Mobile menu

Come si calcola il minimo fatturabile?
Thread poster: Francesco Damiani

Francesco Damiani  Identity Verified
Local time: 20:08
French to Italian
+ ...
Mar 10, 2009

Buongiorno a tutti.
Ho ricevuto da un'agenzia una proposta di lavoro in cui viene richiesto il "Minimo fatturabile".
Non ho chiaro come regolarmi, perché è la prima volta che ricevo una richiesta di questo tipo.
Ho notato che i prezzi SAREBBERO di 100-150 Euro, ma non ci sono altre indicazioni se non"Si tratta di un lavoro a lungo termine".Vorrei sapere qualcosa di più preciso prima di fornire una risposta.
Grazie a tutti!
Francesco


Direct link Reply with quote
 

Christel Zipfel  Identity Verified
Partial member (2004)
Italian to German
+ ...
In pratica vogliono sapere Mar 10, 2009

come ti regoli se loro ti mandano p. es. una riga, una frase, mezza cartella ecc.

Fatturi sempre "a volume", e cioé a parola, a cartella o quant'altro, facendo i necessari calcoli (cioé per una mezza cartella ti fai pagare metà del prezzo di una cartella o per 10 parole chiedi 10 volte il tuo prezzo a parola?) Oppure in quel caso chiedi un "minimo"?

Tieni conto che spesso i minilavori in proporzione portano via molto più tempo di un lavoro più sostanzioso, ecco perché molti (me compresa) applicano in genere un importo "minimo". Poi dipende molto dal singolo caso. Se un buon cliente una volta all'anno mi manda una singola frase da tradurre, mi costa meno non fatturargliela affatto...

Spero di essere stata chiara.


Direct link Reply with quote
 

Raffaella Panigada  Identity Verified
Switzerland
Local time: 20:08
Member (2007)
English to Italian
+ ...
Tariffa minima Mar 10, 2009

Ciao Francesco,
come Christel anch'io non sempre applico una tariffa minima (dipende dal lavoro e soprattutto dal cliente), ma per darti un'idea dell'importo, secondo la mia esperienza, in genere si applica la propria tariffa oraria (anche se impieghi solo mezzora per la traduzione perderai comunque dell'altro tempo per preparare la fattura, creare un nuovo file cliente, ecc.), oppure, se preferisci, l'equivalente di una cartella.
Se la natura stessa del lavoro lascia presupporre che dovrai affrontare un susseguirsi di testi di entità minima puoi anche decidere di fare un semplice conteggio parole e fatturare il tutto a fine mese. Se invece un cliente spunta dal nulla e ti commissiona solo una piccola traduzione senza che nulla lasci presagire che possa avere nuovamente bisogno di te a breve mi sembra corretto applicare una tariffa minima per non correre il rischio di tenere un conto aperto all'infinito in attesa di raggiungere una cifra che valga la pena fatturare, oppure di perdere tempo prezioso per emettere una fattura di €4 che, a seconda del tipo di pagamento, potrebbero anche risultare inferiori alle commissioni di incasso.
Io di solito mi regolo così.

Raffaella


Direct link Reply with quote
 

Francesco Damiani  Identity Verified
Local time: 20:08
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
E' più corretta la prima ipotesi Mar 10, 2009

Ciao Raffaella e grazie.La seconda tua ipotesi non mi pare applicabile al mio caso, perché mi è stato detto esplicitamente che il rapporto lavorativo dovrebbe essere a lungo termine.
Per quello che riguarda la prima possibilità,avevo già pensato di fare così; ma mi è stato specificato che non sarebbe un grande biglietto di presentazione rispondere così, cosa che del resto avevo già pensato.
Tu sei di parere diverso?


Direct link Reply with quote
 

Raffaella Panigada  Identity Verified
Switzerland
Local time: 20:08
Member (2007)
English to Italian
+ ...
Rolling invoice... Mar 10, 2009

è certamente più conveniente per il cliente e si fonda sull'impegno da parte sua a fornirti un certo flusso di lavoro per quanto "spezzettato" (penso ad esempio alla traduzione di brevi descrizioni di prodotti da aggiungere ad un catalogo in costante evoluzione o alle e-mail di potenziali clienti italiani: possono essercene 20 in un mese e zero per i due mesi successivi ma tu rimani comunque il loro punto di riferimento).
Se invece parliamo d'altro (conoscere la natura dei testi diventa indispensabile), il volume è incerto o è l'agenzia stessa a insistere per avere una fattura per ogni incarico (ho un cliente che preferisce così per come è strutturato il suo sistema di contabilità), allora sta a te decidere quanto tempo questi piccoli lavori possono impegnarti e quale sarà la loro effettiva entità. Una tariffa minima pari a una cartella o ad un'ora sarà certamente accettata più di buon grado per "piccolo" lavoro di 150 parole che non per uno di 15. Se il cliente avesse l'esigenza di mandarti "a rate" 10 lavori da 15 parole e tu gli fatturassi 10 importi minimi potrebbe: 1) accettare (perfetto per te), 2) scappare, 3) capire che gli conviene raggruppare una decina di lavoretti in un unico progetto (perfetto per entrambi: lui risparmia e tu riesci ad organizzarti meglio).
Solo tu però hai le informazioni necessarie per sapere che cosa è accettabile per il cliente in base al tipo di lavoro da svolgere e qual è la soglia minima al di sotto della quale accettare questo incarico non è più conveniente per te. In mancanza di maggiori dettagli, se sei orientato verso l'applicazione di una tariffa minima, resto dell'avviso di farla corrispondere ad una cartella (se l'agenzia è italiana) o ad un'ora (in genere cifra tonda).

Spero ti sia di aiuto.

Raffaella

[Edited at 2009-03-10 16:11 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Francesco Damiani  Identity Verified
Local time: 20:08
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie,Raffaella(E anche Kristel) Mar 10, 2009

Ciao,Raffaella.
Ti ringrazio di cuore del tuo aiuto e dei tuoi suggerimenti così dettagliati.
Credo sia meglio specificare la mia tariffa di base, senza aggiungere altro,ma chiarire anche col(Speriamo!)cliente che questo "Minimo fatturabile" potrebbe variare a secondo dell'entità del lavoro.
Grazie anche a Kristel!


Direct link Reply with quote
 

Raffaella Panigada  Identity Verified
Switzerland
Local time: 20:08
Member (2007)
English to Italian
+ ...
Variabile o applicabile? Mar 10, 2009

Francesco Damiani wrote:
Credo sia meglio specificare la mia tariffa di base, senza aggiungere altro,ma chiarire anche col(Speriamo!)cliente che questo "Minimo fatturabile" potrebbe variare a secondo dell'entità del lavoro.
Grazie anche a Kristel!


Ancora ciao Francesco,
se è stato il cliente/l'agenzia stessa a informarsi in proposito potrebbe non gradire una risposta troppo vaga. Non direi che il tuo minimo è variabile: se hai una tariffa minima la devi specificare in partenza, il cliente lo sa e sta poi a lui decidere se sia meglio combinare vari mini-testi oppure ingoiare il rospo e pagarti comunque per l'urgenza o l'una tantum. Quello che potresti invece dire è che la tua tariffa minima è tot ma che sei disposto a non applicarla per clienti che garantiscono comunque un certo volume mensile (sempre che tu sia disposto a rinunciarvi) e in questo caso torniamo al discorso fattura aperta con invio a fine mese (o a metà mese, o bimestrale, ecc.).

Buona notte!


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Come si calcola il minimo fatturabile?

Advanced search






SDL Trados Studio 2017 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2017 helps translators increase translation productivity whilst ensuring quality. Combining translation memory, terminology management and machine translation in one simple and easy-to-use environment.

More info »
WordFinder
The words you want Anywhere, Anytime

WordFinder is the market's fastest and easiest way of finding the right word, term, translation or synonym in one or more dictionaries. In our assortment you can choose among more than 120 dictionaries in 15 languages from leading publishers.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs