Mobile menu

Pages in topic:   [1 2 3 4 5] >
Urge a mio avviso una modifica del sistema di rating di ProZ
Thread poster: Maurizio Valente

Maurizio Valente  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
Nov 12, 2003

Ripropongo la vexata quaestio del reliability index. Si era detto che sarebbe stato introdotto, in modo che il punteggio venisse calcolato anche tenendo conto del rapporto tra risposte date e risposte accettate dall'asker come "più utili". Ma poi, non so perché, non se n'è fatto più nulla.
E' ovvio che se io (ad esempio) voglio fare tanti punti risponderò a tante domande anche su argomenti di cui non capisco nulla, perché è come comprare tanti biglietti di una lotteria: più biglietti hai maggiori sono le probabilità di vincita.
Credo che il numero di risposte sbagliate sia notevole e che ciò vada a detrimento del prestigio e della credibilità di ProZ.

Non si può fare qualcosa? Intendo dire: per penalizzare chi propone risposte errate? Non bisognerebbe però tenere conto solo del fatto dell'accettazione della risposta dall'asker perché ad es. proprio ieri, se non sbaglio, tre persone hanno dato quasi contemporaneamente la stessa risposta (esatta) e sarebbe ingiusto che due di essi venissero penalizzati. Dovrebbe essere possibile ripartire i punti (dell'asker) e togliere punti ProZ in base ai disagree (anche se spesso molti x buonismo mettono un neutral). Beh, si può discutere sul meccanismo; probabilmente i moderatori e i colleghi avranno delle idee migliori. Buona serata.

[Edited at 2003-11-12 21:24]

[Edited at 2003-11-12 21:24]

[Edited at 2003-11-12 21:32]


Direct link Reply with quote
 

Sarah Ponting  Identity Verified
Italy
Local time: 16:42
Italian to English
+ ...
hai ragione, ma... Nov 12, 2003

Maurizio Valente wrote:

Ripropongo la vexata quaestio del reliability index. Si era detto che sarebbe stato introdotto, in modo che il punteggio venisse calcolato anche tenendo conto del rapporto tra risposte date e risposte accettate dall'asker come "più utili". Ma poi, non so perché, non se n'è fatto più nulla.
E' ovvio che se io (ad esempio) voglio fare tanti punti risponderò a tante domande anche su argomenti di cui non capisco nulla, perché è come comprare tanti biglietti di una lotteria: più biglietti hai maggiori sono le probabilità di vincita.
Credo che il numero di risposte sbagliate sia notevole e che ciò vada a detrimento del prestigio e della credibilità di ProZ.



Hai perfettamente ragione, ma secondo me esiste anche il problema delle risposte sbagliate che vengono pure scelte. Così una risposta che non è esatta non solo prende i punti, ma peggio ancora viene spesso anche inserita nel glossario giusto per confondere e ingannare che lo consulta. Poi capita anche che a una domanda vengono date diverse risposte uguali. Non sempre viene scelta la prima. Come calcoli quelle non scelte - sono errate?

Anche se mi piace l'idea del "reliability index", penso che ci sono diversi fattori di questo tipo che potrebbero renderlo meno affidabile.

E poi, sono sicura che quelli di noi che frequentiamo il sito in modo abbastanza abituale ci siamo già fatti un'idea di chi è affidabile e chi no... Forse il problema è più per il visitatore occasionale.

Ciao

Sarah


Direct link Reply with quote
 

Maurizio Valente  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Non nego che il meccanismo debba essere "a puntino" Nov 12, 2003

Rispondo a Sarah

Quote
Hai perfettamente ragione, ma secondo me esiste anche il problema delle risposte sbagliate che vengono pure scelte.
Così una risposta che non è esatta non solo prende i punti, ma peggio ancora viene spesso anche inserita nel glossario giusto per confondere e ingannare che lo consulta.
Unquote

Qui dovrebbe intervenire il moderatore ... sua sponte o su segnalazione dei colleghi

Quote
Poi capita anche che a una domanda vengono date diverse risposte uguali. Non sempre viene scelta la prima. Come calcoli quelle non scelte - sono errate?
Unquote

E' per questo che propongo che l'asker possa ripartire i punti. Per es., nel caso che ho citato delle 3 risposte tutte esatte, avrebbe dato 1 punto a testa.

Quote
E poi, sono sicura che quelli di noi che frequentiamo il sito in modo abbastanza abituale ci siamo già fatti un'idea di chi è affidabile e chi no... Forse il problema è più per il visitatore occasionale.
Unquote

Speriamo! Esiste purtroppo, temo, anche il fenomeno della "sudditanza psicologica" (come per gli arbitri di calcio che devono dirigere la partita in cui gioca una "grande squadra"). Inoltre molti sembrano riluttanti, per buonismo o gentilezza d'animo, a usare il disagree (che non significa "sei una m.." e simili, ma semplicemente: "non sono d'accordo con la soluzione da te proposta")

Ciao anche a te


Direct link Reply with quote
 
giogi
Local time: 15:42
Non solo hai ragione Nov 13, 2003

ma hai messo il dito in una piaga assai dolente.
A mio parere il problema più grave è quello dell'inserimento di risposte sbagliate nei glossari, perchè va a detrimento della serietà del sito.
In secondo luogo, le risposte date contemporaneamente. verissimo. Spesso è questione di secondi. Se fosse possibile accettare più di una risposta, nel caso siano le stesse e comunque quelle ritenute più utili,ovvieremmo al problema.
Terzo il fatto di rispondere a raffica a tutti i generi di domanda....quantità batte qualità. Ma questo non è un problema di gestione del sito, quanto piuttosto di etica professionale di chi fa parte della comunità...e allora ci riguarda ben poco, nel senso che ci trova e ci lascia altrettanto impotenti.
Credo che comunque sia veramente il caso di riflettere su questi problemi....possiamo continuare a parlarne qui, magari e può anche essere che da un brainstorming collettivo esca qualche suggerimento applicabile e efficace.

Aggiungo una noterella. Hai ragione mille volte per quanto riguarda gli "agree" di cortesia.Io per prima mi sento spesso in imbarazzo a cliccare su "disagree" e quindi mi limito a qualche "neutral" ringhioso., ma riconosco che questo comportamento è altamente negativo per l'economia generale del sito. Mi impegno da ora, ufficialmente a non buttare al vento gli strumenti che abbiamo.



[Edited at 2003-11-13 08:51]

[Edited at 2003-11-13 08:56]


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 11:42
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Buon senso cercasi... Nov 13, 2003

Come ben noto a tutti gli utenti piu' assidui, l'area KudoZ soffre di vari problemi ma, come dice giustamente Giovanna, si tratta spesso di problemi di comportamento piu' che di problemi tecnici.

Il sistema consente infatti di porre domande significative, fornire rapidamente varie risposte e alternative, discutere le varie opzioni, aggiungere riferimenti e note, premiare la risposta piu' utile, votare e commentare e le risposte dei colleghi, consultare gli archivi, conservare in un glossario i termini significativi, insomma... in teoria e' un sistema veramente 'ottimo' e senza pari.

A questo punto interviene il fattore umano, e qui troviamo di tutto, ci sono quelli che pongono domande mal formulate, gli egoisti che occupano il sito con raffiche di domande inutili, ci sono quelli che rispondono a tutto per fare incetta di punti a tutti i costi, ci sono i litigiosi che si insultano nei commenti, ci sono anche quelli che imbrogliano o tentano di imbrogliare con trucchi di bassa lega, e poi i frettolosi che chiudono dopo 5 minuti senza aspettare la risposta migliore, ci sono quelli che non capiscono una buona risposta neppure se gliela si mette dentro un occhio, i disordinati che inseriscono sciocchezze nel glossario, ecc...

Ma e' un problema del sistema o un problema degli utenti?

Eppure, nonostante tutto, siamo tutti contenti che questa risorsa esista e di contribuire ad essa.
I programmatori stanno sempre tentando di trovare metodi per scoraggiare alcuni dei comportamenti scorretti che ho elencato e di incoraggiare quelli corretti, ma un software puo' fare solo parte di questo lavoro, il resto e' affidato al buon senso, all'educazione e all'onesta' di tutti i partecipanti.

ciao
Gianfranco


[Edited at 2003-11-13 09:43]


Direct link Reply with quote
 

sabina moscatelli  Identity Verified
Italy
Local time: 16:42
Member (2004)
German to Italian
+ ...
E di quelli che di default Nov 13, 2003

ti danno due punti? Sia chiaro: non ho alcun problema né nell'accumularmi dei punti né nel riceverne solo due. Ma chi ne assegna due, dovrebbe avere la sensibilità di indicare in glossario qual è la risposta giusta, quella che ha scelto alla consegna del suo lavoro, perché solo così i KudoZ recuperano la funzione che io trovo fondamentale: ampliare il proprio lessico. E chi dà 3 punti perché manca il riferimento? Come molti di voi, io faccio questo mestiere da quando internet non c'era e il riferimento te lo cercavi scartabellando, pensando, creando, riflettendo. Non vedo perché devo dedicare io del tempo a ricerche su internet che il collega può tranquillamente farsi da solo, una volta avuto lo spunto terminologico.

Sabina


Direct link Reply with quote
 

Francesca Siotto  Identity Verified
Local time: 16:42
English to Italian
+ ...
a me è capitato Nov 13, 2003

di assegnare 2 o 3 punti, e non ci vedo nulla di male. Del resto le 4 opzioni di punteggio esistono apposta. L'importante è farlo seguendo non il criterio dei riferimenti, ma valutando quanto la risposta ti ha soddisfatto o aiutato. Ad esempio, molte volte ho ricevuto delle risposte veramente "illuminanti" riportate senza riferimento e/o link, alle quali ho assegnato 4 punti proprio perchè mi avevano soddisfatta in pieno. Altre volte, ho accettato risposte delle quali non ero pienamente convinta e per le quali non mi sentivo di assegnare il massimo dei punti..può succedere. Non ho mai assegnato, da quel che ricordi, un solo punto.
Credo che per evitare di confondere i criteri di valutazione al momento del grading, bisognerebbe modificare le voci affianco le 4 opzioni di punteggio, rimuovendo le motivazioni come "nessun riferimento o riferimenti non necessari" e impostando la cosa come una semplice scala di soddisfazione da 1 a 4 (cosa già realizzata con la nuova versione di proZ ma non con la vecchia).
Che dite?







sabina moscatelli wrote:

ti danno due punti? Sia chiaro: non ho alcun problema né nell'accumularmi dei punti né nel riceverne solo due. Ma chi ne assegna due, dovrebbe avere la sensibilità di indicare in glossario qual è la risposta giusta, quella che ha scelto alla consegna del suo lavoro, perché solo così i KudoZ recuperano la funzione che io trovo fondamentale: ampliare il proprio lessico. E chi dà 3 punti perché manca il riferimento? Come molti di voi, io faccio questo mestiere da quando internet non c'era e il riferimento te lo cercavi scartabellando, pensando, creando, riflettendo. Non vedo perché devo dedicare io del tempo a ricerche su internet che il collega può tranquillamente farsi da solo, una volta avuto lo spunto terminologico.

Sabina


Direct link Reply with quote
 

sabina moscatelli  Identity Verified
Italy
Local time: 16:42
Member (2004)
German to Italian
+ ...
Sono d'accordo, Francesca. Nov 13, 2003

Ma nel momento in cui assegni 2, vuol dire che hai trovato un'altra soluzione. E qual è? I KudoZ perdono ogni utilità, se non fornisci la soluzione.

Direct link Reply with quote
 
giogi
Local time: 15:42
Nov 13, 2003

sabina moscatelli wrote:

Ma nel momento in cui assegni 2, vuol dire che hai trovato un'altra soluzione. E qual è? I KudoZ perdono ogni utilità, se non fornisci la soluzione.


Vero, vero, vero. Forse è proprio il "grading" che ha poco senso. Magari basterebbe un voto unico e in alternativa un "deny" e basta.


Direct link Reply with quote
 

Roberta Anderson  Identity Verified
Italy
Local time: 16:42
Member (2001)
English to Italian
+ ...
abbiamo davvero bisogno dei punti? Nov 13, 2003

abbiamo davvero bisogno dei punti, per darci una mano tra colleghi?
I punti accumulati fanno davvero una differenza, dal punto di vista lavori e clienti?
Io non ne sono così convinta, ma mi piacerebbe sentire anche il vostro parere.
Molti di noi di incrociamo anche su Langit regolarmente. Lì non ci sono punti in gioco, eppure se non sbaglio ci sono sempre colleghi disposti a dare una mano su argomenti in cui sono davvero ferrati, mentre si astengono se non si sentono ferrati...

Roberta

[Edited at 2003-11-13 13:58]


Direct link Reply with quote
 

Francesca Siotto  Identity Verified
Local time: 16:42
English to Italian
+ ...
non è sempre così Nov 13, 2003

sabina moscatelli wrote:

Ma nel momento in cui assegni 2, vuol dire che hai trovato un'altra soluzione. E qual è? I KudoZ perdono ogni utilità, se non fornisci la soluzione.


non necessariamente. Se io trovo un'altra soluzione, non assegno 2 punti, declino la risposta e basta. Viceversa se ne assegno 2 è perchè magari tra le risposte arrivate quella è la più convincente ma non troppo, magari ho il dubbio che non sia esatta al 100% ma non sono in grado di trovare quella giusta, altrimenti non avrei postato la domanda stessa.
Poi si può inserirla o meno, a volte io lo faccio perchè chissà che qualcuno non si imbatta nella mia stessa difficoltà, ma mi aspetto che venga comunque presa con le pinze, vedendo il punteggio 2 e il commento che lo ha giustificato.


Direct link Reply with quote
 

Giuliana Buscaglione  Identity Verified
Austria
Local time: 16:42
Member (2001)
German to Italian
+ ...
Interventi cosmetici Nov 13, 2003

Ciao a tutti,

sono d'accordo che qua e là KudoZ abbia bisogno di un po' di cosmesi, però io non cambierei radicalmente, dando anche un formato diverso, una cosa che comunque funziona e ha successo.

Ciò che proporrei è un radicale cambiamento di comportamento in chi sfrutta mezzucci.

Personalmente, sono contraria nel modo più assoluto all'introduzione del reliability ratio, per il semplice fatto che non dice nulla riguardo l'affidabilità di chi risponde, visto che chi determina questo rapporto può facilmente inquinarlo per interessi diversi da quelli della risposta più appropriata per il contesto o semplicemente perché chi arriva secondo, anche se a pari merito e a pari risposta, risulta come chiunque altro che abbia fornito una risposta non appropriata, appunto perché abbiamo a che fare con la matematica e non con la linguistica.

La rinuncia alle "tattiche" risolverebbe il problema fondamentale a mio avviso, ossia quello della competitività sleale (non concorrenza, proprio competitività).

Giuliana

[Edited at 2003-11-13 14:25]


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 11:42
Member (2001)
English to Italian
+ ...
pero', il sistema funziona... eccome! Nov 13, 2003

Roberta Anderson wrote:
abbiamo davvero bisogno dei punti, per darci una mano tra colleghi?
I punti accumulati fanno davvero una differenza, dal punto di vista lavori e clienti?
Io non ne sono così convinta, ma mi piacerebbe sentire anche il vostro parere.
Molti di noi di incrociamo anche su Langit regolarmente. Lì non ci sono punti in gioco, eppure se non sbaglio ci sono sempre colleghi disposti a dare una mano su argomenti in cui sono davvero ferrati, mentre si astengono se non si sentono ferrati...


Roberta,
ottima domanda, e francamente e' giustissimo ragionare a tutto campo e riuscire a mettere sempre tutto in discussione, senza remore o tabu'.

Per quanto mi riguarda sono convinto che il sistema dei punti KudoZ abbia il suo valore, anche mentre si dibatte spesso tra membri e tra moderatori sul sistema attuale e su come migliorarlo, e anche se sono uno dei piu' frequenti nel criticare alcune deformazioni.

I punti KudoZ non servono "per i clienti", ma indubbiamente sono un incentivo per fornire un po' di aiuto e ottenere come minimo una registrazione tangibile della propria partecipazione.
Sappiamo tutti che un elevato punteggio KudoZ non misura in modo accurato ne' competenza, ne' accuratezza, ne' in verita' molto altro, ma spesso nemmeno il possesso di una laurea o avere 10 anni di esperienza sono indicatori scientificamente validi, eppure vengono citati.

Sono tutti solo indicatori, indizi, di varie cose tra cui la competenza, la passione per il lavoro e anche un po' di generosita' (perche' no?) sono in qualche modo incluse e rese visibili.

In generale, considero il sistema KudoZ geniale nella semplicita' dell'idea di base, e questo e' dimostrato dal fatto che "funziona".
Il traffico attuale ha raggiunto circa 800 domande al giorno (in totale), che nel 90-95% dei casi trovano una risposta utile.

Certamente dobbiamo lavoriamo tutti insieme a limitare i comportamenti scorretti e, nello stesso tempo, limare alcuni aspetti tecnici, ma penso che il sistema meriti di restare basato su un punteggio, in qualche forma, anche diversa da quella attuale.

E questo lo dice uno che, qui sopra, ha appena elencato una lunga serie di comportamenti scorretti dettati spesso dall'esistenza di questi famigerati punti.

In breve, non buttiamo via con l'acqua sporca anche il bambino... perche' l'alternativa sarebbe quella di creare un sistema idealisticamente migliore, ma in pratica non altrettanto attivo e che, alla fine, languirebbe per mancanza di interesse. Ed e' un pericolo reale.

Gianfranco



[Edited at 2003-11-13 14:41]


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2 3 4 5] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Urge a mio avviso una modifica del sistema di rating di ProZ

Advanced search






Déjà Vu X3
Try it, Love it

Find out why Déjà Vu is today the most flexible, customizable and user-friendly tool on the market. See the brand new features in action: *Completely redesigned user interface *Live Preview *Inline spell checking *Inline

More info »
TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs