Mobile menu

INPS: obbligatorio o facoltativo?
Thread poster: Serena Tutino

Serena Tutino  Identity Verified
Italy
Local time: 23:21
Member (2006)
English to Italian
+ ...
Jun 12, 2008

Buongiorno,
lavoro come libera professionista dal 2005, è quindi per me il quarto anno di partita IVA.
Oggi un amico mi dice che son matta a pagare i contributi INPS e che, essendo professionista, potrei anche non pagarli e fare una pensione contributiva o addirittura nulla.
Potete illuminarmi?
Grazie!


Direct link Reply with quote
 

dropinka  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
se i contributi non sono obbligatori... Jun 12, 2008

massacro il mio commercialista e ne cerco subito un altro.
Io ho un piano d'accumulo e i contributi INPS li pago lo stesso.

Claudia


Direct link Reply with quote
 

James (Jim) Davis  Identity Verified
Seychelles
Local time: 02:21
Italian to English
Matta a non pagare Jun 12, 2008

Ciao Serena,
hanno introdotto l'obbligo di pagare l'inps con la gestione separata nel 1997 per tutti i professionisti senza un albo che non avevano gia un fondo pensioni. Le ragioni sono due: 1) se non paghi infrangi la legge con il rischio di sanzioni d multe, 2) se non paghi non avrai mai una pensione. Purtroppo è così.
Jim

[Edited at 2008-06-12 15:36]


Direct link Reply with quote
 
claudiabi
Local time: 23:21
guida cgil Jun 12, 2008

Ti riporto dei paragrafi su una guida gratuita datami dalla Cgil e che porta come data di stampa "marzo 2005", quindi non è molto aggiornata;in ogni modo spero che ti sia di un po' di aiuto.
claudia

IL REGIME PREVIDENZIALE DEL FONDO INPS GESTIONE SEPARATA

[...]

Gli iscritti con partita Iva
Chi è in possesso di partita Iva è obbligato ad iscriversi alla gestione separata Inps se esercita un'attività che non prevede l'iscrizione a un albo o a un ordine e, soprattutto, se non ha un fondo previdenziale obbligatorio in cui versare i contributi.
Il lavoratore con partita Iva deve versare l'intero contributo previsto per legge (18% con un reddito fino a 38.641 €, e 19% con un reddito superiore a 38.641 € e fino a 84.049 €; oltre tale reddito non è dovuto nessun contributo).
Anche se l'intero contributo dovuto all'Inps è a carico del lavoratore, egli ha la possibilità di addebitare nella fattura il 4% del compenso lordo a titolo di rivalsa previdenziale.
Il lavoratore con partita Iva, se svolge una collaborazione, è esente dall'obbligo di versamento previdenziale nell'eventualità che l'attività svolta sia differente dalla sua attività professionale prevalente e se tale attività è di lavoro autonomo occasionale con compenso annuo non superiore a 5.000 €. Oltre tale cifra scatta l'obbligatorietà del contributo.
Per questa categoria di lavoratori lo 0,5% del contributo previdenziale è destinato al finanziamento dell'indennità di maternità, dell'indennità di malattia in caso di ricovero ospedaliero e degli assegni al nucleo familiare.

È previsto per legge (Finanziaria 2004)un aumento dell'aliquota contributiva pari allo 0,2% per ogni anno, fino al raggiungimento di un'aliquota complessiva del 19%.
L'art. 51, comma 1, della legge 488/99 ha stabilito che l'aliquota di computo (aliquota che serve ad accantonare i contributi utili per la liquidazione della pensione e che, in ogni caso, non può superare il 20%) è maggiorata di due punti percentuali rispetto all'aliquota contributiva.

[...]


I professionisti
Il contributo dovuto dai professionisti alla gestione separata è a loro totale carico e si calcola, in sede di dichiarazione dei redditi, sull'ammontare del reddito prodotto nell'anno. I professionisti, poi, hanno la possibilità di addebitare in fattura il 4% del compenso lordo, a titolo di rivalsa previdenziale.
Il professionista, così come avviene per i versamenti Irpef, versa il contributo alla gestione separata Inps attraverso un meccanismo che prevede un acconto del 40% del contributo dovuto sui redditi di lavoro percepiti nell'anno precedente e un saldo finale. Se al momento del saldo risultano versate a titolo di acconto somme superiori al contributo dovuto, il professionista può presentare richiesta di rimborso all'Inps, oppure dedurre la somma eccedente da eventuali importi dovuti nell'anno successivo.

da AAVV, "Guida ai contratti di collaborazione, prestazione d'opera, consulenza
professionale, associazione in partecipazione", Guide Nidil, Editrice
Liberetà, Roma, Marzo 2005.
www.nidil.cgil.it


Direct link Reply with quote
 

Angela Arnone  Identity Verified
Local time: 23:21
Member (2004)
Italian to English
+ ...
certo che è obbligatorio Jun 12, 2008

... occhio agli amici saputoni ...

Secondo te, tutte le nostre lamentele sui versamenti INPS ci sarebbero, se potessimo evitare di pagarlo?
Come dice Jim, non avendo un albo, siamo "tutelati" direttamente dall'INPS.

Angela

Serena Tutino wrote:

Buongiorno,
lavoro come libera professionista dal 2005, è quindi per me il quarto anno di partita IVA.
Oggi un amico mi dice che son matta a pagare i contributi INPS e che, essendo professionista, potrei anche non pagarli e fare una pensione contributiva o addirittura nulla.
Potete illuminarmi?
Grazie!


Direct link Reply with quote
 

briski  Identity Verified
Italy
Local time: 23:21
Italian to French
+ ...
sono da pagare.. Jun 12, 2008

Ho chiesto al mio commercialista nel momento in cui ho aderito alla nuova finanziaria che mi facesse una bozza di fattura da inviare...e la dicitura INPS è presente.

Purtroppo è obbligatorio per quanto ne so io e anche se hai una pensione contributiva, come mi ha in effetti consigliato il mio commercialista di fare, hai comunque l'obbligo di pagare anche i contributi all'INPS.


Direct link Reply with quote
 

Paola Dossan
Italy
Local time: 23:21
English to Italian
+ ...
Non ascoltare il tuo amico... Jun 12, 2008

Ciao Serena,
purtroppo il pagamento dell'INPS è assolutamente obbligatorio, come Claudiabi ti riportava in maniera precissima citando la guida CGIL.
Di amiconi che parlano a vanvera sui pagamenti esosi che non si dovrebbero effettuare, purtroppo, ce n'è pieno il mondo... peccato poi scoprire che, di norma, fanno tanto baccano, ma poi i contributi li pagano tutti per intero!
A presto!
Paola


Direct link Reply with quote
 

Daniele Martoglio  Identity Verified
Local time: 23:21
Polish to Italian
+ ...
Tutto chiaro! Jun 12, 2008

Serena Tutino wrote:

Oggi un amico mi dice che son matta a pagare i contributi INPS e che, essendo professionista, potrei anche non pagarli


Ecco l'amico di Serena:

http://tiny.pl/kw4q

Questo spiega tutto


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

INPS: obbligatorio o facoltativo?

Advanced search






Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »
memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs