Mobile menu

"Tradotto" o "interpretato"?
Thread poster: xxxIlary
xxxIlary

Local time: 01:27
Feb 6, 2009

Ciao a tutti!
Sto traducendo un testo sull'interpretazione per la mia tesi di laurea, e ho un dubbio. Per indicare, ad esempio, un discorso tradotto oralmente, devo usare "tradotto" (magari scrivendo "da un interprete/da interpreti"), oppure "interpretato"? Ho sempre usato il verbo "tradurre" per indicare l'attività dell'interprete (per esempio, "l'interprete ha tradotto una frase in un certo modo"), ma non so quanto corretto possa essere in un testo sull'interpretazione.

Vi ringrazio in anticipo!


Direct link Reply with quote
 
A Thurzo
Local time: 01:27
Italian to Hungarian
+ ...
Tradotto Feb 6, 2009

Io suggerirei tradotto anche in caso di traduzione orale.

Ciao Andrea


Direct link Reply with quote
 

Eleonora Tondon  Identity Verified
Italy
Local time: 01:27
Czech to Italian
+ ...
tradotto Feb 6, 2009

Ciao!
Userei anch'io il verbo "tradurre" in questo caso. Il processo che anche gli interpreti fanno è quello di tradurre da un testo/discorso di partenza a un testo/discorso di arrivo. Il verbo "interpretare" lo userei in altri contesti e non lo vedo molto indicato.
Ciao Eleonora


Direct link Reply with quote
 

Sergio Paris  Identity Verified
Italy
Local time: 01:27
German to Italian
+ ...
....testo di partenza Feb 6, 2009

Ciao Ilary,

non so quale sia la lingua da cui stai traducendo, ma credo che qualsiasi lingua esprima i verbi "tradurre" e "interpretare" con due verbi ben distinti. Mi atterrei comunque per quanto possibile al testo di partenza. Se ti può servire, dato che insegno interpretazione, spesso si usa anche il verbo "rendere" e quindi il termine "resa". Comunque si può utilizzare il termine "traduzione" anche quando si parla di "interpretazione" nel senso di "traduzione orale". Ai convegni talvolta si parla infatti di "traduzione simultanea", cosa che a me non piace...alcuni committenti talvolta si rivolgono a me dicendomi: "cerchiamo un traduttore per un convegno/incontro/workshop...". Inorridisco, ma meglio lasciar perdere e non andare "off-topic"...

Sergio


Direct link Reply with quote
 
xxxIlary

Local time: 01:27
TOPIC STARTER
grazie! Feb 6, 2009

Grazie per le vostre risposte!

Per Sergio: la traduzione è dall'inglese all'italiano.


Direct link Reply with quote
 

Daniele Martoglio  Identity Verified
Local time: 01:27
Polish to Italian
+ ...
Direi che va bene... Feb 6, 2009

Ilary wrote:

...per esempio, "l'interprete ha tradotto una frase in un certo modo"


Partirei dal fatto che la lingua è qualcosa creato dai parlanti, e se la semplice ricerca di "interprete ha tradotto" (con le virgolette) su google da 200 risultati, "interprete traduce" (con le virgolette e con il vincolo della lingua italiana) ne da altri 1000, i risultati sono pertinenti, le fonti sono svariate e affidabili..

Anche a me sembra che vada assolutamente bene..

Insomma, alla fine "l'italiano siamo noi"

Invece l'uso del verbo "rendere" accanto al sostantivo interprete sempre secondo San Google risulta essere legato all''interprete nel senso di attore, artista, musicista.

Aggiungo che l'espressione "traduzione simultanea" l'ho sentita usare spesso, occupandomi di interpretariato in simultanea, e che la "traduzione simultanea" batte l' "interpretariato simultaneo" 30 a 1 su google.. In fondo google indicizza quello che noi, i parlanti, scriviamo...

Altrimenti possiamo parlare come Brancaleone alle Crociate, con una lingua magari "bella" (ognuno ha i suoi gusti) ma che comunque non è la stessa dei 60 e passa milioni di parlanti di lingua italiana.. Per esempio nella bibbia polacca Maria non è una donna è non è incinta. Miracoli dei sinonimi...


Direct link Reply with quote
 
Valentina_D  Identity Verified
Local time: 01:27
Member
English to Italian
+ ...
d'accordo Feb 7, 2009

Sono d'accordo su questa possibilità citata da Sergio (anch'io vengo da una SSLMIT con lunga tradizione...) cui avevo pensato anch'io. D'accordo anche sul fatto di dire 'interpretazione simultanea' e non 'traduzione simultanea', termine che invece usano i non addetti ai lavori...

Sergio Paris wrote:

Ciao Ilary,

Se ti può servire, dato che insegno interpretazione, spesso si usa anche il verbo "rendere" e quindi il termine "resa". Comunque si può utilizzare il termine "traduzione" anche quando si parla di "interpretazione" nel senso di "traduzione orale". Ai convegni talvolta si parla infatti di "traduzione simultanea", cosa che a me non piace...alcuni committenti talvolta si rivolgono a me dicendomi: "cerchiamo un traduttore per un convegno/incontro/workshop...". Inorridisco, ma meglio lasciar perdere e non andare "off-topic"...

Sergio


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

"Tradotto" o "interpretato"?

Advanced search






PerfectIt consistency checker
Faster Checking, Greater Accuracy

PerfectIt helps deliver error-free documents. It improves consistency, ensures quality and helps to enforce style guides. It’s a powerful tool for pro users, and comes with the assurance of a 30-day money back guarantee.

More info »
TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs