Nomi d'azienda: con o senza articolo?
Thread poster: Luca Tutino

Luca Tutino  Identity Verified
Italy
Local time: 22:50
Member (2002)
English to Italian
+ ...
Sep 9, 2004

Nelle traduzioni di brochure e siti web, mi capita spesso di tradurre nomi di società, aziende, imprese o ditte facendoli precedere dall'articolo. Per esempio "Il presidente della Microsoft..." o "i lavoratori della Fiat".

Ora, quando ho occasione di vedere revisioni, soprattutto nel caso delle revisioni fatte direttamente dai clienti (ossia, di solito dagli uffici italiani o gli importatori delle ditte straniere), noto che spesso l'articolo viene cancellato. Insomma sembra che i clienti diretti preferiscano essere chiamati senza articolo. Altri esempi inventati: "gli uffici di Epson" e non "gli uffici della Epson", come se dicessi "gli uffici di Fiat" e non "della Fiat".

Questo è successo più d'una volta (almeno tre) tanto che comincio a pensare che l'articolo sia una mia idiosincrasia, e che dovrei cambiare di conseguenza il mio modo di tradurre... che ne pensate voi?


Direct link Reply with quote
 

Francesca moletta
Italy
Local time: 22:50
English to Italian
+ ...
stesso problema Sep 9, 2004

Luca Tutino wrote:

Nelle traduzioni di brochure e siti web, mi capita spesso di tradurre nomi di società, aziende, imprese o ditte facendoli precedere dall'articolo. Per esempio "Il presidente della Microsoft..." o "i lavoratori della Fiat".

Ora, quando ho occasione di vedere revisioni, soprattutto nel caso delle revisioni fatte direttamente dai clienti (ossia, di solito dagli uffici italiani o gli importatori delle ditte straniere), noto che spesso l'articolo viene cancellato. Insomma sembra che i clienti diretti preferiscano essere chiamati senza articolo. Altri esempi inventati: "gli uffici di Epson" e non "gli uffici della Epson", come se dicessi "gli uffici di Fiat" e non "della Fiat".

Questo è successo più d'una volta (almeno tre) tanto che comincio a pensare che l'articolo sia una mia idiosincrasia, e che dovrei cambiare di conseguenza il mio modo di tradurre... che ne pensate voi?


Io ho studiato che l'articolo ci va ... ma mi è successo che un'agenzia mi rimandasse le correzioni del cliente che consistevano più che altro in un'eliminazione dell'articolo davanti al nome dell'azienda.

Da allora per quel cliente non lo metto più ovviamente e a poco a poco ho iniziato a farlo puntualmente anche per altri.
Sono convinta che si tratti di un calco dall'inglese, ma si sente sempre di più in telegiornali & C.
Spesso viene proprio tolto (es.: "le azioni Fiat").

Adeguiamoci ...


Direct link Reply with quote
 

Giuliana Buscaglione  Identity Verified
Austria
Local time: 22:50
Member (2001)
German to Italian
+ ...
Solo se il cliente vuole così Sep 9, 2004

Ciao,

Io l'ho sempre messo l'articolo, perché sottintesa è "la ditta", ma un cliente tramite agenzia di un gruppo internazionale, mi cancella sempre l'articolo. Ho smesso di usarlo, ma solo per questo cliente e continuerò a usarlo (a meno che il cliente non ce lo voglia per ragioni.. mah.. di come suona il testo) con gli altri, perché a mio parere dire per "gli operai di Ferrari" o "gli operai della Ferrari" non è la stessa cosa.. Ammetto che "la sede FIAT" o "la sede della FIAT" non mi sembra presentino alcuna differenza, ma non mi sognerei mai di lasciare "la sede di FIAT"...

Giuliana


Direct link Reply with quote
 

Luca Tutino  Identity Verified
Italy
Local time: 22:50
Member (2002)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Ancora ancora... Sep 9, 2004

Felice di sentire che non sono il solo.

mollyf wrote:
Spesso viene proprio tolto (es.: "le azioni Fiat").
Adeguiamoci ...


Ancora ancora "le azioni Fiat" è ellittico ma perfettamente italiano. Ma qui si parla delle "azioni di Fiat". Mi rendo conto che la questione è opinabile: chi avrebbe da ridire contro "i prodotti di Ferragamo"? Eppure con Cirio verrebbe da dire "della Cirio" (forse Cirio non è un cognome?).


Direct link Reply with quote
 

LuciaC
United Kingdom
Local time: 21:50
English to Italian
+ ...
Senza Sep 9, 2004

La società per cui lavoravo tanti anni fa rifiutava l'articolo perché voleva essere 'personificata'. Da allora mi sono abituata a non metterlo mai.


Un giorno ho anche fatto una ricerca approfondita su tantissimi siti italiani (non tradotti) e ho notato che tutte quelle società non usavano mai l'articolo davanti al proprio nome. La mia impressione (forse infondata) è che il nome senza articolo conferisca prestigio mentre il nome con l'articolo suoni colloquiale e trasmetta l'immagine di una dittarella.

Grazie per avere iniziato questo filone,lo sto leggendo con grande curiosità.

Ciao

Lucia

[Edited at 2004-11-18 17:27]

[Edited at 2004-11-23 14:03]


Direct link Reply with quote
 

Luca Tutino  Identity Verified
Italy
Local time: 22:50
Member (2002)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Eppure è vero il contrario... Sep 10, 2004

Lucia Cavalli wrote:
La mia impressione (forse infondata) è che il nome senza articolo conferisca prestigio mentre il nome con l'articolo suoni colloquiale e trasmetta l'immagine di una dittarella.


Eppure a rigor di logica dovrebbe essere vero il contrario: l'articolo determinativo si usa proprio per le cose o le persone note, mentre per le ignote si usa l'indeterminativo, che in certi casi in italiano si omette del tutto.

L'idea della personificazione è probabilmente la vera causa del fenomeno, anche se probabilmente, eccettuate poche rare circostanze, è fuorviante e sostanzialmente errata. Chissà non sia stata seminata da qualche 'Guru' del marketing... Si può ipotizzare che queste decisioni vengano prese da persone con scarse competenze linguistiche?

Quasi quasi appena ho un momento provo a porre la domanda su un gruppo di discussione di marketing...


[Edited at 2004-09-10 01:29]


Direct link Reply with quote
 

Roberta Anderson  Identity Verified
Italy
Local time: 22:50
Member (2001)
English to Italian
+ ...
personificazione e marketing Sep 10, 2004

Ciao Luca.

Dalla mia esperienza, concordo che l'omissione dell'articolo viene effettuata secondo me per personificare l'azienda, in situazioni in cui occorre impartire una certa "autorevolezza". Quindi nei comunicati stampa, ad esempio, l'articolo viene omesso. In situazioni più generiche, non ufficiali (nel parlato quotidiano) invece si va in genere a orecchio.

Di certo nel settore informatico l'articolo viene omesso in tutti i documenti ufficiali (comunicati stampa, presentazioni, packaging, white paper...). Ma chissà se per un calco dell'inglese (visto che tutta questa roba viene in genere tradotta dall'inglese) o per una scelta ragionata...

Incuriosita ho cercato nei siti (pagine di presentazione dell'azienda o comunicati stampa) di aziende italiane non informatiche e ho trovato ad esempio che Lavazza, Barilla, Rizzoli, Fininvest non vogliono l'articolo, Ferrari lo vuole sempre (tranne quando parla del laptop Acer-Ferrari... ma qui si entra in ambito informatica ), mentre per Giunti dipende dai casi: nello stesso testo (http://www.giunti.it/index.php3?SCREEN=gruppo&GRUPPO=1&sid=IgpJTtszDc7KNN4EPOjb0HTl5GAnXIqp) trovo infatti:
Come solo poche fra le Case editrici italiane ed europee, la Giunti [sottointeso "la casa editrice"] ha alle sue spalle una storia pluricentenaria. [...] L’attuale realtà di Giunti Editore SpA [qui parlano del grande gruppo, non più della casa editrice] è quella di un insieme di circa 20 aziende che operano [...]
Quindi c'entra forse anche lo status - singola ditta o grande impresa, gruppo?

Sto cercando di porre questo quesito all'Accademia della Crusca, ma l'invio non sembra funzionare... se mai ci riesco e se rispondono, riporterò qui la risposta.

Roberta


Direct link Reply with quote
 

Luca Tutino  Identity Verified
Italy
Local time: 22:50
Member (2002)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Ottima idea! Sep 10, 2004

Roberta Anderson wrote:

Sto cercando di porre questo quesito all'Accademia della Crusca, ma l'invio non sembra funzionare... se mai ci riesco e se rispondono, riporterò qui la risposta.


Ottimo!


L’attuale realtà di Giunti Editore SpA


Forse qui l'articolo se ne va solo per la presenza della parola "Editore" nel nome ?


Direct link Reply with quote
 

Maurizio Valente  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
Non sentirai mai un amministratore delegato ... Sep 10, 2004

.. usare l'articolo davanti al nome della sua azienda. I dirigenti e manager italiani scimmiottano gli USA in tutto e per tutto, le loro aziende pagano fior di quattrini per fargli fare il lavaggio del cervello durante seminari e corsi di marketing, gestione aziendale, QA ecc., oltre che di lingua inglese.

Risultato: usano un linguaggio pieno di action plan, follow-up, proattivo, utilizzando magari questi termini a sproposito. (Il mio capo alla XXX (nota azienda italiana) era solito presentarmi ai clienti italiani come "la nostra expertise nel campo dei semicon"; vedi digressione)
Vedono che in inglese non si adopera l'articolo e loro lo tolgono anche in italiano perché "fa figo".

In conclusione, secondo me, non si tratta di una "personalizzazione" dell'azienda. In italiano l'articolo ci vuole (ma sentiamo cosa dice la Crusca); ma questa gente ci dà da vivere e allora non lo mettiamo l'articolo se si tratta di un comunicato stampa o un testo finanziario.

Digressione
Per darvi un'idea del livello culturale di certi dirigenti italiani (lo so, ci sono delle lodevoli eccezioni, vedi Pistorio e la defunta Belisario, i primi nomi che mi vengono in mente), e per farvi fare due risate, vi racconto la parte finale di un colloquio di assunzione. Personaggi: il mio capo e un candidato salernitano, neolaureato, molto preparato. Il colloquio va bene e il mio capo ha già espresso la sua soddisfazione - si capisce che ha deciso già al 98% di assumerlo.
Sta per congedarlo quando si ricorda improvvisamente che non gli ha chiesto degli obblighi di leva.
CAPO: "Ah, a proposito, e il servizio militare?"
CANDIDATO: "Sono militesente"
CAPO: "Ah, e come mai?"
CANDIDATO: "Zona terremotata"
CAPO: "Ah, menomale, menomale!"

Fine

[Edited at 2004-09-10 10:12]


Direct link Reply with quote
 
Lorenzo Lilli  Identity Verified
Local time: 22:50
German to Italian
+ ...
i miei 2 cent Sep 11, 2004

Lucia Cavalli wrote:

La mia impressione (forse infondata) è che il nome senza articolo conferisca prestigio mentre il nome con l'articolo suoni colloquiale e trasmetta l'immagine di una dittarella.



Ho anche io questa impressione, ma non posso dare torto a Maurizio a proposito dell'influenza anglosassone, più o meno giustificata.


Direct link Reply with quote
 

Katherine Zei  Identity Verified
Canada
Local time: 15:50
Italian to English
+ ...
Il nocciolo del problema Oct 7, 2004

Luca Tutino wrote:

Si può ipotizzare che queste decisioni vengano prese da persone con scarse competenze linguistiche?


[Edited at 2004-09-10 01:29]


Luca ha appena identificato il motivo per 99.9% delle dilemme linguistiche che ci confrontano tutti giorni. Mi chiedo se questi "guru" si rendono conto del casino che ci creano quando sparano delle parole che a loro sembrano "ganzi" senza pensare alle cose per noi fondamentale tipo la grammatica, i sintassi, ecc.

Probably not! Nobody ever thinks of us pedants!
Ciao,
Katy


Direct link Reply with quote
 

cleobella  Identity Verified
Italy
Local time: 22:50
English to Italian
+ ...
con / senza articolo Oct 7, 2004

Nella multinazionale dove ho lavorato per sette anni l'articolo era rigorosamente vietato. All'inizio ho cercato di inserirlo e di dibattere la questione ma poi mi sono arresa e...mi sono abituata!
Ora che sono "libera", se non conosco le preferenze dei clienti lo metto per una questione di fedeltà alla lingua. Ma se so per certo che non lo vogliono (es. ditta di cui sopra che ora è anche mia cliente)allora non lo mettono.
A volte, se si tratta di ditte note, faccio una veloce ricerca in rete e decido di conseguenza.
Grazie per gli interessanti interventi.


Direct link Reply with quote
 

Maurizio Valente  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
Anche per i farmaci Oct 10, 2004

La tendenza all'abolizione dell'articolo si e' estesa anche ai principi attivi dei farmaci. Nessuno direbbe "Acido acetilsalicilico/Aspirina e' utile per il trattamento dell'influenza", però ecco cosa dice il bugiardino della NIMESULIDE (un ottimo FANS, peccato che mi stava facendo venire l'ulcera dopo soli 3 gg di trattamento!!!):

"Poiché nimesulide può interferire con la funzionalità piastrinica, ecc. ecc."

Anche in questo caso, sospetto che sia dovuto all'influenza dell'inglese.


Direct link Reply with quote
 
xxxtr.
Local time: 22:50
English to Italian
idem Oct 20, 2004

Mi fa piacere di non essere la sola ad aver avuto questo dubbio! Mi sembrava di non sapere più l'italiano... E' capitato spesso anche a me, di notare che si preferiva fare a meno dell'articolo davanti al nome dell'azienda (da glossari o traduzioni di riferimento che mi erano state mandate), e mi sembrava strano, perché sono talmente abituata agli articoli davanti ai nomi di ditte. Mi sono dovuta adeguare, ma ancora ci devo stare attenta perché non mi viene per niente spontaneo.

Credo anch'io sia un'influenza dell'inglese... o meglio del marketinglese. Marketinglesiano? Insomma quell'incrocio infame a cui nessun traduttore può porre limiti

(Che tutto considerato questa omissione dell'articolo è già accettabile. C'è di peggio, come ricorda Maurizio!)


Direct link Reply with quote
 

Valentina Viali  Identity Verified
Italy
Local time: 22:50
English to Italian
accademia della crusca Nov 16, 2004

Ciao a tutti!

Proprio oggi anche a me è capitato il vostro stesso problema. Ho fatto un proofreading per una multinazionale ed ho volutamente lasciare l'articolo davanti al nome, in quanto sono convinta che sia corretto così. Il cliente mi è tornato indietro dicendo che l'articolo andava tolto.

Sapete nulla se l'Accademia della Crusca ha dato un responso in questo senso?

OK ad attaccare l'asino dove vuole il padrone, però la correttezza grammaticale in primis (secondo me...!)

Il problema dei traduttori, spesso e volentieri, è proprio il contesto contro cui ci andiamo a scontrare!! Se il cliente vuole A e noi riteniamo sia più corretto B, ci dobbiamo piegare sempre??

Clamorosa è stata l'ultima traduzione da noi svolta (siamo un team di due persone, ecco l'arcano), dove il cliente dice di attenerci fedelmente alla struttura di un testo medico di riferimento già tradotto, zeppo di errori!! Meglio andare contro le esigenze ma mandare un testo corretto, piuttosto che star zitti! Che ne dite??

Ciao e buon lavoro!

Valentina


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Nomi d'azienda: con o senza articolo?

Advanced search






PDF Translation - the Easy Way
TransPDF converts your PDFs to XLIFF ready for professional translation.

TransPDF converts your PDFs to XLIFF ready for professional translation. It also puts your translations back into the PDF to make new PDFs. Quicker and more accurate than hand-editing PDF. Includes free use of Infix PDF Editor with your translated PDFs.

More info »
WordFinder
The words you want Anywhere, Anytime

WordFinder is the market's fastest and easiest way of finding the right word, term, translation or synonym in one or more dictionaries. In our assortment you can choose among more than 120 dictionaries in 15 languages from leading publishers.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs