Mobile menu

Pages in topic:   [1 2] >
Off topic: Pizza maker; chi li usa??
Thread poster: Andrea Re

Andrea Re  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 01:55
English to Italian
+ ...
Nov 20, 2008

Salve,

scusate lo scandaloso OT, ma qualcuno di voi (possibilmente italiano) ha mai usato un pizza maker? Pensavo di comprarne uno per mia moglie, ma non vorrei che si riveli una bufala. Su Amazon ne vendono 3, ma mi domando se valgano i soldi che chiedono oppure tanto vale che continuiamo a fare la solita ciofeca cotta in forno.

Fatemi sapere,

Andrea


Direct link Reply with quote
 

Rita D'Ettorre  Identity Verified
Italy
Local time: 02:55
English to Italian
mai usato e mai visto prima Nov 20, 2008

ho dovuto fare un giro su google per capire cosa intendessi con "pizza maker" e ora che l'ho visto su Internet devo dire che non ne ho mai visto uno in vita mia né conosco persone che ce l'hanno/lo usano... cos'ha che non va la pizza cotta in forno...?!

Direct link Reply with quote
 

Andrea Re  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 01:55
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Ci si mette cent'anni a cuocerla Nov 20, 2008

Rita D'Ettorre wrote:

ho dovuto fare un giro su google per capire cosa intendessi con "pizza maker" e ora che l'ho visto su Internet devo dire che non ne ho mai visto uno in vita mia né conosco persone che ce l'hanno/lo usano... cos'ha che non va la pizza cotta in forno...?!


Guarda che non lo conoscevo neanch'io. Un conoscente mi ha detto che sua moglie gli ha regalato una pizza stone (ovvero una pietra che si mette in forno e dove, dopo che si è infuocata, ci fai cuocere la pizza) e cercando quello ho scoperto il pizza maker. A dare retta a quelli che lasciano i commenti su amazon sembra essere buono, ma devo ammettere che mi fa rimanere perplesso; dopo tutto sembra una macchinetta per fare i toast:=)

Il problema del forno è che in genere non è sufficientemente caldo e poi devi aspettare mezzora che si scaldi, cuocere la pizza per 10 minuti (o quello che è) e poi farlo freddare; insomma, sembra uno spreco di elettricità...

Non c'è bisogno di aggiungere che qui di pizzerie non ce ne sono (o almeno di decenti).

Andrea


Direct link Reply with quote
 

Rita D'Ettorre  Identity Verified
Italy
Local time: 02:55
English to Italian
. Nov 20, 2008

sono curiosissima a questo punto di sentire se qualche proziano lo usa! se è davvero utile e la pizza viene buona giuro che me lo compro anch'io!!!

Direct link Reply with quote
 

Fabio Scaliti  Identity Verified
Italy
Local time: 02:55
Member (2004)
German to Italian
+ ...
Non sperare nei miracoli Nov 20, 2008

Andrea Re wrote:

Salve,

scusate lo scandaloso OT, ma qualcuno di voi (possibilmente italiano) ha mai usato un pizza maker? Pensavo di comprarne uno per mia moglie, ma non vorrei che si riveli una bufala. Su Amazon ne vendono 3, ma mi domando se valgano i soldi che chiedono oppure tanto vale che continuiamo a fare la solita ciofeca cotta in forno.

Fatemi sapere,

Andrea


Ciao Andrea,

con pizza in forno intendi dire che preparate la pasta voi, la guarnite e la cuocete, oppure che prendi quelle mezze pronte surgelate e le butti in forno? Perché è prevedibile che le seconde vengano una schifezza (specie se le confronti con una pizza vera da pizzeria in forno a legna).

Se invece fate la pasta voi, correggete la ricetta - lievito naturale di birra , un po' di acqua gassata, una tazzina di latte... sperimentate, nel limite della decenza

Ma non sperare che il pizza-maker faccia miracoli e ti regali una pizza come si deve. Anzi...

Buon appetito,

Fabio


Direct link Reply with quote
 
benepasq
Italy
Local time: 02:55
Spanish to Italian
+ ...
Lo conosco! Nov 20, 2008

Io l'ho comprato qualche anno fa perché me ne aveva parlato un'amica e sono più che soddisfatta. È robusto, la pizza cuoce in un paio di minuti e non è niente male...anch'io ero molto scettica ma mi sono dovuta ricredere!

Direct link Reply with quote
 

Sara Pisano  Identity Verified
Italy
Member (2006)
English to Italian
+ ...
Io!!!!! Nov 20, 2008

Ciao Andrea,

io lo uso! Nello specifico utilizzo un G3 Ferrari come quello nella foto qui

http://www.g3ferrari.com/modello.asp?famiglia=24&categoria=13&modello=618

Come puoi vedere dal sito, ne esistono di vari modelli. E' ottimo perché la base è in pietra refrattaria e, per chi non può permettersi di avere un autentico forno a legna, questa è una validissima alternativa. Ovviamente, conditio sine qua non è che l'impasto sia perfetto, degno di una pizza da mettere nel forno a legna. Una volta portato questo strumento alla giusta temperatura, la pizza cuoce in 3-5 minuti.
L'unico inconveniente è che è possibile cuocere una sola pizza alla volta, quindi, anche se i tempi di cottura sono ridotti, se siete più di due è difficile mangiare tutti insieme! Se però ti orienti su un modello tipo questo

http://www.g3ferrari.com/modello.asp?famiglia=24&categoria=13&modello=444

fai ancora più in fretta

In conclusione: non so i fornetti delle altre marche, ma questo della Ferrari è eccezionale e te lo consiglio assolutamente.

Facci sapere cosa decidi! Ciao!

Sara

[Modificato alle 2008-11-20 16:54 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Barbara Biaggi  Identity Verified
Italy
Local time: 02:55
English to Italian
Da una "non-cuoca"! Nov 20, 2008

Ciao ... ho visto cos'è un pizza maker e li vendono anche qui in Italia .... ma io che sono una "non-cuoca" ogni tanto faccio la pizza con farina lievito, ecc. ecc. come consiglia il buon Fabio e poi la metto nel forno elettrico (ahimè a casa dispongo solo di quello) per circa 15/20 minuti al max a seconda ... cioè se faccio una pizza normale o un calzone .... ovviamente preriscaldo il forno ma poi la pizza "solitamente" viene buonissima .... beh magari non proprio sempre .... diciamo che la mia è una pizza "umorale" .... e metereopatica!!!! (Vivo in zona nebbie!)

Ma se con il pizza maker viene buona sempre lo compro! Fatemi sapere!

Ciao e buona scorpacciata!
B.


Direct link Reply with quote
 

Andrea Re  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 01:55
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
MOOOOLTO interessante!!!! Nov 20, 2008

Sara Pisano wrote:

Ciao Andrea,

io lo uso! Nello specifico utilizzo un G3 Ferrari come quello nella foto qui

http://www.g3ferrari.com/modello.asp?famiglia=24&categoria=13&modello=618


E' sì, questo è proprio quello che cercavo. Tu la usi... moplto interessante. Ma il costo? Sul sito non sembra dirlo...


Come puoi vedere dal sito, ne esistono di vari modelli. E' ottimo perché la base è in pietra refrattaria e, per chi non può permettersi di avere un autentico forno a legna, questa è una validissima alternativa. Ovviamente, conditio sine qua non è che l'impasto sia perfetto, degno di una pizza da mettere nel forno a legna. Una volta portato questo strumento alla giusta temperatura, la pizza cuoce in 3-5 minuti.
L'unico inconveniente è che è possibile cuocere una sola pizza alla volta, quindi, anche se i tempi di cottura sono ridotti, se siete più di due è difficile mangiare tutti insieme! Se però ti orienti su un modello tipo questo

http://www.g3ferrari.com/modello.asp?famiglia=24&categoria=13&modello=444

fai ancora più in fretta


Vabbè, gli ospiti per il momento magari aspettano, dipende comunque dal costo, anche se l'ingombro sembra notevole.


In conclusione: non so i fornetti delle altre marche, ma questo della Ferrari è eccezionale e te lo consiglio assolutamente.

Facci sapere cosa decidi! Ciao!

Sara

[Modificato alle 2008-11-20 16:42 GMT]


Mah, sembrano essere tutti molto simili. L'unica cosa che dicevano di una marca è che l'esterno si scalda molto e che se non stai attento ti scotti molto quando apri il fornetto per sfornare la pizza. Inoltre solo in alcune c'è un vetro che ti fa vedere (che però altri dicono che si oscura dopo poco).

Per Fabio:

le precotte non le tocco neanche con un dito. L'impasto lo faccio con il lievito secco (qui è difficile trovare quello di birra fresco) da riattivare in acqua. Poi, dato che i tempi di cottura sono lunghi devo far prima cuocere la pasta e solo dopo, e per pochi minuti, aggiungere la mozzarella. C'è da dire che anche così è già meglio di quella che ti propinano qui e che quando è mezza decente costa un occhio della testa:)

Andrea

[Edited at 2008-11-20 16:55 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Sara Pisano  Identity Verified
Italy
Member (2006)
English to Italian
+ ...
Precisazioni :) Nov 20, 2008

Purtroppo, il prezzo non saprei davvero dirtelo.
Quello che abbiamo in famiglia lo acquistarono i miei almeno 15 anni fa (...immagina un po' tu!!).

Ti confermo che l'esterno si scalda molto e devi fare attenzione; non sapevo esistessero modelli col vetro (ma francamente non è che ce ne sia tantissimo bisogno; anche se apri non succede nulla e poi bastano pochissimi minuti e la pizza è pronta).
Inoltre, tieni conto che questo aggeggio (o quantomeno il mio), come avviene per un forno normale, ci mette qualche minuto a riscaldarsi e qualcuno in più per raffreddarsi... insomma, un po' di energia se ne va anche qui.

Altra accortezza: proprio perché la cottura è rapida, non è necessario aggiungere la mozzarella a metà cottura; tuttavia, è bene tagliarla preventivamente a pezzatti e metterla in un colapasta per un po' di tempo in modo che perda un po' d'acqua, altrimenti la pizza si bagna troppo, la pasta si apre e succede un patatrac! Penso che la regola valga sempre ma in questo caso ancora di più.

Questo è tutto, per ora... se hai altre domande, son qui!

Sara


Direct link Reply with quote
 

Simona R
Germany
Local time: 02:55
German to Italian
+ ...
Io l'ho provato Nov 20, 2008

Ciao Andrea,
ho avuto modo di assaggiare una pizza fatta con questo pizza maker un paio di anni fa, a casa di un'amica: se la memoria non mi inganna la pizza non era affatto male. Tra l'altro mi pare che i tempi di cottura fossero piuttosto ridotti: sebbene fossimo in quattro nessuno ha dovuto mangiare da solo mentre gli altri erano già in fase di digestione.
Certo bisogna stare un po' attenti alle dita perché effettivamente si scalda molto all'esterno (almeno quello della mia amica). L'ingombro mi pare fosse paragonabile a quello di un grosso wok.
Magari non investirei cifre folli per acquistarlo, però se mangi spesso la pizza e trovi il pizza maker dei tuoi desideri ad un prezzo ragionevole perché non provare?

Buoni acquisti,



Simona


Direct link Reply with quote
 

Laura Lucardini  Identity Verified
Local time: 01:55
English to Italian
bread maker & pizza stone Nov 21, 2008

Ciao Andrea,
anch'io vivo in Inghilterra e la soluzione a cui sono giunta dopo anni è questa: faccio la pasta per la pizza con il 'bread maker' e poi uso una 'pizza stone' (comprata qualche mese fa su amazon per 11 sterline) per cuocerla. La pasta fatta con la macchina per il pane è buona e la pizza cotta sulla pietra viene croccante sotto, un po' come nel forno a legna.
Certo, devi mettere in conto le tempistiche (45 minuti per avere la pasta), 20 minuti per scaldare la pietra, 20 minuti per cuocere la pizza. Quindi se non avete la possibilità di mettere il tutto 'in pista' un'ora e mezza prima di sedervi a tavola... forse ti conviene provare qualcosa di più veloce!


Direct link Reply with quote
 

Evelyne Antinoro  Identity Verified
Italy
Local time: 02:55
German to Italian
+ ...
Qui puoi trovare tante informazioni Nov 21, 2008

http://www.pizza.it/forum/pizza/default.asp

e qui trovi il pizza express e altri forni Ferrari
http://www.trovaprezzi.it/prezzo_forni-microonde_g3_ferrari.aspx

Io stessa preparo la pizza in casa con il lievito madre e per cuocerla utilizzo una pietra refrattaria (che poi è una mattonella di coccio) nel forno elettrico.
Solo che è necessario scaldare molto bene il refrattario, e sono necessari 90 minuti circa.
Io sfrutto il calore accumulato cuocendo prima la pizza, poi il pane e infine una torta:-)
La pizza viene ottima e il pane è migliore di quello della panetteria.

Se vuoi istruzioni dettagliate scrivimi.

Ciao... e buon appetito!

Evelyne


Direct link Reply with quote
 

Andrea Re  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 01:55
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Aggiornamento Jan 19, 2009

Scusate per il ritardo, ma sono stato molto occupato ultimamente.
Allora, ho provveduto all'acquisto di una G3Ferrari (disponibile qui) come consigliatomi da Sara e devo dire che ne sono soddisfatto. La pizza si cuoce in 2 minuti al massimo e viene simile a quella vera (non c'è confronto con quella del forno elettrico "normale"). Il problema del calore che si sprigiona non appena sollevi il coperchio è reale, ma basta stare un po' attenti.
Comunque ci sono una serie di questioni ancora aperte:
1) credo che per usarla bene uno la debba usare parecchio dato che le istruzioni sono un po' lacunose. Comunque questo non è un dramma.
2) (problema più serio) La pizza tende a bruciarsi sotto. Qualcun altro a questo problema??? Non so se tengo la macchina troppo alta (di solito a 2 1/2) o se ce la lascio troppo.
3) Mi servono suggerimenti per la pasta della pizza (da farsi con il lievito secco, dato che non trovo quello fresco). Suggerimenti in merito?

Comunque per il momento posso dire che sono soldi ben spesi (la prima pizza bianca che ho fatto e che ho riempito con la mortadella... hhhmmmm!!!!! gnam gnam!!!!!!!)

Andrea


Direct link Reply with quote
 

Sara Pisano  Identity Verified
Italy
Member (2006)
English to Italian
+ ...
:) Jan 19, 2009

Ciao Andrea!

Sono lieta di sapere che l'esperimento è andato a buon fine e che sei rimasto soddisfatto dell'acquisto! Veniamo ai tuoi nuovi dubbi:

1. confermo che ci vuole un po' di pratica. A furia di utilizzarlo, sarai sempre più esperto e la pizza... sempre più buona!

2. Assolutamente un problema che abbiamo avuto anche noi a casa. La cosa peggiore era che, se la pasta era sottile, non solo si bruciava ma si squarciava proprio, colava l'acqua della mozzarella, la pasta e la pietra si bruciavano ancora di più... insomma, un casino. Il problema è dovuto al fatto che la pietra subisce irradiamento dalla resistenza superiore e inferiore e per questo la superfice della pietra raggiunge una temperature superiore ai 400° e la pizza si brucia prima che la parte superiore si cuoccia. Dopo ogni tipo di tentativo, finalmente abbiamo risolto. E' una procedura "strana", ma garantita: in pratica, devi mettere un foglio di alluminio sulla pietra in fase di riscaldamento. Sono più precisa:
a) A fornetto spento, metti un foglio di alluminio da cucina grande quanto tutta la pietra.
b) Chiudi il fornetto con il foglio di alluminio dentro e porta il fornetto a 2 e 1/2.
c) Il fornetto raggiunge la temperatura e si spegne, a questo punto porta l'indicatore a 3. Attenzione: devi stare attento e portare a tre non appena la spia si spegne. Se tra la fase dello spegnimento del fornetto e il momento in cui metti a 3 aspetti troppo (anche 30-40 secondi sono troppi), devi aspettare che la resistenza superiore diventi completamente rossa.
d) A questo punto inforni la prima pizza e non si fanno più pause tra una pizza e l'altra.

3. Qui il vero esperto è mio fratello... ti sei iscritto su pizza.it? Se sì, ti contatta lui

A presto... buone mangiate!!

Sara

[Modificato alle 2009-01-19 18:42 GMT]


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Pizza maker; chi li usa??

Advanced search






Across v6.3
Translation Toolkit and Sales Potential under One Roof

Apart from features that enable you to translate more efficiently, the new Across Translator Edition v6.3 comprises your crossMarket membership. The new online network for Across users assists you in exploring new sales potential and generating revenue.

More info »
LSP.expert
You’re a freelance translator? LSP.expert helps you manage your daily translation jobs. It’s easy, fast and secure.

How about you start tracking translation jobs and sending invoices in minutes? You can also manage your clients and generate reports about your business activities. So you always keep a clear view on your planning, AND you get a free 30 day trial period!

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs