Mobile menu

Pages in topic:   [1 2 3] >
Vi sentite riconosciuti come professionisti?
Thread poster: xxxTranslation1
xxxTranslation1
English to French
+ ...
Mar 11, 2006

Cari colleghi,
Prendetelo come uno sfogo o una domanda stupida, ma voi vi sentite riconosciuti come professionisti? Non dai vostri clienti, ma dalle persone con cui avete a che fare nella vita quotidiana: a me sembra che sempre più spesso dire "sono un traduttore/un interprete" equivalga a dire "perdo tempo" (o ancora peggio "sto cercando un lavoro vero"). Un sacco di volte mi sono sentita dire "Quasi quasi provo anche io", oppure "Vorrei fare il traduttore, ho già tradotto un libro per scrivere la mia tesi, quindi ho una discreta esperienza", oppure ancora "fai un lavoro comodo, lavori quando pare a te e se vuoi non ti muovi da casa". Qualcuno mi ha addirittura detto "Vorrei provare a fare il traduttore, d'altra parte ho studiato il francese alle Magistrali per ben 4 anni, al massimo se c'è qualche parola che non so lascio i buchi e se le correggono loro, mica si può sapere tutto! Mi passi qualche contatto?" A voi capita? E come vi comportate?
Roberta


Direct link Reply with quote
 

Angela Arnone  Identity Verified
Local time: 07:28
Member (2004)
Italian to English
+ ...
Scherzi? Mar 11, 2006

Tutto ciò e di più ... dalla serie "così tanto per una traduzione? Ma che ci vuole?" oppure "non rispondi mai a telefono .... che fai dalla mattina alla sera?"
Ma alla fin fine ... che ce n'importa? C'è un mucchio di gente che sa che sono brava, i miei figli sono fieri di me e i bei soldini che arrivano mi pagano le vacanze e altri "lussi" che non ci potevamo permettere quando avevo "il posto fisso" (anzi, potrei mantenere da sola la famiglia se a mio marito venisse a mancare il lavoro), e ho tutti voi colleghi con cui scambiare idee e fare delle belle discussioni.
Comunque, il mestiere delle parole sta spiccando il volo e credo al 100% che tra qualche anno i nostri sforzi daranno i meritati frutti. A noi tocca essere sempre seri, solidali e impeccabili ... e ricordare che se il curling (un gioco con due scope e un coperchio di tegame) possa divantare disciplina olimpica, quanto più cercare le parole giuste è da Nobel.



Angela


Translation18 wrote:

Cari colleghi,
Prendetelo come uno sfogo o una domanda stupida, ma voi vi sentite riconosciuti come professionisti? Non dai vostri clienti, ma dalle persone con cui avete a che fare nella vita quotidiana: a me sembra che sempre più spesso dire "sono un traduttore/un interprete" equivalga a dire "perdo tempo" (o ancora peggio "sto cercando un lavoro vero"). Un sacco di volte mi sono sentita dire "Quasi quasi provo anche io", oppure "Vorrei fare il traduttore, ho già tradotto un libro per scrivere la mia tesi, quindi ho una discreta esperienza", oppure ancora "fai un lavoro comodo, lavori quando pare a te e se vuoi non ti muovi da casa". Qualcuno mi ha addirittura detto "Vorrei provare a fare il traduttore, d'altra parte ho studiato il francese alle Magistrali per ben 4 anni, al massimo se c'è qualche parola che non so lascio i buchi e se le correggono loro, mica si può sapere tutto! Mi passi qualche contatto?" A voi capita? E come vi comportate?
Roberta


[Edited at 2006-03-11 17:52]


Direct link Reply with quote
 
xxxTranslation1
English to French
+ ...
TOPIC STARTER
e ho tutti voi colleghi con cui scambiare idee e fare delle belle discussioni Mar 11, 2006

Vero, verissimo...forse il fatto che ognuno di noi lavora da casa sua o dal suo ufficio è il motivo per cui la gente non ci vede come categoria... però meno male che ci sono siti come proz Grazie per la tua risposta!

Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 04:28
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Discussione recente a seguito di un sondaggio Mar 11, 2006

Translation18 wrote:
...
ma voi vi sentite riconosciuti come professionisti? Non dai vostri clienti, ma dalle persone con cui avete a che fare nella vita quotidiana:
...


Un tema simile è stato toccato di recente in una delle Quick Poll, che ha generato forse il maggior numero di interventi di qualunque altro sondaggio

http://www.proz.com/topic/43398

A quanto pare, gli atteggiamenti che hai notato tu sono molto diffusi, ma se ci infastidiscono o meno dipende molto da ciascuno di noi.
Leggi gli interventi dei colleghi e vedrai come alcuni stabiliscono, confrontando l'interlocutore con il giusto atteggiamento e senza alcun senso di inferiorità, che si tratta certamente di un lavoro "vero" e non di un hobby, un passatempo, ecc... come viene talvolta percepito da chi non lo conosce.

ciao
Gianfranco



[Edited at 2006-03-11 19:11]


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 07:28
Italian to Spanish
+ ...
A me non importa. Mar 11, 2006

Infatti, personalmente non mi tocca più di tanto per i motivi che elenca Angela. Mi raccontava pochi giorni fa una collega che alcuni suoi familiari (del resto, persone di "cultura") pensavano che "interprete" volesse dire .... "attrice" (!).))
C'è chi invece si meraviglia delle tariffe applicate dai traduttori professionisti. Anzi, forse molti non sanno che la figura del PROFESSIONISTA esiste in questo settore e pensano, ahimè, che quello che "conosce" la lingua a livello scolastico è in grado di tradurre BENE a costo zero...
Guardate cosa mi ha scritto una persona che avendomi contattato su Internet per la traduzione di una tesi tecnica di circa 200 cartelle ha ricevuto da me un preventivo per il suo lavoro (in questo caso avevo applicato un prezzo forfetario perché se applicavo le normali tariffe di sempre la sua tesi le veniva a costare circa 5.000 euro. Le ho proposto 3.800 euro e mi sembra di averla già trattata molto bene. Ma la persona, penso per ignoranza, o meglio per mancanza di informazione sulla professione e le tariffe di un traduttore professionista, mi ha chiamato praticamente "ladra" (dice infatti di aver utilizzato un eufemismo):
Mi scrive così:

"la ringrazio per l’offerta forfetaria che mi ha appena proposto, ma sono costretto a rinunciare, in quanto spendere 7.353.000 vecchie lire per tradurre sole 130 pagine dall’inglese all’italiano mi pare eccessivo (usando un eufemismo).

Ne ho già tradotte altrettante da solo a costo zero, avendo frequentato in passato il British Council Institute. La richiesta era solo legata all’urgenza ed al fatto che sono impegnato per motivi di lavoro. Allo stesso prezzo avrei potuto ottenere la progettazione, redazione, stesura e rilegatura della tesi se avessi voluto, oppure avrei potuto pagare una vacanza in un villaggio Valtour in Sardegna per 2 settimane in Agosto pensione completa. Mi avvarrò del mio traduttore elettronico Power Translator (ve lo consiglio impiega soli 10 secondi per tradurre l’intero documento anche se chiaramente la traduzione elettronica va poi revisionata) e del software Dragon Naturally Speaking che consente di scrivere perfettamente mediante dettatura veloce, circa 2 parole al secondo (consiglio anche questo). La ringrazio e mi scuso per il disturbo recatole."

Quindi, cara Roberta, per rispondere alla tua domanda: a volte vi capita di non essere considerati "professionisti"?
La risposta è sì, qualche volta. Ma personalmente il lavoro non mi manca e la cosa non mi affetta minimamente, se non per il tempo che si perde dietro a preventivi, lettere d'incarico, ecc. che però fanno anche parte del mio lavoro...

Altre volte, per contro, sono gratificata da commenti positivi dei miei clienti o di gente che è rimasta soddisfatta già solo per il modo di presentare il preventivo...

Penso poi, che alla fine, l'importante è SAPERSI professionisti, esserlo, essere impeccabili come dice Angela, ed essere felici e appassionati con quello che facciamo e contenti con i soldi che guadagnamo.
Personalmente, che ci siano persone che non ci riconoscono professionisti, non mi importa molto, a dire il vero.

[Edited at 2006-03-11 22:07]


Direct link Reply with quote
 
xxxTranslation1
English to French
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie, ho letto gli interventi della Quick Poll Mar 11, 2006

E' vero, e io non mi sento inferiore ad un ingegnere o a qualunque altro professionista, certo che come tutte le cose che si ripetono dopo un po' ti infastidisci davvero

Direct link Reply with quote
 
xxxTranslation1
English to French
+ ...
TOPIC STARTER
Si, è vero Mar 11, 2006

Certo che la risposta del tuo cliente mancato è qualcosa di eccezionale...non c'è limite al peggio!

Direct link Reply with quote
 

Olivia MAHÉ  Identity Verified
France
Local time: 07:28
English to French
+ ...
Arrrrrgh... Mar 11, 2006

Riconosciuti? Professionisti? Ha, ha (mi viene da ridere, ma fra i denti). Ma dai, se stai a casa davanti al computer per tutto il giorno... o addirittura tutta la notte, non puoi essere una persona seria! TI DIVERTI! O forse è una malattia, chissà? Ma chi lo capisce, che cos'è essere un traduttore, tranne... un'altro traduttore?

Direct link Reply with quote
 
xxxTranslation1
English to French
+ ...
TOPIC STARTER
Certo poi ti alzi a mezzogiorno... Mar 11, 2006

Olivia MAHÉ wrote:

Riconosciuti? Professionisti? Ha, ha (mi viene da ridere, ma fra i denti). Ma dai, se stai a casa davanti al computer per tutto il giorno... o addirittura tutta la notte, non puoi essere una persona seria! TI DIVERTI! O forse è una malattia, chissà? Ma chi lo capisce, che cos'è essere un traduttore, tranne... un'altro traduttore?




Ti alzi a mezzogiorno, lavori un paio d'ore e poi aperitivo e cena...è vero, ci capiamo solo tra noi...


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 07:28
Italian to Spanish
+ ...
Sí, infatti Mar 11, 2006

Infatti, io molto spesso mi diverto, non mi importa dirlo, perché amo e mi appassiona la mia professione. Forse è tutta qui la differenza... Il "mestiere" del traduttore assomiglia in certo modo a quello dell'artista. Non si può esercitare se non ce l'hai nel sangue e se non ti ..."diverte".

Direct link Reply with quote
 

lanave  Identity Verified
Italy
Local time: 07:28
French to Italian
+ ...
E' vero, è un mestiere che deve piacere Mar 11, 2006

Mi appassiona la possibilità che abbiamo, volendo, di poter spaziare in vari ambiti dello scibile umano. Sarà pretenzioso ma mi piace poter sapere di tutto un po'. Perché non è certo una semplice traduzione meccanica la nostra. E' necessario penetrare, nei limiti del possibile, la materia in questione per poterla rendere nella lingua di arrivo.

Ed è proprio la fase preparatoria alla traduzione che mi affascina di più.

Tuttavia, capitandomi molto più spesso lavori come interprete (di trattativa) che come traduttore, molto spesso mi capita di essere definita "la ragazza".
*Parlate uno alla volta, che "la ragazza" non capisce
*Avete detto "alla ragazza" che domani c'è la riunione?
*Che ne dite la assumiamo questa "ragazza" adesso che sa tutto sull'argomento?

E' comprensibile che dimostrando meno anni di quelli che ho ed essendo fondamentalmente una persona modesta e prudente, si possa avere qualche difficoltà a collocarmi professionalmente. Ma "la ragazza" proprio non si può sentire.

La cosa che mi conforta e mi fa sorridere, oltre al fatto che questa situazione la vivo prevalentemente in Italia, come se gli italiani avessero una difficoltà congenita nel riconoscere (o ammettere?) la professionalità altrui, è che alla fine, a prescindere dalla nazionalità, chi E' professionale non può non riconoscere la professionalità altrui.
E allora le gratificazioni sono incommensurabili.


Direct link Reply with quote
 

Mario Cerutti  Identity Verified
Japan
Local time: 15:28
Italian to Japanese
+ ...
Professione? Anch'io a volte ho qualche dubbio Mar 12, 2006

Translation18 wrote:
Cari colleghi,
... A voi capita? E come vi comportate?
Roberta


Due comuni tipi di reazione qui in Giappone:

1: Ah, ma allora hai studiato e sei intelligente!

2: Italiano? A chi servono traduzioni in Italiano?

oppure, anche se meno frequente:

3: Ma che lingua si parla in Italia?

Non le definirei domande frustranti, solo un po' divertenti se prese con il giusto spirito.

Mario Cerutti
http://www.aliseo.com


Direct link Reply with quote
 
xxxTranslation1
English to French
+ ...
TOPIC STARTER
Il fatto di sembrare più giovani è un problema Mar 12, 2006

Tuttavia, capitandomi molto più spesso lavori come interprete (di trattativa) che come traduttore, molto spesso mi capita di essere definita "la ragazza".
*Parlate uno alla volta, che "la ragazza" non capisce
*Avete detto "alla ragazza" che domani c'è la riunione?
*Che ne dite la assumiamo questa "ragazza" adesso che sa tutto sull'argomento?

E' comprensibile che dimostrando meno anni di quelli che ho ed essendo fondamentalmente una persona modesta e prudente, si possa avere qualche difficoltà a collocarmi professionalmente. Ma "la ragazza" proprio non si può sentire.



Anche io sono giovane e sembro ancora più giovane, evidentemente secondo alcuni al di sotto dei 30 anni non si parlano le lingue


Direct link Reply with quote
 

Angela Arnone  Identity Verified
Local time: 07:28
Member (2004)
Italian to English
+ ...
Si, ma si guarisce Mar 12, 2006

"RagaZZe" - vi garantisco che il vs "problema" passerà se avete la fortuna di arrivare a una veneranda età: mi pare che Einstein disse che fino ad adesso, l'invecchiamento è l'unico metodo conosciuto all'universo per giungere a lunga vita (o giù di lì).
Io sono una ex-ragazza e vi scrivo con un sorrisetto ironico che toglierò immediatamente perché fa venire le rughe di espressione.

Altro punto - qui in paese io sono "l'inglese" oppure "la moglie dell'ingegnere", anche se sanno che faccio l'interprete per il sindaco (pro bono però, non hanno i soldi per le mie tariffe e visto che gli ospiti sono ex-combattenti canadesi, preferisco fare omaggio del mio tempo a chi ha fatto omaggio del suo coraggio per garantire a me un futuro libero), e che ho tradotto centinaia di pagine per case editrici locali.
Ma ripeto, non me n'importa più di tanto. Sarà la vecchiaia?

Devo dire, però che un sonoro vaffa....al sedicente cliente di MJ lo ci vuole ... anch'io se non dovessi pagare il mio dentista, potrei permettermi un viaggio in Messico che sogno da sempre, ma il mio dentista ha una professionalità che a me serve (anche se potrei arrangiarmi con Attack e Pongo) e se voglio tenermi i denti (per sembrare sempre giovane, of course) vado da lui.
Non ritengo che ci sia qualcosa di diverso dal pagare il traduttore che fornisce un lavoro di classe. Comunque il padre dei cafoni evidentemente fa molto sesso con partner ultra fertili.

Buona domenica ... vado perché D&G ha bisogno di me (non si trova con PowerTranslator... heh heh heh).

Angela




Translation18 wrote:
... Ma "la ragazza" proprio non si può sentire.
br>
[Edited at 2006-03-12 13:37]

[Edited at 2006-03-12 18:48]


Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Local time: 07:28
Member (2003)
French to Italian
+ ...
sei l'Inglese Angela? Mar 12, 2006

Pensa che io sono l'Olandese anche se di olandese non ho proprio niente, solo è una lingua talmente strana per loro.....

chiedono pure ma l'Olanda ha una lingua?? Bah

e a volte qualcuno mi chiede: ma l'olandese non serve a niente capisco l'Inglese ma l'Olandese. e invece i lavori meglio pagati mi vengono proprio da questa lingua ( poca concorrenza la coppia NL>Ita)

ma che ce ne frega a noi?? a parte che facciamo un lavoro che ci piace, il posto fisso ti costringe( preferisco la mia libertà) e quadagni pure meno

ciaoooo


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2 3] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Vi sentite riconosciuti come professionisti?

Advanced search






Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »
SDL Trados Studio 2017 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2017 helps translators increase translation productivity whilst ensuring quality. Combining translation memory, terminology management and machine translation in one simple and easy-to-use environment.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs