Mobile menu

Pages in topic:   [1 2 3] >
Domande da una traduttrice inacidita ;)
Thread poster: Giuseppina Gatta, MA (Hons)

Giuseppina Gatta, MA (Hons)
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Nov 12, 2008

Più faccio revisioni e più mi chiedo: come mai traduttori con tanto di iscrizioni ad associazioni professionali, diplomi di scuole interpreti ecc., di conclamata madrelingua italiana, esperienza qua e là finiscono per fare errori tipo stò, stà e simili, tra l'altro facilmente correggibili con un semplice controllo ortografico (regolarmente ignorato), non sanno usare virgole, virgolette, apostrofi, maiuscole e minuscole, ecc.?

Alla fine, i testi da me corretti assomigliano sempre più a campi di battaglia, nonostante mi limiti a correggere davvero il minimo indispensabile, e anche i miei clienti si chiederanno (soprattutto quando non di madrelingua italiana) se non abbia davvero perso completamente la testa (prima, dopo o durante la correzione).

Sinceramente, con tutta la buona volontà e la minore acidità possibile, non capisco...


Direct link Reply with quote
 
Michele Treves
Local time: 07:00
Italian to Croatian
+ ...
Revisioni ed arrabbiature Nov 12, 2008

Cara Giuseppina,

quanto da te citato è il motivo per cui ho smesso di accettare incarichi di revisione.
Ho vissuto un'esperienza davvero orrida nell'estate del 2007 e non ho assolutamente intenzione di trovarmi nelle medesime condizioni. Inoltre anche a me sembra che il controllo ortografico sia uno strumento sostanzialmente ignorato. Probabilmente fa perdere tempo ed è sempre meglio che lo perdano gli altri.
Con le revisioni ho definitivamente chiuso.
Cordiali saluti,

Michele Treves


Direct link Reply with quote
 
xxxMilena Bosco  Identity Verified
Italy
Local time: 07:00
English to Italian
+ ...
Revisioni Nov 12, 2008

Giuseppina:

Hai ragione. A me capitano delle traduzioni sotto mano in cui non solo ci sono errori di una banalità incredibile (ne ho appena revisionato una in cui la concordanza nome-aggettivo era del tutto inesistente), ma anche strafalcioni che mi fanno capire che alcuni di noi non fanno scelte di buon senso nell'uso di (molti) termini specifici.

Il bello è che recentemente (come da me riportato in un altro post), un'agenzia asiatica mi ha consigliato di revisionare un test che avevo fatto per loro con un traduttore automatico (tipo google, per intenderci) per rendermi conto degli errori. Oramai non mi sorprende più nulla.

Buona giornata,

Milena


[Edited at 2008-11-12 06:54]


Direct link Reply with quote
 

Riccardo Schiaffino  Identity Verified
United States
Local time: 00:00
Member (2003)
English to Italian
+ ...
Anche i revisori non scherzano, a volte Nov 12, 2008

Qualche mese fa un revisore mi corresse po' in pò. (il valore del resto delle "correzioni" ve lo lascio immaginare)

Direct link Reply with quote
 

Paola Dentifrigi  Identity Verified
Italy
Local time: 07:00
Member (2003)
English to Italian
+ ...
ben detto, Riccardo Nov 12, 2008

Ho appena rivisto la revisione di una mia traduzione, per fortuna breve. Ho rifiutato tutte le modifiche.
E non perché sono altezzosa: erano inutili e alcune pure sbagliate (virgole sistematicamente eliminate prima del gerundio e riposizionate a fantasia).
Ho scritto l'ennesima mail chilometrica all'agenzia, perché sto perdendo una marea di tempo e pazienza a rivedere revisioni inutili. Senza contare l'i**, arrabbiatura. A volte penso che molti revisori vogliano in questo modo fare bella figura e accaparrarsi il lavoro dei traduttori, oppure è uno zelo da studentelli. Non so.
Questo non è assolutissimamente diretto a Giuseppina che comprendo dal profondo.
Una cosa che mi è accaduta però: la PM di un'agenzia che mi conosce bene mi scrisse una mail inviperita, perché non avevo fatto il controllo ortografico. Stupita, perché lo faccio sempre, feci una ricerca e mi accorsi di avere inviato il file errato. Mi arrabbiai a mia volta, dicendole di ricontattarmi subito e informarsi prima di sputar sentenze, visto che sa che certe cose non le faccio. Stamani sono fumina. Più del solito

Ciao
Paola


Direct link Reply with quote
 

Elisa Comito  Identity Verified
Local time: 07:00
English to Italian
+ ...
Problema dupleface Nov 12, 2008

Purtroppo vi è abbondanza di traduttori e revisori inadeguati, sono le due facce della stessa medaglia.

Secondo me molto deriva dalla brama di accettare qualsiasi lavoro, senza chiedersi se si è in grado di farlo. Non parlo solo di capacità del traduttore e di grado di difficoltà del testo ma anche di settori di traduzione specifici.

Mi sta inoltre venendo il sospetto che alcuni traduttori si comportino come quei commercianti di pochi scrupoli il cui motto è "acchiappa il cliente, spremilo e buttalo via" . Mi riferisco ad esempio ai gestori dei ristoranti che si trovano in zone molto turistiche e quindi propinano pasti schifosi a prezzi alti tanto non devono preoccuparsi della fidelizzazione del cliente (anche se uno è disgustato e non torna più, c'è un'altra vittima pronta). Questo sospetto viene più che mai quando si fanno offerte di lavoro su Proz.

Che questi traduttori adottino questa strategia per scelta o perché, non essendo in grado di fornire traduzioni decenti, solo così riescono a sbarcare il lunario, non lo so. Propendo per quest'ultima ipotesi per quanto mi sembri comunque una strategia perdente, a lungo termine, perché se anziché investire tutte le energie in questa continua caccia all'occasione le investissero nel migliorare la propria preparazione e il metodo di lavoro, penso che avebbero risultati migliori.

Ma le variabili sono tante e non è facile giudicare tante situazioni diverse, però il problema a livello di categoria rimane.

Questo discorso non vale solo per i traduttori ma anche per i revisori e le agenzie, che poi in molti casi sono rappresentati dalle stesse persone.

Il ruolo del revisore è difficile e delicato, e secondo me trovarne uno bravo è altrettanto difficile di trovare un buon traduttore (in realtà ce ne sono parecchi solo che, nel mare magnum , a volte si ritrovano in concentrazioni "omeopatiche" e non è facile individuarli). Spesso si ignora il fatto che l'attività di revisore richiede lo sviluppo di competenze specifiche e una grande riflessione critica sulle proprie (oltre che sulle altrui) scelte.



[Modificato alle 2008-11-12 10:50]

[Modificato alle 2008-11-12 10:51]


Direct link Reply with quote
 
xxxMilena Bosco  Identity Verified
Italy
Local time: 07:00
English to Italian
+ ...
Problema double face? Nov 12, 2008

Ciao Elisa.

Io credo che il problema sia unico, e abbia un'unica caratterizzazione. La mancanza di etica e professionalità.

Non credo che ci siano traduttori che "spremano" i clienti, perché alla fine rimarrebbero senza cavie. L'interesse di qualsiasi traduttore è di coltivare i rapporti, in special modo con le agenzie. Ci sono, è vero, agenzie che andrebbero "bocciate", ma è anche vero che, nella mia esperienza, questa è una professione difficile, in cui sei da solo per la maggior parte del tempo.

E' la solitudine a mio parere che può portare alla rovina. In questi anni ho osservato colleghe inacidite (non Giuseppina) troncare rapporti con agenzie valide per "emozioni" e problemi di comunicazione; ho visto colleghi che non avevano un briciolo di umiltà buttar fuori dalla finestra l'opportunità di crescere riconoscendo i propri errori; ho visto colleghi con una ragguardevole lista di certificazioni trattare i PM con arroganza, il che difficilmente è sopportato. Si può sbagliare, si è umani ed è dovere di chi sbaglia scusarsi. L'ammissione degli errori crea la crescita professionale. Molti mancano di umiltà, e non crescono. A mio parere questo è il motivo della qualità scadente di alcune traduzioni e revisioni.

Il mio punto è: non tutte le agenzie sono "cattive" e non tutti i traduttori sono dei "cani". Al cliente la scelta! Ed è proprio questa scelta che mi meraviglia, spesso e volentieri.
Faccio un paragone: la signora affezionata al parrucchiere che le fa la tinta sull'arancione, perde di oggettività nel giudizio perché ci sono altri fattori che influenzano la sua capacità di critica. Passerà una vita con i capelli dalle nuance aranciate e sarà pure contenta.
Forse per i nostri clienti vale la stessa regola.

Buona settimana, ciao Elisa

Milena


Direct link Reply with quote
 

Francesca Pesce  Identity Verified
Local time: 07:00
Member (2006)
English to Italian
+ ...
Ci sono di mezzo anche i meccanismi perversi del mercato Nov 12, 2008

Concordo con molti di voi, ma io ho deciso di seguire la linea di Michele.

Mi sono accorta infatti che la linea di molte agenzie è quella di scegliere traduttori anche poco specializzati, a basso costo, per tradurre il testo per poi far fare la revisione agli specialisti. Il costo finale è inferiore e la qualità finale è identica.

Infatti alcune agenzie avevano finito per mandarmi solo traduzioni urgenti o molto complesse (la mia tariffa non è bassa), chiedendomi invece molte revisioni di testi specialistici ma di complessità media. La qualità delle traduzioni di cui dovevo fare la revisione era bassina, ed erano evidentemente effettuate da non specialisti.

Anche perché sono certa che quelle agenzie non rimandavano al traduttore il testo rivisto, né si lamentavano della qualità. Se paghi 5 centesimi a parola per tradurre un testo finanziario, sai benissimo che chi traduce non è uno specialista. Con il risultato che quel traduttore continuerà a pensare di essere perfettamente in grado di effettuare traduzioni finanziarie, il cliente non noterà nulla. L'agenzia ci guadagna. Mediamente risparmia con questo giochetto almeno 2-3 centesimi a parola, se non di più.

Dopo un paio di mesi ho deciso quindi di chiudere con le revisioni. Se un'agenzia vuole la qualità delle mie traduzioni, deve pagarla. Ormai accetto solo di effettuare eventualmente revisioni di lavori di colleghi di cui mi fido.

Nella mia esperienza personale, questo giochetto funziona finché non hai rapporti diretti con il cliente finale. Quello sì che pretende la qualità, ed è disposto a pagarla il prezzo giusto.


Direct link Reply with quote
 

Maria Luisa Dell'Orto  Identity Verified
United Kingdom
Member (2007)
English to Italian
+ ...
Escamotage Nov 12, 2008

Francesca Pesce wrote:

Mi sono accorta infatti che la linea di molte agenzie è quella di scegliere traduttori anche poco specializzati, a basso costo, per tradurre il testo per poi far fare la revisione agli specialisti. Il costo finale è inferiore e la qualità finale è identica.


Sempre più spesso vengo contattata per fare revisione di testi tecnici delicati e alquanto complessi, regolarmente visiono la qualità della traduzione e declino la richiesta perchè sarebbe da rifare di sana pianta... l'ultima volta che mi hanno incastrato è a giugno, per fortuna il committente ha accettato di pagare la revisione a ore, e la ritraduzione del manuale (la versione da revisionare era da denuncia...).

Le agenzie guadagnano enormemente con questo giochetto, senza contare quelli che si avvalgono del traduttore automatico e osano proporre questi testi scempiati a tariffe da fame (anche per la revisione).

Per fortuna di agenzie oneste e puntuali nei pagamenti ce ne sono ancora tante in giro

Buona serata a tutti!

MLuisa


Direct link Reply with quote
 
smarinella  Identity Verified
Italy
Local time: 07:00
Member (2004)
German to Italian
+ ...
i miei due cent Nov 12, 2008

anch'io vengo spesso contattata per fare revisioni.

Concordo con Francesca Pesce che, se si tratta di testi specialistici (finanziari ma anche medici o magari legali) accettare di fare da revisore equivale a... finanziare l'agenzia stessa che guadagna molto di più pagando un traduttore non specializzato (che non significa per forza mediocre...) e poi un revisore specialista del settore.

A me invece capita di rivedere testi destinati alla pubblicazione, anche online, e la mia difficoltà consiste nel convincere il cliente (che è spesso ma non necessariamente un'agenzia...) che PRIMA devo guardare bene il testo e solo DOPO posso decidere se applicare una tariffa a rigo/parola oppure (nel caso il testo è davvero scadente) oraria. E' difficile perchè cominciano subito a dire: "ma che ci vuole, il suo collega è anche lui un madrelingua, è solo una rivisitatina stilistica, è solo perché il cliente è importante, è solo perché ecc.ecc."

Se poi accettano il prezzo ad ora (e dicono di aver capito - ma poi si vede che non è vero... - che il testo è scadente, leggi una vera porcheria....) le difficoltà non sono finite: una volta saputo il nr. di ore che ci ho messo, incominciano di nuovo con la cantilena: 'ma com'è possibile che ci ha messo tanto? E' vero che è un mare di rosso... ma forse non erano tutti veri errori? vuole scrivere lei al collega? (ma scherziamo...), ci venga un po' incontro e via di seguito.

Ergo, accetto revisioni solo quando ho tempo e solo da persone della cui serietà mi fido (con una ho rotto proprio perché mi ha confessato candidamente che preferiva avere due persone diverse: a me affidava solo le revisioni, all'altro collega la traduzione 'grezza'...)

e poi, cara Giuseppina, ho imparato a non meravigliarmi più di nulla, neanche se vedo una sfilza di parole senza senso, senza interpunzione o paragrafi saltati...

[Edited at 2008-11-12 19:47]


Direct link Reply with quote
 

Giuseppina Gatta, MA (Hons)
Member (2005)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
La mia... Nov 12, 2008

...era una riflessione legata a un caso particolare, non in generale su ciò che avviene per le revisioni. Anche io accetto di fare pochissime revisioni, e solo da clienti a cui tengo, sempre visionando prima il testo, ecc.
Quello che mi scandalizza non sono tanto i principianti che accettano lavori per i quali non sono all'altezza, o le agenzie che fanno il giochetto al risparmio, o che non credono alle correzioni dei revisori, ecc.
Mi scandalizza invece il fatto che persone con tanto di diplomi a destra e a manca (mi è capitato di sapere il nome della persona di cui avevo corretto la traduzione e sono andata a vederne il profilo), oltre vent'anni di esperienza, membri di associazioni professionali ecc. poi facciano errori da scuola elementare.
Anche ammettendo che avessero dato il lavoro in subappalto, non hanno fatto neanche una rilettura o un semplicissimo controllo ortografico?!? È questo che non riesco proprio a capire.


Direct link Reply with quote
 
Federica P.
Local time: 07:00
Italian to Russian
+ ...
Secondo voi, che cosa ci fa un tifoso in un forno? Nov 12, 2008

Cara Giuseppina, qualche tempo fa un cliente mi ha chiesto la revisione di un testo (tecnico) tradotto dall'inglese in russo da un individuo (non riesco a chiamarlo traduttore) di madrelingua russa. Il testo inglese (scritto dai tecnici italiani) lasciava piuttosto a desiderare, ma quel "signore" e' riuscito a tradurre "Diluition air fan" come "Tifoso dell'isoletta di diluizione", tanto per dirne una. O "Comb." (abbreviazione di "combustion") come "pettine". Devo aggiungere altro?



[Edited at 2008-11-12 21:00]


Direct link Reply with quote
 

Paola Dentifrigi  Identity Verified
Italy
Local time: 07:00
Member (2003)
English to Italian
+ ...
fai bene a non chiamarli traduttori Nov 13, 2008

Federica P. wrote:

Cara Giuseppina, qualche tempo fa un cliente mi ha chiesto la revisione di un testo (tecnico) tradotto dall'inglese in russo da un individuo (non riesco a chiamarlo traduttore) di madrelingua russa. Il testo inglese (scritto dai tecnici italiani) lasciava piuttosto a desiderare, ma quel "signore" e' riuscito a tradurre "Diluition air fan" come "Tifoso dell'isoletta di diluizione", tanto per dirne una. O "Comb." (abbreviazione di "combustion") come "pettine". Devo aggiungere altro?



[Edited at 2008-11-12 21:00]


Chi traduce da tutto e verso tutto non è un traduttore, è un azzeccagarbugli delle lingue. Effettivamente il caso di Giuseppina è più grave. Chissa, forse va svecchiato anche il parco traduttori oltre a un altro parco


Direct link Reply with quote
 

Elisa Comito  Identity Verified
Local time: 07:00
English to Italian
+ ...
virtuosismo Nov 13, 2008

Paola Dentifrigi wrote:

Federica P. wrote:

Cara Giuseppina, qualche tempo fa un cliente mi ha chiesto la revisione di un testo (tecnico) tradotto dall'inglese in russo da un individuo (non riesco a chiamarlo traduttore) di madrelingua russa. Il testo inglese (scritto dai tecnici italiani) lasciava piuttosto a desiderare, ma quel "signore" e' riuscito a tradurre "Diluition air fan" come "Tifoso dell'isoletta di diluizione", tanto per dirne una. O "Comb." (abbreviazione di "combustion") come "pettine". Devo aggiungere altro?



[Edited at 2008-11-12 21:00]


Chi traduce da tutto e verso tutto non è un traduttore, è un azzeccagarbugli delle lingue.


Stavolta ti sbagli! Chi riesce a tradurre "diluition air fan" con "tifoso dell'isoletta di diluizione" è un genio


Direct link Reply with quote
 

Paola Dentifrigi  Identity Verified
Italy
Local time: 07:00
Member (2003)
English to Italian
+ ...
O si chiama traduttore automatico Nov 13, 2008

Elisa Comito wrote:

Chi riesce a tradurre "diluition air fan" con "tifoso dell'isoletta di diluizione" è un genio


Non è Babelfish che dà: ventilatore dell'aria di diluition
Né Reverso: diluition aerano ventilatore
Né Google: diluizione ventola
L'avranno comprato.

Comunque, nella mia malattia e chiudo l'off-topic, una volta ho passato nomi di film famosi al traduttore automatico. Uno carino che ricordo è Lamierina Runner.


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2 3] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Domande da una traduttrice inacidita ;)

Advanced search






SDL MultiTerm 2017
Guarantee a unified, consistent and high-quality translation with terminology software by the industry leaders.

SDL MultiTerm 2017 allows translators to create one central location to store and manage multilingual terminology, and with SDL MultiTerm Extract 2017 you can automatically create term lists from your existing documentation to save time.

More info »
SDL Trados Studio 2017 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2017 helps translators increase translation productivity whilst ensuring quality. Combining translation memory, terminology management and machine translation in one simple and easy-to-use environment.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs