Mobile menu

Pages in topic:   [1 2 3] >
Nuova arrivata, aspirante traduttrice
Thread poster: Laura Tosi

Laura Tosi
Local time: 01:19
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Nov 19, 2003

Ciao a tutti, mi chiamo Laura e mi sono iscritta a proz.com qualche giorno fa.
Non sono una traduttrice professionista. Sto per laurearmi in lingue e letterature straniere e diventare traduttrice è un sogno che coltivo da parecchio tempo. Esperienze ne ho avute poche, ho solo tradotto qualcosa per dei privati, devo dire con mia grande soddisfazione.Mi sono iscritta qui per cercare di imparare qualcosa da chi sa fare bene quello che vorrei fare io "da grande". Anche semplicemente leggere le KudoZ questions e relative risposte mi serve già tanto.. per esempio mi sono resa conto della difficoltà di traduzioni tecniche per le quali non sarei assolutamente preparata (prima dell'università ho frequentato il liceo classico.Di argomenti tecnici non so davvero niente neanche in italiano!Sigh! Come posso colmare le mie lacune?)Naturalmente non sono qui per propormi per dei lavori che non sarei in grado di fare, spero solo di trarre più insegnamenti possibili. E se anche non dovessi mai diventare traduttrice avrò avuto almeno la possibilità di appofondire la conoscenza della lingue che amo così tanto. Mi auguro davvero che la mia presenza qui da "aspirante traduttrice" non dia fastidio a nessuno.Un saluto a tutti, ciao, Laura


Direct link Reply with quote
 

italia  Identity Verified
Germany
Local time: 01:19
Italian to German
+ ...
Benvenuta! Nov 19, 2003

lollo wrote:

Ciao a tutti, mi chiamo Laura e mi sono iscritta a proz.com qualche giorno fa.
Non sono una traduttrice professionista. Sto per laurearmi in lingue e letterature straniere e diventare traduttrice è un sogno che coltivo da parecchio tempo. Esperienze ne ho avute poche, ho solo tradotto qualcosa per dei privati, devo dire con mia grande soddisfazione.Mi sono iscritta qui per cercare di imparare qualcosa da chi sa fare bene quello che vorrei fare io "da grande". Anche semplicemente leggere le KudoZ questions e relative risposte mi serve già tanto.. per esempio mi sono resa conto della difficoltà di traduzioni tecniche per le quali non sarei assolutamente preparata (prima dell'università ho frequentato il liceo classico.Di argomenti tecnici non so davvero niente neanche in italiano!Sigh! Come posso colmare le mie lacune?)Naturalmente non sono qui per propormi per dei lavori che non sarei in grado di fare, spero solo di trarre più insegnamenti possibili. E se anche non dovessi mai diventare traduttrice avrò avuto almeno la possibilità di appofondire la conoscenza della lingue che amo così tanto. Mi auguro davvero che la mia presenza qui da "aspirante traduttrice" non dia fastidio a nessuno.Un saluto a tutti, ciao, Laura

Ciao Laura, benvenuta tra di noi! Spero che ti diverta quanto me in questa comunità così variegata))


Direct link Reply with quote
 

Sarah Ponting  Identity Verified
Italy
Local time: 01:19
Italian to English
+ ...
benvenuta Nov 19, 2003

lollo wrote:
Mi auguro davvero che la mia presenza qui da "aspirante traduttrice" non dia fastidio a nessuno.


Anzi, fa piacere.

per esempio mi sono resa conto della difficoltà di traduzioni tecniche per le quali non sarei assolutamente preparata (prima dell'università ho frequentato il liceo classico.Di argomenti tecnici non so davvero niente neanche in italiano!Sigh! Come posso colmare le mie lacune?


Io non sono laureata in lingue e non ho seguito corsi specifici di traduzione. Anche se preferisco lavorare con testi di natura artistico/storico ho avuto tanta esperienza con documenti tecnici. Ho imparato il necessario linguaggio lavorando. Certo, all'inizio è duro e il rischio di sbagliare è più alto (ma quello c'è sempre, anche dopo anni e anni... siamo umani). Però, armati di dizionari e glossari e con l'aiuto di Internet e colleghi, pian piano si riesce a fare strada. In caso di dubbi, non si deve mai vergognare di ammettere la propria incertezza e chiedere al cliente.

Esistono dei corsi di specializzazione, ma non so quanto sono validi. E poi la traduzione tecnica copre un'area vastissima - come si fa a fare un corso che copre tutto? Sarebbe impossibile. L'esperienza, la pazienza, la buona volontà e l'umiltà ti aiuteranno tantissimo. In bocca al lupo.

Un caro saluto

Sarah

[Edited at 2003-11-19 11:58]


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 21:19
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Benvenuta Nov 19, 2003

lollo wrote:
...per esempio mi sono resa conto della difficoltà di traduzioni tecniche per le quali non sarei assolutamente preparata (prima dell'università ho frequentato il liceo classico.Di argomenti tecnici non so davvero niente neanche in italiano!Sigh! Come posso colmare le mie lacune?)


Ciao Laura,
non so se hai notato una simile discussione appena avviata in http://www.proz.com/topic/15962 (in francese), non l'ho ancora letto tutto per mancanza di tempo, ma sicuramente qualche collega italiano potra' descrivere qui la propria esperienza e fornire qualche consiglio utile.

Io personalmente ho seguito un percorso contrario al tuo, sono diventato traduttore dopo avere seguito studi tecnici e avere lavorato in un settore specifico (informatica), per cui non ho avuto il problema di come specializzarmi bensi' quello di diventare un traduttore nei settori/argomenti in cui avevo gia' esperienza di prima mano.

Onestamente, penso che le due strade siano equivalenti, da tecnico a linguista/traduttore oppure da linguista a traduttore specializzato, ognuna con i suoi vantaggi e svantaggi, ed entrambe richiedono tempo per maturare.

ciao
Gianfranco


[Edited at 2003-11-19 12:59]


Direct link Reply with quote
 

Laura Tosi
Local time: 01:19
Member (2005)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie! Nov 19, 2003

Grazie a tutti, davvero!

Direct link Reply with quote
 
Lorenzo Lilli  Identity Verified
Local time: 01:19
German to Italian
+ ...
benvenuta Nov 19, 2003

lollo wrote:

per esempio mi sono resa conto della difficoltà di traduzioni tecniche per le quali non sarei assolutamente preparata (prima dell'università ho frequentato il liceo classico.Di argomenti tecnici non so davvero niente neanche in italiano!Sigh! Come posso colmare le mie lacune?)Naturalmente non sono qui per propormi per dei lavori che non sarei in grado di fare, spero solo di trarre più insegnamenti possibili.


Benvenuta nel club di quelli che di argomenti tecnici non sanno niente neanche in italiano
Non preoccuparti, nessuno nasce imparato! E cerca se mai di vedere il lato positivo: la formazione umanistica deve averti dato una dimestichezza con la buona scrittura che a volte manca a chi ha solo una formazione tecnica. Certo, non potrai affrontare da subito un certo tipo di traduzioni, ma gradualmente le cose si possono imparare. Sapere fare ricerca in rete, soprattutto nella traduzione tecnica, è fondamentale (continuo a chiedermi come si facesse una volta senza internet... mah!), e certo anche l'aiuto dei colleghi più esperti è importante (il che non vuol dire farsi fare tutta la traduzione dagli altri, almeno per me). In ogni caso con questo mestiere non si può mai sapere dove si va a finire: dopo il liceo ero sicuro che non avrei mai più avuto a che fare con chimica, fisica ecc. (e avevo tirato un bel sospiro di sollievo) e invece sono finito a occuparmi anche di meccanica quantistica, analisi chimiche e simili - non chiedermi perché (forse che ai traduttori sia richiesta anche una buona dose di masochismo? ). Quindi buona fortuna! ciao


Direct link Reply with quote
 

Anthony Green  Identity Verified
Italy
Local time: 01:19
Italian to English
Sei davvero fortunata Nov 19, 2003

Se io avessi avuto all'inizio una risorsa come ProZ, avrei potuto fare dei passi in avanti molto più velocemente. Approfittane (nel senso migliore della parola).
E se sei ancora più fortunata, potrai far capire ai tuoi clienti che nessuno nasce imparato. Le più grosse soddisfazioni in questo lavoro li ho avuti quando ho potuto lavorare insieme al cliente, facendomi spiegare e anche dimostrare quello che sta scritto nei testi. Spesso quello che si sta cercando di scrivere nei manuali tecnici sembra difficilissimo, ma poi con l'attrezzo fra le mani si rivela essere di una semplicità unica.

A picture paints a thousand words!


Direct link Reply with quote
 
giogi
Local time: 00:19
Ciao cara e benvenuta! Nov 19, 2003

lollo wrote:

Ciao a tutti, mi chiamo Laura e mi sono iscritta a proz.com qualche giorno fa.
Non sono una traduttrice professionista. Sto per laurearmi in lingue e letterature straniere e diventare traduttrice è un sogno che coltivo da parecchio tempo. Esperienze ne ho avute poche, ho solo tradotto qualcosa per dei privati, devo dire con mia grande soddisfazione.Mi sono iscritta qui per cercare di imparare qualcosa da chi sa fare bene quello che vorrei fare io "da grande". Anche semplicemente leggere le KudoZ questions e relative risposte mi serve già tanto.. per esempio mi sono resa conto della difficoltà di traduzioni tecniche per le quali non sarei assolutamente preparata (prima dell'università ho frequentato il liceo classico.Di argomenti tecnici non so davvero niente neanche in italiano!Sigh! Come posso colmare le mie lacune?)Naturalmente non sono qui per propormi per dei lavori che non sarei in grado di fare, spero solo di trarre più insegnamenti possibili. E se anche non dovessi mai diventare traduttrice avrò avuto almeno la possibilità di appofondire la conoscenza della lingue che amo così tanto. Mi auguro davvero che la mia presenza qui da "aspirante traduttrice" non dia fastidio a nessuno.Un saluto a tutti, ciao, Laura

Che belle cose hai scritto...dimostrano davvero una grande sensibilità! Io....beh, dopo un diploma di lLiceo classico in Italia, una laurea in filosofia in Italia, un Phd sempre in filosofia in Inghilterra...ho cominciato a tradurre per L'università di Genova, poi per quella di Oxford dove lavoro tutt'ora. Le traduzioni tecniche...?!? All'inizio erano un incubo; pensa ricordo ancora la prima.L'esperienza, gli errori, le facciate...aiutano.Ho cominciato per "arrotondare" un bilancio che non mi quadrava mai, ho continuato, quando il bilancio cominciava a quadrare,perchè tradurre è una buona scuola per affinare la propria sensibilità linguistica. Ora posso scegliere...e preferisco evitare i testi troppo tecnici, anche se continuo a lavorare in questo campo per alcuni vecchi clienti. Tutto qui. Necessità, divertimento, desiderio di imparare...cosa posso dirti...
benvenuta e, se davvero lo vuoi fare, non mollare mai!
Un baciotto
Giovanna


Direct link Reply with quote
 
Sara Ruggiu  Identity Verified
Local time: 01:19
English to Italian
Master in Traduzione Nov 20, 2003

Ciao Laura,
proz.com è un sito fantastico per chiunque si voglia avvicinare alla professione di traduttore (e anche per chi lo è già!) Oltre che con le traduzioni vere e proprie, il sito ti sarà utilissimo anche per capire tutti gli aspetti relativi al mondo della traduzione, che a volte non vengono menzionati neanche nei migliori corsi di specializzazione (mi riferisco sopratutto a cose più pratiche quali aspetti fiscali,contratti con clienti ecc).
Visto che ancora devi finire l'Università, utilizza il tempo residuo per imparare più cose possibili dal sito.
Relativamente alle difficoltà delle quali hai parlato e in base al tuo percorso scolastico, per esperienza personale ti consiglierei di frequentare un master post laurea in traduzione.
Concordo pienamente con quanto ha detto Gianfranco,
"Onestamente, penso che le due strade siano equivalenti, da tecnico a linguista/traduttore oppure da linguista a traduttore specializzato, ognuna con i suoi vantaggi e svantaggi, ed entrambe richiedono tempo per maturare.",
a questa professione ci si può arrivare da due strade.
Io ho fatto più o meno il tuo percorso. Ho infatti studiato al liceo scientifico e mi sono laureata in lingue e letterature straniere. Volevo fare il traduttore, conoscevo bene inglese e tedesco ma onestamente ritenevo non fosse abbastanza. Ho deciso quindi di specializzarmi facendo un Master in traduzione a Londra. Ti assicuro che gli sforzi per frequentarlo sono stati enormi (in tutti i sensi!!) ma alla fine sono stati ripagati, mai come in quel momento ho avuto la sensazione che fino ad allora non fossi assolutamente preparata per affrontare il mondo della traduzione. Tradurre non significa solo conoscere bene una lingua. Ed è vero che i corsi di traduzione non possono comprendere esaurientemente tutti gli argomenti. Ma ti assicuro che coprono tutte le aree (istituzionali e tecniche) e offrono gli strumenti necessari per poter scegliere i settori di specializzazione a te più consoni.
Oltre alle tecniche di traduzione ti viene insegnato come affrontare gli innumerevoli problemi linguistici (stile, registro ecc) e viene curato tantissimo lo stile della lingua italiana.
E ti assicuro che nonostante tutto questo, sono fermamente convinta che ottenere una specializzazione non significhi essere arrivati. Ci vuole esperienza, costanza, umiltà e passione. Credo che nel nostro lavoro non si arrivi mai. E ti assicuro che per me questo è l'aspetto più bello della nostra professione! Se non vedi l'ora di imparare e hai passione per la ricerca, non conoscerai mai il termine noia!!!!
In bocca al lupo
Sara


Direct link Reply with quote
 

Maria Giovanna Polito  Identity Verified
Italy
Local time: 01:19
Member (2009)
French to Italian
+ ...
Anche io come Laura Nov 11, 2009

Salve a tutti,

anche io come Laura ho frequentato la facoltà di Lingue e Letterature straniere. Ho terminato la triennale in Lingue per il turismo culturale e mi sono poi specializzata (forse sbagliando per quanto riguarda la traduzione ma seguendo l'altrettanto amata letteratura) in Letterature moderne comparate, anche perchè gli altri curricula non trattavano di traduzione, ma al massimo di aspetti linguistici delle lingue studiate. Comunque, al termine degli studi, nel marzo scorso, grazie anche ad amici di famiglia, ho effettuato qualche traduzione di articoli scientifici, ovviamente senza tante pretese, ma facendole mi sono resa conto di quanto mi piace tradurre, perchè, oltre al fatto di trasmettere un messaggio nella propria lingua e quindi di renderlo accessibile a chi non conosce le lingue di partenza, si imparano anche moltissime cose in moltissimi campi.
Mi sono quindi iscritta a Proz cercando dei primi lavori per iniziare, ma mi rendo conto di non avere l'esperienza che cercano le agenzie di traduzione e i clienti. Il master, come suggeriva Sara, mi è passato per la mente, ma non mi va, sinceramente, dopo 5 anni sulle spalle dei miei genitori, di chiedere loro anche i soldi (che non sono pochi) per un master. Vorrei farcela da sola! Ma, se mai inizio, mai accumulerò esperienza e, con essa, professionalità. Cosa mi consigliate a questo proposito?
Tra l'altro ho letto delle discussioni su internet da parte di traduttori professionisti che guardavano con molta indignazione i laureati in lingue che "s'improvvisavano" a detta loro traduttori, senza aver fatto studi specifici. Sinceramente mi sono risentita molto di queste parole perchè, come qualcuno di voi ha detto, sono convita che alla fine, anche nella traduzione come in molte altre cose della vita, serve soprattutto passione, costanza, esercizio e voglia di imparare. Grazie mille a tutti. Buona giornata!

[Edited at 2009-11-11 17:27 GMT]

[Edited at 2009-11-12 09:34 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Laura Tosi
Local time: 01:19
Member (2005)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
un salto nel passato Nov 12, 2009

Ciao Maria Giovanna e ciao a tutti!
Non so Maria Giovanna se te ne sei accorta ma il mio intervento iniziale risale al lontanissimo novembre 2003!! Mamma mia, non mi ricordavo neanche di averlo scritto, ma è stato un vero piacere rileggermi la discussione!
Be', chissà se a questo punto la mia esperienza potrà essere utile a te o a qualcun altro...
Sono passati sei anni e nel frattempo mi sono laureata (nel 2005) e sono diventata traduttrice!

In realtà di strada da fare e di obiettivi da raggiungere ne ho ancora molti, ma adesso lavoro da oltre due anni in una casa editrice facendo essenzialmente traduzioni, revisioni e editing. E il mio lavoro mi piace moltissimo! (Gli aspetti negativi ci sono anche qui, come no, ma diciamo che il bilancio è decisamente in positivo...)

Sono estremamente grata a Proz e alle persone che animano il sito perché è qui che ho mosso i primi passi e che ho iniziato a intravedere il significato e le problematiche di questo mestiere. Le agenzie di traduzione con cui collaboro le ho trovate tutte qui, e ho conosciuto colleghi molto validi (e simpatici, il che non guasta!).

Dopo la laurea anch'io ho seguito dei corsi di traduzione, che in effetti consiglierei. A me sono stati utilissimi, più che altro perché mi hanno aperto gli occhi su aspetti pratici della traduzione a cui non avevo mai nemmeno lontanamente pensato. Da questo punto di vista devo dire che Lingue (che pure ho amato moltissimo e che rifarei senza ombra di dubbio!), come forse in generale l'università italiana, è ancora troppo "teorica" e che in realtà il lavoro lo devi imparare sul campo.

Ma insomma, vedo che già la sto tirando troppo per le lunghe. L'unica cosa che mi sento di dire è che secondo me per fare questo lavoro ci vogliono un'enorme passione e determinazione. Non riesco a spiegare e a spiegarmi perché, ma anche quando non sapevo praticamente niente di questo lavoro mi era invece assolutamente chiaro che era quello che avrei voluto fare. E allora mi sono impegnata al massimo per intraprendere questa strada. Mi sembra che i risultati ci siano stati e cercherò di andare avanti così, perché ci sono ancora un sacco di cose che mi piacerebbe tradurre!

Buon lavoro e buona serata a tutti!

Laura


Direct link Reply with quote
 

texjax DDS PhD  Identity Verified
Local time: 20:19
Member (2006)
English to Italian
+ ...
La macchina del tempo :) Nov 12, 2009

Io nel 2003 non ero ancora iscritta, anche se forse ProZ lo conoscevo già, e mi sembra buffo inserirmi in questa discussione, che ho letto per caso stamattina.

Colgo l'occasione per dare il benvenuto alla nuova arrivata e per mandare un saluto carissimo a Laura. Mi fa davvero tanto piacere rivedere la tua ranocchia!

Un saluto affettuoso e buona serata.



[Edited at 2009-11-12 21:52 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Spain
Local time: 01:19
Member (2003)
French to Italian
+ ...
Noto con piacere che nel 2003 Nov 12, 2009

L'accoglienza ai nuovi era davvero ottima!

Complimenti a coloro che hanno accolto Laura nel lontano (ma sembra ieri, lo so che sono banale ma è così) 2003

PS Anche io mi sono iscritta nel 2003

Ciao a tutti!

Angio


Direct link Reply with quote
 

Riccardo Schiaffino  Identity Verified
United States
Local time: 18:19
Member (2003)
English to Italian
+ ...
I risentimenti Nov 13, 2009

Ciao Maria Giovanna, benvenuta!

Maria Giovanna Polito wrote:
Tra l'altro ho letto delle discussioni su internet da parte di traduttori professionisti che guardavano con molta indignazione i laureati in lingue che "s'improvvisavano" a detta loro traduttori, senza aver fatto studi specifici. Sinceramente mi sono risentita molto di queste parole perchè, come qualcuno di voi ha detto, sono convita che alla fine, anche nella traduzione come in molte altre cose della vita, serve soprattutto passione, costanza, esercizio e voglia di imparare. Grazie mille a tutti. Buona giornata!


Io in traduzione mi sono laureato (a Trieste, più di 25 anni fa), e ora l'insegno anche (alla Denver University). Dopo la laurea di Trieste mi ero iscritto al terz'anno di lingue a Genova, soprattutto con lo scopo gi aggiungere una lingua (il portoghese) a quelle che avevo studiato a Trieste (inglese e spagnolo), e continuai a frequentare lingue per un paio d'anni. Quindi una certa esperienza della preparazione diversa data da facoltà di lingue o di traduzione ce l'ho.

Indignare non m'indigno, e ti faccio gli auguri più sinceri per una felice carriera da traduttrice.

Però sì: chi inizia a tradurre senza una preparazione specifica, sia che venga da lingue, sia che arrivi alla traduzione da altre strade, secondo me "s'improvvisa" traduttore.

Servono senz'altro voglia e capacità di imparare, esercizio e costanza (e un po' di passione non guasta certo), ma le basi specifiche di studio della traduzione, se uno non le ha ottenute in una facoltà mirata, deve comunque ottenerle, studiando sodo, anche magari in proprio.

Il problema di formarsi in proprio è che non si ha il riscontro di chi ha più esperienza, e, spesso, si parte con il piede sbagliato (non mi riferisco a te, ma penso a certi miei studenti, arrivati con una preparazione esclusivamente linguistica, e con un bel bagaglio di preconcetti su come si debba tradurre).

Comunque auguri per l'autoformazione. Oltre alla traduzione ti consiglio anche di studiare una cosa che sempre manca a lettere (e anche nelle scuole per traduttori e interpreti): uno studio pratico di come gestire la traduzione come attività commerciale (quindi tasse, contributi, fatture, bugeting, e via dicendo).

Sulla traduzione ti consiglio un paio dei libri di testo che uso con i miei studenti: "In Other Words", di Mona Baker, e soprattutto "Memes of Translation", di Andrew Chesterman.


Direct link Reply with quote
 

Francesca Pesce  Identity Verified
Local time: 01:19
Member (2006)
English to Italian
+ ...
un altro proz... Nov 13, 2009

Mi scuso con Maria Giovanna se vado fuori tema, ma anche a me, come credo ad Angio, quello che è balzato agli occhi di questa discussione è il tono, l'accoglienza.

Neanche io mi ero accorta che il forum risaliva al 2003, anche se Laura T. mi sembrava proprio di conoscerla già, ma mi sembrava strabiliante il tono gentile, accogliente, simpatico, di tanti colleghi. Mi stavo giusto chiedendo cosa era preso a tutti per essere improvvisamente così costruttivi. E poi ho scoperto che i post risalivano a 5 anni fa.

Se proviamo a leggere i forum di oggi - per "oggi" intendo di questi ultimi mesi - i toni sono completamente diversi.

Un po' sicuramente perché i colleghi nuovi nel frattempo sono diventati tanti e tutti abbiamo meno pazienza di ripetere le stesse cose più volte.

Temo però che non sia solo quello.

Peccato! Sembrava un'era molto più bella e costruttiva quella del proz del 2003.


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2 3] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Nuova arrivata, aspirante traduttrice

Advanced search






SDL MultiTerm 2017
Guarantee a unified, consistent and high-quality translation with terminology software by the industry leaders.

SDL MultiTerm 2017 allows translators to create one central location to store and manage multilingual terminology, and with SDL MultiTerm Extract 2017 you can automatically create term lists from your existing documentation to save time.

More info »
LSP.expert
You’re a freelance translator? LSP.expert helps you manage your daily translation jobs. It’s easy, fast and secure.

How about you start tracking translation jobs and sending invoices in minutes? You can also manage your clients and generate reports about your business activities. So you always keep a clear view on your planning, AND you get a free 30 day trial period!

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs