ProZ.com global directory of translation services
 The translation workplace
Ideas

 
User
Thread poster: Cinzia Pasqualino
Qual'è il costo di un'apostilla in Italia?

Cinzia Pasqualino  Identity Verified
Italy
Local time: 07:46
Member (2013)
English to Italian
+ ...
Jan 31, 2012

Buongiorno a tutti,

Volevo sapere quanto sopra. Personalmente so che non vi è una tariffa fissa, posso anche sbagliare.

Vi ringrazio
Cinzia


Direct link Reply with quote
 

Yaji  Identity Verified
Italy
Local time: 07:46
Member (2008)
Spanish to Italian
+ ...
non si paga Jan 31, 2012

A Roma sia l'apostilla della Prefettura (legalizzazione della firma del funzionario che emette il documento) sia l'apostilla della Procura che legalizza la firma del cancelliere di Tribunale o del Notario, è sempre gratuita.

Saluti. Yaji


Direct link Reply with quote
 

Cinzia Pasqualino  Identity Verified
Italy
Local time: 07:46
Member (2013)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie... Jan 31, 2012


Yaji wrote:

A Roma sia l'apostilla della Prefettura (legalizzazione della firma del funzionario che emette il documento) sia l'apostilla della Procura che legalizza la firma del cancelliere di Tribunale o del Notario, è sempre gratuita.

Saluti. Yaji


Grazie mille! Per quanto ne so' (forse sbaglio) la postilla è una specifica annotazione che deve essere fatta sull’originale del certificato rilasciato dalle autorità competenti del Paese interessato, insomma sostituisce la legalizzazione presso l’ambasciata. In poche si dovrebbe eseguire la traduzione (e qui i costi della traduzione ho controllato che variano dalle 30 alle 50 euro a pagina, più marche da bollo da € 14,62 e da € 3,54), poi la si porta in cancelleria tutto il malloppo ossia: l'originale, la traduzione e il verbale di giuramento. Una volta giurata ossia asseverata con la famosa formula davanti al cancelliere, quest'ultimo apporrà il timbro del tribunale tra le pagine e sul verbale, se la traduzione sarà utilizzata all'estero. Quindi in poche parole la famosa "postilla" è il timbro che mette il cancelliere tra le pagine tradotte. Dunque alla fine il cliente non pagherà il timbro ma la traduzione cioè l'asseverazione.

p.s. Ho letto che il costo dell’apostille è la marca da bollo di 14,62 euro. Ecco il link http://www.traduzione-testi.com/legalizzazione.php

Ma se un'agenzia straniera mi chiede solo il costo di un'apostilla, non posso dire il prezzo della marca da bollo. Cosa ci guadagnerei? Nulla! Come dovrei comportarmi?

Grazie!!


[Modificato alle 2012-01-31 11:50 GMT]


Direct link Reply with quote
 

Elisa Comito  Identity Verified
Local time: 07:46
Member (2008)
English to Italian
+ ...
tariffe Jan 31, 2012


Cinzia Pasqualino wrote:

Ma se un'agenzia straniera mi chiede solo il costo di un'apostilla, non posso dire il prezzo della marca da bollo. Cosa ci guadagnerei? Nulla! Come dovrei comportarmi?



[Modificato alle 2012-01-31 11:50 GMT]


Per quanto riguarda i prezzi dell'asseverazione e della legalizzazione (che sia con apostilla o meno) ognuno ha le sue tariffe ma personalmente il servizio di apostillazione (al pari di quello della "normale" legalizzazione) lo faccio pagare il doppio di quello della semplice asseverazione per il fatto che ci perdo almeno il doppio del tempo. Infatti mentre l'asseverazione la fanno lì per lì (quindi comporta un unico viaggio in tribunale), il documento apostillato in procura (o in prefettura) non me lo ridanno subito ma dopo circa 3 giorni lavorativi. Quindi devo fare due spedizioni.
Naturalmente i rimborsi delle marche da bollo e della spedizione postale sono a parte.

Ciao,
Elisa


Direct link Reply with quote
 

Cinzia Pasqualino  Identity Verified
Italy
Local time: 07:46
Member (2013)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie... Jan 31, 2012


Elisa Comito wrote:


Cinzia Pasqualino wrote:

Ma se un'agenzia straniera mi chiede solo il costo di un'apostilla, non posso dire il prezzo della marca da bollo. Cosa ci guadagnerei? Nulla! Come dovrei comportarmi?



[Modificato alle 2012-01-31 11:50 GMT]


Per quanto riguarda i prezzi dell'asseverazione e della legalizzazione (che sia con apostilla o meno) ognuno ha le sue tariffe ma personalmente il servizio di apostillazione (al pari di quello della "normale" legalizzazione) lo faccio pagare il doppio di quello della semplice asseverazione per il fatto che ci perdo almeno il doppio del tempo. Infatti mentre l'asseverazione la fanno lì per lì (quindi comporta un unico viaggio in tribunale), il documento apostillato in procura (o in prefettura) non me lo ridanno subito ma dopo circa 3 giorni lavorativi. Quindi devo fare due spedizioni.
Naturalmente i rimborsi delle marche da bollo e della spedizione postale sono a parte.

Ciao,
Elisa


Ciao Elisa,

vediamo se ho capito: un cliente chiede una traduzione legale di 8 pagine con asseverazione più postilla . La traduzione legale con asserverazione me la faccio pagare a € 30 a pagina + aggiungo € 14.62 di marche da bollo per ogni 4 pagine dunque vado a € 29.24, più una marca di € 3.54. Dunque il totale solo per la legalizzazione e asseverazione in tribunale dovrebbe essere: € 30x 8= € 240 totale costo pagine tradutte + 2 marche da bollo da € 14.62 per un totale di € 29.24 + 1 marca da bollo da € 3.54. Riassumendo: € 240+ 29.24+3.54=€ 272.78 (totale costo traduzione asseverata in tribunale). Poi vado in procura per la postilla che come scrivi tu passano 3 giorni per la consegna e quindi vi sono 2 viaggi da fare, allora infine dovrei farmi pagare non € 272.78, ma il suo doppio cioè € 545.56. Sbaglio? Non mi sembra un po' troppo?


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 07:46
Member (2005)
Italian to Spanish
+ ...
Mi sa che per quanto riguarda l'Apostille tu non abbia le idee tanto chiare Jan 31, 2012


Cinzia Pasqualino wrote:
Grazie mille! Per quanto ne so' (forse sbaglio) la postilla è una specifica annotazione che deve essere fatta sull’originale del certificato rilasciato dalle autorità competenti del Paese interessato, insomma sostituisce la legalizzazione presso l’ambasciata.

Non esattamente.
L'apostille de l'Aja è un timbro che legalizza a tutti gli effetti la firma di un autorità del territorio, che può averla depositata in Prefettura (se è un documento rilasciato dal Comune, per esempio) o in Tribunale (se è un atto rilasciato dal Tribunale).
Quando far apporre l'apostille e quando la legalizzazione?
Se l'atto deve essere utilizzato in uno dei Paesi aderenti alla Convenzione dell'Aja, è questo il timbro richiesto. Se si tratta di un Paese non aderente alla Convenzione, va apposto il timbro di legalizzazione ordinaria. Entrambi i timbri sono legalizzazioni, ma cambia la forma.


Una volta giurata ossia asseverata con la famosa formula davanti al cancelliere, quest'ultimo apporrà il timbro del tribunale tra le pagine e sul verbale, se la traduzione sarà utilizzata all'estero

Non è corretto. Sia che la traduzione sia utilizzata all'estero o che sia utilizzata in Italia, la traduzione va timbrata con i timbri di congiunzione e sul verbale al momento di asseverarla.


Quindi in poche parole la famosa "postilla" è il timbro che mette il cancelliere tra le pagine tradotte.

Assolutamente no! Quello che il timbro di congiunzione.
L'Apostilla viene apposta in Prefettura oppure in Procura a seconda del tipo di atto, e come ho detto è un timbro che legalizza una firma. Viene apposto una sola volta e non in ogni pagina.

Gli originali vanno solitamente apostillati in Prefettura (tranne che per gli atti rilasciati dal Tribunale, per esempio un certificato di penali; questi si fanno legalizzare in Procura).

È possibile invece legalizzare (con apostille o con legalizzazione ordinaria) la firma del cancelliere apposta sul verbale di asseverazione. Questo viene fatto in Procura o presso l'ufficio legalizzazioni del Tribunale.
Alcuni Paesi richiedono l'Apostille sull'originale, per altri Paesi va bene l'Apostille sul verbale; altri Paesi ancora la vogliono in entrambi.

[quoteDunque alla fine il cliente non pagherà il timbro ma la traduzione cioè l'asseverazione.[/quote]
Ancora non ci siamo.
Se tu presti a un tuo cliente un servizio che include "traduzione + asseverazione + legalizzazione o apostille" il tuo servizio va remunerato in ogni sua voce.
Il Tribunale e la Prefettura legalizzano gratuitamente ma il tempo che un traduttore impiega a portare in Tribunale gli atti e a ritornarci dopo alcuni giorni a ritirarli naturalmente si paga. Si paga il servizio, non l'atto. E certamente si paga anche quando viene richiesto al traduttore di legalizzare in Prefettura.


p.s. Ho letto che il costo dell’apostille è la marca da bollo di 14,62 euro.
Assolutamente no. Le marche da bollo sono timbri fiscali richiesti dall'Agenzia delle Entrate e non c'entrano affatto con la legalizzazione o con l'Apostille.


Ma se un'agenzia straniera mi chiede solo il costo di un'apostilla, non posso dire il prezzo della marca da bollo. Cosa ci guadagnerei? Nulla! Come dovrei comportarmi?

Spero che se hai letto sopra tu sia in grado ora di risponderti da sola
A questo punto, io ti consiglierei di non fornire questo servizio alla tua agenzia fino a quando non avrai chiarito un po' meglio le idee, perché sono cose delicate e se sbagli fai perdere al tuo cliente tempo e forse, se ti paga il servizio, anche denaro.


Direct link Reply with quote
 

Cinzia Pasqualino  Identity Verified
Italy
Local time: 07:46
Member (2013)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Allora... Jan 31, 2012


María José Iglesias wrote:


Cinzia Pasqualino wrote:
Grazie mille! Per quanto ne so' (forse sbaglio) la postilla è una specifica annotazione che deve essere fatta sull’originale del certificato rilasciato dalle autorità competenti del Paese interessato, insomma sostituisce la legalizzazione presso l’ambasciata.

Non esattamente.
L'apostille de l'Aja è un timbro che legalizza a tutti gli effetti la firma di un autorità del territorio, che può averla depositata in Prefettura (se è un documento rilasciato dal Comune, per esempio) o in Tribunale (se è un atto rilasciato dal Tribunale).
Quando far apporre l'apostille e quando la legalizzazione?
Se l'atto deve essere utilizzato in uno dei Paesi aderenti alla Convenzione dell'Aja, è questo il timbro richiesto. Se si tratta di un Paese non aderente alla Convenzione, va apposto il timbro di legalizzazione ordinaria. Entrambi i timbri sono legalizzazioni, ma cambia la forma.


Una volta giurata ossia asseverata con la famosa formula davanti al cancelliere, quest'ultimo apporrà il timbro del tribunale tra le pagine e sul verbale, se la traduzione sarà utilizzata all'estero

Non è corretto. Sia che la traduzione sia utilizzata all'estero o che sia utilizzata in Italia, la traduzione va timbrata con i timbri di congiunzione e sul verbale al momento di asseverarla.


Quindi in poche parole la famosa "postilla" è il timbro che mette il cancelliere tra le pagine tradotte.

Assolutamente no! Quello che il timbro di congiunzione.
L'Apostilla viene apposta in Prefettura oppure in Procura a seconda del tipo di atto, e come ho detto è un timbro che legalizza una firma. Viene apposto una sola volta e non in ogni pagina.

Gli originali vanno solitamente apostillati in Prefettura (tranne che per gli atti rilasciati dal Tribunale, per esempio un certificato di penali; questi si fanno legalizzare in Procura).

È possibile invece legalizzare (con apostille o con legalizzazione ordinaria) la firma del cancelliere apposta sul verbale di asseverazione. Questo viene fatto in Procura o presso l'ufficio legalizzazioni del Tribunale.
Alcuni Paesi richiedono l'Apostille sull'originale, per altri Paesi va bene l'Apostille sul verbale; altri Paesi ancora la vogliono in entrambi.

[quoteDunque alla fine il cliente non pagherà il timbro ma la traduzione cioè l'asseverazione.

Ancora non ci siamo.
Se tu presti a un tuo cliente un servizio che include "traduzione + asseverazione + legalizzazione o apostille" il tuo servizio va remunerato in ogni sua voce.
Il Tribunale e la Prefettura legalizzano gratuitamente ma il tempo che un traduttore impiega a portare in Tribunale gli atti e a ritornarci dopo alcuni giorni a ritirarli naturalmente si paga. Si paga il servizio, non l'atto. E certamente si paga anche quando viene richiesto al traduttore di legalizzare in Prefettura.


p.s. Ho letto che il costo dell’apostille è la marca da bollo di 14,62 euro.
Assolutamente no. Le marche da bollo sono timbri fiscali richiesti dall'Agenzia delle Entrate e non c'entrano affatto con la legalizzazione o con l'Apostille.


Ma se un'agenzia straniera mi chiede solo il costo di un'apostilla, non posso dire il prezzo della marca da bollo. Cosa ci guadagnerei? Nulla! Come dovrei comportarmi?

Spero che se hai letto sopra tu sia in grado ora di risponderti da sola
A questo punto, io ti consiglierei di non fornire questo servizio alla tua agenzia fino a quando non avrai chiarito un po' meglio le idee, perché sono cose delicate e se sbagli fai perdere al tuo cliente tempo e forse, se ti paga il servizio, anche denaro.


[/quote]

Prima di tutto grazie mille per avermi dato una spiegazione così esaustiva. Vediamo se ho capito. Al cliente dovrei farmi pagare ogni voce: traduzione, asseverazione, legalizzazione o apostille. Ad esempio traduzione dall'inglese all'italiano di 4 pagine con marche da bolle comprese.
1a voce: traduzione € 25 a pagina x 4 pagine = € 100
2a voce: asseverazione € 20 a pagina x 4 pagine € 80
3a voce: legalizzazione o asseverazione (qui si paga solo il servizio) = € 70 (è un esempio, penso che il costo sia più elevato)
4a voce: una marca da bollo da € 14.62
5a voce: una marca da bollo da € 3.54
Totale: € 268.16.


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 07:46
Member (2005)
Italian to Spanish
+ ...
Sì, in linea di massima è così, ma: Feb 2, 2012


Cinzia Pasqualino wrote:

Prima di tutto grazie mille per avermi dato una spiegazione così esaustiva. Vediamo se ho capito. Al cliente dovrei farmi pagare ogni voce: traduzione, asseverazione, legalizzazione o apostille. Ad esempio traduzione dall'inglese all'italiano di 4 pagine con marche da bolle comprese.
1a voce: traduzione € 25 a pagina x 4 pagine = € 100
2a voce: asseverazione € 20 a pagina x 4 pagine € 80
3a voce: legalizzazione o asseverazione (qui si paga solo il servizio) = € 70 (è un esempio, penso che il costo sia più elevato)
4a voce: una marca da bollo da € 14.62
5a voce: una marca da bollo da € 3.54
Totale: € 268.16.


- In Italia il prezzo dell'asseverazione solitamente è forfetario e non a pagina. Io trovo comunque giustissimo che il prezzo possa cambiare quando si asseverano atti voluminosi, anche se si utilizza un solo verbale: la responsabilità aumenta con il volume. In base al tipo di lavoro puoi fissare una tariffa forfetaria. Intendo questo: se tu applichi una tariffa a pagina, ti capiterà di dover asseverare un atto di 50 pagine. E allora, che fai? Applichi 1000 euro solo per l'asseverazione? Mi sembra un po' tanto...
Invece se hai una sola pagina, cosa fai? Applichi 20 euro per l'asseverazione? Mi sembra un po' pochino.
Per questo io preferisco applicare un forfait in funzione del tipo di atto e non un prezzo per ogni pagina asseverata.

- Le marche ed eventuale spedizione postale sono fuori campo IVA nella fattura (devi aggiungere: 'esclusa IVA, art. 15'). Puoi evitare di includerle in fattura se è il cliente a consegnartele in anticipo.

- Al tuo totale manca ovviamente l'IVA.


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Daniela Zambrini[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Qual'è il costo di un'apostilla in Italia?






Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »
SDL AutoSuggest Creator Add-on
Speed up manual translations with sub-segment matching

AutoSuggest accelerates translation editing in SDL Trados Studio 2014 through intelligent sub-segment matching suggestions while you type.

More info »