Mobile menu

kudoz velluto e crema
Thread poster: Annamaria Arlotta

Annamaria Arlotta  Identity Verified
Local time: 16:28
English to Italian
Jun 12, 2008

Ho espresso disaccordo su una soluzione proposta per la frase “in a voice that rippled out like custard”. Ora sono in grado di spiegare meglio il perché; lo faccio in questa sede perché ciò mi permette di allargare il discorso sulla traduzione di espressioni che o non hanno un corrispondente in italiano, o come la frase in questione, contengono similitudini inusuali anche nella lingua originale. Conviene tradurre il più letteralmente possibile o usare invece espressioni italiane più comuni con lo stesso significato?

Nella fattispecie “una voce vellutata come una crema” mi suonava male perché quando si legge “una voce vellutata” la mente va al velluto con la sua morbidezza, ma questo viene poi paragonato ad una crema: a me sembra un pasticcio, mentale però. Tanto varrebbe allora saltare il velluto e dire “una voce cremosa”, però quest’espressione non esiste, né che io sappia esistono similitudini tra voci e creme in italiano. Il problema è che non esistono neanche in inglese e l’autore/autrice del romanzo ne inventa una. Che fare allora? Dare ai lettori un testo con espressioni che rendono la lettura un po’ più faticosa o semplificare? La soluzione adottata dalla richiedente conserva l’immagine della crema, affiancata dal verbo “scivolare”, e non mi piace per niente, anche perché le voci non scivolano, al massimo un suono può scivolar via , che è già una forzatura. Qualcuno, tanto tempo fa, mi dette un consiglio che seguo sempre, e cioè che se si riduce un’espressione al soggetto e al verbo, isolandoli dal resto della frase, si comprende subito se possono stare insieme: in questo caso la frase minima è “la voce scivola” Ma scivola una voce? Non so. A me sembra che espressioni collaudate come “ vellutata, dolce come una melodia, suadente, calma e rassicurante, pastosa” trasmettano lo stesso concetto (Tizio adottò un modo di parlare a Caio tale da risultare rassicurante) senza appesantire la lettura con similitudini forzate.

Secondo me la piacevolezza della lettura è data anche dall’immediata comprensione, anche a costo di sacrificare in alcuni casi l’aderenza all’originale.


Direct link Reply with quote
 

Giles Watson  Identity Verified
Italy
Local time: 16:28
Italian to English
La parola chiave è "out" Jun 12, 2008

Ciao unadiluna,

volevo solo farti presente che al mio orecchio di anglòfono, la parola più importante nella tua frase è "out", che indica l'azione (enunciare), e che forse conviene tradurla con un verbo (sgorgare?). Poi c'è "ripple", che denota il modo di produzione (lento, regolare), e il paragone con "custard" (pastoso, dolce, rassicurante).

Cosa ne dici di una versione tipo: "in una voce che sgorgava lenta come miele" oppure "in una voce che sgorgava come miele caldo"?

Non sarà particolarmente fedele alla forma dell'originale ma l'impatto è più o meno quello. Se cominci a trafficare con la crema pasticcera nell'italiano, l'effetto è un po' straniante, come giustamente dici tu, mentre "custard", soprattutto se servito caldo, è il classico "comfort food" che rimanda alla sicurezza dell'infanzia.

Poi, a conti fatti l'inglese fa largo uso di questi verbi semi-frasali con avverbi di moto a luogo. Pensa a tutte le espressioni volgari con "... off" in cui è l'avverbio che ha valenza verbale, tant'è vero che in italiano le frasi equivalenti cominciano con "va'..."

PQCV

Giles


Direct link Reply with quote
 

Annamaria Arlotta  Identity Verified
Local time: 16:28
English to Italian
TOPIC STARTER
stile Jun 12, 2008

Beh, Giles, intanto preciso che il mio è stato un intervento a seguito della richiesta d'aiuto di un'altra persona. La similitudine con il miele suona bene a mio parere, ma quello "sgorgare" meno, perchè l'acqua sgorga da una fonte, ma "la voce sgorga" lo trovo bruttino...

Si potrebbe replicare a quanto ho scritto sopra dicendo che è proprio il modo di mettere insieme i termini, ivi comprese le metafore, che rende lo stile di un autore personale, e che il traduttore fa un torto allo scrittore se per amor di chiarezza non aderisce all'originale. Io penso che nei casi difficili però sia meglio affidarsi al proprio stile, che sarà parallelo a quello dell'autore, e cercare nel far ciò di cogliere e riproporre lo spirito che anima il testo, che può essere drammatico, ironico, faceto, surrealista o altro.


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

kudoz velluto e crema

Advanced search






WordFinder
The words you want Anywhere, Anytime

WordFinder is the market's fastest and easiest way of finding the right word, term, translation or synonym in one or more dictionaries. In our assortment you can choose among more than 120 dictionaries in 15 languages from leading publishers.

More info »
LSP.expert
You’re a freelance translator? LSP.expert helps you manage your daily translation jobs. It’s easy, fast and secure.

How about you start tracking translation jobs and sending invoices in minutes? You can also manage your clients and generate reports about your business activities. So you always keep a clear view on your planning, AND you get a free 30 day trial period!

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs