratularmi con te perché è davvero una risposta perfetta, con la quale concordo in pieno!

Non ci avevo pensato, ma credo che un traduttore dovrebbe rispondere sempre così a chiunque gli proponesse di tradurre materiale relativo a un software di traduzione automatica...

A presto,

Gaetano

[Modificato alle 2008-05-30 08:39]


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Tradurre programmi di traduzione automatica: una concorrenza a se stessi?

Advanced search






memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »
LSP.expert
You’re a freelance translator? LSP.expert helps you manage your daily translation jobs. It’s easy, fast and secure.

How about you start tracking translation jobs and sending invoices in minutes? You can also manage your clients and generate reports about your business activities. So you always keep a clear view on your planning, AND you get a free 30 day trial period!

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs