Mobile menu

Congedo maternità e congedo parentale per lavoratrici autonome
Thread poster: Laurence Landais
Laurence Landais
Italy
Local time: 13:06
Italian to French
Jun 30, 2004

Ciao a tutte (non credo che nessun traduttore uomo leggerà questo topic, comunque caso mai, ciao anche a tutti!).

Se qualcuna di voi ha già usufruito del congedo maternità e/o congedo parentale in quanto traduttrice con Partita IVA, sarò molto contenta di avere i vostri consigli su come gestire questi aiuti.

In particolare, mi chiedevo se sono cumulabili il congedo parentale e il congedo maternità, e se realmente corrispondono rispettivamente al 30% e all'80% della media di reddito netto degli ultimi 2 anni, e per quanti mesi sono versati.

Se avete altri commenti e consigli, saranno comunque apprezzatissimi...voglio vivere la mia gravidanza con serenità e intendo usufruire di tutti i miei diritti visto che ho sempre rispettato i miei doveri (cioè pagare le tasse!!!).

Grazie in anticipo a tutte quelle che mi risponderanno.

Ciao


Direct link Reply with quote
 
giulipicco  Identity Verified
Italy
Local time: 13:06
English to Italian
+ ...
assegno di maternità Jun 30, 2004

ciao.
prima di tutto congratulazioni.
quanto all'assegno di maternità, io ho ricevuto un assegno di maternità, pari all'80 % della media del reddito degli ultimi due anni (sul calcolo dei due anni c'era stato un po' di caos se erano anni fiscali, solari). I tempi sono un po' lunghetti (fatto domanda a dicembre, soldi arrivati in aprile), ma è arrivato tutto quel che doveva arrivare.
Non so nulla del congedo parentale...
ciao
Giuliana


Direct link Reply with quote
 

Luca Tutino  Identity Verified
Italy
Local time: 13:06
Member (2002)
English to Italian
+ ...
Donne e uomini Jul 1, 2004

A me pare un argomento interessante per entrambe le metà. Mi pare di capire che il congedo parentale spetti anche ai padri. Il congedo di maternità, con aliquota più alta sembra essere una parte di quello parentale spettante, com'è ovvio solo alle madri. Forse informazioni più precise dovrebbe fornirle l'INPS, ma anche qui Google sembra dare una buona mano. Copio giusto qualcosa che mi sembra utile a chiarire...

DA http://europa.tiscali.it/futuro/dossier/200305/congedo_parentale.html
"ITALIA
Il congedo parentale è di 10 mesi entro i primi 8 anni di vita del figlio. E' possibile, nel corso del primo anno di vita del bambino, interrompere il lavoro per un periodo supplementare che non superi i sei mesi; tale periodo dà diritto ad un indennità giornaliera pari al 30 % della retribuzione. Per tutta la durata dell'interruzione obbligatoria del lavoro (due mesi prima della data presunta del parto e tre mesi dopo), l'IMPS paga un'indennità giornaliera. L'importo di tale indennità è pari all'80 % della retribuzione globale media percepita nel corso delle quattro settimane o del mese che precede immediatamente il momento in cui il lavoro viene interrotto a causa della maternità. L'importo viene pagato dal datore di lavoro che lo deduce dalle quote dovute all'organismo assicuratore. A partire dal 1994, il periodo di interruzione del lavoro obbligatorio (due mesi prima del parto e tre mesi dopo) che è indipendente dal rapporto di lavoro, dà diritto a quote convenzionali, a condizione di poter dimostrare di avere un'anzianità di 5 anni nel pagamento delle quote"


DA http://www.provincia.grosseto.it/infodonna/lavoro/congpar.html
"COSA DICE LA 'LEGGE 53/2000' SUI CONGEDI PARENTALI PER MATERNITÀ

L'8 marzo del 2000 è stata approvata una nuova legge. Cos'è un Congedo Parentale?
È un diritto che permette di assentarti dal lavoro per accudire i figli e per poter passare più tempo insieme a loro.
Puoi chiedere il Congedo Parentale:
- se sei lavoratrice/tore dipendente, pubblica/o o privata/o, anche se il coniuge è disoccupato/a o lavoratore/trice non dipendente
- se siete genitori sposati o coppie 'di fatto' dipendenti (puó essere chiesto indifferentemente dalla mamma o dal babbo)
- se sei "single"
- se hai un figlio affidato o adottato
- il congedo ti spetta fino al compimento degli otto anni di tuo figlio
- puoi avere un congedo fino a un massimo di 6 mesi, per ciascun genitore, ma insieme non si possono superare i 10 mesi
- il padre può prendere fino a 3 mesi di congedo continuato, il suo limite personale aumenta di un mese ed il massimo della coppia passa da 10 a 11 mesi
- se aspetti un bambino è obbligatorio che ti assenti dal lavoro 5 mesi: due mesi prima e tre dopo il parto, ma puoi continuare a lavorare fino a un mese prima del parto e tornare al lavoro quattro mesi dopo la nascita
- se sei diventata mamma e hai usufruito dell'astensione obbligatoria puoi assentarti dal lavoro per un periodo complessivo di 6 mesi, tutto in una volta oppure frazionato
- anche il babbo può assentarsi dal lavoro per un periodo complessivo di 6 mesi - frazionato o continuato - o nel caso abbia diritto ad un mese in più, di 7 mesi
- se sei l'unico genitore puoi assentarti per un massimo di 10 mesi
- se tuo figlio si ammala ed ha più di 3 anni e meno di otto puoi assentarti per accudirlo per un totale di 10 giorni all'anno
- fino a che tuo figlio ha un anno di età, hai diritto a due periodi di riposo di un'ora l'uno, anche cumulabili, durante la giornata - se la giornata lavorativa è inferiore alle sei ore il periodo di riposo è di un'ora sola -
- anche il babbo può prendere il "tempo di riposo" e passare più tempo insieme al bambino
- se hai avuto un parto plurimo, i periodi di riposo di cui godono i genitori, sono raddoppiati
- se hai avuto un parto prematuro, i giorni che non sono stati goduti perchè il bambino è nato in anticipo, vengono aggiunti al periodo di astensione successivo al parto
- se tuo figlio ha un handicap, hai diritto al prolungamento fino a tre anni del periodo di astensione dal lavoro. Oppure i genitori possono prendere - alternandosi tra loro - un permesso giornaliero retribuito di due ore, fino al compimento del terzo anno di vita del bambino. Successivamente la madre o il padre, hanno diritto a tre giorni di permesso mensili. Potete scegliere la sede di lavoro più vicina al figlio disabile, anche se non siete conviventi con lui.
- ricordati che generalmente è necessario dare al datore di lavoro un preavviso di almeno 15 giorni
- quando rientri al lavoro dal congedo, sia obbligatorio che facoltativo, hai diritto alla conservazione del posto, e alla stessa unità produttiva dove lavoravi prima di assentarti
Per saperne di più puoi rivolgerti a:
I.N.P.S
Organizzazioni Sindacali - Patronati - Sportello Informadonna - U.R.P. (Ufficio Relazioni con il Pubblico)
Congedo Parentale"

Ciao e auguroni.
Luca


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Congedo maternità e congedo parentale per lavoratrici autonome

Advanced search






memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »
WordFinder
The words you want Anywhere, Anytime

WordFinder is the market's fastest and easiest way of finding the right word, term, translation or synonym in one or more dictionaries. In our assortment you can choose among more than 120 dictionaries in 15 languages from leading publishers.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs