Mobile menu

Pages in topic:   [1 2] >
SSLMIT Trieste o Forlì???
Thread poster: luca_dm
luca_dm
English
Sep 12, 2008

Salve, mi presento. Sono Luca, uno studente appena maturato alle prese con la scelta universitaria. Ho provato il test di ingresso in lingua inglese presso le sslmit ed ho appena saputo di essere stato ammesso a Trieste. Ora attendo i risultati di Forlì,dove credo di aver fatto un buon test tutto sommato, quindi credo potrei essere ammesso anche a Forlì. Nell'eventualità che si verifichi questo "happy problem" non saprei quale sede scegliere.
Vi espongo i miei dubbi.
Noi matricole dell'anno 2008/2009 seguiremo la riforma,che prevede alcuni cambiamenti nel piano di studi.

-TERZA LINGUA A Forlì la terza lingua potrà essere scelta esclusivamente tra cinese,giapponese,arabo,portoghese e finlandese. Si studia al I e al III anno. Mi chiedevo cosa potrei mai imparare di queste lingue così "esotiche" in soli due anni,considerando il "buco" al secondo anno.
A Trieste potrei scegliere qualunque terza lingua, si studia per tre anni con relative traduzioni.
-ESAMI INTEGRATIVI A forlì da quest'anno si potrà scegliere il curriculum letterario,economico-giuridico o metodologico. A Trieste non si può scegliere un curriculum e sarei obbligato a sostenere una serie di esami come letterature,diritto,economia,geografia senza possibilità di scelta.
-TRATTATIVA A Forlì si inizierà trattativa dal primo anno. A Trieste si farà solo il terzo anno. Io vorrei diventare interprete per cui mi chiedevo se fosse meglio scegliere forlì e fare bene trattativa e due lingue, piuttosto che trieste dove potrei fare bene tre lingue ma con trattativa solo al terzo anno.

Mi vengono in mente altri dubbi..a Forlì che genere di testi fanno tradurre durante le lezioni? E a Trieste invece? A forlì il numero di studenti è minore e inoltre gli idonei sono divisi in piccoli gruppi per poter apprendere meglio. Mi chiedevo se a Trieste fosse lo stesso.

Secondo voi per poter lavorare da interprete e traduttore può andar bene seguire solo due lingue (inglese e spagnolo nel mio caso) ? Oppure sarebbe meglio studiare anche una terza lingua?
Scusate le mille domande, ma ho davvero tanti dubbi e parlare con qualcuno che ha studiato alla sslmit potrebbe darmi una mano a chiarirmi le idee. Anche se non avete studiato alla sslmit, ma siete dei traduttori o degli interpreti apprezzo comunque i vostri consigli.
Un saluto,
luca


Direct link Reply with quote
 
. Sep 12, 2008

Ciao!!
Ma sei sicuro che mediazione a Forlì cominci già dal primo anno? Perchè proprio adesso stavo consultando il sito e diceva dal secondo anno... e poi cinese avevo sentito che l'avevano abolito, ma non ne sono sicura al 100%. Ma secondo me se sei stato preso a Trieste fai bene ad andare là, ho visto che te ne sei innamorato, e se ha così tanto prestigio un motivo ci sarà! A me non piace tanto il fatto della trattativa solo al terzo anno, perchè io preferirei fare l'interprete piuttosto che la traduttrice... e metti che al terzo anno vuoi fare l'Erasmus e là non farai trattativa?!? A me è venuto sto dubbio, intendo, dopo succede che non la fai per niente!!
Poi va beh la mia opinione non vale nulla, aspetta chi ci ha già studiato!

Ciao ciao!

[Edited at 2008-09-13 14:29]

[Edited at 2008-09-13 16:33]


Direct link Reply with quote
 
Claudia_TS
Local time: 16:32
German to Italian
+ ...
SSLMIT Trieste!! Sep 14, 2008

Ciao Luca,
sono Claudia una studentessa della SSLMIT di Trieste, ho appena terminato il 1° anno di specialistica in Traduzione, me ne manca un altro e poi mi butto nel mondo del lavoro. Per quanto riguarda i tuoi dubbi, anch'io mi sono trovata nella tua stessa situazione, ma con combinazione di lingue diverse (tedesco-spagnolo). La mia terza lingua, quando ancora non c'era stata la riforma, è stata Turco. L'ho seguito per 2 anni e, sinceramente, non ho imparato niente. A parte Turco, per lingue come il cinese, l'arabo, il portoghese, l'olandese, il bulgaro, il rumeno e lo sloveno ci sono dei corsi validi, in cui anche in pochi anni puoi imparare qualcosa. A Trieste devi tenere presente però i corsi di specializzazione (Trad, Interpr. e misto) perchè solo poche lingue sono attivate (ad esempio cinese ed arabo ci sono solo in traduzione e misto, mentre per l'interpretazione c'è tra le altre anche portoghese, se non erro), quindi prima di fare una scelta valuta anche se vuoi portare avanti la terza lingua anche alla specialistica oppure no. Conoscere una terza lingua è sicuramente un vantaggio a livello lavorativo, però devi veramente essere in grado di lavorarci, per tanto ti consiglio di scegliere lingue con un discreto numero di corsi attivati. Per farti un esempio: di turco esiste solo l'esame di Lingua 1, il secondo anno che ho frequentato è stato alla facoltà di Lingue e Letterature straniere. Controlla sul nostro sito internet gli orari delle lezioni o degli esami, potrai vedere quanti corsi ci sono. Con la riforma della Triennale adesso al terza lingua dura 3 anni, se non sbaglio, per cui possibilità di imparare, magari il Tedesco o il Francese ci sono. Anche l'arabo o il cinese non sono male, ma sono impegnativi. Tre anni non bastano..
Io mi trovo molto bene alla SSLMIT di Trieste, ha tanti difetti perchè mancano i fondi e quindi le aule computer praticamente stanno svanendo, ma la biblioteca è davvero molto ben fornita e i professori in genere sono molto disponibili. Il numero di alunni per classe è numeroso al primo anno, ovviamente, ma già al secondo si dimezzano. Molti lasciano, altri smettono di seguire le lezioni ed altri ancora se la prendono comoda. C'è molta interazione con i professori, non sono delle figure distanti, né si pongono su un piedistallo, però ci sono anche quelli che fanno gli str... e si comportano come se non fossimo degni di parlare con loro, per fortuna sono una piccola minoranza.
Il corso di inglese è tosto, lì si impara veramente tanto e dal primo anno si lavora molto. Se decidi per Trieste avrai la Prof. Scarpa, una prof molto pignola ed esigente, che fa rigare dritti, ma davvero competente a quanto dicono i miei compagni. Poi avrai Dodds, molto simpatico e bravo, Snelling molto "inglese" e anche un po' austero, e molti altri ancora. Sono tutti altamente competenti e con tanti e tanti anni di esperienza alle spalle.
Di spagnolo posso dirti che è uno dei corsi che negli anni ha sempre avuto un'ottima valutazione da parte degli studenti. I professori sono davvero molto simpatici e disponibili, soprattutto le lettrici. Si fa molta molta grammatica e linguistica per non cadere nei tranelli della somiglianza con l'italiano. In traduzione ci sono professori come Garofalo che sanno davvero insegnare ed insegnare cose utili. Per me lui è il migliore in assoluto, devo tantissimo a lui. Peccato però che con lo spagnolo non si lavora quasi per niente. Sei fortunato ad avere l'inglese, davvero.
Ad ogni modo, io ti consiglio la SSLMIT di Trieste, anche perchè la città, nonostante il vento, è mooooooolto bella, al contrario invece di Forlì, ma questa è un'altra storia.
Per farti un esempio: qualche giorno fa stavo mandando un po' di curriculum in giro on-line e mi è capitato per ben 2 volte di trovare agenzie di traduzione che richiedevano preferibilmente LAUREA TRIENNALE o SPECIALISTICA conseguita presso la nostra facoltà. Ti rendi conto? Non so se mi spiego... Tu non sai la gioia che questo ha suscitato in me, per i primi due anni sono stata male perchè mi chiedevo se avevo fatto la scelta giusta. Ero stata presa anche a Forlì, ma avevo scelto Trieste. Nei momenti di sconforto è la prima cosa a cui pensi: avrei dovuto scegliere l'altra. Ma ora sono certa di aver visto giusto, non mi pento. Alcuni miei compagni non sono per niente d'accordo con me, ma io sono dell'opinione che se uno studente si impegna e fa EFFETTIVAMENTE tutto ciò che gli viene detto in classe, beh allora avrà una formazione veramente buona.

Con questo ti saluto e ti faccio un enorme in bocca al lupo, spero di vederti nei corridoi della Scuola a novembre.

Saluti,
Claudia


Direct link Reply with quote
 
Claudia_TS
Local time: 16:32
German to Italian
+ ...
SSLMIT Trieste 2! Sep 14, 2008

Dimenticavo: la trattativa non ha niente a che vedere con l'interpretazione che si fa in Specialistica, farne 1 o 3 anni, secondo me non cambia niente. Occorre avere delle doti specifiche (alcune anche innate) e conoscere alla perfezione la lingua, soprattutto italiana. Per tanto, non basarti su quello. E leggi molto!!

Ciao,
Claudia


Direct link Reply with quote
 
luca_dm
English
TOPIC STARTER
Altre domande... Sep 14, 2008

Claudia_TS wrote:

Ciao Luca,
sono Claudia una studentessa della SSLMIT di Trieste, ho appena terminato il 1° anno di specialistica in Traduzione. Per quanto riguarda i tuoi dubbi, anch'io mi sono trovata nella tua stessa situazione.
Io mi trovo molto bene alla SSLMIT di Trieste, ha tanti difetti perchè mancano i fondi e quindi le aule computer praticamente stanno svanendo, ma la biblioteca è davvero molto ben fornita e i professori in genere sono molto disponibili. Il numero di alunni per classe è numeroso al primo anno, ovviamente, ma già al secondo si dimezzano.C'è molta interazione con i professori, non sono delle figure distanti, né si pongono su un piedistallo, però ci sono anche quelli che fanno gli str... e si comportano come se non fossimo degni di parlare con loro, per fortuna sono una piccola minoranza.
Il corso di inglese è tosto, lì si impara veramente tanto e dal primo anno si lavora molto. Se decidi per Trieste avrai la Prof. Scarpa, una prof molto pignola ed esigente.
Peccato però che con lo spagnolo non si lavora quasi per niente. Sei fortunato ad avere l'inglese, davvero.
Io sono dell'opinione che se uno studente si impegna e fa EFFETTIVAMENTE tutto ciò che gli viene detto in classe, beh allora avrà una formazione veramente buona.

Con questo ti saluto e ti faccio un enorme in bocca al lupo, spero di vederti nei corridoi della Scuola a novembre.

Saluti,
Claudia


Salve claudia, ti ringrazio molto per la risposta.
Avere un'opinione di chi ci è già passato mi aiuta moltissimo. Non ci saranno le aule computer ma ho un notebook, mi sarà senz'altro utile. Meno male che i professori sono molto disponibili, ciò che dici mi rassicura, perché avevo sentito storie terribili sui professori di trieste. Storie di chi va in esaurimento o di chi è umiliato dai professori durante gli esami.
La domanda che mi pongo è questa: saremo molti al primo anno, come hai sottolineato, quindi come faranno i docenti a seguirci tutti? Saremo divisi in gruppetti oppure si farà lezione tutti insieme? Se così fosse, rimarrebbe lo stesso quel rapporto studente-docente fatto di interazione e partecipazione? Ho sentito parlare della professoressa Scarpa, un ragazzo mi disseche è terribile e boccia moltissimo! Ma sarà vero che è così terribile questa donna? O forse quel ragazzo non studiava abbastanza? L'importante è che sia una docente competente. A me piace molto lo spagnolo e vorrei sceglierlo come seconda lingua.Mi dispiace sentire che non è molto richiesto in ambito lavorativo, però lo sceglierò ugualmente perché adoro sentirlo parlare,vorrei portarlo ad un livello alto. L'insegnamento dello spagnolo parte dalle basi vero? Io non ho mai studiato nessun altra lingua oltre all'inglese e sono un po' spaventato,però allo stesso tempo ho tanta voglia di imparare.

Vorrei porti un'altra domanda. La sslmit di Trieste organizza scambi Erasmus per i suoi studenti?Gli esami sono riconosciuti al rientro in patria? Un amico della sslmit di Trieste mi diceva che fare l'Erasmus è una grande perdita di tempo,perché poi tornato in Italia non ti riconoscono nessun esame Sarà un suo ragionamento soggettivo o è un dato di fatto?

P.S. Ci vedremo sicuramente tra i corridoi della sslmit, perché ho deciso di immatricolarmi a Trieste. Rimane il dubbio se questa sia una scelta giusta o meno ma questo potrò scoprirlo solo nel tempo.
Un saluto, luca.


Direct link Reply with quote
 

velle
France
Local time: 16:32
French to Italian
+ ...
Triesteeeeeeeeeeee Sep 14, 2008

luca_dm wrote:



Salve claudia, ti ringrazio molto per la risposta.
Avere un'opinione di chi ci è già passato mi aiuta moltissimo. Non ci saranno le aule computer ma ho un notebook, mi sarà senz'altro utile. Meno male che i professori sono molto disponibili, ciò che dici mi rassicura, perché avevo sentito storie terribili sui professori di trieste. Storie di chi va in esaurimento o di chi è umiliato dai professori durante gli esami.
La domanda che mi pongo è questa: saremo molti al primo anno, come hai sottolineato, quindi come faranno i docenti a seguirci tutti? Saremo divisi in gruppetti oppure si farà lezione tutti insieme? Se così fosse, rimarrebbe lo stesso quel rapporto studente-docente fatto di interazione e partecipazione? Ho sentito parlare della professoressa Scarpa, un ragazzo mi disseche è terribile e boccia moltissimo! Ma sarà vero che è così terribile questa donna? O forse quel ragazzo non studiava abbastanza? L'importante è che sia una docente competente. A me piace molto lo spagnolo e vorrei sceglierlo come seconda lingua.Mi dispiace sentire che non è molto richiesto in ambito lavorativo, però lo sceglierò ugualmente perché adoro sentirlo parlare,vorrei portarlo ad un livello alto. L'insegnamento dello spagnolo parte dalle basi vero? Io non ho mai studiato nessun altra lingua oltre all'inglese e sono un po' spaventato,però allo stesso tempo ho tanta voglia di imparare.

Vorrei porti un'altra domanda. La sslmit di Trieste organizza scambi Erasmus per i suoi studenti?Gli esami sono riconosciuti al rientro in patria? Un amico della sslmit di Trieste mi diceva che fare l'Erasmus è una grande perdita di tempo,perché poi tornato in Italia non ti riconoscono nessun esame Sarà un suo ragionamento soggettivo o è un dato di fatto?

P.S. Ci vedremo sicuramente tra i corridoi della sslmit, perché ho deciso di immatricolarmi a Trieste. Rimane il dubbio se questa sia una scelta giusta o meno ma questo potrò scoprirlo solo nel tempo.
Un saluto, luca.


Ciao Luca,
anche io ho studiato a Trieste. Claudia ti ha detto molte cose esatte però anche quello che hai sentito dire è vero. Intendo professori che ti umiliano agli esami e cose varie anche perchè ci sono passata. L'unica cosa che ti posso dire è che in una situazione del genere basta solo essere forti e non scoraggiarsi.
L'erasmus ovviamente esiste ma purtroppo la maggior parte degli esami non vengono convalidati se non in parte....il mio consiglio è di sfruttare questa stupenda, fantastica esperienza per la tesi. Lo spagnolo parte dalla base con i lettorati e poi c'è il corso "principale" però non preoccuparti che ce la farai. La sezione di inglese è tosta e ti sembrerà un'impresa uperare gli esami ma ce la si fa...La prof Scarpa è un mondo a parte: preparatissima e competente ma a livello umano lascerei perdere commenti...diciamo che è decisamente particolare...L'unica pecca di trieste (ma purtroppo in tutte le università italiane è così) è la mancanza di fondi e quindi piano piano sta perdendo punti ma resta pur sempre Trieste. Per la trattativa anche io penso che non sia fondamentale ai fini della specialistica in interpretazione quindi non farti problemi per quello.
Io ora inizio la specialistica in traduzione a Ginevra perchè purtroppo non ho avuto fortuna a Trieste con gli esami di ammissione però sono partita da due settimane e ne sento tremendamente la mancanza...
per qualsiasi cosa contattami pure e in bocca al lupo per tutto.
a presto
Valentina


Direct link Reply with quote
 

valeria perisan  Identity Verified
Italy
Local time: 16:32
German to Italian
+ ...
SSLMIT-Trieste Sep 15, 2008

Ciao Luca,

già dal titolo della risposta puoi capire che, essendomi laureata in interpretazione a Ts, ovviamente ti consiglio di iscriverti là; e questo non lo dico solo perchè ci sono passata io, ma anche perchè è un'ottima scuola (nonostante tutto...e nn parlo solo dei fondi che nn ci sono, ma anche per i prof. e i compagni di studio).
Io mi sono laureata con il vecchio ordinamento, scegliendo russo di seconda (avevo de di prima); ti posso garantire che gli anni di interpretazione nn sono stati per niente facili, tanto meno passare le attive di tedesco, ma alla fine ce la si fà.I prof. sono molto competenti, e sono sempre disponibili; ogni tanto mi capitava di sentire qualche mia amica (che frequentava altre facoltà triestine), dire che non poteva fare l'esame perchè il prof nn si presentava e nessuno sapeva nulla..ecco, cose di questo genere alla SSLMIT non capitano, e se hai qualche problema loro sanno darti consiglio.
Un mio consiglio spassionatao, invece, è quello di provare assolutamente l'esperienza erasmus, perchè fa "bene" sia che tu voglia diventare interprete (in particolar modo), sia che tu scelga la strada del traduttore.E' importante e formativo nn solo per le amicizie che puoi legare durante il tuo soggiorno all'estero, ma anche e soprattutto per la lingua.Io l'ho fatto della durata di un anno, e solo ora che lavoro ne capisco l'importanza; anzi addirittura ho nostalgia delle aule e dei prof...
Questi sono i consigli che mi sento di darti: inizierai ad amare-odiare ts al tempo stesso, vedrai, ma rimarrà un dolce ricordo!
Da quanto posso leggere, le aule pc stanno peggiornado sempre di più (e pensare che già qnd c'ero io erano allo sfacelo...).
In bocca al lupo per il tuo percorso!
valeria


Direct link Reply with quote
 

Alessandro Zocchi  Identity Verified
Italy
Local time: 16:32
Member (2007)
German to Italian
+ ...
A little bit OT: @ Claudia_TS e Valentina Sep 15, 2008

Fondi che mancano???? Ma nooooooooo, si tratta solo della biblio che chiude un'ora prima, e delle aule PC con due computer che vanno, di cui uno prova costantemente a connettersi...

La Prof.ssa Shoe??? Solo tre mesi prima gliela devi consegnare la tesi perché te la corregga??? Ma ce n'è, ih se ce n'è... Lo zio Franco (C.) e i bawlé alle 8 di mattina...

W Trieste, comunque.

E non è vero che ci sono le corde per la bora, forse su per via San Michele verso San Giusto, ma non ne ho viste altre in 6 anni.

...Ditemi se è cambiato qualcosa...

Ale


Direct link Reply with quote
 

sonia parpi
Local time: 16:32
English to Italian
+ ...
bei tempi! Sep 15, 2008

Ciao a tutti, anch'io ho fatto la SSLMIT a Trieste, anche se ho finito un po' di tempo fa (A.A. 2000/2001), quindi le cose forse sono un po' cambiate nel frattempo,... anche se i nomi dei prof. sono sempre quelli!
Io mi sono trovata bene, vero che alcuni proff. sono severi e pretendono, ma c'è un motivo per farlo... la mia sensazione è stata quella di aver frequentato una scuola superiore un po' allargata, c'è un contatto diretto con i proff. e anche con quasi tutti i compagni di corso (considera che io ho fatto inglese prima lingua e tedesco seconda lingua, quindi due lingue molto frequentate... e al secondo anno eravamo ca. 80-90).
Quando mi sono laureata io Trieste era un po' più "vecchia" come tipo di corsi rispetto a Forlì, poi c'è da dire che io ho fatto traduzione, e i compagni di corso che frequentavano interpretazione erano molto più "tartassati" dai proff. rispetto a noi.
La mia valutazione complessiva è comunque positiva, al momento non lavoro purtroppo come traduttrice, ma questo non dipende dalla facoltà ma dalle poche possibilità che ci sono nella mia zona, in ogni caso anche nel mio lavoro la preparazione universitaria mi è servita!
In bocca al lupo per la tua scelta e per il tuo futuro!


Direct link Reply with quote
 
luca_dm
English
TOPIC STARTER
Trieste Arrivo! Sep 16, 2008

Salve a tutti.
Oggi sono usciti i risultati di Forlì: sono idoneo ma non vincitore perché non rientro nei primi 176 della graduatoria. Sono contentissimo di aver raggiunto comunque l'idoneità nel test, ora non mi rimane che immatricolarmi a Trieste. Vi ringrazio di cuore per tutti i vostri consigli e le vostre risposte. Spero di affrontare al meglio il mio percorso universitario e di diventare un domani un professionista in gamba come voi.
Ancora una volta grazie!
Un saluto,
luca


Direct link Reply with quote
 
alexena
French to Italian
+ ...
Come ti capisco! Sep 18, 2008

luca_dm wrote:

Salve, mi presento. Sono Luca, uno studente appena maturato alle prese con la scelta universitaria. Ho provato il test di ingresso in lingua inglese presso le sslmit ed ho appena saputo di essere stato ammesso a Trieste. Ora attendo i risultati di Forlì,dove credo di aver fatto un buon test tutto sommato, quindi credo potrei essere ammesso anche a Forlì. Nell'eventualità che si verifichi questo "happy problem" non saprei quale sede scegliere.
Vi espongo i miei dubbi.
Noi matricole dell'anno 2008/2009 seguiremo la riforma,che prevede alcuni cambiamenti nel piano di studi.

-TERZA LINGUA A Forlì la terza lingua potrà essere scelta esclusivamente tra cinese,giapponese,arabo,portoghese e finlandese. Si studia al I e al III anno. Mi chiedevo cosa potrei mai imparare di queste lingue così "esotiche" in soli due anni,considerando il "buco" al secondo anno.
A Trieste potrei scegliere qualunque terza lingua, si studia per tre anni con relative traduzioni.
-ESAMI INTEGRATIVI A forlì da quest'anno si potrà scegliere il curriculum letterario,economico-giuridico o metodologico. A Trieste non si può scegliere un curriculum e sarei obbligato a sostenere una serie di esami come letterature,diritto,economia,geografia senza possibilità di scelta.
-TRATTATIVA A Forlì si inizierà trattativa dal primo anno. A Trieste si farà solo il terzo anno. Io vorrei diventare interprete per cui mi chiedevo se fosse meglio scegliere forlì e fare bene trattativa e due lingue, piuttosto che trieste dove potrei fare bene tre lingue ma con trattativa solo al terzo anno.

Mi vengono in mente altri dubbi..a Forlì che genere di testi fanno tradurre durante le lezioni? E a Trieste invece? A forlì il numero di studenti è minore e inoltre gli idonei sono divisi in piccoli gruppi per poter apprendere meglio. Mi chiedevo se a Trieste fosse lo stesso.

Secondo voi per poter lavorare da interprete e traduttore può andar bene seguire solo due lingue (inglese e spagnolo nel mio caso) ? Oppure sarebbe meglio studiare anche una terza lingua?
Scusate le mille domande, ma ho davvero tanti dubbi e parlare con qualcuno che ha studiato alla sslmit potrebbe darmi una mano a chiarirmi le idee. Anche se non avete studiato alla sslmit, ma siete dei traduttori o degli interpreti apprezzo comunque i vostri consigli.
Un saluto,
luca


Ciao Luca, hai sollevato i miei stessi dubbi! Sono in una situazione a dir poco incredibile, soltanto ieri ho saputo di aver passato il test di idoneità a Forlì! Questo mi pone davanti a una scelta cruciale: meglio immatricolarmi a Trieste o a Forlì? Anch'io sogno di lavorare come interprete, quindi vorrei essere sicura non dico al 100 ma almeno al 99,9% di fare la scelta giusta! Fino a pochi giorni fa ero al settimo cielo pensando alla fama di Trieste ma ieri.. Non lo so, sarà perchè ho avuto la fortuna di essere al 2o posto in graduatoria, sarà per la paura quasi incontrollabile di dovermi pentire un giorno di qualcosa, vorrei chiedere a voi veterani di questo campo di essermi di aiuto.. Ve ne sarei molto grata!


Direct link Reply with quote
 
luca_dm
English
TOPIC STARTER
Vieni a Trieste come consigliano i Proziani. Sep 18, 2008

alexena wrote:

Ciao Luca, hai sollevato i miei stessi dubbi! Sono in una situazione a dir poco incredibile, soltanto ieri ho saputo di aver passato il test di idoneità a Forlì! Questo mi pone davanti a una scelta cruciale: meglio immatricolarmi a Trieste o a Forlì? Anch'io sogno di lavorare come interprete, quindi vorrei essere sicura non dico al 100 ma almeno al 99,9% di fare la scelta giusta! Fino a pochi giorni fa ero al settimo cielo pensando alla fama di Trieste ma ieri.. Non lo so, sarà perchè ho avuto la fortuna di essere al 2o posto in graduatoria, sarà per la paura quasi incontrollabile di dovermi pentire un giorno di qualcosa, vorrei chiedere a voi veterani di questo campo di essermi di aiuto.. Ve ne sarei molto grata!


Complimenti per la posizione in classifica a Forlì, soprattutto se hai fatto il test in inglese.
Io sono idoneo ma non vincitore, sono troppo giù in classifica. L'happy problem non si è posto e quindi vado ad immatricolarmi a Trieste, ma posso dirti che anche se mi avessero preso a Forlì sarei andato comunque a Trieste. Mi hanno convinto i messaggi scritti in questo thread. La città è bellissima e la facoltà è storica; molti traduttori ed interpreti professionisti escono da Trieste per cui se si sono trovati bene loro (come leggo da questo forum) perché non dovremmo trovarci bene noi? Fammi sapere se deciderai per Trieste.
Un saluto,
luca


Direct link Reply with quote
 
alexena
French to Italian
+ ...
Ci rivedremo Sep 18, 2008

luca_dm wrote:

alexena wrote:

Ciao Luca, hai sollevato i miei stessi dubbi! Sono in una situazione a dir poco incredibile, soltanto ieri ho saputo di aver passato il test di idoneità a Forlì! Questo mi pone davanti a una scelta cruciale: meglio immatricolarmi a Trieste o a Forlì? Anch'io sogno di lavorare come interprete, quindi vorrei essere sicura non dico al 100 ma almeno al 99,9% di fare la scelta giusta! Fino a pochi giorni fa ero al settimo cielo pensando alla fama di Trieste ma ieri.. Non lo so, sarà perchè ho avuto la fortuna di essere al 2o posto in graduatoria, sarà per la paura quasi incontrollabile di dovermi pentire un giorno di qualcosa, vorrei chiedere a voi veterani di questo campo di essermi di aiuto.. Ve ne sarei molto grata!


Complimenti per la posizione in classifica a Forlì, soprattutto se hai fatto il test in inglese.
Io sono idoneo ma non vincitore, sono troppo giù in classifica. L'happy problem non si è posto e quindi vado ad immatricolarmi a Trieste, ma posso dirti che anche se mi avessero preso a Forlì sarei andato comunque a Trieste. Mi hanno convinto i messaggi scritti in questo thread. La città è bellissima e la facoltà è storica; molti traduttori ed interpreti professionisti escono da Trieste per cui se si sono trovati bene loro (come leggo da questo forum) perché non dovremmo trovarci bene noi? Fammi sapere se deciderai per Trieste.
Un saluto,
luca


LOOL!!!Non ci credo, ci siamo già parlati in un'altra "sede telematica", ne sono sicura! Ricordo bene il famoso "happy problem"!!! Io sono la tua conterranea!!!(Quella che ha fatto il test in francese xD).. Comunque ho deciso anch'io leggendo e rileggendo tutti i post.. Andrò a Trieste punto --> . Ci ritroveremo lì quindi.


Direct link Reply with quote
 
forlì Jan 28, 2010

Ciao!
So che è tardi, e a voi ormai il mio messaggio non servirà, ma magari altri futuri sslimitiani leggeranno, e allora forse a loro servirà.
Non ho visto nessuno parteggiare per Forlì, quindi tenterò di farlo io. Io mi sono laureato alla triennale, e spero un giorno di entrare a traduzione.

Ho saputo che l'anno scorso hanno più o meno riformato la triennale, quindi non so perfettamente come funzioni, ma essendo i prof sempre gli stessi, temo abbiano cambiato nome alle stesse cose di sempre.
Io ho fatto inglese e spagnolo, ma le lingue fatte meglio sono tedesco e russo. Non chiedetemi perchè abbia scelto quello che ho scelto. Sono contento, amo lo spagnolo, ma se tornassi indietro sceglierei russo.
Comunque. La base di partenza (anche per Trieste, immagino) è che ocorre rimboccarsi le maniche ben bene, e non demoralizzarsi. I momenti in cui si è disperati saranno molti, ma bisogna farsi forza e andare avanti.

La classe più numerosa era spagnolo (ma dall'anno scorso hanno diviso i principianti assoluti da quelli che lo sanno già), eravamo in 36. Per tutti gli altri corsi non si è mai più di una ventina.
Non so a Trieste, ma a Forlì i prof ti chiamano per nome, e nessuno ha mai chiesto libretto né documenti per gli esami, solo quelli in cui si è tutti insieme, che sono 4 in tutto.

Cosa non da sottovalutare: a Forlì quasi tutti i corsi sono semestrali, quindi 5 esami a gennaio e 6 a giugno. A Trieste mi risulta che fossero quasi tutti annuali, il che significa 12 esami a giugno.

Spagnolo è un corso fatto malissimo. Se non avessi fatto l'Erasmus in Spagna, non saprei nemmeno dire "ciao come va?". Ma l'Erasmus l'ho fatto, fortunatamente, ed è contato tantissimo. Questa è una delle cose belle, per lo spagnolo ci sono tantissime borse erasmus, per cui praticamente tutti quelli del mio anno che facevano spagnolo (anno numerosissimo, 36 al primo, più o meno 27 al terzo) sono andati in erasmus.
I prof in genere sono disponibilissimi, ma quelli della sezione di spagnolo, per la triennale, sono molto lunatici. La coordinatrice è un mostro, e quella del terzo anno quasi. Hanno poca voglia di lavorare, credono di saper insegnare ma non è così vero. Detto ciò, comunque, nel mezzo ci sono stati altre prof (quelle di traduzione soprattutto) che sono davvero brave, gentili e disponibili. I prof di prima e seconda lingua sono diversi, quindi io parlo per quelli che conosco. Ma i ragazzi che avevano spagnolo come prima lingua, erano entusiasti dei loro prof (tranne il mostro).
Mediazione e trattativa spagnolo dipendono totalmente dalla simpatia che le prof nutrono nei confronti dello studente. Durante il corso si fa poco assai, ma poi all'esame stangano di brutto.
Traduzione, invece, è fatto bene. Io la prof di passiva non la potevo soffrire, ma riconosco che è molto brava, ci mette un sacco di impegno e lo fa con passione. La prof di attiva del terzo anno è un tesoro. Davvero brava, molto disponibile e alla mano. E' la mia prof preferita della triennale.
Lingua: al primo anno ci si rilassa, la prof (il mostro) non sa insegnare. Di coseguenza al secondo anno abbiamo fatto della gran grammatica, al lettorato e a lingua, perchè nessuno sapeva lo spagnolo. Al terzo il corso è abbastanza inutile, si fanno le varianti americane, ma non ha molto senso perchè per l'esame alla fine c'è da imparare una serie di parole a caso.
Incredibilemente ed inspiegabilmente, però, anche chi non ha fatto l'erasmus, ha finito con l'imparare lo spagnolo. Forse in qualche modo l'inutilità dei corsi è comunque efficace.

Inglese... ho avuto tipo mille prof in tre anni perchè ogni corso è suddiviso in mille parti: lettorato (esame di sbarramento), e almeno 2 prof per il corso di lingua lingua. I prof di traduzione inglese sono bravi, almeno quelli che ho avuto io. Soprattutto quella del primo anno, e anche quella del secondo (ma io non ho frequentato il corso perchè ero in Spagna).
LINGUA: Al primo anno si fa fonetica e si scrivono dei gran saggi (uno alla settimana, tipo) sul razzismo. Lettorato di sbarramento duro (io l'ho dato 3 volte), ma corso davvero utile, e prof antipatico ma disponibilissimo.
Secondo anno: metà corso utile! curriculum e cover letter in stile americano, l'altra metà di cazzeggio: visione di film sul linguaggio giovanile (direi volgare), con un libro da leggere e da portare all'orale. Lettorato: prof bravissima! un tesoro. molto competente, disponibile, e utile.
Terzo anno: metà utile (altra grammatica, che nessuno sapeva), e metà inutile. La metà inutile è stata un semestre di visione di spot su youtube e descrizione. Lettura di un libro, essay su una pubblicità e discussione dello stesso per l'esame.
MEDIAZ/TRATTATIVA: utili! primo anno: ristorante/negozio di scarpe/cose varie. In classe divertente e utile, all'esame ci mettono delle bastardate, ma se uno è un po' sveglio si passa bene (simulazione e domanda di teoria su una dispensa da leggere). Trattat1: molto bello. La prof americana è molto brava, chiara, competente, disponibile e simpatica. E anche quella italiana. Si fa inglese commerciale, con simulazioni di fiere (pollame, elettronica...) e domanda di teoria. Tratta2: corso MAGNIFICO. Tribunale: un prof fa il giudice, uno l'avvocato, uno il testimone, e lo studente interpreta. Io l'ho fatto annnuale ed è stato bellissimo (ora è semestrale perchè mancano i soldi!). I prof davvero bravi, disponibilissimi, competenti. Fanno anche interpretazione alla Specialistica.
TRADUZ: primo anno bellissimo, attiva e passiva. Vari generi, più o meno di tutto. Secondo: ho dato solo l'esame senza frequentare il corso: contratti e pubblicità. Terzo anno: economia (molto bravo) e articoli di enciclopedia (schifo). Nonostante tutto, l'inglese si impara eccome.

Tedesco: sono molto molto esigenti, ma alla fine sei sicuro che il tedesco lo impari e lo sai da dio. Roba che i madrelingua non prendono più di 27, ma è davvero fatto bene, e i prof sono bravi. Almeno così dicono i miei compagni. E soprattutto: a L2 erano in 5.
Russo: hanno cambiato alcune prof da quando c'ero io, ma nel complesso sono contenti. Sono tutte donne, ma sono molto brave. La lettrice è famosa perchè è molto esigente, si fanno mille ore di lettorato, ma quelli che si laureano con russo, ne sanno a pacchi.

Le altre lingue non so. So che giapponese è fatto bene, e gli studenti sono molto contenti.
Gli opzionali non so, perchè li hanno cambiati.
Io ho fatto cinese al primo anno e mi è piaciuto un sacco. La prof (italiana) molto simpatica e brava, disponibile. Ho fatto Cinese2 al terzo anno ma non sono riuscito a dare l'esame per via della data.
Ho fatto però lingua dei segni, BELLISSIMO. Davvero un bel corso.
In generale: dopo 7 ore (in media) in facoltà, si torna a casa ogni giorno con dei compiti da fare.

Forlì città è bruttissima, ma si sopravvive bene. L'unica cosa è che ci si ritrova a parlare della sslmit anche quando si esce la sera, ma è inevitabile, e ovunque si vada si vedono compagni di facoltà. Quindi è meglio andare d'accordo.

Insomma, forse questo intervento non è molto a supporto di Forlì, ma io, nonostante la fatica, lo sconforto e la frustrazione (un esempio: pensavo di sapere l'inglese e ho dato 3 volte il primo esame) se tornassi indietro risceglierei senza dubbio questa facoltà. Solo farei Inglese, russo, cinese.
Ah, la terza lingua si fa al primo e al terzo, ma il secondo mi sembra ci sia tutto l'anno una cosa chiamata "esercitaz di lingua X" che non si avanza col programma, ma si fanno degli esercizi.

[Edited at 2010-01-28 22:56 GMT]

[Edited at 2010-01-30 20:50 GMT]


Direct link Reply with quote
 
Alessandra Corsi  Identity Verified
Italy
Local time: 16:32
French to Italian
+ ...
Forlì Mar 18, 2010

Ciao a tutti,

io sono triestina doc, e ho fatto la triennale alla SSLMIT di Trieste e adesso sto facendo la specialistica a Forlì e non me ne pento affatto.

Mi sono laureata a marzo del 2009 e, non avendo passato il test per la specialistica, ho dovuto aspettare un anno per ritentare... Anche questa volta, settembre 2009, a Trieste, la mia prof. di spagnolo, con cui avevo passato parecchi esami, mi ha bocciata.
Nel test di traduzione ci sono tre testi da tradurre per ogni lingua, e bisogna passarli tutti per poter essere ammessi. Io li passai tutti, ma per colpa di un unico testo, quello letterario, in cui la mia stessa prof mi mise 11(!!!), non sono stata ammessa..
Ho passato, però, il test a Forlì, e quindi sono stata costretta a trasferirmi. Il cambiamento è stato duro, soprattutto perchè io a Trieste ci vivevo, e quindi era una comodità non da poco.. e la prospettiva di dover stare nella "ridente" cittadina di Forlì non mi allettava affatto.

Fatto sta che non tornerei indietro assolutamente! All'inizio, parlando con una mia prof di Ts, avevo valutato anche l'opzione di poter chiedere il trasferimento per il secondo anno, ma non lo farò.

L'università di Forlì dipende dall'università di Bologna, che è una delle più antiche d'Italia, ed è anche una delle meglio organizzate. I fondi non mancano e le iniziative nemmeno.
Al contrario di Trieste, qui abbiamo parecchie aule computer, in cui possiamo esercitarci, stampare liberamente e gratuitamente qualunque cosa, e tradurre con i programmi di traduzione specifici, ad esempio Trados, che a Trieste non mi risulta sia utilizzato.

Inoltre, benché le tasse universitarie di Forlì siano abbastanza più onerose, i servizi che ci sono offerti valgono la spesa.
Ogni aula è dotata di un proiettore, e gli insegnanti hanno il supporto adatto allo svolgimento delle loro lezioni. Inoltre, almeno alla specialistica, ci insegnano ad utilizzare tutti i tipi di programmi per la traduzione, Trados Multiterm ecc.., sconti per acquistare i prodotti e un esame finale riconosciuto globalmente, gratuito.

I professori sono tutti molto competenti e in gamba. Per non dire UMANI.
Sinceramente, a Trieste non mi sono trovata affatto bene a causa dei professori, che si sentivano quasi degli intoccabili. Non erano affatto disponibili e ho notato davvero un forte divario tra studenti e professori. Qui a Forlì, invece, sono molto più disponibili e vicini.

Per concludere, dal punto di vista degli scambi e degli Erasmus, l'università di Bologna offre una vastissima possibilità di borse i studio per andare all'estero. Dall'Erasmus all'Overseas, all' Erasmus Mundus. Io ho appena vinto una borsa per studiare un semestre in Messico il prossimo anno, ad esempio, e poichè l'Erasmus l'avevo già fatto alla triennale, mi sembra un'ottima opportunità per poter effettuare un altro scambio.

Detto questo, penso di aver terminato la mia difesa (lo ammetto, a spada tratta) di Forlì.

P.S. è vero che la città non offre nulla, ma c'è sempre il week end per andare a Bologna, Rimini ecc...

Sperando di avervi convinti!
Un saluto


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

SSLMIT Trieste o Forlì???

Advanced search






SDL Trados Studio 2017 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2017 helps translators increase translation productivity whilst ensuring quality. Combining translation memory, terminology management and machine translation in one simple and easy-to-use environment.

More info »
Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs