Contratto e adempimenti fiscali per traduttori
Thread poster: Rosanna Masi
Rosanna Masi
Local time: 22:52
Italian to English
Jun 17, 2006

Buongiorno a tutti/e!
Sono nuova di questo forum e spero possiate aiutarmi a chiarire alcuni passaggi di ciò che mi piacerebbe diventasse il mio nuovo lavoro.
Sono laureata in Lingue da poco e ho lavorato, in passato, traducendo testi per siti o per privati, ma gratis. L'ho fatto per passione e per arricchire la mia conoscenza della lingua, oltre ai viaggi studio all'estero.
Ora sono alla mia prima collaborazione con una casa editrice. Quindi per la prima volta mi trovo a fare "le cose sul serio".
La casa editrice con cui dovrei collaborare mi ha proposto un contratto di edizione di traduzione, molto simile ai fac-simile presenti sia su biblit.it che sul sito AITI.
Ora, vi sarei grata se voleste aiutarmi a chiarire un paio di passi del contratto che riporto:
1) Qualora la traduzione non venisse accettata perché non conforme ai criteri stabiliti e alle indicazioni fornite dall’Editore, ovvero contenesse errori di interpretazione o insufficienze stilistiche tali da renderla non pubblicabile senza una adeguata revisione, e ciò ad esclusivo giudizio dell’Editore, quest’ultimo potrà a sua scelta liberarsi da ogni obbligo restituendo la copia del dattiloscritto ovvero affidare ad altri la revisione, nel qual caso nessuna obiezione potrà essere mossa dal Traduttore, cui spetterà la facoltà di chiedere per iscritto che venga omessa l’indicazione del suo nome: si intende che in quest’ultimo caso l’Editore provvederà a versare comunque il compenso previsto. Qualora la traduzione richieda una sostanziale rielaborazione, l’Editore si riserva altresì la facoltà di non menzionare il nome del Traduttore o di affiancare ad esso il nome del revisore e di ridurre il compenso.
2)A compenso di questa cessione, l’Editore pagherà al traduttore un importo di Euro ... (...\00) a cartella di 2000 battute calcolate sulla base del dischetto. Il compenso verrà corrisposto, previa accettazione da parte dell’Editore, entro 90 giorni, fine mese, dalla consegna.

Per quanto riguarda il punto 1) vorrei capire se l'Editore può decidere di non pagare la traduzione se questa, a suo insindacabile giudizio, risulta non idonea (una clausola che trovato in altri modelli di contratto).
Per quanto riguarda, invece, il punto 2) vorrei sapere se è il Traduttore a decidere il compenso per cartella o l'Editore.

Inoltre, vorrei chiedervi quali sono le modalità migliori per l'adempimento fiscale del Traduttore. Escluderei la P. IVA (essendo la mia prima collaborazione e, quindi, avendo un introito che non giustifichi l'IVA); devo quindi optare per una ritenuta d'acconto? L'Editrice, per ora, non ha richiesto nulla di tutto ciò.

Scusate se vi faccio perdere tempo con domande ormai per voi banali, ma amo fare le cose per bene e, essendo agli inizi, ho una gran voglia di imparare anche gli aspetti più strettamente burocratici del mestiere!
Grazie fin da ora a chiunque vorrà aiutarmi.
Rosanna

[Subject edited by staff or moderator 2006-06-20 09:53]


Direct link Reply with quote
 

Elena H Rudolph
Italy
Local time: 22:52
English to Italian
+ ...
Diritto d'autore Jun 17, 2006

Cara Rosanna,

in caso di traduzione editoriale non si paga IVA (indipentemente dal possesso di partita IVA) ma si cedono i diritti d'autore sulla traduzione e si paga una ritenuta d'acconto (RA) del 20% sul 75% dell'imponibile.
Al momento di emettere la notula dovrai scrivere:
"Cessione di diritti d'autore esclusa dal campo
di applicazione dell'IVA, a norma dell'art. 3,
comma 4, lettera a) del DPR 633/72"

Sulla tariffa, visto che sei alla tua prima esperienza, è più probabile che sia l'editore a proporti una tariffa (poi ognuno di noi è libero ti contrattare, accettare o non accettare), strano non te l'abbia ancora proposta.

Se hai altri dubbi naviga sul sito di biblit (che già conosci), nella bachca legale trovi l'utile guida di Fabrizio Megale sul diritto d'autore del traduttore, oltre a esempi di contratto di traduzione (editoriale).

In bocca al lupo


Direct link Reply with quote
 
Rosanna Masi
Local time: 22:52
Italian to English
TOPIC STARTER
Grazie! Jun 17, 2006

rudih wrote:

Cara Rosanna,

in caso di traduzione editoriale non si paga IVA (indipentemente dal possesso di partita IVA) ma si cedono i diritti d'autore sulla traduzione e si paga una ritenuta d'acconto (RA) del 20% sul 75% dell'imponibile.
Al momento di emettere la notula dovrai scrivere:
"Cessione di diritti d'autore esclusa dal campo
di applicazione dell'IVA, a norma dell'art. 3,
comma 4, lettera a) del DPR 633/72"

Sulla tariffa, visto che sei alla tua prima esperienza, è più probabile che sia l'editore a proporti una tariffa (poi ognuno di noi è libero ti contrattare, accettare o non accettare), strano non te l'abbia ancora proposta.

Se hai altri dubbi naviga sul sito di biblit (che già conosci), nella bachca legale trovi l'utile guida di Fabrizio Megale sul diritto d'autore del traduttore, oltre a esempi di contratto di traduzione (editoriale).

In bocca al lupo


Carissimo (o carissima?) Rudih,
grazie mille! Sei stato chiarissimo e gentilissimo!
Farò come dici e ti aggiornerò!
Solo un'ultima cosa: potresti rispondere alla mia prima domanda sul punto 1) del contratto da me riportato?
Sempre se e quando puoi.
Grazie e buon weekend!


Direct link Reply with quote
 
Lorenzo Lilli  Identity Verified
Local time: 22:52
German to Italian
+ ...
i miei 2 cent Jun 17, 2006

Rosanna Masi wrote:

Per quanto riguarda il punto 1) vorrei capire se l'Editore può decidere di non pagare la traduzione se questa, a suo insindacabile giudizio, risulta non idonea (una clausola che trovato in altri modelli di contratto).
Per quanto riguarda, invece, il punto 2) vorrei sapere se è il Traduttore a decidere il compenso per cartella o l'Editore.



1) appunto, è una clausola normale, così come è normale spaventarsi quando la si legge In realtà l'editore la inserisce per tutelarsi nei casi estremi, se proprio dovesse ricevere un lavoro indecente. Se lavori coscienziosamente non preoccuparti
2) come in tutte le cose dipende dalla forza contrattuale, che all'inizio della carriera è prossima allo zero Man mano che si acquisisce esperienza, si possono chiedere tariffe più alte (o almeno provarci)


Direct link Reply with quote
 
Rosanna Masi
Local time: 22:52
Italian to English
TOPIC STARTER
Grazie Lorenzo! Jun 17, 2006

Carissimo Lorenzo,
un grazie di cuore anche a te, sia per le spiegazioni sia per l'incoraggiamento!
Sei stato gentilissimo e, grazie a te e Rudih, ora è tutto più chiaro!
Un buon pomeriggio e buon weekend anche a te!
A presto!

[Edited at 2006-06-17 13:35]


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Contratto e adempimenti fiscali per traduttori

Advanced search






Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »
SDL MultiTerm 2017
Guarantee a unified, consistent and high-quality translation with terminology software by the industry leaders.

SDL MultiTerm 2017 allows translators to create one central location to store and manage multilingual terminology, and with SDL MultiTerm Extract 2017 you can automatically create term lists from your existing documentation to save time.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs