Partita IVA e INPS: aiuto
Thread poster: orne82

orne82
Local time: 14:56
French to Italian
+ ...
Sep 5, 2006

Ciao a tutti, sono nuova sul sito, sto imparando a conoscerlo e tenevo a ringraziarvi per i preziosi consigli che ho trovato nei vari post del forum. Ecco il mio problema : Ho iniziato a gennaio a lavorare occasionalmente con un’agenzia di traduzione, poi ne ho trovato altre, lavorando sempre con notula e ritenuta di acconto.
Ora mi sono accorta che sto per arrivare alla soglia dei 5000 Euro (tra i vari commitenti e i vari lavori di traduzione, hostess…).
Le mie domande sono le seguenti:
1)Dovrei fare la partita IVA o la soglia è di 5000 Euro a commitente (preciso che lavoro in modo abbastanza irregolare) ?
2) Come funziona la gestione separata INPS?

Ringrazio tutti coloro che vorranno aiutarmi. Ho già preso appuntamento dal commercialista ma mi sento completamente persa e ignorante (la lettura dei forum di Proz è stata interessante, però mi sento ancora più confusa) .
Grazie di cuore,
Ornella


Direct link Reply with quote
 

Alessandro Marchesello  Identity Verified
Italy
Local time: 14:56
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Mah! Sep 5, 2006

Ciao Ornella e benvenuta!
Io sinceramente sapevo che la soglia annua per le collaborazioni con RA (ritenuta d'acconto) fosse 3000 e non 5000 Euro!
Magari mi sbaglio, ma fossi in te chiederei consulto a un commercialista.
Credo anche che oltre quel tetto sia obbligatorio fatturare, quindi avere una partita IVA.
Prendi comunque tutto con beneficio d'inventario. Ho un commercialista proprio per evitare di impazzire su questi cavilli fiscali.

Buon proseguimento di carriera!


Alessandro Marchesello
www.amtranslations.com
alemarchese@libero.it
info@amtranslations.com

[Edited at 2006-09-05 17:26]


Direct link Reply with quote
 

Francesca Pesce  Identity Verified
Local time: 14:56
Member (2006)
English to Italian
+ ...
Qualche accenno di risposta Sep 5, 2006

Cara Ornella,

intanto benvenuta!

Per arrivare al sodo. Io sapevo che la soglia è di 5000 euro in totale, e non per committente.

Dovresti quindi aprire la partita IVA. So che ci sono varie opzioni. Per cominciare potresti aprire quella semplificata che offre numerosi vantaggi per i primi tre anni. Chiedi lumi al commercialista.

L'INPS: la gestione separata è semplicissima. Vai all'INPS e compili un modulo per aprire una posizione. Dopo di che quando inizi a fatturare carichi al cliente il 4% dell'imponibile (si chiama rivalsa) che come dire ti aiuta a pagare i contributi. Poi con le stesse scadenze (giugno e novembre) e lo stesso modulo (F24) previsti per le imposte sul reddito paghi i contributi all'INPS. L'aliquota dei contributi aumenta di anno in anno (si fermerà mai?), ma mi sembra che ora stia attorno al 19% dell'imponibile.

Tutto ciò te lo spiegherà con più calma e maggiori dettagli il tuo commercialista. Quello che è importante per te sapere è che dal momento in cui inizi a fatturare, devi assolutamente mettere da parte l'IVA che incasserai, il 20% (o quello che è) dei contributi previdenziali e un 15% di imposte sul reddito (tenendo conto che il 20% te lo decurtano alla fonte).
Probabilmente con la partita IVA semplificata le aliquote sono inferiori, ma ripeto: attenzione, metti i soldi da parte, altrimenti a giugno ti prende un infarto.
baci e in bocca al lupo!


Direct link Reply with quote
 

Marta Farias  Identity Verified
Italy
Local time: 14:56
English to Italian
+ ...
Concordo con Francesca Sep 6, 2006

Ciao Ornella,
anche io sono entrata solo di recente a far parte della comunita' di Proz e come te sono ancora in fase di sperimentazione del sito!
Quanto alla partita IVA, pero', l'ho aperta 4 anni fa e ho anche lavorato come interna in un'agenzia di traduzioni, percio' con una certa sicurezza ti posso dire che:

1) la soglia dei 5.000 euro e' totale e non per cliente

2) puoi aprire la partita IVA a regime agevolato, il che ti consentirebbe di risparmiare un bel po' perche' per i primi 3 anni l'IVA te la paga il cliente (o l'agenzia) per cui emetti la fattura. Con il regime standard, invece, dovendo applicare una ritenuta d'acconto sul totale dell'importo, l'IVA la paghi tu. Vedrai che il commercialista te ne parlera'. Il mio consiglio, pero', e' di tentare di arrivare alla fine dell'anno e di rimandare il tutto a gennaio 2007, cosi' sfrutti l'anno fino alla fine e non solo tre mesi. Per anno - infatti - si intende il periodo compreso tra gennaio e dicembre, e non da ottobre a ottobre di quello successivo (non so se e' chiaro, sembra un po' contorto come discorso)

3) x la gestione separata, se il tuo commercialista e' zelante - come lo e' stato il mio - si occupera' lui di tutto. Io non ho dovuto fare niente. Un giorno sono andata da lui, mi ha dato il numero di partita IVA e mi ha detto come dovevo fatturare.

Spero di esserti stata utile!
Non farti prendere dal panico, e' piu' semplice di quello che pensi... un po' costoso forse!


Direct link Reply with quote
 
Sara C  Identity Verified
Germany
Local time: 14:56
English to Italian
+ ...
stessi dubbi! Sep 6, 2006

Benvenuta Ornella!

anche io sono nuova sul sito e anche io da gennaio lavoro occasionalmente con alcune agenzie di traduzione con notula e ritenuta, ma mi sono resa conto di essere arrivata alla soglia dei 5000 così proprio questa mattina sono andata all'agenzia dell'Ufficio delle Entrate!
Loro mi hanno innanzitutto confermato che la soglia dei 5000 euro non è a committente ma in totale e poi, in sostanza, mi hanno consigliato di "traccheggiare" perchè, con il decreto Bersani, a partire dal 1 gennaio 2007 partirà una nuova formula di P. IVA con una franchigia di 7000 euro entro la quale non si dovranno versare determinate cose (a me ancora un pò oscure!). Ti consiglio cmq di informarti meglio su questa nuova possibilità, io nei prossimi giorni andrò anche da un consulente del lavoro per chiarimi le idee... magari ci possiamo aggiornare!
Buona fortuna!
Sara


orne82 wrote:

Ciao a tutti, sono nuova sul sito, sto imparando a conoscerlo e tenevo a ringraziarvi per i preziosi consigli che ho trovato nei vari post del forum. Ecco il mio problema : Ho iniziato a gennaio a lavorare occasionalmente con un’agenzia di traduzione, poi ne ho trovato altre, lavorando sempre con notula e ritenuta di acconto.
Ora mi sono accorta che sto per arrivare alla soglia dei 5000 Euro (tra i vari commitenti e i vari lavori di traduzione, hostess…).
Le mie domande sono le seguenti:
1)Dovrei fare la partita IVA o la soglia è di 5000 Euro a commitente (preciso che lavoro in modo abbastanza irregolare) ?
2) Come funziona la gestione separata INPS?

Ringrazio tutti coloro che vorranno aiutarmi. Ho già preso appuntamento dal commercialista ma mi sento completamente persa e ignorante (la lettura dei forum di Proz è stata interessante, però mi sento ancora più confusa) .
Grazie di cuore,
Ornella


Direct link Reply with quote
 

orne82
Local time: 14:56
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie mille Sep 6, 2006

Grazie mille a tutti!
Venerdi vado dal mio commercialista, vi farò sapere.
E' vero che mi dispiacerebbe perdere un anno di agevolazioni per soli 3 mesi.
A presto
Ornella


Direct link Reply with quote
 

Giorgio Testa  Identity Verified
Italy
Local time: 14:56
English to Italian
+ ...
Soglia Sep 18, 2006

A quanto ho capito io, la soglia dei 5000 euro (per il totale dei committenti) non implica che, appena viene superata, diventi obbligatorio avere la Partita IVA. Semplicemente bisogna pagare i contributi INPS sulla parte di reddito lordo che eccede i 5000 euro. Ma lo status di collaboratore occasionale non è automaticamente annullato: basta che uno sia in grado di dimostrare che quella non è un'attività esclusiva.
Qualcuno lo può confermare? Grazue

Giorgio


Direct link Reply with quote
 

Giuseppina Gatta, MA (Hons)
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Concordo con Giorgio... Sep 18, 2006

nel senso che dopo i 5000 euro (tra l'altro calcolabili solo sui clienti italiani) non è obbligatorio aprire la partita IVA.
Non è inoltre neanche obbligatorio (almeno a me non risulta, ma, come dico sempre, non sono una commercialista, ma anche qui il discorso sarebbe luuungo), come dice Giorgio, che si tratti di "un'attività esclusiva".
Chiederei a Giorgio da dove ha saputo questa cosa.
grazie
Giusi


Direct link Reply with quote
 

orne82
Local time: 14:56
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
è giusto... Sep 18, 2006

Ciao a tutti,
ho incontrato due commercialisti che mi hanno confermato che non è obbligatoria la Partita Iva nel mio caso, devo solo iscrivermi all'INPS.
Grazie a tutti dell'aiuto
Ornella


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Partita IVA e INPS: aiuto

Advanced search






BaccS – Business Accounting Software
Modern desktop project management for freelance translators

BaccS makes it easy for translators to manage their projects, schedule tasks, create invoices, and view highly customizable reports. User-friendly, ProZ.com integration, community-driven development – a few reasons BaccS is trusted by translators!

More info »
PDF Translation - the Easy Way
TransPDF converts your PDFs to XLIFF ready for professional translation.

TransPDF converts your PDFs to XLIFF ready for professional translation. It also puts your translations back into the PDF to make new PDFs. Quicker and more accurate than hand-editing PDF. Includes free use of Infix PDF Editor with your translated PDFs.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs