Mobile menu

Pages in topic:   [1 2 3 4] >
ACTA: è ora di farsi sentire!
Thread poster: Alessandro Marchesello

Alessandro Marchesello  Identity Verified
Italy
Local time: 12:03
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Nov 19, 2008

Ciao a tutti.

In questo messaggio non dirò nulla di nuovo, cercherò soltanto di porre l'accento su una questione che mi sta particolarmente a cuore.

Tutti noi lavoratori autonomi senza albo sappiamo di essere "l'ultima ruota del carro" nel sistema contributivo italiano: paghiamo più degli altri e abbiamo meno tutele.
Questo non perché stiamo antipatici a qualcuno, ma semplicemente perché nessuno ci rappresenta a livello sindacale e politico.
Lo stesso problema è alla base di tutte le altre "anomalie italiane" che minano la nostra professione (IRAP, tutele legali, maternità, e chi più ne ha più ne metta).

La chiave di tutto potrebbe essere ACTA (Associazione Consulenti Terziario Avanzato).

Premetto che non sono stato pagato da nessuno e che, anzi, ho pagato io per diventare socio (30 Euro per i minori di 30 anni, 50 Euro per gli altri), quindi tutto quello che dico è suggerito unicamente dalle mie sincere convinzioni.

ACTA si propone come portavoce delle nostre istanze (e sembra che ci riesca veramente) per difendere i nostri diritti di lavoratori in uno Stato che sembra averci scelti come polli da spennare.

Vi invito a visitare il sito (http://www.actainrete.it/index.asp) per farvi un'idea dell'attività dell'associazione, dei vantaggi e dei benefit riservati ai soci. La quota annua è irrisoria come detto.

La cosa che mi lascia assai perplesso (e decisamente deluso, non lo nascondo) è vedere che degli 8694 traduttori iscritti a Proz e residenti in Italia, solo una percentuale irrisoria (verosimilmente meno del 5%) sembra aver colto l'importanza dell'iniziativa. Il mio sospetto è che la grande maggioranza non sappia nemmeno dell'esistenza di ACTA.
Ecco perché spero che questo messaggio possa stimolare molti a fare questo piccolo gesto di buona volontà, questa scommessa su un futuro migliore.

Usciamo dallo stereotipo del lavoratore autonomo "solo contro tutti". Siamo tanti e abbiamo le stesse esigenze. Facciamolo sapere anche agli altri!

Attualmente i soci ACTA sono circa 900. Già con questi numeri si riescono a smuovere le prime resistenze politiche, ma servono migliaia di voci per riuscire a cambiare davvero le cose.

Quindi vi prego di:
1- visitare il sito e dare fiducia a questa iniziativa
2- visto che pochi leggono il forum, parlare di ACTA a tutti i lavoratori autonomi senza albo che conoscete


Facciamoci sentire!


PS x i moderatori di questo forum: quante possibilità ci sono che proz si renda disponibile per mandare via e-mail a tutti gli iscritti "italiani" una breve comunicazione su questo importante argomento? Credo pochissime, ma tentar non nuoce...


Alessandro Marchesello
www.amtranslations.com


Direct link Reply with quote
 

Agnès Levillayer
Italy
Local time: 12:03
Italian to French
+ ...
Condivido... Nov 19, 2008

...pienamente quanto scrivi ed è anche il motivo per il quale mi sono iscritta anch'io ad Acta quando è nata.
Ad ogni newsletter che mi arriva, sono sempre più convinta della mia scelta (non ultima quella di oggi!). Soprattutto quando leggo i dibattiti sterili ed antiquati dei difensori di un fantomatico albo, mi rendo conto che la via presa da Acta per muovere le acque è proprio la strada giusta.
Anzi, mi dispiace tanto di non poter partecipare ai numerosi incontri organizzati a Milano, come quello di domani ["I rapporti tra Pubblica Amministrazione e Professionisti Autonomi"
www.actainrete.it/docs/Invito%20convegno_20081120.pdf.] e mi piacerebbe sapere se qualcuno (traduttori ma non solo), qui nel nord-est, è interessato a qualche incontro informale sul tema...


Direct link Reply with quote
 

Paola Dentifrigi  Identity Verified
Italy
Local time: 12:03
Member (2003)
English to Italian
+ ...
Hai perfettamente ragione, Alessandro Nov 19, 2008

Io sono una di quelle (tante) cui l'Inps fa letteralmente vedere rosso.
Eppure me ne sto a blaterare per conto mio o con i malcapitati
che mi stanno intorno e sto rimandando l'iscrizione da un pezzo.
Concordo però con Agnès (e forse è proprio per questo che non mi sono ancora associata) che gli eventi sono tutti su Milano. Forse dovremmo organizzarci e creare qualcosa anche in altre zone di questa lunga e stretta Italia, visto che non si può seguire tutto virtualmente. Hai notizie in proposito?


Direct link Reply with quote
 

Alessandro Marchesello  Identity Verified
Italy
Local time: 12:03
Member (2005)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Diventare soci per dire la propria... Nov 19, 2008

Paola Dentifrigi wrote:

Io sono una di quelle (tante) cui l'Inps fa letteralmente vedere rosso.
Eppure me ne sto a blaterare per conto mio o con i malcapitati
che mi stanno intorno e sto rimandando l'iscrizione da un pezzo.
Concordo però con Agnès (e forse è proprio per questo che non mi sono ancora associata) che gli eventi sono tutti su Milano. Forse dovremmo organizzarci e creare qualcosa anche in altre zone di questa lunga e stretta Italia, visto che non si può seguire tutto virtualmente. Hai notizie in proposito?



Paola,
non mi risulta che le iniziative si concentrino su Milano, almeno non in modo "anomalo".
Voglio dire che un'associazione che reppresenta 900 iscritti, è naturalmente spinta ad operare nelle aree in cui quegli iscritti risiedono. Penso che da questo punto di vista ACTA per adesso sia un'associazione spiccatamente settentrionale, ma non per scelta.
Nella sezione News ho letto di iniziative anche a Roma, in varie TV, oltre a notizie provenienti da specifiche regioni (Toscana e Umbria ad esempio).
Quindi ACTA già adesso dà l'impressione di interessarsi a tutto il territorio nazionale nei limiti del possibile.

Io ti consiglio di associarti...a quel punto sì che avrai tutto il diritto di lamentarti se non verranno mai organizzate iniziative nella tua zona.

Teniamo anche presente che ACTA non è solo un'associazione che organizza eventi.
Io preferisco avere notizie sempre aggiornate e la certezza che qualcuno tiri la giacca ai politici da parte mia...se poi si organizzano eventi nella mia zona bene, ma non la vedo come una priorità.

Io credo che in questa fase serva davvero un atto di fiducia incondizionata. In fondo l'investimento è più che abbordabile. Il gioco vale la candela io credo.

ASSOCIATEVI!


Alessandro Marchesello
www.amtranslations.com


Direct link Reply with quote
 

Paola Dentifrigi  Identity Verified
Italy
Local time: 12:03
Member (2003)
English to Italian
+ ...
Gli eventi Nov 19, 2008

Non è che devono organizzare eventi tutti i giorni ovunque. E' che finora ho ricevuto via e-mail (perché sono iscritta, ma non socia) solo notizie su incontri di Milano e, ti dico la verità, ho bisogno di qualcosa di non virtuale. Certo, è da un po' che penso di associarmi. Non l'ho ancora fatto perché volevo partecipare almeno ad un incontro o saperne di più da chi è già socio. Magari questo tuo thread mi aiuterà a capire meglio e convincermi.

Direct link Reply with quote
 

Alessandro Marchesello  Identity Verified
Italy
Local time: 12:03
Member (2005)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Soci, fatevi sentire! Nov 19, 2008

Paola Dentifrigi wrote:

Non è che devono organizzare eventi tutti i giorni ovunque. E' che finora ho ricevuto via e-mail (perché sono iscritta, ma non socia) solo notizie su incontri di Milano e, ti dico la verità, ho bisogno di qualcosa di non virtuale. Certo, è da un po' che penso di associarmi. Non l'ho ancora fatto perché volevo partecipare almeno ad un incontro o saperne di più da chi è già socio. Magari questo tuo thread mi aiuterà a capire meglio e convincermi.


Purtroppo io sono socio da troppo poco tempo, quindi non so dire molto più di quel che ho già scritto.
Spero anch'io che altri soci condividano le loro esperienze in questo thread.

Spero anche di convincere qualcuno a diventare socio per scommessa (una scommessa sul futuro come detto prima), non necessariamente per un dare-avere immediato, perchè solo così l'iniziativa può decollare in breve tempo.

Alessandro Marchesello
www.amtranslations.com


Direct link Reply with quote
 

Paola Dentifrigi  Identity Verified
Italy
Local time: 12:03
Member (2003)
English to Italian
+ ...
fatta ricerca tra i forum Nov 19, 2008

Di ACTA se n'è già parlato e l'esigenza pare sia andare oltre il sito e avere più incontri in tutta Italia.

Riporto i link (e mi riprometto si leggere meglio il sito e i forum quando avrò tempo):

http://www.proz.com/forum/italian/89738-pensione_e_altri_miraggi.html
http://www.proz.com/forum/italian/116384-acta_aperitivo_a_milano_30_settembre_2008_+_altre_news.html
http://www.proz.com/forum/italian/108398-sindacato_dei_professionisti_con_partita_iva_e_senza_albo.html


Direct link Reply with quote
 

Alessandro Marchesello  Identity Verified
Italy
Local time: 12:03
Member (2005)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Cara Paola Nov 19, 2008

Ho premesso all'inizio del thread che non avrei detto nulla di nuovo. Infatti di ACTA si è già parlato, ma evidentemente troppo poco e in modo troppo superficiale.

Onestamente non condivido il tuo atteggiamento (che a giudicare dai numeri è particolarmente diffuso), ma il mondo è bello perché è vario.

Chiedere più incontri senza contribuire economicamente alla crescita dell'associazione mi sembra sinceramente scorretto.
Vorrei ricordare che ACTA è un'associazione di volontari, non un partito politico o un sindacato finanziato dallo stato. Quindi, pur non avendo notizie certe al riguardo, credo di poter dire che non ci saranno mai incontri ACTA sistematici in giro per l'Italia se non ci saranno soci disposti a finanziarle.
Mi sembra un'equazione scontata: senza investire di tasca propria si resta perennemente nel mondo virtuale, quindi ben lontani dai nostri obiettivi.


Alessandro Marchesello
www.amtranslations.com


Direct link Reply with quote
 

Paola Dentifrigi  Identity Verified
Italy
Local time: 12:03
Member (2003)
English to Italian
+ ...
calma e sangue freddo Nov 19, 2008

Ho riportato i link dei forum per rimpolpare la discussione, tutto qui. Non vedo proprio cosa tu non debba condividere del mio atteggiamento che hai peraltro frainteso.
Inoltre, non ci trovo niente di strano a chiedere se ci sono incontri in varie parti di Italia
e a volerne sapere di più prima di iscrivermi. 50 € non sono tanti e penso di investirli, ma se desidero partecipare prima a un incontro senza dovere andare a Milano, non puoi nemmeno dire "Chiedere più incontri senza contribuire economicamente alla crescita dell'associazione mi sembra sinceramente scorretto". Non voglio mica la conferenza megagalattica col buffet e lo champagne, voglio solo sapere se c'è qualche incontro anche informale come quelli di cui parlava Agnès. O se c'è qualcuno socio da più tempo che ha voglia di condividere le sue esperienze.
Buona notte
Paola


Direct link Reply with quote
 

Alessandro Marchesello  Identity Verified
Italy
Local time: 12:03
Member (2005)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Non volevo aprire una polemica Nov 19, 2008

Paola Dentifrigi wrote:

Inoltre, non ci trovo niente di strano a chiedere se ci sono incontri in varie parti di Italia
e a volerne sapere di più prima di iscrivermi. 50 € non sono tanti e penso di investirli, ma se desidero partecipare prima a un incontro senza dovere andare a Milano, non puoi nemmeno dire "Chiedere più incontri senza contribuire economicamente alla crescita dell'associazione mi sembra sinceramente scorretto". Non voglio mica la conferenza megagalattica col buffet e lo champagne, voglio solo sapere se c'è qualche incontro anche informale come quelli di cui parlava Agnès.



Visto che ACTA ha sede a Milano, trovo difficile che vengano organizzati incontri di qualsiasi tipo in modo capillare sul territorio (almeno finché non ci saranno abbastanza iscritti, come dicevo), ma potrei sbagliarmi.
Gli incontri informali comunque si possono fare in qualsiasi momento, basta organizzare un Powwow.

Scusami davvero se ti sono sembrato troppo aggressivo o scortese, ma da quando ho scoperto che l'unico straccio di "sindacato" che abbiamo ha solo 900 soci in tutta Italia, non ci dormo la notte. Mi sembra un paradosso.


Alessandro Marchesello
www.amtranslations.com


Direct link Reply with quote
 

Anna Narcisi  Identity Verified
Local time: 12:03
English to Italian
+ ...
Iniziativa lodevole Nov 20, 2008

Per il 2009 ho in programma l'iscrizione ad Acta, perché sono convinta che sia l'unica oraganizzazione a proporre iniziative mirate per la nostra categoria. Vi segnalo, però, anche Nidil Cgil, Alai Cisl e Cpo Uil (cito solo i tre sindacati principali, ma se qualcuno ha notizie degli altri ben venga!) che offrono informazioni e servizi alla categoria dei lavoratori precari.
Essendo gruppi sindacali che si occupano di interinali, collaboratori, partite iva, ecc. non hanno la specificità di Acta, ma possono essere utili a livello informativo e di servizi (personalmente mi avvalgo del servizio di gestione della contabilità e ne sono piuttosto soddisfatta).

Spero che anche queste informazioni possano essere utili a qualche collega,
buon lavoro!
Anna


Direct link Reply with quote
 
Lucia Messuti  Identity Verified
Italy
Local time: 12:03
Member (2003)
English to Italian
+ ...
Assolutamente d'accordo Nov 20, 2008

Proprio in questi giorni ho ascoltato un'intervista a un telegiornale e sinceramente, vedere nero su bianco sullo schermo televisivo la percentuale del nostro reddito che viene data all'Inps mi ha lasciato piuttosto male...per non dire altro.

Anch'io mi iscriverò all'ACTA, perchè più siamo e più avremo forza "contrattuale"
Dell'albo mi sembra ormai inutile parlarne, anche perchè la linea attuale è di tendere ad eliminare gli albi già esistenti, piuttosto che aggiungerne altri. Fare fronte unico mi sembra un'ottima idea.

L'unico mio problema è che non riesco, come vorrei, a partecipare attivamente ed eventualmente dare una mano perchè andare a Milano a volte prende troppo tempo e non riesco.

Chissà se si riuscisse ad organizzare qualcosa tra l'Emilia Romagna e il Veneto, almeno un incontro con i responsabili dell'ACTA.

Chi è già socio, sa se c'è qualcosa in vista per il 2009 in termini di sedi e/o eventuali incontri in sedi differenti da Milano?

Ringrazio i colleghi che sono già membri "attivi" di questa iniziativa.

Buona giornata

Lucia


Direct link Reply with quote
 

Paola Dentifrigi  Identity Verified
Italy
Local time: 12:03
Member (2003)
English to Italian
+ ...
I sindacati Nov 20, 2008

Anna Narcisi wrote:

Vi segnalo, però, anche Nidil Cgil, Alai Cisl e Cpo Uil (cito solo i tre sindacati principali, ma se qualcuno ha notizie degli altri ben venga!) che offrono informazioni e servizi alla categoria dei lavoratori precari.


A parte che non mi considero una precaria, ma una libera professionista, ho delle remore nei confronti dei sindacati per notizie che mi vengono da fonti più che certe e che non posso e voglio approfondire qui su Proz dove non è possibile (per fortuna forse) fare politica. Ora, se l'ACTA non è il solito carrozzone sono ben felice, ma voglio prendermi ancora qualche mese per aderire (2009). Intanto sarò lieta di ascoltare i commenti di chi è già socio da un po' di tempo.

Buona giornata,
Paola


Direct link Reply with quote
 

Anna Narcisi  Identity Verified
Local time: 12:03
English to Italian
+ ...
Condivido Nov 20, 2008

Paola Dentifrigi wrote:


A parte che non mi considero una precaria, ma una libera professionista, ho delle remore nei confronti dei sindacati per notizie che mi vengono da fonti più che certe e che non posso e voglio approfondire qui su Proz...




... le remore di Paola nei confronti dei sindacati e, per fortuna, non è questa la sede in cui parlarne.
Anch'io (proprio da quest'anno!) mi considero una libera professionista e non una precaria e proprio per questo motivo tendo a preferire una visione come quella di Acta rispetto quella attuale dei sindacati.
Li citavo, semplicemente, come un ulteriore servizio per la nostra professione. Anch'io ho ascoltato pareri assolutamente discordanti e sono arrivata a concludere che dipende molto dalle singole persone da cui viene gestito il servizio (nel mio caso positivo, per altri molto meno).

Buona giornata!


Direct link Reply with quote
 

Marie-Hélène Hayles  Identity Verified
Local time: 12:03
Italian to English
+ ...
Io sono socia Nov 20, 2008

Mi sono aderita dopo la discussione iniziata circa un'anno fa, da Agnès se non mi sbaglio.

Sono d'accordo che è un peccato che non ci siano più eventi non a Milano, ma immagino che sia dovuto più che altro al numero limitato di soci - e specie di volontari.

Comunque credo che sia un'iniziativa lodevole ed importante. Mi chiedo se non fosse il caso di cercare di organizzare dei Pow Wow sulla tema, ognuno per la sua regione? Ci darebbe la possibilità di raggiungere una grande parte dei traduttori residenti in Italia e registrati sul sito, anche se non leggono i forum.



[Edited at 2008-11-20 11:08 GMT]


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2 3 4] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

ACTA: è ora di farsi sentire!

Advanced search






CafeTran Espresso
You've never met a CAT tool this clever!

Translate faster & easier, using a sophisticated CAT tool built by a translator / developer. Accept jobs from clients who use SDL Trados, MemoQ, Wordfast & major CAT tools. Download and start using CafeTran Espresso -- for free

More info »
memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs