Mobile menu

Fattura per asseverazione
Thread poster: Befanetta81

Befanetta81
Italy
Member (2007)
Italian to German
+ ...
Nov 10, 2005

Ciao a tutti,

Mi rivolgo a voi per un consiglio.

Ho revisionato una traduzione fatta da un altro traduttore e ho emesso regolare fattura all'agenzia tedesca.
Ora il cliente mi ha chiesto se posso recarmi al tribunale per asseverare questa traduzione revisionata da me.
Il problema è che non so come strutturare la fattura per l'asseverazione, dal momento che le marche da bollo e le spese della spedizione a mezzo posta dei documenti non sono tassabili.

Allora metto per esempio:

Costo per asseverazione/Beglaubigungskosten: 50,-EUR

(qualche nota bilingue che precede il seguente testo?)

+ marche da bollo X EUR
+ spedizione a mezzo posta X EUR

****************************************

Vabbè per sicurezza chiederò poi al mio commercialista


Grazie Befy


Direct link Reply with quote
 

Maria Antonietta Ricagno  Identity Verified
Local time: 05:41
Member
English to Italian
+ ...
asseverazione Nov 11, 2005

ciao

io faccio così:
Traduzione/revisione Euro....
Totale parziale Euro...
+
Marche da bollo (spese vive) Euro...

Totale generale Euro....


Spero ti sia utile

ciao

Antonella


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 05:41
Italian to Spanish
+ ...
Per le fatture con asseverazione... Nov 11, 2005

Io faccio così:

Traduzione (cartelle) ...... tot
+ Asseverazione ........... tot
totale .................... tot

+ inps ..................... 4%

+ iva ...................... 20%
- ritenuta ................. 20%

totale onorari: ............. TOT
+ Marche da bollo (ART. 15)...tot

TOTALE FATTURA .............. TOT

La dicitura "art. 15" corrisponde a quelle spese vive (valori bollati, diritti di cancelleria, ecc. ) non soggette a IVA ma che vanno incluse comunque in fattura.


[Edited at 2005-11-11 15:55]


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 05:41
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Spese documentate e non documentate Jan 6, 2008

Il calcolo dei bolli nelle fatture per asseverazioni può avvenire in due modi.

Spese documentate: se si considerano i bolli spese documentate, come effettivamente dovrebbero essere, non sono soggetti né a iva né a ritenuta, tuttavia occorre produrre la relativa fatture di acquisto (da farsi rilasciare dal tabaccaio, visto che le poste italiane non vendono più i bolli). Questa fattura deve essere intestata direttamente al cliente destinatario dell'asseverazione e allegata alla fattura stessa.

Spese non documentate: se invece non si è in possesso della fattura relativa all'acquisto dei bolli (perché ad esempio i bolli sono stati acquistati precedentemente e sono conservati per utilizzi futuri) questa spesa è da considerarsi non documentata e pertanto soggetta sia ad iva che a ritenuta d'acconto.

In linea di massima, poco cambia nel calcolo dell'iva e della ritenuta se si tratta di uno o due bolli, ma per documenti più sostanziosi, per essere in regola, è consigliabile farsi fare sempre la fattura intestata al nostro cliente.

Non è fiscalmente corretto escludere i bolli dalla base imponibile se non si è in possesso della relativa fattura d'acquisto, che deve poi essere allegata. In caso di controllo, non si è in regola.


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 05:41
Italian to Spanish
+ ...
La spesa è sempre documentata, o di una marca o di 100 Jan 6, 2008

Se io acquisto i bolli senza IVA aggiunta e mi faccio fare la fattura (sia che acquisti 50 marche in un colpo sia che ne compri 1 sola), non vedo perché io le debba includere in fattura le marche con IVA.
Io faccio tante asseverazioni tutte le settimane e non mi è possibile farmi fare una fattura per OGNI marca che mi viene venduta. Quando invece compro 50 marche da bollo da utilizzare in diversi lavori, mi faccio fare ugualmente la fattura (intestata a me) e do quella al mio commercialista. Non posso non essere in regola perché ho sempre in mano un documento fiscale di acquisto (senza IVA) che io allego, che lo dia al commercialista subito od ogni tre mesi o una volta all'anno, non cambia molto; è da molti anni che faccio così.

MJ



[Modificato alle 2008-01-06 14:39]


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 05:41
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Sono spese detraibili Jan 6, 2008

María José Iglesias wrote:

Se io acquisto i bolli senza IVA aggiunta e mi faccio fare la fattura (sia che acquisti 50 marche in un colpo sia che ne compri 1 sola), non vedo perché io le debba includere in fattura le marche con IVA.
Io faccio tante asseverazioni tutte le settimane e non mi è possibile farmi fare una fattura per OGNI marca che mi viene venduta. Quando invece compro 50 marche da bollo da utilizzare in diversi lavori, mi faccio fare ugualmente la fattura (intestata a me) e do quella al mio commercialista. Non posso non essere in regola perché ho sempre in mano un documento fiscale di acquisto (senza IVA) che io allego, che lo dia al commercialista subito od ogni tre mesi o una volta all'anno, non cambia molto; è da molti anni che faccio così.


Anch'io mi sono sempre posta il problema, perché è vero che non ha senso farsi fare ogni volta la fattura per uno o due bolli intestata al cliente. Eppure il mio commercialista è fermo sulla questione: se non si può o non si vuole far fare la fattura intestata al cliente, allora la spesa per quel servizio specifico *non è documentata* e va pertanto a costituire la base imponibile. Se tu porti una volta ogni tanto una fattura per l'acquisto dei bolli, quelle sono spese tue che puoi ovviamente detrarre, ma che non fanno sì che le spese dei bolli di ciascuna asseverazione siano documentate.
Il mio commercialista di solito è molto pignolo e oltretutto anche lui emette dei documenti soggetti a bolli e si comporta esattamente così. Proverò ancora a porgli il quesito che hai esposto tu ed eventualmente farò un nuovo intervento, ma per ora le informazioni che ho sono queste.


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 05:41
Italian to Spanish
+ ...
... come per le altre questioni fiscali Jan 6, 2008

Sì, Mariella, io sono convinta che in questo come in molti altri argomenti, i commercialisti hanno punti di vista diversi; c'è quello che non rischia niente e chiede al suo cliente tanti anticipi di tasse per coprirsi le spalle, c'è poi quello un po' meno scrupoloso che fa detrarre tutto e di più (anche l'ingiustificabile)... Per quanto riguarda le marche da bollo, credo sia uguale... Non mi stupirebbe che fosse così come dice il tuo commercialista e che tu avessi ragione (qualche volta il cliente potrebbe infatti chiedere la ricevuta relativa a quelle marche da bollo inserite in fattura), ma se vogliamo essere logici (oltre che fiscali), non vedo quale possa essere la differenza tra far comprare al cliente direttamente le marche da bollo o comparle io e poi inserirle in fattura per farmele rimborsare.
Io preferisco fare così come faccio per consiglio del commercialista (fra l'altro io non ho più ritenuta in fattura), mi sembra più comodo aggiungerle fuori campo IVA e fin'ora non ho avuto problemi perché, come ho detto, mi faccio rilasciare sempre la fattura quando acquisto marche, francobolli, ecc. Spesa documentata o non documentata, al cliente basta dare uno sguardo alla traduzione asseverata per vedere che la marca c'è, per capire che io l'ho anticipata e che me la pretendo far rimborsare
Visto che paghiamo così tante tasse, poter detrarre qualcosa non fa mai male.

María José


[Modificato alle 2008-01-06 19:21]


Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Spain
Local time: 05:41
Member (2003)
French to Italian
+ ...
Confermo Jan 6, 2008

Mariella Bonelli wrote:
Anch'io mi sono sempre posta il problema, perché è vero che non ha senso farsi fare ogni volta la fattura per uno o due bolli intestata al cliente. Eppure il mio commercialista è fermo sulla questione: se non si può o non si vuole far fare la fattura intestata al cliente, allora la spesa per quel servizio specifico *non è documentata* e va pertanto a costituire la base imponibile. Se tu porti una volta ogni tanto una fattura per l'acquisto dei bolli, quelle sono spese tue che puoi ovviamente detrarre, ma che non fanno sì che le spese dei bolli di ciascuna asseverazione siano documentate.
Il mio commercialista di solito è molto pignolo e oltretutto anche lui emette dei documenti soggetti a bolli e si comporta esattamente così. Proverò ancora a porgli il quesito che hai esposto tu ed eventualmente farò un nuovo intervento, ma per ora le informazioni che ho sono queste


Anche la mia commercialista dice così e anche lei si comporta così in proprio.

Ciao Ciao

Angio


Direct link Reply with quote
 

Silvia Prendin  Identity Verified
Italy
Local time: 05:41
Member (2009)
English to Italian
+ ...
Risolvibile Jun 6, 2009

Secondo me la faccenda è facilmente risolvibile.

Il traduttore X prepara una lettera su carta intestata per acquistare 30€ di marche da bollo. Il traduttore X si reca dal tabaccaio e acquista le marche da bollo come da documento precedentemente preparato. Il tabaccaio emette le marche da bollo con apposita macchinetta e appone il timbro di pagato sul documento.
Si prendono tutte le marche da bollo e si fa una bella fotocopia da allegare al documento timbrato.
La spesa è così documentata. Le nuove marche da bollo sono numerate, questo cosa significa?
Che io non posso far pagare la stessa marca da bollo al sig. Rossi e al sig. Bianchi, e posso documentarlo.

Consultate il commercialista e sentite cosa vi dice. Se non ve lo accetta, deve però motivare la propria asserzione con dati alla mano. Quando vi rispondono picche su qualcosa, non accettate passivamente e basta. Chiedete copia scritta della legge/direttiva/normativa che prevedere la regola di cui stanno parlando. Altrimenti è aria fritta.


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Fattura per asseverazione

Advanced search






CafeTran Espresso
You've never met a CAT tool this clever!

Translate faster & easier, using a sophisticated CAT tool built by a translator / developer. Accept jobs from clients who use SDL Trados, MemoQ, Wordfast & major CAT tools. Download and start using CafeTran Espresso -- for free

More info »
memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs