Mobile menu

Lavorare negli USA
Thread poster: gellercup
gellercup
Local time: 12:58
English to Italian
+ ...
Jun 21, 2003

Salve a tutti,
sono una freelance, sono italiana, risiedo in Italia e pago le tasse (accidenti quante!!) in Italia. Vorrei trasferirmi per un annetto in Oregon…per motivi personali…tornando in Italia più o meno ogni tre mesi, per evitare problemi di visto.
Continuerei a lavorare come traduttrice freelance. Ora mi viene un dubbio…se trovassi una agenzia che mi offrisse del lavoro di traduzione (o affini) negli Stati Uniti come mi dovrei comportare? Per lavorare legalmente negli USA c’è bisogno del visto, ma essendo eventualmente una collaborazione occasionale, potrei accettare?? Attualmente ho (o ho avuto) clienti in Italia, Francia, Spagna, Austria…insomma, potrei essere sulla Luna e lavorare comunque tramite Internet. Qualcuno sa dirmi come funzionano le cose se si hanno clienti americani?
Grazie mille.
CG


Direct link Reply with quote
 

Giuliana Buscaglione  Identity Verified
Austria
Local time: 12:58
Member (2001)
German to Italian
+ ...
Fintanto che sei residente italiana... Jun 21, 2003

gellercup wrote:


Vorrei trasferirmi per un annetto in Oregon…per motivi personali…tornando in Italia più o meno ogni tre mesi, per evitare problemi di visto.
Ora mi viene un dubbio…se trovassi una agenzia che mi offrisse del lavoro di traduzione (o affini) negli Stati Uniti come mi dovrei comportare? Per lavorare legalmente negli USA c’è bisogno del visto, ma essendo eventualmente una collaborazione occasionale, potrei accettare?? Attualmente ho (o ho avuto) clienti in Italia, Francia, Spagna, Austria…
Qualcuno sa dirmi come funzionano le cose se si hanno clienti americani?
Grazie mille.
CG


Ciao,

io non prenderei tanto sotto gamba le cose, perché la legge americana è piuttosto severa. Non c'è solo bisogno del visto, am anche del permesso di lavoro. Chi ha un visto per studio, non può assolutamente lavorare negli USA.
Comunque, senza iscriversi all'A.I.R.E., quindi mantenendo la residenza in Italia, il Paese in cui si pagano le imposte rimane l'Italia. Se poi uno fisicamente svolge il lavoro in capo al mondo sono fatti suoi.

Qualsiasi cliente è da considerarsi rispetto all'Italia, alla legge fiscale italiana, con o senza I.V.A. a seconda di quello che stabilisce la legge italiana.

Giuliana


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Lavorare negli USA

Advanced search






memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »
SDL MultiTerm 2017
Guarantee a unified, consistent and high-quality translation with terminology software by the industry leaders.

SDL MultiTerm 2017 allows translators to create one central location to store and manage multilingual terminology, and with SDL MultiTerm Extract 2017 you can automatically create term lists from your existing documentation to save time.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs