Mobile menu

Traduzione interviste televisive e sottotitoli
Thread poster: lanave

lanave  Identity Verified
Italy
Local time: 19:57
French to Italian
+ ...
Feb 26, 2006

Ieri notte ho guardato su Rai 3 un'intervista a David Cronenberg, in inglese, sottotitolata in italiano. In genere quando ascolto interviste sottotitolate faccio spesso il confronto fra l'originale e la traduzione (deformazione professionale...). E' stato così anche questa volta.

Premetto che non ho mai tradotto sottotitoli e che quindi non conosco le implicazioni di tale lavoro di traduzione.

Tuttavia, nonostante questa mia "ignoranza" ad un certo punto ho letto una frase da panico.
Il regista stava parlando di un'attrice, del perché l'aveva scelta per interpretare la proagonista del suo film, ecc.

Leggo nel sottotitolo:

"Quando l'ho provinata"

Immagino si intuisca cosa volesse dire, ma mi chiedo se il fattore "spazio" in un sottotitolo, giustifica una scelta traduttiva di questo tipo. E lo chiedo soprattutto ai colleghi esperti nel campo dei sottotitoli.

Grazie.



[Edited at 2006-02-26 18:14]


Direct link Reply with quote
 

Giuliana Buscaglione  Identity Verified
Austria
Local time: 19:57
Member (2001)
German to Italian
+ ...
Lo spazio è fondamentale, quanto i tempi Feb 26, 2006

Ciao,

I sottotitoli sono veramente un caso a parte e molto spesso ci si trova in situazioni piuttosto imbarazzanti, soprattutto se si traduce dall'inglese, molto più stringato, diciamo.

le regole variano un po' a seconda dei clienti, io ho a disposizione 38 battute per riga, massimo sue righe per sottotitolo. Tuttavia devo anche rispettare i tempi/ritmi del film.. anche nel "narrato". Normalmente va sempre a finire che mi si dice di accorciare e quando ho accorciato mi si dice che è non ho detto questo e quello..

Finisce per essere un riassunto di ciò che vien detto, anche perché quando si parla ci si ripete con altre parole che, considerando solo il contenuto del "messaggio", sono del tutto superflue per la comprensione e la comunicazione stessa del messaggio che si vuol trasmettere).

Quanto al tuo esempio, a occhio e croce e senza sapere com'era "l'inquadratura" e il resto della frase prima e dopo: "quando le ho fatto il provino" ci sarebbe stato, ma se la frase era più lunga e nella stessa riga ci andava dell'altro, perché poi sarebbe seguita già un'altra (max due per sott.) le 38 battute erano presto superate... non so se son riuscita a spiegarmi...

Insomma, può benissimo essere una "brutta" traduzione oppure nient'altro che necessità pratica.

Giuliana


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 14:57
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Comunque 'provinata' è brutto Feb 26, 2006

Si poteva trovare un'alternativa, c'è quasi sempre un'alternativa:

"Quando l'ho provinata" (21 caratteri)
"Durante il provino" (18 caratteri)

anche se questo spezzone appare qui come un problema isolato e non conosciamo il resto della frase, il tono generale del resto dell'intervista o eventuali altri vincoli.

Gianfranco


Direct link Reply with quote
 

lanave  Identity Verified
Italy
Local time: 19:57
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Capisco. Tuttavia... Feb 26, 2006

Comprendo il punto. Considerate le condizioni, la brevità assume una certa importanza.
In effetti la frase in questione era preceduta e seguita da altre, quindi di fatto non c'era molto spazio per un:

quando le ho fatto il provino

ma come sottolinea Gianfranco, c'è sempre un alternativa. Oltre alla sua, si può pensare a un:

dopo il provino


Penso che l'autocritica sia un criterio essenziale per migliorare la qualità del proprio lavoro. Se nella mia traduzione c'è una soluzione che mi disturba (non ponso pensare che l'ho provinata filasse liscio nell'orecchio del traduttore) è un obbligo morale, oltre che etico, trovare un'alternativa.


Direct link Reply with quote
 

Ilde Grimaldi  Identity Verified
Local time: 19:57
Member (2003)
English to Italian
+ ...
gergo tecnico del regista Feb 26, 2006

scusate, ma in questo caso credo che l'esempio posto non giustifichi la contestazione. Se si parla di un'intervista, è anche lecito che in italiano si sia potuto usare il verbo che avrebbe usato un regista italiano. Direi quasi di fare i complimenti al traduttore per l'utilizzo di terminologia specifica e colloquiale da addetto ai lavori o da traduttore specializzato e quindi autore di un testo perfettamente pertinente.

Forse sbaglio, bah.

[Edited at 2006-02-26 23:42]


Direct link Reply with quote
 

Rita Bilancio  Identity Verified
Local time: 19:57
English to Italian
+ ...
sono d'accordo Feb 26, 2006

Anche per me il provinata é azzeccato. Colloquiale forse un po' gergale ma adeguato al contesto

Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 14:57
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Scelta del registro giusto Feb 26, 2006

Si tratta appunto di vedere in che tono e contesto si svolgeva l'intervista e il pubblico a cui era destinato il programma. Se il gergo è d'obbligo, per brevità e chiarezza, in situazioni informali oppure tra specialisti, non è detto che sia la scelta migliore per il pubblico generico.

Non voglio sembrare un purista, tra amici e colleghi per esempio dico anche io "googlare", ma se parlo con una persona che ha poca dimestichezza con questo motore di ricerca non lo dico di sicuro. Per iscritto occorre fare ancora più attenzione alla forma, anche se si tratta di sottotitoli di un'intervista.

Sinceramente, la prima cosa che ho pensato istintivamente, era che si trattasse di un calco dall'inglese.
Non so quale fosse il termine originale pronunciato in inglese dal regista, ma probabilmente ha trasformato un sostantivo in verbo (ad esempio: da "test" il verbo "to test") che in italiano è stata ripreso, (da "il provino" al verbo "provinare").

Ecco, a me questo probabile calco, soprattutto se inserito in una espressione "Quando l'ho provinata" mi hanno fatto stridere le orecchie, mentre in inglese si tratta di una forma molto più normale e di uno standard grammaticale comune.

Nel dubbio, se possibile, penso che sia meglio usare un'espressione meno ardita, che accontenta tutti e, in fondo, fornisce le stesse informazioni.


Gianfranco


[Edited at 2006-02-26 20:53]


Direct link Reply with quote
 

lanave  Identity Verified
Italy
Local time: 19:57
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Registro Feb 26, 2006

Purtroppo non sono riuscita a cogliere il vebo usato dal regista né la forma.


Comunque non so se avete mai visto o sentito parlare Cronenberg...
E' un tipo molto particolare, colto, austero direi.
Per un'oretta, la durata dell'intervista, non ha fatto un sorriso. Il suo inglese era impeccabile, il suo tono serio e creava evidentemente soggezione nella "povera" intervistatrice, che balbettava le sue domande in un inglese stentato. Domande alle quali in molti casi il regista non rispondeva, perché non erano formulate correttamente, né faceva il tentativo di interpretarle per andarle in aiuto. Semplicemente taceva fino a che lei non le ripeteva in una forma più comprensibile.

Per questo motivo escluderei che si trattasse del "gergo tecnico" del regista. Parlava infatti dell'audizione non in termini tecnici, ma esponendo le ragioni per le quali aveva scelto quell'attrice.

L'intervista deve essere degli anni '80 perché parlavano di un film uscito appunto in quegli anni.

[Edited at 2006-02-26 22:16]


Direct link Reply with quote
 

RB Translations  Identity Verified
Australia
Local time: 03:57
English to Italian
+ ...
Il registro lo sceglie il parlante Feb 26, 2006

Ovviamente bisognerebbe sentire il video in originale, però in un intervento sottotitolato non si può adattare il registro del parlante al nostro pubblico, bisogna semplicemente adeguarsi, e i registi tendono a usare gergo tecnico, quindi se l'intervista contiene termini del settore, il sottotitolatore userà termine di settore, e così via. Non mi pare che il ruolo del sottotitolatore sia di fare da "filtro" per così dire... Anche perché c'è chi legge la traduzione ma capisce anche il parlato.
My 2 cents.

[Edited at 2006-02-26 21:27]


Direct link Reply with quote
 

Valentina Pecchiar  Identity Verified
Italy
Member
English to Italian
+ ...
IMHO è una parola quasi corrente Feb 26, 2006

Ilde Grimaldi wrote:
Se si parla di un intervista, è anche lecito che in italiano si sia potuto usare il verbo che avrebbe usato un regista italiano. Direi quasi di fare i complimenti al traduttore per l'utilizzo di terminologia specifica e colloquiale da addetto ai lavori o da traduttore specializzato e quindi autore di un testo perfettamente pertinente.

Forse sbaglio, bah.


E forse sbagliamo in due
Sono d'accordo che provinare sia un termine gergale ma sono molti anni che lo sento usare, tanto in italiano quanto - addirittura - "dialettizzato", e da persone che non conoscono l'inglese quindi escluderei un calco (ma non è esatto dire calco perché in inglese è to audition e audizionare non l'ho mai sentito).
Non ho conoscenza diretta del mondo dei provimi, ma conosco parecchi aspiranti e affermati (più o meno...) attori, registi, musicisti, coreografi, ballerini, fonici, luccichi e tutti lo usano con disinvoltura anche chiacchierando al bar con non addetti ai lavori.

PQCV

[Edited at 2006-02-26 23:09]


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Traduzione interviste televisive e sottotitoli

Advanced search






Protemos translation business management system
Create your account in minutes, and start working! 3-month trial for agencies, and free for freelancers!

The system lets you keep client/vendor database, with contacts and rates, manage projects and assign jobs to vendors, issue invoices, track payments, store and manage project files, generate business reports on turnover profit per client/manager etc.

More info »
LSP.expert
You’re a freelance translator? LSP.expert helps you manage your daily translation jobs. It’s easy, fast and secure.

How about you start tracking translation jobs and sending invoices in minutes? You can also manage your clients and generate reports about your business activities. So you always keep a clear view on your planning, AND you get a free 30 day trial period!

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs