Mobile menu

Errori di battitura nelle traduzioni
Thread poster: Laura Gentili

Laura Gentili  Identity Verified
Italy
Local time: 05:36
Partial member (2002)
English to Italian
+ ...
Feb 22, 2002

Cari colleghi,

ho bisogno del vostro parere su quanto mi è successo. Per problemi di tempo, ho affidato un lavoro a un collega. Il lavoro conteneva molti termini tecnici, per cui ho pensato di darlo poi da rivedere a un altro traduttore esperto nel settore. Per la sola revisione ho offerto al secondo collega una cifra decisamente alta. Si tratta di un cliente molto importante, per me, e ci tenevo moltissimo a fare bella figura, anche a costo di lavorare in perdita. Ieri ho ricevuto il feedback del cliente che mi fa notare che il file in questione conteneva vari (non so quanti) errori di battituta, che si vedeva chiaramente che non era stato effettuato il controllo ortografico ecc. Non so bene valutare il danno causato nei rapporti con il cliente. Ho fatto presente la cosa al revisore, che si è scusato e mi ha detto di \"dedurre pure dalla cifra pattuita\". La mia domanda è: quanto dedurre dalla cifra in questione? Il danno è al momento non quantificabile: forse il cliente non mi darà più lavoro, forse tutto continuerà come prima, non ne ho idea. Pagare un revisore a tariffa piena (alta) per un lavoro mal fatto non mi sembra giusto. Gli errori di battitura nella traduzione sono accettabili, ma nella revisione? Vi ringrazio in anticipo per i vostri suggerimenti.


Direct link Reply with quote
 

Bruno Capitelli  Identity Verified
Local time: 05:36
English to Italian
+ ...
Si tratta di negligenza Feb 22, 2002

Cara Laura,

sappiamo tutti che il controllo ortografico è una funzione automatizzata e semplice da utilizzare. Se nel testo finale comparivano errori di battitura significa che il controllo non è stato effettuato. A questo punto non si parla di inaccuratezza ma di negligenza, ovvero di un lavoro non effettuato per cui si verrà invece pagati. Non voglio metterti pulci nell\'orecchio, ma come fai a fidarti della correttezza di quanto tradotto se non è stato fatto nemmeno il controllo ortografico.

Il danno con il cliente non è quantificabile, ma l\'immagine del tuo lavoro presso di lui ne ha risentito. Io parlerei chiaramente con la persona che ha fatto il proofreading e mi accorderei per una cifra anche più bassa della normale tariffa ricordandogli che parte del lavoro non è stato evidentemente effettuato.

Sono forse troppo duro?



Ciao

Bruno


Direct link Reply with quote
 

Giovanni Guarnieri MITI, MIL  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 04:36
Member (2004)
English to Italian
difficile da quantificare... Feb 22, 2002

quanti errori di battitura ci sono realmente nel testo? Dieci, venti, cinquanta? E quanto era lungo il testo? La prima cosa che potresti fare è farti consegnare dal cliente il testo ricevuto dal revisore e controllare personalmente. Secondo la mia esperienza, anche ai migliori revisori può sfuggire qualcosa. Il problema appunto è quantificare ciò che sia accettabile e quello che non lo è. Non saprei darti una risposta in questo senso. Forse, direi, un paio ogni 1000 parole? Da quello che dice il tuo cliente, sembra che non sia stato fatto per nulla il controllo ortografico. Come ben sai, pur utilizzando il controllo ortografico, se la parola esiste in italiano, il correttore non lo rileva. Per esempio, \"possedete\" e \"possedeste\". Questo è un errore di battitura, ma il revisore, se rivede il testo in fretta, è probabile che non lo noti. Se invece si tratta di errori clamorosi, evidenziati dal controllo ortografico, allora le cose sono due: il revisore non usa il controllo ortografico o ha semplicemente riletto il testo su carta, senza preoccuparsi di usare il controllo ortografico di Word. Certo, col cliente non ci fai una bella figura. Gli hai detto che l\'hai passato a un\'altra persona? Io adotto sempre una regola quando passo traduzioni a colleghi (praticamente mai!): rivedere il testo minuziosamente prima di consegnarlo al cliente, anche lavorando di notte e soprattutto se si tratta di un cliente importante e anche se mi fido ciecamente dell\'altro traduttore/revisore. Solo così posso dormire sonni tranquilli...

Il danno al momento non è quantificabile, tuttavia forse una detrazione del 30-50% sarebbe giustificata.



Cari saluti



Giovanni

[ This Message was edited by: on 2002-02-22 10:11 ]


Direct link Reply with quote
 
FrancescoP  Identity Verified
United States
Local time: 20:36
English to Italian
+ ...
Errori di battitura? Feb 22, 2002

Gli errori di battitura secondo me hanno la stessa importanza degli errori di grammatica. Quando leggo un testo (un giornale, una rivista, un libro) e trovo un errore di battitura mi da molto fastidio, come semplice lettore.



Tanto più gravi proprio perché basta un attimo con il controllo ortografico di MS Word per evitare che si verifichino. Magari 20 anni fa potevano essere considerati in modo più indulgente, quando le revisioni venivano fatte \"a mano\". Ma con gli strumenti che oggi abbiamo a disposizione non mi pare proprio il caso.



Può darsi che a volte quando un lavoro viene affidato da un collega e non direttamente da un cliente o da un\'agenzia qualcuno erroneamente si rilassi un po\' troppo. Tanto il cliente non lo perde lui...



Anche a me capita ogni tanto di passare qualche lavoro a qualche collega \"fidatissimo\". Una cosa che farei molto più volentieri se non ci fossero questi rischi. Infatti, nel corso degli anni ho preso questa abitudine di comunicare al cliente che il lavoro sarebbe stato fatto da un collega e non da me. Ovviamente fornendo tutte le referenze del caso. Noto che le agenzie o i clienti apprezzano questa cosa. A volte li metto addirittura direttamente in contatto. Ma solo se mi fido ciecamente di entrambe le persone (cliente e collega).



Il danno che tu hai subito non è quantificabile. Purtroppo è così. Nessuna penale potrebbe mai risarcirti. Fai tesoro dell\'esperienza. E non disperare. Un incidente di percorso può capitare a tutti, anche ai migliori. Vedrai che se il cliente è intelligente capirà. Se non capisce, pazienza.



FP

[ This Message was edited by: on 2002-02-22 11:50 ]


Direct link Reply with quote
 
Antonella Andreella  Identity Verified
Italy
Local time: 05:36
German to Italian
+ ...
Sei sicura che il revisore... Feb 22, 2002

abbia effettivamente fatto la revisione? Scusa la cattiveria, ma puàò capitare, e secondo me è semplicemente inaccettabie, anche perché ci sono dei modi, anche abbastanza banali, per eliminare gli errori di battitura in fase di revisione... è per questo che ho qualche dubbio.

Personalmente direi di aspettare e vedere come si evolve la cosa, cioè se questo compromettere la tua credibilità con il cliente, etc... e magari paga al revisore un \'minimo sindacale\' se vuoi essere buona. Calcola il tempo che secondo te ha dedicato alla revisione...

Ciao

AA
[addsig]


Direct link Reply with quote
 

Massimo Lencioni  Identity Verified
Local time: 05:36
English to Italian
+ ...
Farei così... Feb 22, 2002

Ciao Laura,



Se fossi in te, farei un confronto fra i file consegnati dal traduttore e quelli consegnati dal revisore. Se si tratta di file di Word, lo puoi fare in due secondi utilizzando la funzione Compare di Word (Strumenti-Revisioni-Confronta versioni). Così vedrai esattamente cosa ha fatto il revisore sui file. Se non ha fatto nemmeno un controllo ortografico, personalmente non avrei grandi speranze per il livello di revisione in generale. Facendo questo confronto ti potrai fare un\'idea migliore di quanto valgono i suoi impegni. E magari servirà anche per confrontare lui/lei con i fatti... In futuro magari ti converrebbe eseguire un controllo ortografico sui file che sono stati finalizzati da un\'altra persona, prima di consegnarli al cliente. Il tempo per fare questo lo si trova anche nei momenti più duri, e almeno fino ad un certo livello ti metterebbe l\'\'anima in pace (ma è facile dirlo ora, lo so).



Katja



P.S. I miei eventuali errori non sono di battitura, ma di pura ignoranza, non essendo italiana ... Non vi preoccupate: non traduco verso l\'italiano!
[addsig]


Direct link Reply with quote
 

Giovanni Guarnieri MITI, MIL  Identity Verified
United Kingdom
Local time: 04:36
Member (2004)
English to Italian
Katja, complimenti per l'italiano... Feb 22, 2002

siamo sicuri che non sia Massimo a scrivere sotto false spoglie? Scherzo...



GG


Direct link Reply with quote
 
FrancescoP  Identity Verified
United States
Local time: 20:36
English to Italian
+ ...
Mi associo ai complimenti di Giovanni! Feb 22, 2002

Cavolo, meno male che non traduci verso l\'italiano!... saresti una pericolosissima concorrente!



FP



P.S.: salutami quell\'asociale di Massimo!


Direct link Reply with quote
 

Marina Capalbo  Identity Verified
Local time: 05:36
English to Italian
+ ...
un solo commento Feb 23, 2002

mi associo all\'idea dell\'effettuare un raffronto tramite la funzione \"compare\" di word....ma leggere quanto ti è successo mi ha fatto ricordare un episodio accadutomi all\'inizio della mia seppure breve \"carriera\". Ho effettuato una revisione di un testo che era stato tradotto in modo a dir poco orripilante (per lo meno non c\'erano errori di battitura...

Dopo circa 20 ore di lavoro (era lunghissima) ho terminato il tutto, effettuando diecimila controlli perchè sono pignola all\'inverosimile. Invio la mia prima revisione orgogliosa del lavoro effettuato e come feedback ricevo effettivamente dei complimenti per il lavoro effettuato ma mi becco anche una romanzina di VENTI RIGHE circa perchè ho OSATO scrivere una lettera maiuscola invece che minuscola (Direttore Generale invece di Direttore generale) e perché mi era sfuggito un doppio spazio!!!!. Da allora il controllo ortografico lo effettuo QUATTRO VOLTE.....

Personalmente quando passo del lavoro a colleghi tengo sempre un margine di cinque-sei ore per avere il tempo di effettuare una revisione accurata del lavoro svolto. Non si sa mai avessi la sfortuna di Laura!


Direct link Reply with quote
 

Gilda Manara  Identity Verified
Italy
Local time: 05:36
German to Italian
+ ...
risposta a Laura Feb 23, 2002

Quote:


On 2002-02-22 08:40, Laura G. wrote:

La mia domanda è: quanto dedurre dalla cifra in questione?





Ciao Laura,

a titolo indicativo posso dirti che per un\'agenzia inglese con cui collaboro gli errori di battitura sono ammessi fino al 5% del testo totale; se superano il 5%, il testo viene rimandato, il traduttore deve effettuare gratuitamente tutte le correzioni e viene comunque applicata una deduzione corrispondente calcolata in proporzione alle tariffe vigenti per le revisioni. Questo a meno che non sia stato concordato in partenza che la revisione sarà a cura e carico dell\'agenzia - nel qual caso il compenso per la traduzione è leggermente inferiore. Io penso che se offri al cliente di effettuare gratuitamente tutte le correzioni e/o far dedurre il costo dalla traduzione, non dovresti perderlo... I buoni clienti sono preziosi, ma i bravi traduttori anche, e un incidente di percorso può capitare a chiunque!

Gilda

[ This Message was edited by: on 2002-02-23 05:58 ]

Direct link Reply with quote
 

Roberta Anderson  Identity Verified
Italy
Local time: 05:36
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Tutti validissimi consigli! Feb 25, 2002

Cara Laura,

Una cosa importante è in effetti quantificare gli errori rilevati dal cliente e valutarne l\'incidenza sull\'intero lavoro. E un\'altra cosa è verificare se gli errori rilevati dal cliente sono in effetti tali... Alcuni anni fa\' mi era capitato di ricevere un feedback molto negativo riguardo una breve traduzione: il cliente (non italiano, ma con conoscenza del francese...) aveva effettuato il controllo ortografico / grammaticale con Word, che aveva rilevato un certo numeri di \"errori\"; un\'analisi di tali errori indicava invece che erano tutti dei \"falsi allarmi\", che la traduzione era corretta e che era sufficiente premere il pulsante \"Ignora\"; ma questo una persona con scarse conoscenze dell\'italiano non lo poteva sapere...

Concordo quindi con quanto suggerito dai colleghi: rivedi il testo consegnato, confrontalo con la 1a traduzione, trai le giuste conclusioni e agisci di conseguenza...

Un caro saluto,

Roberta

[ This Message was edited by: on 2002-02-25 08:35 ]


Direct link Reply with quote
 

Massimo Lencioni  Identity Verified
Local time: 05:36
English to Italian
+ ...
la mia Feb 25, 2002

Forse è tardi e probabilmente Laura hai già preso la tua decisione.

Dalle posizioni che esprimi sono certo che, passato lo smacco, avrai preso quella più equilibrata.

Vorrei comunque esprimerti la mia comprensione per un fatto che, al di là delle valutazioni e dei margini di sindacabilità tra te/revisore/ cliente, rimane comunque \"di sostanza\" e va affrontato per quello che è.

Affidare ad altri il proprio lavoro è sempre rischioso: questo rischio viene a scemare man mano che cresce la stima (ragionevole) per il collega a cui affidi il lavoro in tua vece, diciamo che tende allo zero, ma non si estingue mai. Per cui mi sembra sacrosanto mantenere un margine di tempo per riesaminare i file restituitici, qualunque sia il grado di fiducia che nutriamo per l\'amico collega.

Ho anche letto alcune proposte sul numero accettabile di errori, qui mi sento di concordare con quanto afferma Giovanni e mi manterrei come lui nell\'approssimazione. Se il cinque per cento mi sembra senz\'altro eccessivo (gli spotcheck sui lavori sono spesso fatti su un campione di 2000 parole e 100 errori direi che sarebbero da fucilazione), uno o due errori ogni mille parole forse sono passabili (non con tutti quelli con cui lavoro comunque) e comunque dipendono dalle impostazioni di qualità dell\'agenzia o dell\'esaminante.

A torto o a ragione, l\'errore ortografico è per il lavoro del traduttore il bubbone che scatena la disapprovazione più sonora, a volte persino irrazionale.

Sta di fatto che così è, sul prodotto finito la presenza di errori ortografici o di battitura getta l\'ombra antiestetica della sciatteria e rovina un risultato faticatissimo. Anche perché questa genia maledetta di errori non porta in sé il genoma riconoscibile della gravità: un l\'errore più stupido di battitura vale quanto l\'errore dovuto a ignoranza grammaticale.

Come diceva Francesco, forse perché il processo di controllo è stato automatizzato, oggi vengono ancor meno tollerati.



La medicina in questi casi ognuno se la fabbrica come può. Se ti posso dare un consiglio, Laura, valuta la gravità del fatto in sé, quindi quella della specifica situazione, e contemperale.

Se il cliente ha una reazione severa e le conseguenze sono apprezzabili, aumenta la gravità della defalcazione della tariffa che comminerai al tuo collaboratore aggiungendovi una quota a mo\' di risarcimento.



Ciao

Massimo



* la cui prosa si distingue da quella di Kaja perché non ricorre al deprecato uso di emoticon. ops, mi è scappato


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Errori di battitura nelle traduzioni

Advanced search






Websites for Translators
Build your new website, create a set of compelling graphics or find a new branding path with us.

We help both freelance translators and established translation agencies by applying online marketing strategies in the competitive world of languages. Click below to find out more!

More info »
CafeTran Espresso
You've never met a CAT tool this clever!

Translate faster & easier, using a sophisticated CAT tool built by a translator / developer. Accept jobs from clients who use SDL Trados, MemoQ, Wordfast & major CAT tools. Download and start using CafeTran Espresso -- for free

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs