Mobile menu

Prove di traduzione: è normale non ricevere risposta?
Thread poster: skiuna

skiuna
Italy
Local time: 23:35
French to Italian
+ ...
Oct 29, 2004

scusate la banalità della domanda,ma ho bisogno di un confronto, alle prove di traduzione inviate cvia mail segue in ogni caso riscontro, a prescindere dal risultato? Insomma va comunicato l'esito o il silenzio equivale a un esito negativo?

[Subject edited by staff or moderator 2004-10-30 09:03]


Direct link Reply with quote
 
Lorenzo Lilli  Identity Verified
Local time: 23:35
German to Italian
+ ...
i miei 2 cent Oct 30, 2004

Per correttezza sarebbe meglio in ogni caso avvertire, comunque sia andata la prova, ma qui credo di sfondare una porta aperta. Però non necessariamente il silenzio equivale a una bocciatura: a me è successo che un'agenzia per cui avevo fatto una prova non mi abbia fatto sapere l'esito, e che dopo mesi e mesi mi abbia contattato per un lavoro, quando ormai pensavo di non avere superato la prova in questione.

Direct link Reply with quote
 

Daniela Tosi
Germany
Local time: 23:35
Member (2004)
English to Italian
+ ...
A me hanno sempre risposto Oct 30, 2004

Non ho fatto molte prove di traduzione, a me hanno sempre risposto, ma devo dire anche dopo diversi mesi
ciao
Daniela


Direct link Reply with quote
 

Maria Antonietta Ricagno  Identity Verified
Local time: 23:35
Member
English to Italian
+ ...
prove Oct 30, 2004

In passato ho fatto molte prove di traduzione, molte delle quali hanno ricevuto una risposta, di solito una breve e-mail in cui mi si informava che la prova era andata bene ecc.
Ma le agenzie con cui poi ho stabilito rapporti di lavoro non sono mai state quelle per le quali avevo fatto questi test. Boh!

Certo, sarebbe corretto, in ogni caso, dare una risposta a chi ha impiegato del tempo per fare un test, anche se breve, gratuito.

ciao

Antonella


Direct link Reply with quote
 

Elena Simonelli  Identity Verified
Italy
Local time: 23:35
English to Italian
+ ...
risposta Nov 19, 2004

A me hanno sempre risposto, in caso sia positivo che negativo.
Sinceramente in questo caso mi accerterei che la prova sia arrivata: sarebbe un peccato che si fosse perso il messaggio e perdere un'opportunità di lavoro per un equivoco.


Direct link Reply with quote
 

Gaetano Silvestri Campagnano  Identity Verified
Italy
Local time: 23:35
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Questione di correttezza Nov 19, 2004

Rispondere sull'esito di una prova dovrebbe essere per un'agenzia indice di correttezza e buona educazione. Perciò, il fatto che si riceva o meno una risposta su una prova svolta dipende dalla considerazione in cui l'azienda contattata tiene le più elementari norme della convivenza civile. In pratica, perciò, tutto dipende dal fatto che si abbia a che fare o meno con un'azienda seria.

Un anno fa circa mi capitò appunto di inviare una prova ad un'azienda della mia zona, attendendo poi invano la loro risposta. Ad una mia telefonata di sollecitazione risposero che in quel momento erano molto occupati e che gli dispiaceva di non poter esaminare subito tutte le prove. Considerando il fatto che non si sono più fatti vivi, la loro spiegazione si è rivelata ben presto una scusa davvero ridicola, che ha confermato la totale scorrettezza del loro comportamento.

Per di più, le prove erano obiettivamente molto semplici, ed anche a detta di molti colleghi, ai quali le ho sottoposte tempo dopo, apparivano svolte anche in modo più che soddisfacente. Quindi il silenzio non si spiega con un eventuale esito negativo delle prove, che tra l'altro, in base a un comportamento corretto, avrebbe dovuto essere reso noto comunque.

Allora me la presi molto per questo, e stavo quasi per inviare un e-mail di fuoco o per aprire un forum proprio come quello attuale. Ero persino deciso a utilizzare la Blue Board, ma mi parve allora di capire che la mancata comunicazione dell'esito di una prova non è un elemento sufficiente a inserire un giudizio negativo nella Blue Board.

Prevalse alla fine la noncuranza, anche grazie ai consigli di una collega che aveva lavorato con quell'azienda. Questa mia amica mi disse che era inutile farsi cattivo sangue, perché anche lei conosceva la scarsa serietà di quelle persone e perché spesso, nel campo delle aziende, la correttezza è un "optional".

Mi resi poi conto che era stato meglio così, perché sia la suddetta collega sia un'altra, che in quel momento collaborava ancora con l'azienda in questione, mi confidarono che quella ditta praticava tariffe di fame. Le stesse due mie colleghe, infatti, l'avevano o l'avrebbero lasciata al più presto per trovare di meglio, come consigliavano anche a me.

Il fatto, però, che presso molte aziende la correttezza sia "un optional", come diceva la mia amica, non è per niente confortante, perché non dovrebbe essere affatto così, soprattutto se un'azienda aspira a comportarsi in modo serio e a diventare degna del proprio nome. Io stesso, forse troppo ottimisticamente, voglio sforzarmi di credere che quell'affermazione non sia vera per la maggior parte delle aziende.

Riguardo poi alla Blue Board, credo che questa, per scoraggiare la condotta poco professionale di alcune agenzie, dovrebbe prevedere un giudizio negativo anche in caso di mancata comunicazione del risultato di una prova. Secondo me, infatti, il comportamento tenuto riguardo alle prove di traduzione dovrebbe essere il primo biglietto da visita per valutare la serietà e l'affidabilità di un'azienda.

Ciao a tutti,

Rainulf


[Edited at 2005-02-23 16:12]


Direct link Reply with quote
 

skiuna
Italy
Local time: 23:35
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
la cosa si è ripetuta...sarà una nuova moda? Nov 19, 2004

condivido le vostre opinioni. secondo me è indice di correttezza fornire sempre e comunque un riscontro...e aggiungo che la cosa è già capitata due volte...qualche giorno fa ho inviato un'altra prova ad un'altra agenzia . Stesso risultato!
due son le cose 1)o li ho beccti tutti io quelli scoerretti o 2)hanno tempi molto ma molto "dilatati" !

staremo a vedere...


Direct link Reply with quote
 

Aniello Scognamiglio  Identity Verified
Germany
Local time: 23:35
English to German
+ ...
A mio parere... Nov 19, 2004

...le prove non servono a un bel niente!
Purtroppo molti traduttori non capiscono le regole del gioco.
Ma siete professionisti o no???

Saluti da Aniello
http://www.italengger.com


Direct link Reply with quote
 

Daniele Martoglio  Identity Verified
Local time: 23:35
Polish to Italian
+ ...
La mia esperienza Nov 20, 2004

In Polonia le agenzie di traduzioni si dividono in due categorie:

PRIMA CATEGORIA:
- non chiedono di fare nessun test. Si inizia con il primo lavoro, magari piccolino e poi via via cresce la fiducia
- non fanno firmare nessun contratto
- non contestano la mia tariffa
- pagano puntualmente, spesso APPENA RICEVONO la fattura (in Polonia la regola è a 14 giorni dalla fattura)
- sono umanamente simpatici
- sono professionali, ma "normali". si vede che ci tengono a
lavorare bene.


SECONDA CATEGORIA:
- chiedono SPESSO di fare il test.
- di solito chiedono di firmare contratti del tipo "se il cliente non ritorna da noi la seconda volta è EVIDENTE che è colpa del traduttore quindi pagherà un milione di dollari e 100 anni di lavori forzati"
- contestano la tariffa, trattano, si lamentano, pagano poco
- pagano con ritardo, si mostrano SCOCCIATI quando gli ricordo che sono in ritardo
- sono umanamente STRONZI
- lavorano male. ad esempio dividono i lavori a pezzi tagliati a casaccio e poi prima di darli al cliente incollanno i pezzi e via (terminologia? cosa è la terminologia?)
- hanno uno stile da tipico idiota di un paese "fanalino di coda del mondo occidentale" dove hanno letto i manuali tradotti in polacco di qualche guru americano di management.

MORALE DELLA (NON) FAVOLA:
Che bisogno c'è di rovinarsi il fegato con la seconda categoria?
Non so nel resto del mondo, ma penso che in generale valga sempre il criterio che quando una aspetto "puzza", tutto il resto è marcio...


Direct link Reply with quote
 

Beatrice T  Identity Verified
Italy
Local time: 23:35
Member (2010)
German to Italian
+ ...
Due esperienze completamente diverse Nov 26, 2004

Ciao a tutti,
voglio proprio raccontarvi due esperienze opposte che ho avuto recentemente. Non farò nomi e cercherò di non fare commenti.

N. 1
Vengo contattata tramite il mio profilo Proz da un'agenzia che mi chiede se sono interessata ad una posizione in-house.
La sottoscritta guarda subito nella Blue Board e vede ottimi commenti.
Ok, sono interessata, ci telefoniamo. Può fare un test? Certo, mi sembra il minimo. Faccio due test (non ricordo esattamente, ma in totale saranno state 4 o 5 cartelle). Ok, il test va bene, può venire a fare un colloquio qui? Certo.
La cretina di turno prende un giono di ferie, si spara più di 200 km, spende ovviamente i soldi dell'autostrada, della benzina, ecc.
Arrivo, si chiacchiera un po', poi di nuovo: è disposta a fare un altro test? Beh, già che sono qua... Faccio due test. In pratica sto in questa agenzia circa 4 ore.
Prima di andarmene, chiedo esplicitamente e ripetutamente "Per favore, mi faccia sapere qualcosa in ogni caso, anche se non mi prende". Risposta "Ma certo, si figuri, ci mancherebbe, visto che è venuta fin qui..."
Tutto questo è successo 2 mesi fa e ancora non ho avuto uno straccio di risposta.


N. 2
Rispondo ad un annuncio su Proz di una grande e nota agenzia, mi viene chiesto di fare un test, lo faccio. Dopo due settimane ricevo una valutazione completa e super dettagliata (N. di errori suddivisi per categoria, valutazione dello stile, ecc.). Neanche a scuola mi correggevano i compiti così. Vedremo se ne verrà fuori qualcosa. Se non ne verrà fuori niente, almeno non sarò stata solo io a sprecare tempo e denaro!


Quale delle due è "normale"?!?


Direct link Reply with quote
 

Marie-Hélène Hayles  Identity Verified
Local time: 23:35
Italian to English
+ ...
non c'e niente Dec 3, 2004

Credo di avere fatto prove per tre agenzie:
la prima (per cui 4 prove di c. mezza cartella ciascuna) mi ha ringraziato per averle fatte, ha detto che mi avrebbe risposto entro 7 giorni, poi non ho sentito piu' niente. Dopo qualche settimana ho mandato una e-mail chiedendo di conoscere l'esito, anche se negativo: ha confermato la lettura, poi niente. E niente. Ed ancora niente...

La seconda invece ha risposto e' mi ha dato l'esito: una bella tabella con errori grammatici, di spelling, di traduzione e di stile. Purtroppo, il revisore aveva un'idea abbastanza stretta della lingua inglese: infatti segnava le mie spelling britanniche come errori (!) e sono stata respinta. Comunque, almeno l'agenzia aveva l'educazione ad informarmi dell'esito (e l'ho ringraziato con una bella e-mail spiegando perche' il loro revisore aveva torto ).

La terza ho fatto recentemente, anche qui l'agenzia mi ha dato l'esito, che era buono, ed infatti due giorni dopo mi ha dato un primo (ed abbastanza grande) incarico.

La mia conclusione e' che non c'e' un comportamento "normale" delle agenzie, e comunque la staggrande maggiore parte del mio lavoro viene dalle agenzie e dagli clienti per cui non ho mai fatto prova.

[Edited at 2004-12-03 17:20]


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Prove di traduzione: è normale non ricevere risposta?

Advanced search






SDL MultiTerm 2017
Guarantee a unified, consistent and high-quality translation with terminology software by the industry leaders.

SDL MultiTerm 2017 allows translators to create one central location to store and manage multilingual terminology, and with SDL MultiTerm Extract 2017 you can automatically create term lists from your existing documentation to save time.

More info »
Protemos translation business management system
Create your account in minutes, and start working! 3-month trial for agencies, and free for freelancers!

The system lets you keep client/vendor database, with contacts and rates, manage projects and assign jobs to vendors, issue invoices, track payments, store and manage project files, generate business reports on turnover profit per client/manager etc.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs