Mobile menu

Una decisione importante
Thread poster: xxxkikyo
xxxkikyo
Local time: 14:33
English to Italian
+ ...
Jul 19, 2006

Salve, sono nuova.
Ho scoperto il sito e il forum per caso e soltanto oggi. Spero che mi possiate aiutare a prendere una decisione.
Ho studiato presso l'università di Roma "San Pio V" e l'anno scorso mi sono laureata in lingue e letterature straniere (indirizzo interpretazione) con il vecchio ordinamento.
Alla "San Pio", con il vecchio ordinamento, si prevedevano 3 anni di studi generici (lingua straniera 1 e 2, letteratura, linguistica, traduzione ecc.) e un solo anno - l'ultimo - di pratica di interpretariato (simultanea e consecutiva). E' stato un trauma per molti di noi studenti, alcuni hanno desistito: altri, come me, sono andati avanti. Non sono mai stata né a Forlì, né a Trieste ma credo che i corsi presso queste rinomate università del Nord siano molto più duri e formativi.
Ad ogni modo, ho portato avanti tre lingue: inglese, francese e spagnolo. Me la sono sempre cavata molto bene, ma mi sono sempre trovata in un "contesto protetto". Non sono mai stata all'estero e so che è fondamentale per la professione dell'interprete. Questo è il motivo per cui, da ottobre 2005, ho iniziato a lavorare per finanziarmi gli studi all'estero. Piccola precisazione: il mio lavoro non ha nulla a che fare né con la traduzione né tanto meno con l'interpretazione (ragion per cui temo sempre di "perdere troppo").
Ora, veniamo al mio dilemma.
Mi sarebbe piaciuto approfondire prima di tutto l'inglese e avevo pensato agli Stati Uniti: peccato che i master costino un occhio della testa, i prezzi (almeno per me) sono proibitivi. In quel caso, dovrei lavorare ancora per degli anni e non mi sembra davvero il caso aspettare troppo.
In Europa ne ho trovati vari, a prezzi più o meno accessibili. Ma non so nulla in merito all'affidabilità dei corsi e a dire il vero, sto andando in confusione.
Questo, anche perché se decido di spendere tutto quello che ho per uno di questi master, poi non avrò più nulla da parte per approfondire anche le altre due lingue...dovrei ricominciare tutto da capo? A che età comincerei mai a lavorare come interprete? O_o
Non so...sono scoraggiata e in confusione.
Ancora non ho rinunciato all'idea di approfondire l'inglese negli USA, e stavo addirittura pensando di tralasciare l'idea del master e di soggiornare semplicemente lì per 6 mesi (tramite le scuole EF) sperando di acquisire in ogni caso "la lingua" (dando comunque fondo a tutti i risparmi e rinunciando al francese e allo spagnolo). Questo, a meno che non mi rassegni a lavorare in Italia ancora per qualche anno e rimandare. Ma converrebbe? La concorrezza è tanta, inoltre le condizioni potrebbero non essere più favorevoli in un futuro (non si sa mai).
Cosa fareste al posto mio?

[Edited at 2006-07-19 10:48]


Direct link Reply with quote
 
tandream  Identity Verified
Local time: 14:33
English to Italian
+ ...
all'estero Jul 19, 2006

I Master più passa il tempo più mi sembrano dei modi come tanti per poterti "rubare" solo più soldi possibili, poi magari mi sbaglio... Io andrei all'estero per conto mio facendo un viaggio di qualche mese di lavoro-studio, dovrebbero esserci delle offerte interessanti e delle agenzie che organizzano proprio viaggi di questo genere.

Direct link Reply with quote
 
Dimitri Van Vossel
Local time: 14:33
Dutch to English
+ ...
Borsa di studio? Jul 19, 2006

Forse nell'università dove hai studiato offrono delle borse di studio? So che in Belgio esiste la possibilità (si chiama Comenius) di andare all'estero per 6 mesi / un anno mentre lavori come istruttore della tua lingua madre o inglese.
In ogni caso, ci sono sempre vie per andare dove vuoi, e anche risparmiare e partire per l'America senza sapere dove finisci puo essere un'esperienza.

Buon lavoro e buona fortuna!
Dimitri


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 14:33
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Compromesso Jul 19, 2006

Io opterei per un compromesso vincente. Se hai scelto di specializzarti con l'inglese (mi sembra un'ottima scelta) io selezionerei una scuola valida, ma non economicamente inaccessibile. Preferibilmente cerca di ottenere un diploma, non studiare "tanto per fare", cerca di finire l'esperienza con un pezzo di carta in mano (aiuta sempre, credimi). Non andare subito verso quegli istituti privati, di cui non faccio nomi, che puntano soprattutto su studenti che vogliono anche fare una vacanza. Scegli con cura. E poi una volta là cerca di reintegrare i fondi facendo un lavoretto. Secondo me alla fine sarà una magnifica esperienza. Non so se posso avere qualche riferimento valido per il tuo caso, ma se vuoi qualche nome di scuole private contattami privatamente tramite il mio profilo. Un ultimo consiglio: se non sai a chi rivolgerti negli Stati Uniti, ma è quella la meta che ti interessa, prova ad aprire un thread in inglese, magari qualche collega ha aiuti pratici da darti. In bocca al lupo e complimenti per la buona volontà.

Direct link Reply with quote
 
Nicole Johnson  Identity Verified
Italy
Local time: 14:33
Italian to English
+ ...
Studiare in USA Jul 19, 2006

Concordo pienamente con Mariella. Se devi fare qualcosa, devi farlo per bene!

Sono cittadina staunitense ma abito in Italia da diversi anni. Ho studiato sia negli Stati Uniti che in Italia e so che sembra impossibile da un punto di vista economico per una persona abituata alle tasse universitarie in Italia affrontare un periodo di studio in USA, ma ci sono modo per aiutare con il finanziamento (i famosi Teaching Assistantships, prestiti, borse di studio, lavori presso l'università, etc.)

L'unica cosa sicura è che se hai la volontà riuscerai. E visto che hai anche studiato spagnolo, potrebbe essere una carta in più per te. Saprai sicuramente che lo spagnolo e parlato ormai in molti stati quasi quanto inglese, quindi una persona con una conocscenza adeguata sarà sicuramente vantaggiata nella ricerca anche di un lavoro qualsiasi, specialmente in posti come Texas, California, etc.

Ti consiglio sopratutto di partire con il visto in regola e non andare MAI a lavorare in USA se prima non hai il visto che ci vuole. Ci sono tante storie di persone che sono stati beccati dalla INS che lavoravano senza permesso e i guai sembrano non finire mai.

Prendi il tempo per informarti bene sulle varie università dove potresti fare il Masters che ti interessa. Refletti con calma con i buoni consigli che ti ha dato Mariella e perchè no, apri quel thread in inglese--in fondo noi americani siamo buoni e ci piace aiutare gli altri.


Direct link Reply with quote
 

Giulia Fabrizi
Local time: 14:33
German to Italian
+ ...
anche io ho percorso la tua stessa strada... Jul 19, 2006

kikyo wrote:

Salve, sono nuova.
Ho scoperto il sito e il forum per caso e soltanto oggi. Spero che mi possiate aiutare a prendere una decisione.
Ho studiato presso l'università di Roma "San Pio V" e l'anno scorso mi sono laureata in lingue e letterature straniere (indirizzo interpretazione) con il vecchio ordinamento.
Alla "San Pio", con il vecchio ordinamento, si prevedevano 3 anni di studi generici (lingua straniera 1 e 2, letteratura, linguistica, traduzione ecc.) e un solo anno - l'ultimo - di pratica di interpretariato (simultanea e consecutiva). E' stato un trauma per molti di noi studenti, alcuni hanno desistito: altri, come me, sono andati avanti. Non sono mai stata né a Forlì, né a Trieste ma credo che i corsi presso queste rinomate università del Nord siano molto più duri e formativi.
Ad ogni modo, ho portato avanti tre lingue: inglese, francese e spagnolo. Me la sono sempre cavata molto bene, ma mi sono sempre trovata in un "contesto protetto". Non sono mai stata all'estero e so che è fondamentale per la professione dell'interprete. Questo è il motivo per cui, da ottobre 2005, ho iniziato a lavorare per finanziarmi gli studi all'estero. Piccola precisazione: il mio lavoro non ha nulla a che fare né con la traduzione né tanto meno con l'interpretazione (ragion per cui temo sempre di "perdere troppo").
Ora, veniamo al mio dilemma.
Mi sarebbe piaciuto approfondire prima di tutto l'inglese e avevo pensato agli Stati Uniti: peccato che i master costino un occhio della testa, i prezzi (almeno per me) sono proibitivi. In quel caso, dovrei lavorare ancora per degli anni e non mi sembra davvero il caso aspettare troppo.
In Europa ne ho trovati vari, a prezzi più o meno accessibili. Ma non so nulla in merito all'affidabilità dei corsi e a dire il vero, sto andando in confusione.
Questo, anche perché se decido di spendere tutto quello che ho per uno di questi master, poi non avrò più nulla da parte per approfondire anche le altre due lingue...dovrei ricominciare tutto da capo? A che età comincerei mai a lavorare come interprete? O_o
Non so...sono scoraggiata e in confusione.
Ancora non ho rinunciato all'idea di approfondire l'inglese negli USA, e stavo addirittura pensando di tralasciare l'idea del master e di soggiornare semplicemente lì per 6 mesi (tramite le scuole EF) sperando di acquisire in ogni caso "la lingua" (dando comunque fondo a tutti i risparmi e rinunciando al francese e allo spagnolo). Questo, a meno che non mi rassegni a lavorare in Italia ancora per qualche anno e rimandare. Ma converrebbe? La concorrezza è tanta, inoltre le condizioni potrebbero non essere più favorevoli in un futuro (non si sa mai).
Cosa fareste al posto mio?

[Edited at 2006-07-19 10:48]




....ho un diploma triennale in interprete, sono stata in Inghilterra e poi ho frequentato la facoltà di lingue e letterature straniere. Ora lavoro come traduttrice.
Se vuoi, contattami in privato, ché ti racconto la mia storia....se ti può essere d' aiuto.
ciao, giulia


Direct link Reply with quote
 
xxxkikyo
Local time: 14:33
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Risposta Jul 20, 2006

Intanto, grazie a tutti per gli interventi. Risponderò con ordine.

Per Andrea: avevo effettivamente pensato di partire per l'Irlanda (visto che in Europa è molto più facile) e lavorare da quelle parti per un pò. Dal momento che mi ritrovo da sola - e sono sono mai uscita fuori dai confini dell'Italia - l'idea mi spaventa ancora un pò. Del resto la maggior parte dei miei amici e "colleghi" sembrano aver rinunciato o, quanto meno, rimandato l'idea di partire per lunghi periodi.

Per Dimitri e Nicole: la mia università offre stage e tirocini, ma più che altro presso società italiane (o al massimo a Cipro). Per quanto riguarda l'idea di partire completamente all'avventura, purtroppo non fa per me. Prima di andare devo essere sicura del luogo e di potermi permettere davvero il soggiorno.
Per quanto riguarda il lavoro negli States, ho sempre saputo che - a parte la soluzione della clandestinità che solo un pazzo accetterebbe - è molto difficile trovarne uno, in quanto è necessario che uno "sponsor" garantisca per te. Quindi (in base a quanto ne so) per ottenere un visto lavorativo devi già avere la sicurezza di un posto. Se mi sbaglio, illuminatemi e sarò molto felice. *_*

Per Mariella e Giulia: anch'io preferirei mettere a frutto il periodo da trascorrere all'estero ottenendo un pezzo di carta. Per quanto riguarda gli USA, mi sarei accontentata di seguire anche un corso non relativo all'interpretazione (l'importante era avere un pretesto per ottenere il visto come studente). Peccato solo per i costi.
Se devo proprio restare in Europa, allora vorrei puntare su un corso specifico ma ho notato una cosa: molti istituti (a prescindere dal prezzo dei corsi) pongono come condizione un soggiorno tra i 4 e i 6 mesi - a seconda della scuola - nei paesi in cui le lingue studiate sono le lingue ufficiali. Ne comprendo il motivo, però è un ostacolo non trascurabile per chi ha risorse limitate e non vuole inserirsi nel mercato del lavoro troppo tardi.
Vi ringrazio della disponibilità e vi contatterò entrambe.

PS: credo anche che scriverò il topic nella sezione inglese.


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 14:33
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Cerca, non ti arrendere Jul 20, 2006

Condivido tutte le tue perplessità e sono quasi sicura anch'io che lavorare negli USA per noi è molto molto difficile (a suo tempo avevo fatto anch'io delle ricerche...). Pensavo che direttamente sul posto fosse più semplice, ma forse mi sbagliavo. In ogni caso cerca, cerca e cerca ancora. Vedrai che salterà fuori qualcosa di interessante, magari non troppo pubblicizzato, ma penso che dovrai restare entro i confini dell'Europa, almeno per il momento. Spesso gli istituti offrono condizioni particolari e convenienti. Sarò felice di risponderti anche privatamente.

Direct link Reply with quote
 

LuciaC
United Kingdom
Local time: 13:33
English to Italian
+ ...
Altre possibilità Jul 21, 2006

Personalmente ti sconsiglio di spendere soldi per corsi di *lingua* all'estero. Un corso di sei mesi costa molto caro e ti ritrovi sempre e solo in mezzo a stranieri che parlano un inglese stentato. Inoltre ti dirò che a mio parere un corso simile vale ben poco sul CV di un traduttore o di un interprete. Se si mira in alto, secondo me è necessario passare molto più tempo all'estero, studiando materie che consentano di specializzarsi oppure lavorando in uffici.
Un master in storia dell'arte o in economia, tanto per fare un esempio, ti permette di migliorare le tue conoscenze linguistiche acquisendo al tempo stesso una specializzazione. Idem per i lavori di ufficio: lavorare in uno studio di avvocati o in una società di analisi finanziarie (a Londra ce ne sono che assumono neolaureati) ti consente di conoscere il mondo del lavoro e rimpolpare il CV.

Se non ti piace l'avventura, potresti partire come ragazza alla pari e una volta che ti sei ambientata all'estero puoi informarti su corsi o lavori. Noi abbiamo avuto alcune ragazze laureande o laureate, in gambissima, che inizialmente volevano sondare il terreno senza andare allo sbaraglio (cosa che era invece la mia specialità a 20 anni!). Poi hanno frequentato corsi vari (dal cinese alla psicoterapia), fatto volontariato in associazioni e nella ns scuola elementare e ne hanno ricavato un'esperienza positiva sotto tutti gli aspetti.

In bocca al lupo


[Edited at 2006-07-21 10:59]

[Edited at 2006-07-21 11:01]


Direct link Reply with quote
 
xxxkikyo
Local time: 14:33
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Eccomi di nuovo Jul 24, 2006

Per Mariella: non ti dico quanti siti sto visitando in questi giorni. Ne approfitto anche perché ultimamente, al lavoro, non c'è molto da fare.

Per Lucia: un master in economia purtroppo sarebbe totalmente incompatibile con il mio disgraziato cervello...io e i numeri non andiamo affatto d'accordo. ^^
Comunque, il tuo discorso è molto interessante. Se non ho una predisposizione per l'economia in senso stretto, non mi dispiace l'ambito del diritto internazionale. Casualmente venerdì sera una mia ex collega mi ha accennato di alcuni master relativamente economici a Madrid: uno riguarda le "relazioni internazionali".
Ad ogni modo se non potessi andarci, visto che il periodo proposto non è dei migliori, mi sto informando presso le principali agenzie per ragazze "au pair".

Volevo chiedervi una cosa. Sapreste indirizzarmi presso qualche associazione o istituto che ricerchi interpreti come volontari? O meglio...a chi posso rivolgermi per le interpretazioni "pro bono"?


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 14:33
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Valeria, Jul 30, 2006

so per certo che la Commissione Europea permette agli aspiranti traduttori di fare cabina muta per un certo periodo di tempo, con l'assistenza di un interprete interno. Ti mando privatamente un indirizzo e-mail al quale puoi chiedere informazioni. Tieni conto comunque che non viene rimborsata alcuna spesa.

Direct link Reply with quote
 

Giuliana Buscaglione  Identity Verified
Austria
Local time: 14:33
Member (2001)
German to Italian
+ ...
Esperienza diretta Jul 30, 2006

Ciao,

Un lungo soggiorno fa molto di più per le conoscenze linguistiche di una persona che quaranta corsi di lingua messi assieme, anche se si fanno lavori diversi dalla traduzione e dall'interpretariato, per lo meno nella mia esperienza. È solo vivendo sul posto che si sviluppa una sensibilità particolare per le sfumature: questa "sensibilità" risulta poi molto comoda nella traduzione o per il lavoro di interprete.

Insomma, gli studi li hai fatti, ciò che ti manca è l'esperienza pratica che nessun corso mai ti darà - sempre a mio modesto parere. Per andare all'estero non bisognerebbe pensare tanto "oddio che cosa troverò?" o "oddio come farò!", bensì buttarsi e pensare di affrontare un problema per volta: una volta sul posto, le cose sono più semplici o per lo meno le risposte si trovano più facilmente... i "problemi" non arrivano tutti assieme per fortuna

Sono d'accordo con Lucia (anch'io come lei non ho mai avuto problemi ad andare allo sbaraglio... e nonostante i miei 20 anni siano ormai lontani e abbia ora una famiglia ho sempre la valigia in mano): andare con un lavoretto come ragazza alla pari e una volta sul posto, imparare a conoscere il Paese e trovare qualcos'altro di più "stimolante" e più vicino ai tuoi studi. "Dal posto" è molto più facile che dall'estero.

In bocca al lupo,

Giuliana


Direct link Reply with quote
 
hsiao-tung
Taiwan
Local time: 20:33
Chinese to Italian
+ ...
Scandinavia...o America del Nord Aug 29, 2006

Ciao Kikyo!
Scusa se arrivo un po' in ritardo, ma ho letto solo ora questo thread.
Mi par di capire dai tuoi messaggi che uno dei problemi fondamentali siano i costi dei master e dei corsi post-laurea, e hai ragione: sono delle belle batoste!
Se decidi di specializzarti però in un settore specifico, da sfruttare in seguito nel tuo lavoro come interprete o traduttrice, potresti provare a dare un'occhiata ai vari master tutti in inglese che offrono nelle università scandinave: sono tutti assoultamente GRATUITI e il livello è molto buono. Ce ne sono di varia natura: da quelli in lingua e letteratura inglese a quelli in Studi Europei a quelli in Relazioni Internazionali e Cooperazione allo sviluppo. Per mantenerti poi potresti intanto iniziare a tradurre qualcosa da casa come freelance, anche piccoli lavoretti o insegnare italiano in qualche istituto privato o fancendo lezione 1-2-1.
per i corsi in danimarca puoi andare su:
http://www.ciriusonline.dk/Default.aspx?ID=3771
per quelli in Svezia invece prova con:
www.studyinsweden.se
per la norvegia: www.studyinnorway.no
per la finlandia invece vai su: http://finland.cimo.fi/studying.html
Certo, è vero che la vita in questi Paesi è un po' caruccia, ma con quello che ormai costa in Italia la differenza non è più molta e considerando che risparmieresti migliaia di Euro in tasse scolastiche, ci sarebbe da farci un pensierino.
In questi International Master programmes scandinavi poi gran parte degli studenti sono stranieri e molti sono del nordamerica (proprio perchè in Scandinavia non si pagano tasse scolastiche, mentre in US e Canada sai bene anche tu quanto costa...fermo restando che il Canada è anche un'altra valida alternativa e i costi sono decisamente inferiori a quelli degli USA)

Se poi invece la tua idea è andare negli USA mi collego a quanto detto da Nicole...i modi di farsi finanziare/finanziarsi gli studi sono parecchi: dalle borse di studio per graduate students alle Teaching Assistantships, alle borse di fondazioni private, all'impiego come assistente linguistico d'italiano sia nelle scuole superiori (dove pare l'italiano sia diventata una lingua "alla moda"), sia in college (dai community colleges ai college di tipo universitario) alle università... basta solo sbattersi un po' a cercare informazioni, bandi, scadenze. (questo discorso vale anche per il Canada, dove le università sono molto buone e parecchie, soprattutto quelle del Quebec, hanno una grande tradizione di studi di traduzione-interpretariato, anche se principalmente inglese-francese)

Conosco tantissima gente che ha studiato negli USA facendo master e dottorati in rinomate università e anche in università meno conosciute...eppure così su due piedi non mi viene in mente nessuno che se li sia dovuti pagare completamente da solo, senza agevolazioni, borse di studio o un qualche tipo di assistantship.

Ricordo che almeno la mia università aveva borse di studio per il perfezionamento all'estero (i criteri in basi ai quali venivano assegnati però sono sempre rimasti un mistero per me e per tanti altri)...magari ce ne sono anche da te.

E inolte potresti provare a buttare l'occhio sul sito del ministero degli esteri...ogni anno Paesi stranieri stanziano borse per studenti italiani...potresti far domanda per vari Paesi di lingua Inglese (USA, UK, ma anche Australia, NZ, Sudafrica, Malta), o francese o spagnola, in base a quella che è la tua principale aspirazione.

Poi da quello che scrivi, dalla forza di volontà che hai sembri una persona davvero in gamba: mi raccomando, non scoraggiarti.

Un grandissimo in bocca al lupo.
Ciao, Antonio

[Edited at 2006-08-29 09:38]


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Una decisione importante

Advanced search






SDL Trados Studio 2017 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2017 helps translators increase translation productivity whilst ensuring quality. Combining translation memory, terminology management and machine translation in one simple and easy-to-use environment.

More info »
Across v6.3
Translation Toolkit and Sales Potential under One Roof

Apart from features that enable you to translate more efficiently, the new Across Translator Edition v6.3 comprises your crossMarket membership. The new online network for Across users assists you in exploring new sales potential and generating revenue.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs