Mobile menu

[mentoring] offresi apprendista
Thread poster: Alessandro Cattelan
Alessandro Cattelan
Italy
Local time: 14:29
English to Italian
+ ...
Sep 26, 2005

Ciao,
ogni tanto mi faccio vivo in questo forum. Non molto spesso, diciamo che mi ritrovo a scrivere qui ogni volta che sono preso dallo sconforto per la mia apparente incapacità a iniziare questa professione.

E oggi ci risiamo.

Devo ammettere che non mi sono mai veramente impegnato a cercare occasioni per lavorare come traduttore. Tempo fa ho preparato il curriculum e ho sistemato il mio profilo, ma poi, dopo aver infruttuosamente risposto a un paio di annunci, non mi sono impegnato più di tanto nella ricerca di qualche buon contatto.

La ragione è che qualche lavoretto come insegnante mi faceva star tranquillo da un punto di vista economico (ho ben poche pretese al momento) e quindi non sentivo la necessità di trovare un lavoro come traduttore.

Ora però ci sto ripensando più seriamente e nelle ultime settimane ho bombardato con e-mail e lettere di presentazione tutte le agenzie che sono riuscito a localizzare nel triveneto. Se non mi arrestano per spam stavolta, non lo fanno più!

Ogni volta che cliccavo il tasto Invia del programma di posta, però, mi chiedevo perché mai quelle agenzie avrebbero dovuto contattare proprio me.

E infatti sembra che loro fossero in sintonia con il mio pensiero: a parte una mail in cui un'agenzia mi sbeffeggiava per le tariffe troppo alte e per l'"esperienza in alimentazione" non ho ricevuto altre risposte.

Ho pensato quindi che potrei aver bisogno di qualche altro aiuto e mi sono ricordato di aver letto diverse discussioni in cui si parlava di mentoring... E allora eccomi qui:

"Giovane apprendista volenteroso offresi per qualsiasi tipo di lavoro al fine di acquisire un minimo di esperienza e di know how nel settore della traduzione"

In realtà non so esattamente cosa mi posso aspettare da un eventuale mentore e non so cosa potrei offrire. Di fatto non so bene come funzioni il mentoring!

Ho perciò aperto questa discussione nella speranza che qualcuno sia così gentile (o mosso a pietà ) da volermi dare qualche consiglio e magari una mano un po' più sostanziosa.

Finora, come potete vedere dal curriculum disponibile nella pagina del mio profilo, ho accumulato ben poca esperienza nel settore. Negli ultimi tempi però, sto rivalutando l'ipotesi di inserirmi seriamente nel mondo della traduzione. Ho perso diversi anni facendo un po' di tutto (dalla raccolta di frutta all'insegnamento passando per il facchinaggio...) e quindi sono ancora indietro con gli studi ma adesso mi sto "rimettendo in carreggiata" e credo di essere in tempo per rimediare...

Ora mi mancano solo gli spunti giusti per iniziare a lavorare... Chi mi aiuta a trovarne?

Grazie a tutti e complimenti per essere riusciti a leggere fin qui!
Alessandro.






[Edited at 2005-09-26 19:38]


Direct link Reply with quote
 

Daniele Martoglio  Identity Verified
Local time: 14:29
Polish to Italian
+ ...
Ti faccio un po' sorridere.. Sep 27, 2005

Ecco il motivo del tuo problema: sei esperto in CUCINA e traduci VERSO L'ITALIANO. Ma che siamo pazzi? Noi italiani ESPORTIAMO cucina, mica la importiamo!

A parte gli scherzi, magari gli italiani che vivono in Italia sono anche stufi della loro cucina nazionale.. perche' non provi a contattare le case editrici per proporti per scrivere un libro con raccolta di ricette di cucine "etniche"?

Potrebbe essere un'idea...

La mia impressione e' che la specializzazione paga. Anche quella piu' assurda. Ho guardato al cinema Broken Flowers e pensavo "che cosa da matti la tizia che comunica con gli animali". Poi esco in piazza del Rynek a Cracovia e trovo nella vetrina di una libreria un libro, traducendo il titolo polacco era "La filosofia del pensiero canino"..

Daniele


Direct link Reply with quote
 
Alessandro Cattelan
Italy
Local time: 14:29
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
eh sì, ma cuoco sono! :) Sep 27, 2005

Daniele Martoglio wrote:

Ecco il motivo del tuo problema: sei esperto in CUCINA e traduci VERSO L'ITALIANO. Ma che siamo pazzi? Noi italiani ESPORTIAMO cucina, mica la importiamo!




sì, effettivamente hai ragione!


A parte gli scherzi, magari gli italiani che vivono in Italia sono anche stufi della loro cucina nazionale.. perche' non provi a contattare le case editrici per proporti per scrivere un libro con raccolta di ricette di cucine "etniche"?


a dire il vero un libro di cucina l'ho già scritto e se tutto va bene l'anno prossimo ne pubblico un altro sui dolci vegan... etnico non è, ma esotico di sicuro!


La mia impressione e' che la specializzazione paga.


fa sorridere chiamarla specializzazione, ma di fatto ogni tanto qualche offerta di lavoro in ambito culinario la si legge sia su proz che su altri siti simili.

certo, preferirei poter dichiarare una specializzazione in aeronautica spaziale o nanotecnologie ma purtroppo a tanto non arrivo!

prima o poi inizierò ad accumulare un po' più di esperienza anche in altri settori - l'IT sarebbe il massimo per me - ma per il momento, in tutta umiltà, non posso scrivere altro nel curriculum.

grazie per la risposta!
Ale.


Direct link Reply with quote
 

LuciaC
United Kingdom
Local time: 13:29
English to Italian
+ ...
- Sep 27, 2005

Caro Alessandro,
secondo me il tuo profilo e CV si presentano bene e non dai l'aria di essere uno sprovveduto. Se ho capito bene, sei ancora iscritto a Trieste, quindi, prima di pensare seriamente al lavoro, ti consiglierei di accelerare e prendere il fatidico pezzo di carta, perché per molte agenzie la qualifica è il punto di partenza. Potrebbe sempre tornarti utile per cambiare carriera. Nella vita non si sa mai...
Una volta laureato, se sei libero di muoverti, potresti andare a lavorare all'estero, p.es. in Irlanda o in Gran Bretagna, cercando un lavoro qualificato (non tanto il barista o il cameriere che sono certo lavori dignitosi ma non aggiungono niente al CV). Ci sono lavori di ufficio per tutti i gusti, anche nella traduzione IT. Dopo un paio d'anni puoi tornare in Italia con vari assi nella manica:
- hai lavorato all'estero
- hai fatto un'esperienza di lavoro valida che ti rende specialista in quel settore
- se il datore di lavoro ha bisogno di traduzioni, hai già automaticamente il tuo primo cliente
- hai migliorato le tue conoscenze linguistiche, anche se già ad alto livello (si può salire sempre un gradino più su).


Buona fortuna
Lucia







[Edited at 2005-09-27 13:11]


Direct link Reply with quote
 
Alessandro Cattelan
Italy
Local time: 14:29
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
rincuorante! Sep 27, 2005

Grazie Lucia, il tuo messaggio è rincuorante!

Se ho capito bene, sei ancora iscritto a Trieste, quindi, prima di pensare seriamente al lavoro, ti consiglierei di accelerare e prendere il fatidico pezzo di carta, perché potrebbe sempre tornarti utile per cambiare carriera. Per molte agenzie, la qualifica è il punto di partenza. E poi nella vita non si sa mai...


per un periodo piuttosto lungo (gli ultimi tre anni) sono stato spesso tentato di abbandonare gli studi perché di fatto era un settore che non mi interessava più.

ultimamente invece, vuoi per le esperienze fatte o per la mia nuova vita, sto rivalutando seriamente la traduzione e mi ci diverto pure!

sono quindi molto intenzionato a prendere il pezzo di carta e credo che il 2006 sarà l'anno buono.

però un po' di soldini mi servono e quindi vorrei iniziare a lavorare, magari anche solo part-time, già da adesso. ormai insegno da diversi anni e comincio a non farcela più, è ora di cambiare!

Una volta laureato, se sei libero di muoverti, potresti andare a lavorare all'estero, p.es. in Irlanda o in Gran Bretagna, cercando un lavoro qualificato (non tanto il barista o il cameriere che sono certo lavori dignitosi ma non aggiungono niente al CV). Ci sono lavori di ufficio per tutti i gusti, anche nella traduzione IT. Dopo un paio d'anni puoi tornare in Italia con vari assi nella manica:


effettivamente è più o meno il mio piano. cambierei però l'ultima parte: in Italia, una volta partito, non ci torno più. 28 anni vissuti qui sono troppi.

ora vivo con la mia compagna e i progetti li facciamo in due... entrambi abbiamo l'intenzione di andarcene ma il compromesso migliore tra le sue e le mie esigenze è probabilmente la Spagna. un paese che adoriamo ma che certo non offre tutte le opportunità che potrebbe offrire la Gran Bretagna...

ad ogni modo, prima o poi partirò e chissà che non riesca ad arrivare alla mia meta da sogno: British Columbia.

grazie,
Ale.


Direct link Reply with quote
 
luisa bosetti
Local time: 14:29
English to Italian
+ ...
non è facile! Sep 29, 2005

Ciao!
Non posso esserti d'aiuto, le mie esperienze lavorative non mi consentono di dare consigli, ma posso augurarti in bocca al lupo... Io ho conseguito il titolo di studio nel 2001 e da allora ho mandato curriculum e proposte di collaborazione come freelance a tutte le agenzie che mi capitavano a tiro, sia in Italia che all'estero. Ho lavorato "a singhiozzi" come interprete e traduttore e solo quest'anno (se Dio vuole) ho cominciato a notare una certa continuità nel lavoro... Purtroppo ho dovuto (e devo tuttora) fare i salti mortali, perché pur sognando di poter fare, un giorno, solo il traduttore/interprete ora devo comunque tirare avanti facendo altri lavori... Risultato: lavoro otto ore al giorno e nelle restanti ore della giornata mi occupo delle traduzioni, riuscendo nonostante tutto a rispettare le scadenze. Certo, non è facile, ma se ami questa professione lo fai volentieri.
Io ho avuto la fortuna di conoscere un'insegnante generosa che mi ha aiutato e dato molti consigli preziosi.
Incrocio le dita per te...


Direct link Reply with quote
 
Alessandro Cattelan
Italy
Local time: 14:29
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
non è facile no! Sep 30, 2005

Grazie Luisa!

Certo, immagino che non sia per nulla facile. È per questo che sto già iniziando a cercare i primi contatti (e ieri penso di averne trovato uno molto interessante per la tesi e supporto - NON lavoro... - con una multinazionale del settore IT ) anche se ancora non ho il famoso pezzo di carta in mano.

Non essendo un genio nella traduzione (e, a ben pensarci, nemmeno in altri ambiti...) probabilmente anch'io fra alcuni anni sarò ancora in una situazione simile alla tua. Ma visto che sto "invecchiando", credo sia meglio che inizi fin d'ora la gavetta!

...sempre che le tue dita incrociate non mi portino un contratto fenomenale!

Grazie di nuovo,
Alessandro.

[Edited at 2005-09-30 08:20]


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

[mentoring] offresi apprendista

Advanced search






Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »
CafeTran Espresso
You've never met a CAT tool this clever!

Translate faster & easier, using a sophisticated CAT tool built by a translator / developer. Accept jobs from clients who use SDL Trados, MemoQ, Wordfast & major CAT tools. Download and start using CafeTran Espresso -- for free

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs