Mobile menu

Posso asseverare se non sono traduttore ufficiale?
Thread poster: Cixisan
Cixisan
English
Dec 5, 2003

Ciao a tutti.
Devo asseverare dei documenti tecnici in tribunale tradotti dal tedesco all'italiano.

L'ente che richiede la traduzione dice:

" i documenti di cui ai punti 2.1 e 2.2 devono essere accompagnati dalla traduzione che può essere redatta anche da un traduttore non ufficiale, purché sia asseverata (giurata presso un tribunale italiano o presso il consolato o ambasciata italiana in germania."

Secondo voi anche se non sono traduttore ufficiale posso comunque asseverarli e presentare questi documenti?

Grazie a tutti


Direct link Reply with quote
 

Francesca moletta
Italy
Local time: 06:52
English to Italian
+ ...
chiama il tribunale Dec 5, 2003

Cixisan wrote:

Secondo voi anche se non sono traduttore ufficiale posso comunque asseverarli e presentare questi documenti?

Grazie a tutti


Ciao Cixisan,

so che dipende da città a città. Quando facevo la PM e proofreader in uno studio di Vicenza, mi è capitato di asseverare trad in polacco o cinese (fatte da altre traduttori: io non so una parola di queste lingue). Per cui a Vicenza era così: chiunque poteva andare ad asseverare, bastava che si prendesse la responsabilità.
Già a Padova era diverso: doveva andare proprio il traduttore o comunque doveva essere riconosciuto dal tribunale.
Se fossi in te, chiamerei prima il cliente e poi il tribunale (uff. asseverazioni).
Insomma: meglio informarsi bene!
Ciao


Direct link Reply with quote
 
Lorenzo Lilli  Identity Verified
Local time: 06:52
German to Italian
+ ...
vedi link Dec 5, 2003

ciao,
premesso che mi sembra una buona idea chiedere prima all'ufficio che si occupa delle asseverazioni (sperando di non perdersi nei meandri nella burocrazia), ti segnalo qualche thread passato sull'argomento http://www.proz.com/topic/11943
http://www.proz.com/topic/14430
http://www.proz.com/topic/14226
Di quale tribunale si tratta? Magari trovi qualche collega che ha già esperienza con lo stesso ufficio.

Effettivamente io a Milano e Bergamo non ho avuto chissà quali difficoltà, mi hanno chiesto solo un documento d'identità ma nessuno mi ha chiesto se faccio il traduttore, se sono iscritto a qualcosa ecc.

[Edited at 2003-12-05 10:54]


Direct link Reply with quote
 

sabina moscatelli  Identity Verified
Italy
Local time: 06:52
Member (2004)
German to Italian
+ ...
A Milano Dec 5, 2003

può andare chiunque. Nella dichiarazione allegata alla traduzione - fornita dall'ufficio - si precisa "traduttore non iscritto a questo tribunale". Chiedono solo un documento d'identità.

Sabina


Direct link Reply with quote
 

Giuseppina Gatta, MA (Hons)
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Per la mia esperienza... Dec 5, 2003

In generale puo' andare chiunque, ma per certi tipi di traduzione (mi è capitato per una successione patrimoniale) era stato espressamente richiesto un traduttore iscritto al tribunale.
Quindi meglio informarsi prima dal tribunale
ciao
Giusi


Direct link Reply with quote
 

Loredana Calo
Italy
Local time: 06:52
Italian to English
+ ...
No Dec 8, 2003

Qualunque motivazione o illusione non può reggere di fronte alla legge (4 gennaio 1968, n. 15)

*****************

quote:
Art. 17
Legalizzazione di firme di atti da e per l'estero

Le firme sugli atti e documenti formati nello Stato e da valere all'estero davanti ad autorità estere sono, ove da queste richieste, legalizzate dal ministro competente e, con successiva legalizzazione, dal ministro degli affari esteri. Le firme sugli atti e documenti formati all'estero da autorità estere e da valere nello Stato sono legalizzate dalle rappresentanze diplomatiche o consolari italiane all'estero. Le firme apposte su atti e documenti dai competenti organi delle rappresentanze diplomatiche o consolari italiane o dai funzionari da loro delegati non sono soggette a legalizzazione. Si osserva il secondo comma dell'articolo 18. Agli atti e documenti indicati nel comma precedente redatti in lingua straniera, deve essere allegata una traduzione in lingua italiana certificata conforme al testo straniero dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare, ovvero da un traduttore ufficiale. Le firme sugli atti e documenti formati nello stato e da valere nello Stato, rilasciati da una rappresentanza diplomatica, o consolare estera residente nello Stato, sono legalizzate dal Ministro degli affari esteri. Sono fatte salve le esenzioni dall'obbligo della legalizzazione e della traduzione stabilite da leggi o da accordi internazionali.

Art.18
Atti non soggetti a legalizzazione

1. Salvo quanto previsto negli articoli 16 e 17, non sono soggette a legalizzazione le firme apposte da pubblici funzionari o pubblici ufficiali sopra atti, certificati, copie ed estratti dai medesimi rilasciati.

2. Il funzionario o pubblico ufficiale deve indicare la data e il luogo del rilascio, il proprio nome e cognome, la qualifica rivestita, nonché apporre la propria firma per esteso ed il timbro dell'ufficio.

***************

In qualità di traduttrice giurata, posso dire con cognizione di causa che anche quando viene richiesta la traduzione di specifiche tecniche (per.es. una traduzione tecnica e non legale come una sentenza di divorzio o simili) che sia una traduzione "ufficiale" essa deve essere eseguita ed asseverata da un traduttore iscritto all'albo dei consulenti tecnici.

Ognuno fa come vuole, c'è molto disordine e soprattutto disorientamento.

Solo i Notai sanno queste cose. Rivolgiti ad un bravo Notaio nella tua città.

Buon lavoro, Loredana


Direct link Reply with quote
 
Cixisan
English
TOPIC STARTER
Si ma.. Dec 10, 2003

Si ma se vado da un notaio mi costa un patrimonio. Ed il mio guadagno dov'é?!
Lo facevo per risparmiare.
Confusione ce n'é tanta e si vede dalle varie risposte...
Non ci capisco piú nulla.
Lo posso fare... non lo posso fare...
Insomma se vado in tribunale e loro mi asseverano la traduzione é legale o no?
Loro dovrebbero saperlo prima di asseverarti la traduzione se stanno commettendo un atto controlegge!
Oppure rischiano e se ne fregano?

Queste leggi dove le hai trovate?
Esisterá un sito ufficile dello stato dove risultano scritte oppure dei testi ufficiali.
Quali sono?
Grazie mille.
Ciao


Direct link Reply with quote
 

Federica Masante  Identity Verified
Local time: 06:52
Member (2003)
Italian to English
+ ...
si!!! Dec 10, 2003

Secondo me si può fare,
Io l'anno scorso ho tradotto alucni documenti per uno studio legale e sono andata in tribunale a farli asseverare pur non essendo traduttrice giurata. Prima avevo chiamato per sicurezza e mi hanno confermato che era possibile...


Direct link Reply with quote
 

Jean-Marie Le Ray  Identity Verified
Italy
Local time: 06:52
Member
Italian to French
+ ...
Da quanto ne so (e sono 17 anni che vado in tribunale per fare giuramenti) Dec 10, 2003

Cixisan wrote:

Secondo voi anche se non sono traduttore ufficiale posso comunque asseverarli e presentare questi documenti?



Non esistono i traduttori ufficiali ! Se esistesse un Albo dei traduttori, forse si potrebbe dire "quelli iscritti all'Albo" sono traduttori ufficiali, ma siccome non esiste (ed è molto probabile che non esisterà mai), allora il problema si risolve da se.
Poi, per quanto riguarda il c.d. Albo del Tribunale, non è un Albo dei Traduttori bensì dei Consulenti tecnici (o periti) presso il Tribunale, e ragruppa traduttori, geometri e quant'altro.
Ogni volta che vado in Tribunale per giurare una traduzione incontro sempre i stessi volti di persone che giurano un sacco di documenti per diverse agenzie e che molto probabilmente non hanno mai tradotto una sola riga nella loro vita!
Il giuramento ha valore legale soprattutto quando sorgono problemi di interpretazione, poiché il traduttore, quando giura "la sua" traduzione, non fa altro che prendere sotto la propria responsabilità che il testo tradotto è fedele all'originale.
Quindi se sei sicuro di te e della tua traduzione, ti fai un bel timbro con il tuo nome, magari scrivi sotto "traduttore professionista" e poi nessuno ti chiederà mai niente. Ciò non vuol dire che puoi giurare qualsiasi cavolata, visto che comunque ne va della tua responsabilità civile e/o penale.
Perciò ho detto e insisto nel dire "se sei sicuro di te e della tua traduzione".
Ciao, Jean-Marie

P.S. Non penso che ogni Tribunale abbia regole diverse, anche se è più facile passare inosservato a Roma dove vanno diecine e diecine di traduttori ogni giorno, piuttosto che in una cittadinà di Provincia, dove puoi sempre incontrare un cancelliere più zelante che ti potrà dire quello che gli pare, tanto alla fine non lo sa neanche lui (parlo per esperienza personale)...


Direct link Reply with quote
 

Loredana Calo
Italy
Local time: 06:52
Italian to English
+ ...
Dura lex Dec 13, 2003

La legge è dura, si sa, ma è la legge. Vedo che molti colleghi non la conoscono. Ti ho scritto tutti i dati della legge. Di solito le pubblicano sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Poi, quanto al collega che scrive:

"Se sei sicuro di te, fatti un bel timbro e scrivici sopra: Traduttore professionista".

OK, questo lo potresti fare ma bada bene SOLO SE POSSIEDI I TITOLI. Altrimenti potresti essere accusato di esercitare abusivamente una professione. Che esista un Ordine dei Traduttori oppure no, questo è relativo. E qui dovremmo intavolare una bella discussione su un bel po' po' di articoli del Codice Civile.

Poiché le autorità straniere parlano di "traduttori Ufficiali", perché non telefoni all'Ambasciata più vicita a te e chiedi informazioni?

Per quanto riguarda il Notaio, passare da uno studio notarile e fare una domanda, a Taranto non costa nulla grazie a Dio.

Buon lavoro, Loredana


Direct link Reply with quote
 

Jean-Marie Le Ray  Identity Verified
Italy
Local time: 06:52
Member
Italian to French
+ ...
Sed lex... Dec 14, 2003

Loredana Calò wrote:

Poi, quanto al collega che scrive:

"Se sei sicuro di te, fatti un bel timbro e scrivici sopra: Traduttore professionista".

OK, questo lo potresti fare ma bada bene SOLO SE POSSIEDI I TITOLI. Altrimenti potresti essere accusato di esercitare abusivamente una professione. Che esista un Ordine dei Traduttori oppure no, questo è relativo. E qui dovremmo intavolare una bella discussione su un bel po' po' di articoli del Codice Civile.



Loredana,

Lungi da me l'idea di contravvenire alla legge. Difatti ho pesato bene le mie parole, parlando di "traduttore professionista" e non di "traduttore giurato" (visto che solo i traduttori iscritti all'Albo del Tribunale possono vantare questo titolo), e dando per scontato che la domanda posta su questo forum veniva effettivamente da un traduttore professionista, per quanto nuovo su questo sito.
Non per niente ho tenuto a precisare per ben due volte (oltre che mettendolo bene in evidenza la seconda volta) sul « Perciò ho detto e insisto nel dire "se sei sicuro di te e della tua traduzione". »
Poi il mio intervento è dettato soltanto e unicamente dalla pratica, e dalla constatazione quasi settimanale di quello che succede in Tribunale, niente di più.

Dura lex sed lex, è vero, pero c'è anche un'altro detto latino (che purtroppo non ricordo), che dice grosso modo che quando la legge è latitante, è la pratica a dettare legge.
Certo mi potrai dire che il testo esiste, ma come dicevo nel primo post, « Il giuramento ha valore legale soprattutto quando sorgono problemi di interpretazione, poiché il traduttore, quando giura "la sua" traduzione, non fa altro che prendere sotto la propria responsabilità che il testo tradotto è fedele all'originale. ».
In conclusione, oltre che dare per scontato che si trattava realmente di un traduttore professionista, davo anche per scontato che stavamo parlando di una traduzione fatta a regola d'arte.
Certo, non è sempre così nella realtà, anzi, ma queste erano le premesse al mio post.

Ciao, Jean-Marie

P.S. Per quanto riguarda i titoli, vorrei tanto sapere quali sono questi titoli, visto che non ho neanche la maturità...


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Posso asseverare se non sono traduttore ufficiale?

Advanced search






TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »
Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs