Pages in topic:   [1 2] >
Traduzione dell'americano "man" et alia
Thread poster: Paola Dentifrigi

Paola Dentifrigi  Identity Verified
Italy
Local time: 12:47
Member (2003)
English to Italian
+ ...
Oct 8, 2008

Buondì, dovrei lavorare, ma un pensiero mi frulla nella testa.
Ieri sera ho finito il fantastico, divertente, grandioso (per me, eh) "Mucho mojo" di Lansdale
ed. Stile Libero Einaudi.
Nel corso del libro mi hanno dato fastidio alcune rese, tra cui appunto il suddetto "man".
Immagino che nel testo originale si rivolgessero all'altro con il tipico "ehi, man".
La traduzione? Uomo!!! Insomma, il testo era infarcito di uomo (ascolta, uomo; aspetta, uomo), che a me non sembra proprio corretto e oltretutto disturba assai. Inoltre, negazioni sbagliate, un bel "sono stanca di correre dietro alle ambulanze" detto dall'avvocatessa Florida Grange. Visto che gli avvocati negli USA sono detti ambulance-chaser e quindi si capisce, in italiano non ha per me alcun senso. Insomma, immagino che una rilettura più attenta avrebbe evitato questi strafalcioni. Risultato? Mi sono un po' arrabbiata mentre leggevo e non mi piace la sensazione. Vorrei scrivere all'Einaudi, ma prima ci tengo al vostro parere. Ovvio, questo non mi impedirà di leggermi Lansdale, ma forse me lo leggo in lingua originale, così se mi arrabbio, mi arrabbio solo con me stessa che non capisco tutto lo slang.

Ciao,
Paola


Direct link Reply with quote
 

Elisa Comito  Identity Verified
Local time: 12:47
English to Italian
+ ...
orrori Oct 8, 2008

Paola Dentifrigi wrote:

Buondì, dovrei lavorare, ma un pensiero mi frulla nella testa.
Ieri sera ho finito il fantastico, divertente, grandioso (per me, eh) "Mucho mojo" di Lansdale
ed. Stile Libero Einaudi.
Nel corso del libro mi hanno dato fastidio alcune rese, tra cui appunto il suddetto "man".
Immagino che nel testo originale si rivolgessero all'altro con il tipico "ehi, man".
La traduzione? Uomo!!! Insomma, il testo era infarcito di uomo (ascolta, uomo; aspetta, uomo), che a me non sembra proprio corretto e oltretutto disturba assai. Inoltre, negazioni sbagliate, un bel "sono stanca di correre dietro alle ambulanze" detto dall'avvocatessa Florida Grange. Visto che gli avvocati negli USA sono detti ambulance-chaser e quindi si capisce, in italiano non ha per me alcun senso.


Paola, sono degli orrori, all'Einaudi hanno veramente motivo di preoccuparsi.

Invece io recentemente ho visto il film Machan (http://cinemaleo.blogspot.com/2008/09/machan-di-uberto-pasolini.html) e sono rimasta inorridita dalla traduzione dei dialoghi dei protagonisti dello Shri Lanka, infarciti di "porca troia" e altre espressioni del tutto stonate nel contesto. Peccato perché il film è veramente bello!


Direct link Reply with quote
 

Paola Dentifrigi  Identity Verified
Italy
Local time: 12:47
Member (2003)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Machan Oct 8, 2008

Bellissimo! L'ho visto alla presenza del regista che ha detto di avere avuto problemi ad ottenere il visto per gli attori, visto che erano nuovamente 23. E che uno poi se n'è rimasto in Germania, uno di quelli che fa il poliziotto. Ilare.

Lasciamo stare i film, va...


Direct link Reply with quote
 

Paola Dentifrigi  Identity Verified
Italy
Local time: 12:47
Member (2003)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
E se si mandasse una bella lettera? Oct 8, 2008

Elisa Comito wrote:

Paola, sono degli orrori, all'Einaudi hanno veramente motivo di preoccuparsi.



O esagero?


Direct link Reply with quote
 

Giovanni Guarnieri MITI, MIL  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 11:47
Member (2004)
English to Italian
già... Oct 8, 2008

questo succede quando si affidano le traduzioni a traduttori e revisori incompetenti... capisco forse il traduttore, ma che il revisore non abbia notato queste cose mi sembra incredibile. Un orrore, davvero.

G


Direct link Reply with quote
 

Paola Dentifrigi  Identity Verified
Italy
Local time: 12:47
Member (2003)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
traduttori e revisori Oct 8, 2008

Anche a me è venuto spontaneo dare la colpa più al revisore che al traduttore.
Il libro era infarcito di colloquialismi e slang, posso capire che te ne scappi uno (oddio il "man" è arcinoto, significa non conoscere affatto gli americani...), ma come fa un revisore a non vederlo? Io sono tentata davvero di scrivere, tanto mi ha infastidito questo fatto.


Direct link Reply with quote
 

LuciaC
United Kingdom
Local time: 11:47
English to Italian
+ ...
Lettera Oct 8, 2008

Ciao Paola,

sono perfettamente d'accordo con te sugli orrori che hai menzionato. Da molto tempo evito accuratamente di leggere romanzi tradotti (dalle lingue che conosco) proprio perché non riesco a rilassarmi. A me danno fastidio persino dettagli del tipo "vuoi una tazza di caffè?" (letto tempo fa in un romanzetto tradotto da una nota traduttrice). Ma quando mai si parla di tazze in italiano? In Italia si offre un caffè/un tè/una camomilla. Riconosco che sono cose irrilevanti ma mi irritano.
Quando invece la traduzione è ottima, e potrei citare alcuni nomi, mi demoralizzo perché mi rendo conto di avere ancora molta strada da fare. Pertanto, siccome ho pochissimo tempo per gli extra e life is too short, adesso leggo solo in lingua originale per rilassarmi e assaporare meglio il romanzo.

Nel tuo caso specifico, ricordo da quando seguivo Biblit che Einaudi ha la fama di essere molto rigorosa ed esigente e difficilmente lavora con i principianti. Allora ho fatto una ricerchina sul traduttore del tuo libro e per l'appunto è tutt'altro che un novellino... Può darsi che a lui sia concesso scrivere di tutto e nessuno osi contraddirlo.

Tempo fa un biblitiano aveva ritradotto un romanzo di Hemingway scoprendo errori *madornali* nella trad. della Pivano. Se non vado errata, l'editore rispose di non essere minimamente interessato alla questione, perché i lavori della Pivano non si toccano, perlomeno finché lei è in vita.


Direct link Reply with quote
 

Elisa Comito  Identity Verified
Local time: 12:47
English to Italian
+ ...
No Oct 8, 2008

Paola Dentifrigi wrote:

Elisa Comito wrote:

Paola, sono degli orrori, all'Einaudi hanno veramente motivo di preoccuparsi.



O esagero?


Per niente.


Direct link Reply with quote
 
xxxMilena Bosco  Identity Verified
Italy
Local time: 12:47
English to Italian
+ ...
Il mio parere. Oct 8, 2008

Io leggo i testi prima nella lingua originale. In famiglia guardiamo i film in lingua originale.
Poi, e direi che è solo curiosità professionale, leggo e guardo le traduzioni.
Se sono orrede scrivo a chi di dovere.

Io ti consiglierei di scriverla un'email, credo sia un dovere a cui si è obbligati eticamente e professionalemente.

Buon lavoro,
Milena


Direct link Reply with quote
 

Barbara Salardi  Identity Verified
Italy
Local time: 12:47
English to Italian
+ ...
Sono d'accordo... Oct 8, 2008

Credo anch'io che in questo caso la colpa sia più del revisore che del traduttore. Inoltre, basta guardare qualunque film o serie televisiva americana per capire che il famigerato "man" è stato tradotto in tanti modi: "amico", "fratello" e chi più ne ha più ne metta. Naturalmente vorrei pensare che ci siano altri motivi alla base di queste scelte. In ogni caso, almeno secondo me, queste soluzioni denotano una certa ignoranza di base.

Un esempio di ignoranza grossolano l'ho trovato anche in un episodio di una serie televisiva americana dove il titolo del film The Seven Year Itch con Marilyn Monroe è stato tradotto pari pari La crisi del settimo anno, quando in Italia è ben noto col titolo Quando la moglie è in vacanza.

[Edited at 2008-10-08 10:54]


Direct link Reply with quote
 

Elisa Comito  Identity Verified
Local time: 12:47
English to Italian
+ ...
Concordo Oct 8, 2008

Giovanni Guarnieri MITI, MIL wrote:

questo succede quando si affidano le traduzioni a traduttori e revisori incompetenti... capisco forse il traduttore, ma che il revisore non abbia notato queste cose mi sembra incredibile. Un orrore, davvero.

G


Appunto dicevo "l'Einaudi" più che "il traduttore", anche se come dice Paola l'errore di "man" è grave. Oltre a una totale mancanza di conoscenza della cultura in cui nasce il testo, denota la totale mancanza di comprensione del significato di tradurre (perché chiunque capirebbe che "uomo" in quel contesto non va, e basta fare un minimo di ricerca su google per capire il significato dell'esclamazione).


Direct link Reply with quote
 

Elisa Comito  Identity Verified
Local time: 12:47
English to Italian
+ ...
Sì... Oct 8, 2008

Barbara Salardi wrote:


Un esempio di ignoranza grossolano l'ho trovato anche in un episodio di una serie televisiva americana dove il titolo del film The Seven Year's Itch con Marilyn Monroe è stato tradotto pari pari La crisi del settimo anno, quando in Italia è ben noto col titolo Quando la moglie è in vacanza.


Siamo messi proprio male.


Direct link Reply with quote
 

Gianni Pastore  Identity Verified
Italy
Local time: 12:47
Member (2007)
English to Italian
Non è **totalmente** sbagliato Oct 8, 2008

Che sia un orrore, siamo tutti d'accordo. Fatto sta che sento dirlo spesso nel linguaggio gergale "calcato".

Anche qui, ad esempio: http://www.intercom.publinet.it/punk.htm

Uno che utilizza spesso "uomo" per sottintendere "man" (e per dire "amico") è un certo Aldo Rock, molte volte ospite a Radio DJ (chiaramente non un pozzo di cultura, però indubbiamente specchio di un certo linguaggio)

http://www.aldorock.it/

Gianni



[Edited at 2008-10-08 11:22]


Direct link Reply with quote
 

Elisa Comito  Identity Verified
Local time: 12:47
English to Italian
+ ...
casi diversi Oct 8, 2008

Gianni Pastore wrote:

Che sia un orrore, siamo tutti d'accordo. Fatto sta che sento dirlo spesso nel linguaggio gergale "calcato".

Anche qui, ad esempio: http://www.intercom.publinet.it/punk.htm

Uno che utilizza spesso "uomo" per sottintendere "man" (e per dire "amico") è un certo Aldo Rock, molte volte ospite a Radio DJ (chiaramente non un pozzo di cultura, però indubbiamente specchio di un certo linguaggio)

http://www.aldorock.it/

Gianni



[Edited at 2008-10-08 11:11]


Gianni,

di calchi purtroppo in giro ce ne stanno tanti ed è chiaro che per ogni parola ed espressione possono esserci situazioni limite che giustificano una scelta abnorme.
Queste situazioni limite possono nascere nell’originale (metti che io, in uno spettacolo, voglia fare il verso al linguaggio americano divertendomi a giocare con i calchi) o se l'autore nel suo romanzo fa volutamente "trasgredire" i suoi personaggi, con l'uso di un gergo o altre caratteristiche particolari. Ma introdurre un calco dove nell’originale c’è un’espressione standard com'è "man!" (senza alcuna indicazione che tale espressione standard sia usata in modo diverso dal solito) è un grave errore.

Ciao


Direct link Reply with quote
 

Gianni Pastore  Identity Verified
Italy
Local time: 12:47
Member (2007)
English to Italian
Mi sono espresso malissimo Oct 8, 2008

Elisa Comito wrote:

Ma introdurre un calco dove nell’originale c’è un’espressione standard com'è "man!" (senza alcuna indicazione che tale espressione standard sia usata in modo diverso dal solito) è un grave errore.

Ciao


Chiaramente non intendevo proprio un "calco", dato che "uomo" non può essere il calco di "man". Intendevo solo dire che questo modo di dire è più utilizzato di quel che si pensi
G


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Traduzione dell'americano "man" et alia

Advanced search






Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »
memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs