Mobile menu

Risposte ironiche a domande facili: che fare?
Thread poster: CLS Lexi-tech

CLS Lexi-tech
Local time: 03:03
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Nov 3, 2001

Avrete notato tutti, come Gianfranco ed io, che c\'e\' chi si diverte a dare risposte ironiche a domande facili. (Non riapriamo il discorso sulle domande facili che fanno parte istituzionale del sito e sono facili da ignorare--delete, delete, delete).

La cosa interessante e\' che non a tutte le domande facili vengono fornite risposte ironiche. E\' stata risparmiata, ad esempio, una domanda abbastanza facile che riguardava l\'incisione sulla vera nuziale. E questo mi fa pensare che le intenzioni siano solo di disturbo, goliardiche e non maliziose. Mi viene il sospetto che la domanda facile e la risposta ironica siano prefabbricate, per cosi\' dire, in modo da non offendere chi, come il richiedente di cui sopra, poneva una vera domanda facile. Puo\' darsi benissimo che mi sbagli. Ma il fatto che il nostro membro ironico si sia preso i punti dalla prima richiedente, sembrerebbe avvalorare il sospetto.

In un caso o nell\'altro, domanda predisposta o meno, credo sia necessario indicare al richiedente che la risposta non va bene, divertendosi potendo, ma senza accalorarsi con lui perche\', come diceva mia nonna, si fanno due fatiche, quando non se ne dovrebbe fare nemmeno una.



Che ne dite? Si accettano suggerimenti, soluzioni migliori, pacche sulle spalle, tiratine d\'orecchie, il tutto nello spirito di parita\' e scambio che contraddistingue questo nostro luogo di incontro.



paola l m







Direct link Reply with quote
 

Gilda Manara  Identity Verified
Italy
Local time: 09:03
German to Italian
+ ...
Ironia e sarcasmo Nov 3, 2001

sono due concetti facili da confondere. E soprattutto è facile che le intonazioni ironiche, creino equivoci quando vengono applicate nei confronti di persone che non si conoscono tra loro e quindi non sono bene in grado di giudicare se l\'interlocutore sta scherzando con tutte le migliori intenzioni di questo mondo o si sta facendo facile gioco di persone che sanno meno di lui e si rivolgono al nostro sito per essere aiutate o danno risposte non esatte ma sempre allo scopo di aiutare. Scherzare va sempre bene - ma bisogna essere sicuri che il proprio interlocutore sia nelle condizioni ideali per accettare lo scherzo e capirlo, altrimenti si corre il rischio di ferirlo inutilmente. In un sito come il nostro, fino a che tutti saranno liberi di intervenire, dobbiamo anche accettare che tutti siano in grado di dire la loro. E\' diritto/dovere di ognuno correggere eventuali errori degli altri - ma penso che le opzioni agree/disagree siano sufficienti allo scopo, possibilmente corroborandole con le prove a sostegno del proprio parere. Per eventuali commenti personali sarebbe meglio ricorrere ad una comunicazione personale, e non a commenti pubblici. O partiamo dal presupposto che il sito sia frequentato da persone in buona fede - ed allora non sempre è il caso di fare ironia - o cominciamo a dubitare di tutti, e allora dovremmo cominciare a studiare dei mezzi efficienti di filtraggio delle domande - ed eventualmente delle risposte. Ben vengano le correzioni da parte di chi sa meglio - è proprio questo uno degli scopi fondamentali del nostro sito, dare la possibilità di imparare. Ma un insegnamento è efficace quando è chi lo riceve a decidere di farne uso, non chi lo impartisce a cercare di imporlo agli altri - grazie a Dio non siamo più a scuola! Vorrei fare solo un\'ultima precisazione a quanto ha detto Beppe Kix nel suo intervento - è vero che a volte, e soprattutto per termini facili ed inequivocabili, più persone danno la stessa risposta; ma a me personalmente è successo, e quindi ritengo succeda anche ad altri, di aprire una domanda che è senza risposte e, dopo aver inviato la mia, scoprire che ce ne sono altre due o tre arrivate contemporaneamente - anche qui, quindi, diamo perlomeno il \"beneficio del dubbio\" della buona fede...

Quindi, per tornare alla domanda di Paola: che fare? (scusatemi se mi sono lasciata prendere dalla foga del discorso) io suggerirei di lasciare perdere - se la domanda sembra stupida, e ci sentiamo diminuiti a rispondervi, nessuno è obbligato a farlo. Se può dare fastidio che qualcuno, in buona o cattiva fede, si prenda dei punti per domande banali, rallegriamoci del fatto che evidentemente è l\'unico modo a sua disposizione per accumulare punti. E se ci sentiamo provocati da qualche domanda - cerchiamo di chiarire se si tratta di uno scherzo, e allora ci ridiamo tutti sopra, o di stupidaggine, ed allora ignorare il provocatore potrebbe essere una soluzione efficace.



Gilda

[ This Message was edited by: on 2001-11-03 06:48 ]


Direct link Reply with quote
 

Giuliana Buscaglione  Identity Verified
Austria
Local time: 09:03
Member (2001)
German to Italian
+ ...
Nov 3, 2001

Cara Paola,



il punto delle domande \"facili\" mi sembra comunque più sfaccettato di quanto possa sembrare a prima vista: perché non pensare ci sia qualcuno che non sappia una parola, per esempio, di inglese? Non sarebbe poi così strano... io non sarei in grado di mettere assieme una frasetta in francese, neanche andando a scartabellare sul dizionario di francese che ho! Ammetto che, nonostante la mia più totale ignoranza, sono in grado di scrivere un semplicissimo \"ti amo\", grazie alla musica . Io non amo molto le risposte ironiche, perché ho sempre il dubbio che possano ferire chi abbia fatto una domanda candida, ma se si ha la certezza di un \"abuso\", un po\' di ironia non fa male!

Può capitare che sia la prima domanda facile del giorno o della settimana oppure che sia accompagnata da un testo che invogli a rispondere (perché la formulazione fa capire che chi chiede sembra non sapere proprio nulla o quasi di quella lingua), allora si risponde, senza commentare... quando il numero si moltiplica, si finisce per esser sospettosi...



Se è poi un professionista a porre la domanda, beh, potrebbe suonare strano e diciamo goliardico (per non dire cattivello).. credo però che chi voglia fare \"scherzi\" non debba far altro che inventarsi un\'identità alla veloce e via che il gioco è fatto. Mi piacerebbe sapere se la tecnica è già al punto di poter abbinare in esclusiva un IP specifico ad un solo nome/pseudonimo in Proz.com (o magari più IP ad un unico nome/pseudonimo per chi ha più computer in più posti), perché questa \"soluzione\" darebbe un taglio netto alle ulteriori identità inventate e alla accaparrazione di punti \"facili\" e gli spiritosi ci penserebbero due volte prima di mandare una domandina/scherzo sapendo che sarebbero riconoscibili... Bisognerebbe interpellare qualche esperto e sapere se poi sarebbe una soluzione \"costosa\"... C\'è chi potrebbe obiettare sia una soluzione da \"polizia\", ma è l\'abuso che porta alla creazione di regole sempre più precise.



Se ciò non fosse possibile o non realizzabile, credo ci dovremo tenere le domandine/scherzo-di-poco-gusto e il fatto che alcuni si prendano punti con \"poco\" merito... certo è una soddisfazione veder aumentare il numero dei punti, ma non sono certo i punti a riempirci le tasche, perciò quando non si riesce a cambiare uno status quo......amen, anche se è ingiusto nei confronti di chi si è dato onestamente da fare.



Giuliana
[addsig]


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Risposte ironiche a domande facili: che fare?

Advanced search






TransPDF.com PDF Translation
Fast and Reliable PDF Translation - reduce your workload while maintaining quality

Unlock the potential of PDFs, taking your original PDF, replacing the text with your translations from your preferred tools and in minutes, get a high quality, ready-to-use, translated PDF. Try it now - your first 50 pages are free.

More info »
WordFinder
The words you want Anywhere, Anytime

WordFinder is the market's fastest and easiest way of finding the right word, term, translation or synonym in one or more dictionaries. In our assortment you can choose among more than 120 dictionaries in 15 languages from leading publishers.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs