Mobile menu

sindacato dei professionisti con partita IVA e senza Albo
Thread poster: Rosanna
Rosanna
Local time: 13:15
Italian to English
Jun 21, 2008

Cari amici e colleghi,



grazie a un’intervista televisiva di Barbara Palombelli son venuta a
conoscenza di un sindacato di recente costituzione che riguarda le categorie
professionali come la nostra (con IVA e senza Albo). Questa associazione
(ACTA) si sta attivando per far pervenire alcune delle nostre istanze
fiscali al Parlamento. Io mi sono già iscritta (costa 50 euro all’anno) e
vedo sul loro sito che il numero degli iscritti sta salendo giorno dopo
giorno, man mano che gira la voce. E’ importantissimo fare massa critica,
altrimenti non avremo mai la possibilità di far sentire la nostra voce di
lavoratori autonomi del terziario avanzato. Gira già la voce di un ulteriore
aumento dell’INPS al 30%, quindi vale la pena fare un tentativo, magari per
portare la rivalsa dal 4 all’8 percento. Sul sito www.actainrete.it
c’è anche un blog molto interessante, dove
diversi professionisti esprimono il proprio punto di vista.



Vi invito, pertanto, ad iscrivervi anche voi e a far girare la voce tra i
colleghi con partita IVA. E’ importante!


Direct link Reply with quote
 

Rita Bilancio  Identity Verified
Local time: 13:15
English to Italian
+ ...
noi, i professionisti senza cassa... Jun 21, 2008

Volendo approfondire ci sarebbe molto da dire, comunque in rete ho trovato una tabella molto utile sul calcolo delle aliquote previdenziali

Soggetti senza altra copertura previdenziale Soggetti con altra copertura previdenziale e titolari di pensione indiretta o reversibilità Titolari di pensione diretta (vecchiaia, anzianità, invalidità)
Aliquota contributiva[1] Aliquota accantonamento Aliquota contributiva Aliquota accantonamento Aliquota contributiva Aliquota accantonamento
Anno 2008 24,5% 24% 17% 17% 17% 17%
Anno 2009 25,5% 25% 17% 17% 17% 17%
Anno 2010 26,5% 26% 17% 17% 17% 17%
Dal 2011 26,59% 26,09% 16% 16% 16% 16%

Questo è quanto, c'è poco da stare allegri...


Direct link Reply with quote
 

James (Jim) Davis  Identity Verified
Seychelles
Local time: 15:15
Italian to English
Sembra un idea ottima almeno dal punto di vista previdenziale Jun 21, 2008

Mi sembra ottima questo sindacato sopratutto per avere informazioni affidabile dal sito acta http://www.actainrete.it/pages/associazione/chisiamo.asp:

"Sollecitare una revisione del trattamento previdenziale. L’aliquota INPS è ulteriormente cresciuta (dal 14% del 2003 fino all’odierno 17,80% per i redditi fino a 37.883 €, o al 18,80% per i redditi superiori a 37.883 € e fino 82.401 €.) e continuerà a crescere dello 0,2% l’anno sino al raggiungimento del 19%. Tale aliquota è stata infatti equiparata a quella dei commercianti, ma non è stato disposto nulla circa l’aliquota di computo ed in sostanza non è chiaro quanto si percepirà al momento della pensione. Inoltre gli anni di lavoro precedenti il 1996, non ancora coperti da previdenza obbligatoria, sono riscattabili fino a un massimo di 5 anni e non sono chiari i meccanismi per la cumulabilità con versamenti effettuati in altri regimi."

Rosanna, non so se il governo intende la rivalsa come una frode, ma funziona così. Non puoi dedurre la rivalsa dal irpef, ma solo la quota dei versamenti non coperti dalla rivalsa. Con la rivalsa il governo dà la facoltà a tutti i professionisti di alzare i prezzi di 4%. I clienti che trovano i prezzi troppo alti possono sempre rivolgersi altrove. Non sei obbligato a chiedere la rivalsa, quindi, spiegate al cliente che hai deciso di aumentare i prezzi di 4%, ma in compenso non chiedi più la rivalsa. Così facendo puoi dedurre tutti i versamenti inps dal imponibile irpef. Chiedi al commercialista.
Jim


Direct link Reply with quote
 

Catherine Bolton  Identity Verified
Local time: 13:15
Member (2002)
Italian to English
+ ...
grazie Jun 22, 2008

Ciao Rosanna,
l'avevo visto anch'io sul TG5 e mi sono iscritta subito. Ho anche inoltrato la notizia a colleghi e a un gruppo privato di traduttori it-en online. Solo attraverso iniziative del genere possiamo sperare di fare qualcosa.
Grazie per averlo diramato anche qui!
Catherine


Direct link Reply with quote
 

Dragomir Kovacevic  Identity Verified
Italy
Local time: 13:15
Member
Italian to Serbian
+ ...
Cassa Artigiani e Commercianti? Jun 25, 2008

mi riferisco a tutti i messaggi che i colleghi hanno postato.

non c'è tanto bisogno di lacrimare che non abbiamo cassa previdenziale in questo momento. comunque, una azione di organizzare una cassa per tanti profili professionali, nuova, è più che ben vista.

bisogna provare ad abbandonare la cassa senza fondo, vale a dire il pozzo senza fondo: cassa per gestione separata. questo è naturalmente, possibile, solo a quelli che non sono inscritti come dipendenti fissi da qualche altra parte.

semplicemente, inscriversi alla cassa previdenziale in oggetto del mio messaggio, porta ad un beneficio immediato. bisogna pagare i bollettini, certo. non si può avere senza dare, mentre la misera cassa per gestione separata unisce tutto e tutti, anche i lavori di brevissima durata, e con questo miscuglio, riesce a riscuotere agli lavoratori pochi ventina di percento di uno versamento mensile odierno.

dragomir


rosannaD wrote:

Cari amici e colleghi,



Direct link Reply with quote
 

Christel Zipfel  Identity Verified
Italy
Member (2004)
Italian to German
+ ...
E' difficile combattere (da soli) contro i mulini a vento Jun 25, 2008

Ecco perché mi sono iscritta già l'anno scorso ad acta.

La gestione separata è un po' un chiodo fisso per me, e parecchie volte sono intervenuta su questo forum per lamentare questo prelievo forzato che subiamo senza ricevere nulla (o al massimo elemosine) in cambio. Ho l'impressione che in generale questo delle pensioni ridicole sia un problema poco sentito... E purtroppo non mi risultano altre vie d'uscita se non quella di unirci sperando di farci sentire (o di emigrare)...:-(

Per iscriversi alla cassa dei commercianti invece mi risulta che si deve essere iscritti alla camera di commercio e comunque questa possibilità sarebbe aperta solo alle agenzie, semmai.

[Bearbeitet am 2008-06-26 07:01]


Direct link Reply with quote
 

James (Jim) Davis  Identity Verified
Seychelles
Local time: 15:15
Italian to English
L'idea è buona, ma funziona? Ci informerebbe dell'eliminazione dell' IRAP Jun 26, 2008

Da una email circolare ricevuta dall'Agenzia delle Entrate.
Ho voluto aprire un nuovo "topic" per questo ma non sono risucito. In sintesi E' FINITO L'IRAP PER NOI!!!!!!!!!!!

" Irap e lavoratori autonomi: istruzioni per l'assoggettabilita' dell'imposta

In mancanza di autonoma organizzazione i lavoratori autonomi non sono tenuti a pagare l'Irap. L'Agenzia delle Entrate con la circolare n. 45 recepisce cosi' l'orientamento della Corte di Cassazione e indica i requisiti necessari per configurare un'autonoma organizzazione.
Due sono quelli principali: l'impiego, in modo non occasionale, di lavoratori dipendenti o collaboratori e l'utilizzo di beni strumentali che, per quantita' o valore, eccedono le necessita' minime per l'esercizio dell'attivita'.

http://www.agenziaentrate.it/ilwwcm/resources/file/ebf31c082b8cdea/circ%2045E%20del%2013%20giugno%202008.pdf

Teoricamente, possiamo anche chiedere il rimborso di tutto IRAP gia pagato.
Sono andato al sito ACTA, ma non c'è nessuna notizie di un provvediment così importante.
Cosa dite sostenitori già iscritti? Vale la pena?


Direct link Reply with quote
 

Dragomir Kovacevic  Identity Verified
Italy
Local time: 13:15
Member
Italian to Serbian
+ ...
cassa dei commercianti -- si deve essere iscritti alla camera di commercio Jun 26, 2008

è vero. ma è poca roba. le spese di cc sono scaricabili.
c'è anche un netto beneficio. una categorila particolare per i traduttori ed interpeti che può aiutare nei lavori presso i tribunali, con gli avvocati...

d

Christel Zipfel wrotote

per iscriversi alla cassa dei commercianti invece mi risulta che si deve essere iscritti alla camera di commercio e comunque questa possibilità sarebbe aperta solo alle agenzie, semmai.

[Bearbeitet am 2008-06-25 21:41]


Direct link Reply with quote
 

Marie-Hélène Hayles  Identity Verified
Local time: 13:15
Italian to English
+ ...
Vedi anche le discussioni sotto Jun 26, 2008

http://www.proz.com/forum/italian/89738-pensione_e_altri_miraggi.html

http://www.proz.com/forum/italian/96310-lapplicazione_dellirap.html

Io mi sono già iscritta all'ACTA, da 6 mesi circa. Più ci siamo, più ci facciamo sentire...


Direct link Reply with quote
 

Marie-Hélène Hayles  Identity Verified
Local time: 13:15
Italian to English
+ ...
ACTA e l'IRAP Jun 26, 2008

James (Jim) Davis wrote:

Da una email circolare ricevuta dall'Agenzia delle Entrate.
Ho voluto aprire un nuovo "topic" per questo ma non sono risucito. In sintesi E' FINITO L'IRAP PER NOI!!!!!!!!!!!

" Irap e lavoratori autonomi: istruzioni per l'assoggettabilita' dell'imposta

In mancanza di autonoma organizzazione i lavoratori autonomi non sono tenuti a pagare l'Irap. L'Agenzia delle Entrate con la circolare n. 45 recepisce cosi' l'orientamento della Corte di Cassazione e indica i requisiti necessari per configurare un'autonoma organizzazione.
Due sono quelli principali: l'impiego, in modo non occasionale, di lavoratori dipendenti o collaboratori e l'utilizzo di beni strumentali che, per quantita' o valore, eccedono le necessita' minime per l'esercizio dell'attivita'.

http://www.agenziaentrate.it/ilwwcm/resources/file/ebf31c082b8cdea/circ%2045E%20del%2013%20giugno%202008.pdf

Teoricamente, possiamo anche chiedere il rimborso di tutto IRAP gia pagato.
Sono andato al sito ACTA, ma non c'è nessuna notizie di un provvediment così importante.
Cosa dite sostenitori già iscritti? Vale la pena?


Incollo il testo dell'e-mail ricevuta dall'ACTA:

Caro/a MARIE HELENE,

In extermis l'agenzia delle Entrate fornisce qualche elemento in più per chiarire il principio di autonoma organizzazione ai fini Irap.
In sintesi sono esentati
a) Coloro che possiedono i requisiti da contribuenti minimi, anche se non hanno fatto richiesta;
b) Coloro che pur superando i requisiti dei contribuenti minimi, non hanno dipendenti o collaboratori stabili né uno studio attrezzato.

Sono invece esclusi:
. tutti coloro che hanno aderito a condoni della legge 289/02
. agenti di commercio, promotori finanziari, studi associati, artigiani e imprenditori

si tratta comunque di indicazioni generiche e che, prima di prendere una decisione, ogni interessato dovrebbe approfondire - eventualmente contattando il proprio consulente fiscale - il contenuto della
circolare dell'Agenzia delle entrate

Per ulteriori informazioni, visita il sito www.actainrete.it[/b]

In seguito ho avuto uno scambio di e-mail con il mio commercialista, che mi dice che comunque è meglio pagarla e poi chiedere il rimborso, e che lui lo sta facendo per me da quando ho cominciato da liberoprofessionista. Ma ci vuole tempo... ovviamente.


Direct link Reply with quote
 

James (Jim) Davis  Identity Verified
Seychelles
Local time: 15:15
Italian to English
Chiedere il rimborso Jun 26, 2008

Marie-Hélène Hayles wrote:

In seguito ho avuto uno scambio di e-mail con il mio commercialista, che mi dice che comunque è meglio pagarla e poi chiedere il rimborso, e che lui lo sta facendo per me da quando ho cominciato da liberoprofessionista. Ma ci vuole tempo... ovviamente.


Grazie Marie-Hélène,
mi hai convinto. storicamente diciamo, ho sempre fatto a meno di un commercialiste essendo, fra altro, un specialista finanziario dovrei poter farlo. Ho letto il testo pieno del circolare dell'agenzia delle entrate. Mi pare che pagare e poi chiedere il rimborso, sia la strada più difficile. Sì ha poi l'onere della prova e tutte le spese. La decisione è chiarissima. Chi lavora in casa e non ha dipendenti, utilizza beni minimi. Io questo anno non pago per sicuro.
Jim


Direct link Reply with quote
 

2G Trad  Identity Verified
Italy
Local time: 13:15
Member (2000)
English to Italian
+ ...
Circolari e leggi Jun 26, 2008

James (Jim) Davis ha scritto:
Mi pare che pagare e poi chiedere il rimborso, sia la strada più difficile. Sì ha poi l'onere della prova e tutte le spese. La decisione è chiarissima. Chi lavora in casa e non ha dipendenti, utilizza beni minimi. Io questo anno non pago per sicuro.


Come per tutte le circolari dell'AdE (che non sono purtroppo leggi), si tratta esclusivamente di pareri, su situazioni specifiche che, come dichiarato, sono da verificarsi caso per caso.

Il mancato pagamento espone, tuttavia, il contribuente a possibili contenziosi con l'AdE, con eventuali spese per cause, commissione tributaria e avvocati.

L'atteggiamento migliore e più sicuro, invece, è proprio pagare e chiedere il rimborso (la prescrizione è di 5 anni). Questo fin quando il parere dell'AdE non diventerà legge.

Ciao!
Gianni


Direct link Reply with quote
 

James (Jim) Davis  Identity Verified
Seychelles
Local time: 15:15
Italian to English
IRAP Jun 26, 2008

Non è solo un circolare, ma anche un circolare inviato a me in un email dalla agenzia delle entrate: Entrate News [entrate.news@agenziaentrate.it]. Questo cambio di opinione è stato provocato direttamente dalle sentenze "ermeneutiche" (inteso come interpretazione della legge esistente) della corte di cassazione e quindi hanno effetto pieno di legge.

Avendo letto tutto, i "nuovi contribuenti minimi" sono esenti (meno di €30.000 di reddito l'anno scorso) comunque per legge (ultimo finanziario) ma credo che devono "optare" per il minimo.

Poi la Cassazione fornisce istruzioni all AdE. Chi ha compilato quadro E del modulo unico per professionisti e per chi, dalla dichiarazione redditi e dal studio di settore, chiaramente non paga dipendenti e collaboratori e non ha fatto investimenti di rilievo oltre il minimo necessario per svolgere la professione (tipo uno studio) non ha un "organizzazione autonoma" e pertanto non è obbligato a pagare IRAP.
Dimentichiamo il "parere" del AdE. La corte di cassazione ha fatto una sentenza che interpreta la legge in modo diverso di quanto la AdE l'ha intepretato finora. Basta leggere le sentenze.
Poi per chiedere il rimborso ci sono costi e spese che il commercialiste ti farà pagare. Devi praticamente portare l AdE davanti ad un giudice per fare la contestazione.

Jim


Direct link Reply with quote
 

2G Trad  Identity Verified
Italy
Local time: 13:15
Member (2000)
English to Italian
+ ...
Cassazione vs. legge Jun 26, 2008

James (Jim) Davis ha scritto:
Avendo letto tutto, i "nuovi contribuenti minimi" sono esenti (meno di €30.000 di reddito l'anno scorso) comunque per legge (ultimo finanziario) ma credo che devono "optare" per il minimo.


Chi ha optato per il regime dei contribuenti minimi è esente dal pagamento dell'IRAP per legge (Finanziaria 2008).
Chi può rientrare nei requisiti dei contribuenti minimi, ma non lo è per scelta, potrebbe non essere organizzazione autonoma (e quindi pagare l'IRAP), ma lo deve dimostrare.

La corte di cassazione ha fatto una sentenza che interpreta la legge in modo diverso di quanto la AdE l'ha intepretato finora. Basta leggere le sentenze.
Poi per chiedere il rimborso ci sono costi e spese che il commercialiste ti farà pagare. Devi praticamente portare l AdE davanti ad un giudice per fare la contestazione.


Le sentenze della corte di cassazione non sono legge, ma solo un'interpretazione su casi specifici. D'altra parte esistono sentenze contro i contribuenti in questo senso.

Come del resto la circolare dice che esistono professionisti con caratteristiche da contribuenti minimi, ma che sono soggetti all'IRAP e professionisti fuori dalle caratteristiche dei contribuenti minimi, ma che non sono soggetti all'IRAP.

Niente di certo. Tutto resta all'interpretazione. Le certezze si avrebbero solo con una legge che disponga criteri e limiti certi.

Ad ogni modo, non è improbabile che un ricorso (dopo aver pagato l'imposta) verrebbe accettato in una situazione di condizioni minime (niente collaboratori, beni strumentali non eccessivi: da notare la voluta fumosità del criterio) di organizzazione di lavoro autonomo.

I costi in caso di un contenzioso con l'AdE eventualmente perso, sarebbero gravati anche delle sanzioni di mora (oltre ai costi di avvocato e spese processuali). Forse è meglio farsi qualche conto prima.

Buon ricorso a chi ha deciso di farlo e buona fortuna a chi ha deciso di non pagare
Ciao!
Gianni


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

sindacato dei professionisti con partita IVA e senza Albo

Advanced search






memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »
Déjà Vu X3
Try it, Love it

Find out why Déjà Vu is today the most flexible, customizable and user-friendly tool on the market. See the brand new features in action: *Completely redesigned user interface *Live Preview *Inline spell checking *Inline

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs