Mobile menu

Pages in topic:   [1 2 3 4 5 6] >
Kudoz: basta con gli aiuti a chi considera Kudoz come un limone da spremere
Thread poster: Sergio Mangiarotti
Sergio Mangiarotti
Local time: 21:17
German to Italian
Jul 1, 2004

Propongo di non rispondere più alle Kudoz di alcuni che dimostrano di considerare Kudoz non come un aiuto fra colleghi, ma come un mezzo per sopperire alla propria ignoranza e continuare a tradurre in una lingua e in un settore che non gli competono, sfruttando le conoscenze dei traduttori.

Se un asker ha un rapporto Q/A nell'ordine di 1000 a 10, per esempio, o di 100 a 1, questo è già un segnale che dovrebbe metterci in guardia.

Bisogna dare a tutti la possibilità di correggersi, ma per quanto riguarda alcuni, pochi per fortuna, secondo me è inutile sperare.

Io sono dell'opinione che almeno i Kudoz Leaders dovrebbero rinunciare alla possibilità di guadagnare qualche punto, e smettere di rispondere a questa gente.

Sergio Mangiarotti


Direct link Reply with quote
 
elrubio
Local time: 21:17
German to Italian
+ ...
a rovescio Jul 1, 2004

Secondo il ragionamento di Sergio chi ha maggiormente bisogno di aiuto (ovvero l'asker che pone molte richieste di aiuto) non va aiutato, mentre chi ha meno bisogno di aiuto (magari chi è professionalmente preparatissimo o conosce per filo e per segno la materia che sta traducendo), e non ha bisogno di porre molte richieste d'aiuto, quello invece va aiutato. Tutto a rovescio.
Logicamente parto dal presupposto che gli utenti (gli asker) di Proz siano traduttori seri. Del resto se così non fosse il problema sarebbe da porre in altri termini. Non credete?


Direct link Reply with quote
 

Giuliana Buscaglione  Identity Verified
Austria
Local time: 21:17
Member (2001)
German to Italian
+ ...
Parliamone Jul 1, 2004

Ciao Sergio,




Propongo di non rispondere più alle Kudoz di alcuni che dimostrano di considerare Kudoz non come un aiuto fra colleghi, ma come un mezzo per sopperire alla propria ignoranza e continuare a tradurre in una lingua e in un settore che non gli competono, sfruttando le conoscenze dei traduttori.


Lo sai che rispondere ai KudoZ è una libera scelta e il metro di valutazione è per natura molto personale. Ci sono colleghi che rispondono senza problemi anche alle domande per test di traduzione, perché non ritengono vi sia una differenza tra aiutare per un lavoro che già si ha e un lavoro che non si ha ancora. È un'opinione e una scelta personale che va rispettata, così come deve esser rispettata quella di chi la pensi diversamente.

Se un asker ha un rapporto Q/A nell'ordine di 1000 a 10, per esempio, o di 100 a 1, questo è già un segnale che dovrebbe metterci in guardia.


Intendi 100 domande e 1 risposta? Tecnicamente il "contratto" in KudoZ è: io pongo la domanda, Tu ricevi punti se scelgo la Tua risposta ossia un asker non è obbligato a partecipare ai KudoZ e il rapporto di dare e avere si esaurisce con l'assegnazione dei punti (obbligatoria, a meno che si rifiuti una risposta, ma con una motivazione).


Bisogna dare a tutti la possibilità di correggersi, ma per quanto riguarda alcuni, pochi per fortuna, secondo me è inutile sperare.

Come fai a esserne così sicuro? Ti potrei fare diversi esempi contrari. Certo che un soggiorno nel Paese della lingua passiva, di tanto in tanto, non farebbe male. Aiuterebbe a migliorare la comprensione della lingua. Un collega ha giustamente detto, a mio parere che, così come gli "espatriati" si recano in Patria diverse volte all'anno, qualcuno per periodi anche lunghi, a risciaquare e rinfrescare il loro italiano, lo stesso dovrebbero fare i traduttori verso l'italiano che non risiedono nel Paese della loro lingua passiva.

Questa "operazione" servirebbe veramente a "correggersi".

Io sono dell'opinione che almeno i Kudoz Leaders dovrebbero rinunciare alla possibilità di guadagnare qualche punto, e smettere di rispondere a questa gente.


Per lasciare questa possibilità a chi non è ancora in cima alla lista? Scusa, ma non mi sembra una soluzione al problema che poni: che sia un KudoZ leader o no a rispondere a chi, come dici Tu, è praticamente "incorreggibile" che differenza fa? Una risposta si ottiene lo stesso.

Ciò non significa che io sia per il KudoZ "selvaggio", al contrario. Credo che le domande KudoZ si dovrebbero porre dopo aver consultato i vocabolari che si hanno e aver cercato in rete, perché in effetti diverse risposte si trovano veramente con una buona consultazione in rete e, senz'altro dopo aver consultato i glossari KudoZ, cosa che in effetti in molti non fanno (e questa è una delle condizioni per l'uso dei KudoZ).

Ci sono colleghi che fanno solo domande, ma sono corretti, sono cortesi, assegnano punti, rispettano le regole, anche quelle non scritte di non chiedere tanto in una volta sola (per non limitare la visibilità delle domande degli altri) e di non superare un certo numero di domande considerato come limite sopportabile dalla SC. Vorresti precludere questa possibilità anche a questi colleghi, solo perché non partecipano attivamente? Non mi sembrerebbe giusto.

Ciò che si è discusso a livello di moderatori e staff è l'introduzione di un limite massimo di domande per persona, in base a vari parametri, ma finora non si è ancora giunti a una soluzione che soddisfi tutti e tutte le necessità, perciò l'uso dei KudoZ rimane a discrezione della SC. Credo che usare moderazione, discrezione e parlarne tra di noi sia un buon modo per cercare di accontentare tutti. Non ti pare?

Buona giornata,

Giuliana


Direct link Reply with quote
 

Maurizio Valente  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
Fermo restando quanto dice Giuliana ... Jul 1, 2004

... a proposito della libertà di rispondere o non rispondere, vorrei consolarti dicendo che le persone (ehm ... i colleghi) che pongono continuamente domande che denunciano la loro scarsa conoscenza delle lingue in cui operano, o il fatto di non possedere dizionari , ecc. : risolvono magari il problema contingente, ma si sp...no (diciamolo in inglese: expose themselves) rispetto ai potenziali colleghi e ai clienti. Se putacaso (l'esempio è inventato!) un (ipotetico) "collega" con MOLTI ANNI DI ESPERIENZA, e che cita come specializzazione Economia/Finanza nel suo curriculum, chiede il significato in italiano di earned income relief, early repayment tax clause ecc. ecc., io posso dedurne che non ha ritenuto opportuno acquistare un dizionario di economia e quindi mi chiedo come fa a lavorare in quel campo. Naturalmente mi sto riferendo a persone che si comportano così in modo sistematico. Purtroppo non posso citare esempi, ma li ho ben presenti.
I KudoZ (e i Forum), se uno li segue attentamente, permettono di capire quanto vale un traduttore.
Ciao a tutti


Sergio Mangiarotti wrote:

Propongo di non rispondere più .... a questa gente.

Sergio Mangiarotti



[Edited at 2004-07-01 07:37]


Direct link Reply with quote
 

Annamaria Leone  Identity Verified
Ireland
Local time: 20:17
Spanish to Italian
+ ...
Sì, pero... Jul 1, 2004

Giuliana Buscaglione wrote:
Ci sono colleghi che fanno solo domande, ma sono corretti, sono cortesi, assegnano punti, rispettano le regole, anche quelle non scritte di non chiedere tanto in una volta sola (per non limitare la visibilità delle domande degli altri) e di non superare un certo numero di domande considerato come limite sopportabile dalla SC. Vorresti precludere questa possibilità anche a questi colleghi, solo perché non partecipano attivamente? Non mi sembrerebbe giusto.

Ciò che si è discusso a livello di moderatori e staff è l'introduzione di un limite massimo di domande per persona, in base a vari parametri, ma finora non si è ancora giunti a una soluzione che soddisfi tutti e tutte le necessità, perciò l'uso dei KudoZ rimane a discrezione della SC. Credo che usare moderazione, discrezione e parlarne tra di noi sia un buon modo per cercare di accontentare tutti. Non ti pare?


Ciao, Giuliana.
Sono d'accordo, però però credo anche che per chi partecipa e apprezza il metodo kudoz e i colleghi che vi partecipano sia deludente a volte accorgersi che ci sono persone che pongono numerose domande senza aver fatto, prima di porle, il minimo sforzo per arrivare alla soluzione, che ci sono persone che traducono determinati argomenti senza disporre del dizionario specifico e che, infine, c'è chi non si pone neppure il problema di assegnare i punti a chi lo ha così GENEROSAMENTE (perché mettere a disposizione degli altri la propria esperienza e competenza professionale è comunque generoso, anche se finalizzato all'ottenimento dei kudoz) aiutato.
E comunque secondo me il sistema kudoz è valido finché l'aiuto è reciproco, della serie oggi tu aiuti me con la domanda di medicina, io domani aiuto te con la domanda di software...
Ad ogni modo è senz'altro un metodo per conoscere e aprrezzare professionisti validi.
Un saluto

Annamaria


Direct link Reply with quote
 
Kudoz: basta con gli aiuti a chi considera Kudoz come un limone da spremere Jul 1, 2004

in effetti quelche tempo fa ho provato sistematicamente a rispondere ai Kudoz; non tanto xchè creda importante accumulare punti su punti (per beccare nuovi lavori ci vuole ben altro) ma +ttosto per capire il "sistema" e il "mondo" di ProZ
Ebbene ciò che mi ha stupito di + è come anche colleghi di valore (a giudicare dal curriculum) chiedessero lumi su termini facilmente reperibili sui vari Marolli, McGraw-Hill, Picchi, Medicina e biologia o semplicemente infilando il termine nella finestra di Google (impostata per avere risposte solo nella propria lingua).
Ma forse il motivo è che ormai la rete ha messo da parte molti sistemi tradizionali (vocabolari)
Oggi per trovare un termine si fa prima a fare 2 o 3 clic sul web che mettere un CD nel lettore e fare una ricerca con quegli *odiosi motori di ricerca* solitamente associati ai vocabolari su CD-ROM


Direct link Reply with quote
 

Tell IT - Helene Salzmann-Mingardi
Switzerland
Local time: 21:17
Member (2004)
Italian to German
+ ...
educazione...... Jul 1, 2004

Sono d\'accordo, però credo anche che per chi partecipa e apprezza il metodo kudoz e i colleghi che vi partecipano sia deludente a volte accorgersi che ci sono persone che pongono numerose domande senza aver fatto, prima di porle, il minimo sforzo per arrivare alla soluzione, che ci sono persone che traducono determinati argomenti senza disporre del dizionario specifico e che, infine, c\'è chi non si pone neppure il problema di assegnare i punti a chi lo ha così GENEROSAMENTE (perché mettere a disposizione degli altri la propria esperienza e competenza professionale è comunque generoso, anche se finalizzato all\'ottenimento dei kudoz) aiutato.
Penso che Sergio si riferisca proprio a questo. Posso aggiungere che tante volte le soluzioni vengono scelte senza alcuna spiegazione e senza alcun GRAZIE. La spiegazione della scelta sarebbe utile per tutti quelli che vogliono imparare qualcosa (secondo me non si ha mai finito di imparare) ed il grazie (sarò anche pignola) è educazione.....


Direct link Reply with quote
 

Pamela Brizzola  Identity Verified
Italy
Local time: 21:17
Member (2004)
English to Italian
+ ...
D'accordo Jul 1, 2004

Forse sto diventando snob? Non lo so, ma
confesso che a volte mi infastidiscono alcuni comportamenti, chiaramente segno di mancanza di rispetto per l'intelligenza dei colleghi.

Due soli esempi:
1. Chi indica quasi sempre URGENTE/URGENTISSIMO nelle richieste.
Di questo ho avvisato sia la persona interessata sia un moderatore. I troppi Al lupo, Al lupo dopo un po' infastidiscono, almeno questo accade a me. Tutti lavoriamo in condizioni di urgenza per almeno 80% del tempo e tutti avremmo bisogno di risposte urgenti. Quando sono veramente URGENTI vale la pena di segnalare la propria necessità, ma è consentito abusarne.
2. Oggi ho dato il mio primo Disagree a un "collega" ungherese che vive in Germania il quale ha proposto una riposta a una richiesta Ing-Ita. La risposta c'entrava come i cavoli a merenda.

Questi sono casi in cui mi astendo dal dare la mia opinione perché credo non meritino sprechi di tempo.

I miei 2 cents
Pam


Direct link Reply with quote
 

Pamela Brizzola  Identity Verified
Italy
Local time: 21:17
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Torno sull'argomento...scusate il secondo tempo Jul 1, 2004

Secondo me i membri paganti dovrebbero godere di maggiori vantaggi, non solo limitati alle Blue Board.

Io proporrei di lasciare la possibilità di inoltrare domande solo ai Platinum, ma consentire a tutti la consultazione dei glossari. Questo significherebbe che per accedere all'aiuto e alle conoscenze dei colleghi, si metta a disposizione anche le proprie risorse, anche economiche.
Come accade a tutti. Una volta pagata la quota, ci si sente in dovere di partecipare.

Pam


Direct link Reply with quote
 

Annamaria Leone  Identity Verified
Ireland
Local time: 20:17
Spanish to Italian
+ ...
Mi sembra una buona idea Jul 1, 2004

Pamela Brizzola wrote:
Io proporrei di lasciare la possibilità di inoltrare domande solo ai Platinum, ma consentire a tutti la consultazione dei glossari.


Ciao!
Concordo. In questo modo solo che investe anche economicamente sulla sua attività (cioè chi effettivamente si mantiene con l'attività di traduzione) avrebbe accesso all'opzione per porre le domande. Gli altri potebbero solo consultarle. Questo da un lato limita i veri professionisti che non investono in proz perché semmai investono in altro, dall'altro manterrebbe più elevato il livello non solo delle domande ma anchedelle risposte.
Ciao


Direct link Reply with quote
 

Giuliana Buscaglione  Identity Verified
Austria
Local time: 21:17
Member (2001)
German to Italian
+ ...
L'informazione è tutto, non l'esclusione Jul 1, 2004

Ciao,


Io proporrei di lasciare la possibilità di inoltrare domande solo ai Platinum, ma consentire a tutti la consultazione dei glossari.


In questo modo solo che investe anche economicamente sulla sua attività (cioè chi effettivamente si mantiene con l'attività di traduzione) avrebbe accesso all'opzione per porre le domande. Gli altri potebbero solo consultarle.


Non vi sembra di dimenticare che il sito è aperto a tutti? Ci sono molti iscritti che sono arrivati al sito per caso, hanno fatto domande e trovato risposte. Molti, proprio grazie al sostegno e aiuto trovato, sono diventati poi Platinum.
Ci sono anche studenti iscritti a ProZ.com, il nostro futuro. Se vogliamo che le cose cambino, non credo debba venire per via di esclusioni a priori, ma per quella dell'informazione. E poi ci sono i pensionati, gli amatori e i non traduttori: se un sito è solo per una certa categoria di persone, che risonanza potrebbe avere ciò che si dice in un sito a cui comunque parteciperebbero attivamente solo i traduttori o interpreti professionisti? Le problematiche resterebbero conosciute solo ai traduttori, un po' fini a se stesse trovo.

Visto dal lato pratico: chi investirebbe 120 $ per fare magari due domande all'anno?

Ripeto, ciò non significa che io sia per le giornate delle porte aperte a oltranza.


Le domande easy sono per tutti, anche per i curiosi. Mettiamo che ci fosse una cosa come i KudoZ in un qualsiasi altro campo e senza essere un tecnico, per es. avessi interesse o fossi curiosa di sapere: secondo il Vostro ragionamento dovrei prima pagare e poi chiedere.

Uhmmmm,

Giuliana


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 18:17
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Accesso all'area KudoZ Jul 1, 2004

Pamela Brizzola wrote:
Io proporrei di lasciare la possibilità di inoltrare domande solo ai Platinum, ma consentire a tutti la consultazione dei glossari.


Limitareo l'accesso per porre domande KudoZ ai soli membri paganti è contrario allo spirito del sito. Vogliamo mantenere il sito aperto a tutti, compresi coloro che non possono pagare una membership Platinum.

Ci sono una serie di vantaggi nell'avere una membership a pagamento, ma non sono incentrati nell'area KudoZ, bensì nella Directory, nell'area Jobs/Blue Board e altro.

Le richieste di aiuto, e anche le risposte valide, di molti membri non paganti, sono la linfa di cui si nutre la comunità intera e di cui vive l'area KudoZ, i contributi restano archiviati nei glossari, e senza i membri non paganti il traffico e i glossari sarebbero meno interessanti e completi.

Certamente, non tutti i comportamenti sono impeccabili, ci sono persone che 'sfruttano' i colleghi, inviano un numero eccessivo di domande, oppure inviano domande non proprio necessarie, ci sono poi i pigri, gli insicuri cronici, e tanti altri 'tipi' di utenti.

Per questo motivo, e dopo lunghe discussioni tra il fondatore del sito e i moderatori (e input di vario tipo nei forum, da parte di tutti), è possibile che vengano applicati presto dei limiti differenziati al numero di domande, che mi pare una decisione molto più morbida rispetto alla chiusura totale per i membri non paganti.

ciao
Gianfranco


Direct link Reply with quote
 

Maurizio Valente  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
Perfettamente d'accordo Jul 1, 2004

Gianfranco Manca wrote:


Certamente, non tutti i comportamenti sono impeccabili,... presto dei limiti differenziati al numero di domande, che è una decisione molto più morbida della chiusura totale per i membri non paganti.

ciao
Gianfranco


Direct link Reply with quote
 

Beatrice T  Identity Verified
Italy
Local time: 21:17
Member (2010)
German to Italian
+ ...
Limiti per il numero di domande Jul 1, 2004

Gianfranco Manca wrote:

Per questo motivo, e dopo lunghe discussioni tra il fondatore del sito e i moderatori (e input di vario tipo nei forum, da parte di tutti), è possibile che vengano applicati presto dei limiti differenziati al numero di domande, che mi pare una decisione molto più morbida rispetto alla chiusura totale per i membri non paganti.

ciao
Gianfranco


Mi sembra un'ottima idea.
Ciao!


Direct link Reply with quote
 
Sergio Mangiarotti
Local time: 21:17
German to Italian
TOPIC STARTER
Re: Parliamone Jul 1, 2004

Ciao Giuliana

Giuliana Buscaglione wrote:

Sergio Mangiarotti wrote:
Propongo di non rispondere più alle Kudoz di alcuni che dimostrano di considerare Kudoz non come un aiuto fra colleghi, ma come un mezzo per sopperire alla propria ignoranza e continuare a tradurre in una lingua e in un settore che non gli competono, sfruttando le conoscenze dei traduttori.


Lo sai che rispondere ai KudoZ è una libera scelta e il metro di valutazione è per natura molto personale. Ci sono colleghi che rispondono senza problemi anche alle domande per test di traduzione, perché non ritengono vi sia una differenza tra aiutare per un lavoro che già si ha e un lavoro che non si ha ancora. È un'opinione e una scelta personale che va rispettata, così come deve esser rispettata quella di chi la pensi diversamente.


Certo, la libera scelta di continuare ad alimentare chi traduce senza sapere la lingua e il settore.
Anche a me è capitato di rispondere lo stesso, vuoi perché la domanda mi interessava, vuoi perché c'erano punti facili da prendere.
Mi pare però che, potendo, bisognerebbe evitarlo.

Giuliana Buscaglione wrote:

Sergio Mangiarotti wrote:
Se un asker ha un rapporto Q/A nell'ordine di 1000 a 10, per esempio, o di 100 a 1, questo è già un segnale che dovrebbe metterci in guardia.


Intendi 100 domande e 1 risposta? Tecnicamente il "contratto" in KudoZ è: io pongo la domanda, Tu ricevi punti se scelgo la Tua risposta ossia un asker non è obbligato a partecipare ai KudoZ e il rapporto di dare e avere si esaurisce con l'assegnazione dei punti (obbligatoria, a meno che si rifiuti una risposta, ma con una motivazione).


Per chi non sia pratico di Kudoz, sì, intendo il rapporto Questions/Answers che si legge in alto a sinistra nella domanda Kudoz.
Sono perfettamente d'accordo che l'asker possa utilizzare Kudoz quanto vuole per chiedere, e che il rapporto dare e avere si esaurisca con l'assegnazione dei punti (anche se per me è anche doveroso dare un feedback a quelli che hanno risposto: in fondo siamo qui anche per la lingua, non soltanto per i punti).
Dico soltanto che il rapporto Q/A indica un certo tipo di utilizzo di Kudoz. A questo poi, per trarre conclusioni, andranno poi aggiunte altre osservazioni.

Giuliana Buscaglione wrote:

Sergio Mangiarotti wrote:
Bisogna dare a tutti la possibilità di correggersi, ma per quanto riguarda alcuni, pochi per fortuna, secondo me è inutile sperare.


Come fai a esserne così sicuro? Ti potrei fare diversi esempi contrari. Certo che un soggiorno nel Paese della lingua passiva, di tanto in tanto, non farebbe male. Aiuterebbe a migliorare la comprensione della lingua.
uesta "operazione" servirebbe veramente a "correggersi".
[/quote]

Benissimo, e allora che lo facciano...

Giuliana Buscaglione wrote:

Sergio Mangiarotti wrote:
Io sono dell'opinione che almeno i Kudoz Leaders dovrebbero rinunciare alla possibilità di guadagnare qualche punto, e smettere di rispondere a questa gente.


Per lasciare questa possibilità a chi non è ancora in cima alla lista? Scusa, ma non mi sembra una soluzione al problema che poni: che sia un KudoZ leader o no a rispondere a chi, come dici Tu, è praticamente "incorreggibile" che differenza fa? Una risposta si ottiene lo stesso.


Bé, per Kudoz Leaders io non intendo soltanto i primi 10, ma possibilmente tutti i primi 100.
Poi, visto che in teoria chi ha più punti è più bravo, se chi è in cima alla lista non risponde, almeno non riceveranno le risposte migliori.

Giuliana Buscaglione wrote:
Ci sono colleghi che fanno solo domande, ma sono corretti, sono cortesi, assegnano punti, rispettano le regole, anche quelle non scritte di non chiedere tanto in una volta sola (per non limitare la visibilità delle domande degli altri) e di non superare un certo numero di domande considerato come limite sopportabile dalla SC. Vorresti precludere questa possibilità anche a questi colleghi, solo perché non partecipano attivamente? Non mi sembrerebbe giusto.


Infatti, Giuliana, io non sto parlando di questi colleghi (proviamo semmai a verificare il loro Q/A. E' nell'ordine di 100/1? Io scommetto di no).
Da un anno che frequento Kudoz, finora di sfruttatori veri ne ho individuato mi pare soltanto un paio.
Anche se in altre combinazioni linguistiche possono essere di più, penso che si possano sempre contare sulle dita di una mano.
Solo che certe volte fanno veramente girare le scatole.

Saluti
Sergio


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2 3 4 5 6] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Kudoz: basta con gli aiuti a chi considera Kudoz come un limone da spremere

Advanced search






SDL Trados Studio 2017 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2017 helps translators increase translation productivity whilst ensuring quality. Combining translation memory, terminology management and machine translation in one simple and easy-to-use environment.

More info »
WordFinder
The words you want Anywhere, Anytime

WordFinder is the market's fastest and easiest way of finding the right word, term, translation or synonym in one or more dictionaries. In our assortment you can choose among more than 120 dictionaries in 15 languages from leading publishers.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs