Cosa si può detrarre dalle tasse (se non si ha la P. IVA)?
Thread poster: Chiara_M

Chiara_M  Identity Verified
Local time: 18:49
French to Italian
+ ...
Jun 26, 2005

Salve a tutti,

non so se l'argomento sia già stato affrontato, ma non mi pare di avere trovato niente in proposito negli archivi.

Mi chiedevo se una traduttrice senza P.IVA (come me) può detrarre qualcosa dalle tasse? Per esempio, corsi di specializzazione o iscrizione a siti come Proz o acquisto di software.

Razionalmente, immagino di no. Ma, alcuni anni fa, quando ero ancora iscritta all'Università, avevo lavorato per tre o quattro mesi (anche se con un contratto di lavoro dipendente) e, al momento, della dichiarazione, la commercialista di allora aveva inserito anche le tasse universitarie, cosa che ha fatto sì che andassi a credito.

Grazie a tutti,
Chiara


Direct link Reply with quote
 

Giusy Cembalo
Local time: 18:49
English to Italian
+ ...
per quanto ne so Jun 26, 2005

si possono scaricare tutti i costi relativi all'attività, vale a dire: carburanti, ammortamento per l'automobile, voli aerei e albergo per corsi di aggiornamento o trasferte presso clienti, costo dell'aggiornamento, quote di iscrizione ad associazioni, software, vocabolari cartacei e on line, pubblicazioni relative all'attività(rientra nell'aggiornamento), grammatiche, bolletta telefonica, detergenti per la pulizia dello studio e/o per la manodopera relativa a tali pulizie, acquisti di computer, divani, sedie, e mobili d'ufficio in generale e tanto altro (anche la lampadina che si fulmina). Scusate l'elenco eterogeneo a causa della fretta, mi faceva comunque piacere farlo a beneficio dei colleghi, perché io ci ho messo un po' di tempo prima di scaricare tutto (se sono davvero arrivata a questo punto).
Ciao e buon lavoro
Giusy

Chiara M. wrote:

Salve a tutti,

non so se l'argomento sia già stato affrontato, ma non mi pare di avere trovato niente in proposito negli archivi.

Mi chiedevo se una traduttrice senza P.IVA (come me) può detrarre qualcosa dalle tasse? Per esempio, corsi di specializzazione o iscrizione a siti come Proz o acquisto di software.

Razionalmente, immagino di no. Ma, alcuni anni fa, quando ero ancora iscritta all'Università, avevo lavorato per tre o quattro mesi (anche se con un contratto di lavoro dipendente) e, al momento, della dichiarazione, la commercialista di allora aveva inserito anche le tasse universitarie, cosa che ha fatto sì che andassi a credito.

Grazie a tutti,
Chiara


Direct link Reply with quote
 

Giusy Cembalo
Local time: 18:49
English to Italian
+ ...
...la fretta... Jun 26, 2005

Ho riletto il tuo post, non avevo capito che non hai p. IVA. Quello che ho detto resta valido per chi ha p. IVA. Nel tuo caso non so.

Mille scuse.
Giusy


Direct link Reply with quote
 
idemasi  Identity Verified
Italy
Local time: 18:49
English to Italian
+ ...
no, non puoi Jun 27, 2005

ciao Chiara,
se non hai la partita iva non puoi detrarre niente, perchè in effetti chi ha la partita iva detrae dai ricavi (ciò che hai guadagnato)i costi per le spese effettuate per lo svolgimento della propria attività. Sull'importo residuo(ricavi meno costi) vengono calcolate le imposte da pagare allo stato.
Chi lavora solo con prestazioni occasionali per il fisco non dovrebbe superare una certa soglia di reddito e quindi non si pagano tasse, a meno che le prestazioni occasionali non affianchino altre attività, per esempio lavoro dipendente, in quel caso un commercialista può verificare quali sono le detrazioni a cui hai diritto.
In genere con contratti da dipendente a tempo determinato in effetti si hanno più trattenute ed è per questo che eri in credito senza contare che le tasse universitarie possono sempre essere detratte nella dichiarazione dei redditi.
Spero ti sia stata utile, anche se ti conviene chiedere comunque ad un commercialista se credi di avere un certo reddito, o se sommi più attività (tipo: lavoro dipendente e prestazioni occasionali.
ciao imma

Chiara M. wrote:

Salve a tutti,

non so se l'argomento sia già stato affrontato, ma non mi pare di avere trovato niente in proposito negli archivi.

Mi chiedevo se una traduttrice senza P.IVA (come me) può detrarre qualcosa dalle tasse? Per esempio, corsi di specializzazione o iscrizione a siti come Proz o acquisto di software.

Razionalmente, immagino di no. Ma, alcuni anni fa, quando ero ancora iscritta all'Università, avevo lavorato per tre o quattro mesi (anche se con un contratto di lavoro dipendente) e, al momento, della dichiarazione, la commercialista di allora aveva inserito anche le tasse universitarie, cosa che ha fatto sì che andassi a credito.

Grazie a tutti,
Chiara


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Cosa si può detrarre dalle tasse (se non si ha la P. IVA)?

Advanced search






PerfectIt consistency checker
Faster Checking, Greater Accuracy

PerfectIt helps deliver error-free documents. It improves consistency, ensures quality and helps to enforce style guides. It’s a powerful tool for pro users, and comes with the assurance of a 30-day money back guarantee.

More info »
CafeTran Espresso
You've never met a CAT tool this clever!

Translate faster & easier, using a sophisticated CAT tool built by a translator / developer. Accept jobs from clients who use SDL Trados, MemoQ, Wordfast & major CAT tools. Download and start using CafeTran Espresso -- for free

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs