Mobile menu

Come cominciare a tradurre libri?
Thread poster: sara sesta
sara sesta
Local time: 23:48
English to Italian
+ ...
Sep 26, 2003

mi sono appena diplomata alla scuola superiore per interpreti e traduttori e mi piacerebbe moltissimo cominciare a tradurre nel campo dell'editoria.
il problema è che non ho la minima idea di come muovermi..
ho provato a mandare alcuni curricula a note case editrici ma non mi sembra la via più efficace..
qualcuno mi può dare qualche suggerimento..
grazie.. mi sento sperduta!!!


Direct link Reply with quote
 
Antonella Andreella  Identity Verified
Italy
Local time: 23:48
German to Italian
+ ...
Biblit Sep 26, 2003

Ciao Sara,

intanto potresti iscriverti a Biblit, ammesso che tu non ti sia già iscritta...

http://it.groups.yahoo.com/group/Biblit



Antonella


Direct link Reply with quote
 
smarinella  Identity Verified
Italy
Local time: 23:48
Member (2004)
German to Italian
+ ...
un passo alla volta Sep 27, 2003

Antonella Andreella wrote:

Ciao Sara,

intanto potresti iscriverti a Biblit, ammesso che tu non ti sia già iscritta...

http://it.groups.yahoo.com/group/Biblit



Antonella


Direct link Reply with quote
 
smarinella  Identity Verified
Italy
Local time: 23:48
Member (2004)
German to Italian
+ ...
un passo alla volta Sep 27, 2003

[quote]smarinella wrote:
Cara Sara,
il mio è un suggerimento soltanto... indiretto.
Per tradurre libri è necessaria tanta esperienza professionale e,purtroppo,anche conoscenza di uomini e di cose.

Anzitutto, essere perfettamente bilingui o aver frequentato una scuola interpreti e traduttori è condizione necessaria ma non sufficiente.
Quel che serve davvero per tradurre libri è saper scrivere, che è cosa diversa. Saper scrivere, come saper dipingere o cantare, è un "talento" naturale che, come tutti i talenti,va curato per tutta la vita (non lo dico io, l'ha detto Indro Montanelli).

Io faccio adattamento testi per la stampa, che potrebbe considerarsi un primo gradino in questa direzione e conosco alcuni traduttori letterari: ti assicuro che sono veri e propri scrittori. En passant, aggiungo che hanno quasi tutti un altro mestiere ( es. sono giornalisti, critici d'arte ecc.)perchè tradurre libri non consente di vivere, normalmente.

Che fare, allora? Cominciare anzitutto a tradurre, anche le cose più semplici, per farti le ossa; poi cercare di conoscere qualche PR e passare all'adattamento testi; nel frattempo tradurre qualche testo (s'intende non ancora tradotto) per proprio conto e mandarlo a qualche casa editrice, come fanno gli autori in erba che vogliono farsi conoscere, decantando le qualità dell'originale e deplorando che non esista ancora la possibilità di leggerlo in italiano (o in inglese, non so qual è la tua lingua materna).

Infine, scrivere alle case editrici non mi sembra affatto una cattiva idea, anzi; i traduttori non fanno che mandar curriculum in giro alle agenzie di traduzione!!

Auguri e mantieni il tuo entusiasmo mettendo già da ora nel conto qualche risposta negativa...
smarinella


Direct link Reply with quote
 
Lorenzo Lilli  Identity Verified
Local time: 23:48
German to Italian
+ ...
tecnica + letteraria Sep 27, 2003

smarinella wrote:

Io faccio adattamento testi per la stampa, che potrebbe considerarsi un primo gradino in questa direzione e conosco alcuni traduttori letterari: ti assicuro che sono veri e propri scrittori. En passant, aggiungo che hanno quasi tutti un altro mestiere (es. sono giornalisti, critici d'arte ecc.)perchè tradurre libri non consente di vivere, normalmente.



Traduzione letteraria e traduzione tecnica non si escludono a vicenda: è vero che non è facile raggiungere un livello alto in entrambe, ma gli esempi non mancano. Secondo me occuparsi di testi completamente diversi può servire per non fossilizzarsi su un certo modo di scrivere - oltre al fatto che, per l'appunto, è difficole campare solo con l'editoria.

Quanto al suggerimento di mandare alle case editrici traduzioni di testi inediti, si può provare, ma spesso gli editori sono scettici nei confronti di testi proposti "al buio" da persone che non conoscono (una casa editrice grossa rifiuta ogni anno migliaia di manoscritti). Ci si può anche proporre per una prova di traduzione - su un testo scelto dall'editore.

[Edited at 2003-09-27 08:58]


Direct link Reply with quote
 

Laura Gentili  Identity Verified
Italy
Local time: 23:48
Partial member (2002)
English to Italian
+ ...
Master in traduzione letteraria Sep 27, 2003

Ciao Sarah,
Ho lavorato per 10 anni nell'editoria e ti posso assicurare che mandare CV alle case editrici non serve a niente. Anche proporre testi non tradotti in italiano è molto complicato perché i testi devono essere fuori diritti (per poterli tradurre senza pagare royalty), oppure
1. i testi non fuori diritti non devono essere già sotto opzione presso un altro editore
2. i testi devono essere compatibili con il programma editoriale della casa editrice
3. ci sono agenti letterari che lo fanno di mestiere (trovare testi adatti al mercato italiano e proporli ai vari editori)
La cosa potrebbe funzionare solo nel caso di lingue particolari e non certo per inglese, francese e tedesco.
L'unica strada mi sembra quella di un master in traduzione letteraria in quanto i docenti sono persone che lavorano per l'editoria italiana, quindi se trovano un giovane traduttore promettente possono presentarlo al direttore editoriale. Quindi ti consiglio di frequentare un master e se sei davvero brava i docenti dovrebbero notarti.
In alternativa, puoi tradurre testi non letterari e coltivare a latere la passione per le traduzioni letterarie. Per esempio, se ritieni che l'opera X (che deve essere fuori diritti, ovvero 50 dopo la morte dell'autore) sia stata tradotta in modo non ottimale, potresti ritradurla e pubblicare la tua traduzione in rete come e-book.
Laura

[Edited at 2003-09-27 12:25]


Direct link Reply with quote
 
xxxmishima
Local time: 06:48
Italian to Japanese
+ ...
Direi che non è proprio necessario Sep 27, 2003

[quote]...aver frequentato una scuola interpreti e traduttori ?condizione necessaria ma non sufficiente.[quote]

Non sono d'accordo.

Conosco traduttori di libri che non hanno frequentato scuole di traduzione, cos? come conosco "normali" traduttori che pur non avendo frequentato scuole di traduzione sono pi? bravi di coloro che le hanno frequentate ma che dopo soli pochi anni o mesi di lavoro gi? si propongono come pluri-specialisti in medicina, meccanica e legge (senza avere mai studiato medicina, visto un impianto meccanico con i propri occhi ne' sapere molto del linguaggio giurifico).

Per tradurre libri sono solamente necessarie la perfetta padronanza della lingua sorgente e di destinazione, eccellenti capacit? di scrittura e, se non si ? gi? traduttori relativamente famosi nel settore, avere un altro tipo di sussidio che consenta di non preoccuparsi eccessivamente dell'instabilit? delle entrate finanziarie. A volte, ma anche questa non ? condizione sufficiente, pu? essere necessario presentare all'editore un libro non ancora tradotto e che non figurava nei propri progetti editoriali.

MIshima


Direct link Reply with quote
 

Cecilia Di Vita  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 22:48
English to Italian
+ ...
altro suggerimento Sep 27, 2003

prova anche a mandare il tuo CV alle agenzie editoriali! Può essere un modo per farsi conoscere senza entrare dalla porta principale...

Ciao, Cecilia


Direct link Reply with quote
 

Valentina Pecchiar  Identity Verified
Italy
Member
English to Italian
+ ...
Una strada non esclude l'altra Sep 27, 2003

Condivido tutto ciò che hanno detto gli altri, comprese le opinioni e i consigli in apparenza contrastanti perché spesso sono vere un po' gli uni e un po' gli altri.

E le varie strade proposte non si escludono a vicenda. Puoi intanto tempestare di CV tutte le case editrici che trovi (c'è un elenco molto lungo su http://www.alice.it, quasi un portale dell'editoria che dovrerbbe diventare la tua home page), ma non contarci troppo.

E poi frequentare un master di traduzione letteraria male non può fare: anche secondo me il principale vantaggio che ne puoi trarre è conoscere di persona addetti ai lavori che possono introdurti nell'ambiente.

Per esperienza diretta, il passaparola di "già addetti" è di fondamentale importanza, tanto nelle case editrici piccole che in quelle grandi. Tradurre un libro è spesso un progetto di mesi, e anche se pagato poco a livello nominale (a parola o a cartella), è sempre un gruzzoletto quello che esce dalle casse dell'editore, che di conseguenza non vuole rischiare denaro e tempo, spesso risorsa ancora più preziosa, su un nome che può rivelarsi un brocco. Per aver cominciato come redattore, ti assicuro che trovarti davanti anche solo 200 pagine fatte male può rivelarsi una grossa crisi (bisogna sempre fare i conti con programmi editoriali, uscite già annunciate, grafici e stamperie prenotate eccetera).

Una strada (che ha funzionato per me, anche se all'opposto) può essere proporti a qualche piccola casa editrice della tua zona. E' più facile procurarsi un contatto personale, o magari trovare qualcuno che conosce qualcun altro che possa metterti in contatto con il direttore editoriale, o un altro traduttore o redattore già introdotto.

Come ti hanno già detto, la padronanza della lingua, saper "intonarsi" nel registro adeguato e/o corretto a seconda del testo, usare la terminologia corrente di un determinato campo è probabilmente la componente fondamentale di un traduttore letterario. Se hai un campo di specializzazione, usalo per proporti a un editore che si occupa di quel settore. Per esempio, hai anni di militanza nel WWF o in Amnesty International? Contatta editori che si occupano di ambiente o di diritti umani. Spesso gli editori danno la priorità a "persone titolate in materia", rispetto a traduttori che affermano di saper tradurre qualsiasi testo.*

Ma forse sono fuori strada: tu in effetti dici libri - intendi traduzione letteraria (contrapposta a quella tecnica, fiction e non fiction) o narrativa?

In ogni caso, in bocca al lupo - E non scoraggiarti se tanti giorni ti sembrerà di essere un novello Tantalo, fa parte del "pacchetto"!

* Conosco molti più "esperti in materia" che traducono libri (fisici, biologi, letterati, storici, a cominciare dal "truly yours") che laureati/diplomati usciti dalle scuole interpreti.

[Edited at 2003-09-27 14:38]


Direct link Reply with quote
 
Barbara La Rosa
Italy
Local time: 23:48
Italian to Turkish
+ ...
letteratura turca Sep 27, 2003

Ciao a tutti, sono abbastanza nuova qui a proz. Grazie innanzitutto a che in un'altra occasione mi ha dato il benvenuto. Vi scrivo perchè l'argomento è anche di mio interesse. Il mio sogno è tradurre NAZIM HIKMET dal turco. Sapete ho fatto la tesi su di lui (lo conoscete vero?)e in quel periodo ho scoperto che le sue poesie sono state tradotte in italiano sempre da altre lingue, ma mai direttamente dalla lingua turca. Per essere più precisi, le traduzioni sono state fatte dalle versioni francesi e russe della sue poesie. Nel periodo di preparazione della mia tesi sono entrata in contatto con Joyce Lussu, traduttrice ufficiale di Hikmet in Italia.
Mi ha invitata ad andare a Roma da lei per farle leggere le mie traduzioni. Ho lavorato un anno sulla tesi e durante quell'anno, mi ha chiamata più volte insistendo su questa cosa. Ma il mio professore di russo allora mi sconsigliò di andare o quantomeno di consegnare le poesie. Rosa dall'incertezza, ho sempre temporeggiato e per farla breve .... due anni fa è deceduta. Perchè vi racconto questo? Perchè penso proprio che ne varrebbe la pena. Il problema è che non so come muovermi. La lingua è particolare, forse potrei avere qualche opportunità in più...ma come presentarsi? Datemi qualche consiglio pratico su come muovermi ... ci tengo!Grazie e buona serata a tutti!


Direct link Reply with quote
 

Laura Gentili  Identity Verified
Italy
Local time: 23:48
Partial member (2002)
English to Italian
+ ...
Per Barbara Sep 27, 2003

Prima di tutto, complimenti per la conoscenza del turco, lingua che pare essere molto difficile (molto più difficile dell'ebraico, da cui traduco io).
Per quanto riguarda Nazim Hikmet, tieni conto del fatto che, essendo morto nel 1963, esiste ancora il diritto d'autore. Quindi non puoi offrirlo liberamente a qualunque editore ma dovresti scoprire se i diritti dell'opera che vuoi tradurre sono disponibili oppure se sono stati acquistati per X anni (non ancora scaduti) dall'editore che ha pubblicato opere precedenti. Questo è un tipico caso (tradurre dall'originale un autore importante che è stato tradotto da altre lingue) in cui hai decisamente delle carte da giocare. Insomma, dovresti fare un po' di ricerche e poi scrivere o telefonare alla casa editrice dicendo che eri in contatto con la Lussu ecc. ecc. e che hai pronta la traduzione delle poesie x, y. Nel caso del turco, il rischio che affidino la traduzione a qualcun altro è molto basso (è alto invece con le lingue note. Tu dai l'idea alla casa editrice e poi loro fan fare la traduzione a qualcun altro).
Un'altra possibilità è contattare studiosi italiani che si sono occupati di Hikmet e che probabilmente hanno entrature nelle case editrici e che sono in grado di proporre un pacchetto composto dalla tua traduzione + loro introduzione.
Laura


Direct link Reply with quote
 
Lorenzo Lilli  Identity Verified
Local time: 23:48
German to Italian
+ ...
turco Sep 27, 2003

Mi rivolgo anch'io a Barbara, chiedendo però ad altre colleghe di illuminarmi se ne sanno qualcosa. È chiaro che devi trarre vantaggio dalla mancanza quasi totale di concorrenza per una lingua poco diffusa - il rovescio della medaglia ovviamente è un mercato molto ridotto. Potresti cercare (SE ce ne sono, la mia è solo un'ipotesi) piccole case editrici specializzate in letterature "esotiche", tra cui quella turca (da chi sono pubblicate le opere di altri scrittori turchi in Italia?). Mi viene in mente l'esempio di una piccola casa editrice specializzata in letterature del Nord Europa, che per di più (non vorrei sbagliarmi o diffondere notizie ormai vecchie, nel caso correggetemi) riceve finanziamenti dall'UE per la traduzione da lingue comunitarie "minori" come svedese, finlandese ecc. che da noi quasi nessuno studia. Chissà che, con l'avvicinamento della Turchia all'UE, nei prossimi anni non ci siano possibilità di questo genere anche per il turco. Non so però dove indirizzarti per avere informazioni a questo proposito, spero che qualche collega ne sappia di più.

Direct link Reply with quote
 
Barbara La Rosa
Italy
Local time: 23:48
Italian to Turkish
+ ...
diritti d'autore Sep 28, 2003

Grazie innanzitutto per i consigli. Ho dato un occhiata: dal 1963 in poi, anno della sua morte, le sue opere sono state pubblicate solo dal Arnoldo Mondadori Editore...e dopo la morte della Lussu, è uscito solo un volume tradotto dal turco ad opera del professore di turco di venezia. Credo che abbiano acquistato loro i diritti. La casa editrice è molto grossa(ma anche la posta in gioco:-), credo che la mia scalata sia molto, ma molto difficile...ma chissà! Tentare non nuoce. Comunque ho trovato anche un'altra casa editrice, che ha pubblicato un best seller di letteratura contemporanea: GIUNTI. Inizierò le mie ricerche, e se a qualcuno viene in mente qualcosa o qualcuno ... ben venga!!! Sapreste dirmi dove potrei trovare informazioni complete sulla normativa dei diritti d'autore?Buona domenica

Direct link Reply with quote
 

Francesco Volpe  Identity Verified
Italy
Local time: 23:48
English to Italian
+ ...
Articolo interessante Sep 28, 2003

Ciao Sarah,

sul "Venerdì" di Repubblica di questa settimana, puoi trovare un interessante articolo riguardo il lavoro di traduttore letterario. In occasione di un convegno che si tiene questo week-end presso l'università di Urbino, si discute del ruolo e lavoro del traduttore letterario. Potresti trovare lì qualche spunto interessnte, magari recuperando gli atti del convegno.
In ogni caso di consigio di leggere il libro di Eco, "Dire quasi la stessa cosa".


Ciao e auguri.


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Come cominciare a tradurre libri?

Advanced search






LSP.expert
You’re a freelance translator? LSP.expert helps you manage your daily translation jobs. It’s easy, fast and secure.

How about you start tracking translation jobs and sending invoices in minutes? You can also manage your clients and generate reports about your business activities. So you always keep a clear view on your planning, AND you get a free 30 day trial period!

More info »
CafeTran Espresso
You've never met a CAT tool this clever!

Translate faster & easier, using a sophisticated CAT tool built by a translator / developer. Accept jobs from clients who use SDL Trados, MemoQ, Wordfast & major CAT tools. Download and start using CafeTran Espresso -- for free

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs