Mobile menu

Pages in topic:   [1 2] >
Orientamento sulle tariffe
Thread poster: reverie82
reverie82
Local time: 13:34
French to Italian
+ ...
Oct 19, 2006

Salve a tutti, leggo da molto questo forum anche se vi ho partecipato pochissimo. Sono una laureanda in lingue che vuole intraprendere questo lavoro. Ho fatto già delle traduzioni, a carattere amichevole.. diciamo così e ho chiesto un prezzo forfettario! E' veramente complicato entrare in questo campo nonostante io sento di esserci veramente portata!! sto inviando dei cv ad alcune agenzie, ma ho un dubbio: nelle schede da compilare mi chiedono un prezzo per parola tradotta.. sinceramente non saprei cosa scrivere, mi dareste una mano? Io traduco dall'italiano al francese, oltre ai miei studi ho vissuto diverso tempo in francia e sono abbastanza afferrata, ma anche nei testi che ho già tradotto ho tenuto i prezzi bassissimi per incominciare! Conosco bene le polemiche che ci sono su chi si "svende" ma ho ancora tanto da imparare e ora come ora mi interessa poco "guadagnare" vorrei solo fare esperienza! Quale sarebbe dunque un prezzo ragionevole per parola? e poi un'altra cosa... perdonate la mia ignoranza... mi richiedono numero di parole tradotte al giorno... io non le ho mai contate!!!!!! Sono abbastanza veloce ma veramente non ho idea di quanto traduco!! Calcolando che mi dedicherei almeno 4 ore al giorno che numero sarebbe ragionevole da scrivere??
Qualcuno riderà di questo post... purtroppo è l'unico modo che ho per chiarirmi un pò le idee, spero vogliati aiutarmi e consigliarmi come muovermi!
grazie a tutti

[Subject edited by staff or moderator 2006-10-20 18:05]


Direct link Reply with quote
 
reverie82
Local time: 13:34
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
:/ che sbadata Oct 19, 2006

io traduco dal francese all'italiano e non il contrario!

Direct link Reply with quote
 

Valeria Mazza  Identity Verified
Italy
Local time: 13:34
German to Italian
+ ...
consigli Oct 20, 2006

Ciao reverie e benvenuta,

ti rispondo a punti perchè sono di fretta:

- prenditi il tempo di arricchire il tuo profilo su proz, non solo perchè lo rendi più visibile e interessante, ma anche perchè ti aiuterà a prendere coscienza di quali sono le caratteristiche minime ed indispensabili che bisogna sapere / stabilire prima di proporsi come traduttore;

- per le tariffe consulta il tariffometro di Simon Turner (su google lo trovi tout de suite) oppure fatti un giro per i profili dei traduttori che hanno le tue coppie linguistiche e prendi spunto.

- per il N° parole/giorno: fai una stima approssimativa di quanto potresti tradurre al giorno, poi indica nelle note o comunque comunica all'agenzia quante ore puoi mettere a disposizione al giorno.

- rispondi (con scrupolo e coscienza) ai kudoz, è un'ottimo esercizio, ti fa allenare nelle ricerche online e ti mette a confronto con le scelte di altri colleghi.

- Fai ricerche nei passati post dei vari forum, troverai miniere di preziosi consigli/esperienze/link/riferimenti... per capire meglio come muoversi nel mondo della traduzione.
Anche le tue stesse domande sono state già poste da tanti prima di te e tanti hanno risposto fornendo molte informazioni.

PS: Attenzione alla lingua, sempre, questa è una comunità di linguisti mooolto sensibile, basta un errore di battitura è scoppiano putiferi! (Sicuramente tutti ci sentiamo talvolta "afferrati" dalla traduzione...ma non tutti sono "ferrati" in materia!)

Consiglio personale: ci vuole tanto impegno, tanta determinazione e una formazione continua; rimboccati le maniche perchè all'inizio è difficile per tutti, ma così poi le soddisfazioni sembrano più meritate:)

Ciao e in bocca al lupo.
Valeria

[Edited at 2006-10-20 14:13]

[Edited at 2006-10-20 16:34]


Direct link Reply with quote
 

Francesco Damiani  Identity Verified
Local time: 13:34
French to Italian
+ ...
Desideravo chiederti........... Oct 20, 2006

Ciao. Volevo domandarti quale sia esattamente il tuo titolo di

studio, a parte le esperienze(Eventuali) che puoi avere

maturato sul campo, le pubblicazioni e i libri che leggi in

lingue straniere ecc..........

Sono molte domande, forse la prima ti sembrerà inutile, ma è


per(cercare di) capire da dove stai partendo.

Ciao e auguri da Francesco


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 13:34
Italian to Spanish
+ ...
Esperienze, titoli, libri e addirittura pubblicazioni? Oct 20, 2006

Francesco Damiani wrote:

Ciao. Volevo domandarti quale sia esattamente il tuo titolo di

studio, a parte le esperienze(Eventuali) che puoi avere

maturato sul campo, le pubblicazioni e i libri che leggi in

lingue straniere ecc..........

Sono molte domande, forse la prima ti sembrerà inutile, ma è


per(cercare di) capire da dove stai partendo.

Ciao e auguri da Francesco


Non credo che sia questo il luogo per esporre il proprio curriculum né per rispondere a delle domande dal carattere così personale. Almeno questa è la mia opinione.
Penso che Reverie stia partendo semplicemente dal suo desiderio di introdursi nel modo più adeguato nel mercato. Se ti interessa una collaborazione con lei magari la puoi contattare in privato.


Direct link Reply with quote
 

Francesco Damiani  Identity Verified
Local time: 13:34
French to Italian
+ ...
Non voglio contattare nessuno Oct 20, 2006

Maria Josè, io non voglio contattare nessuno.

Volevo chiedere da quali presupposti partisse, per capire

come spera di proporsi come traduttrice.


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 08:34
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Stiamo in tema Oct 20, 2006

María José, grazie per l'aiuto.

Hai ragione. Reverie82 si è presentata con delle domande. Non rispondiamo facendole altre domande con il risultato di mandare la discussione fuori tema.

ciao
Gianfranco




[Edited at 2006-10-20 17:40]


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 13:34
Italian to Spanish
+ ...
Alcuni commenti al tuo intervento Oct 20, 2006

reverie82 wrote:
E' veramente complicato entrare in questo campo nonostante io sento di esserci veramente portata!! sto inviando dei cv ad alcune agenzie, ma ho un dubbio: nelle schede da compilare mi chiedono un prezzo per parola tradotta.. sinceramente non saprei cosa scrivere, mi dareste una mano?

Ciao Reverie, benvenuta.
Mi sembrano ottimi consigli quelli che ti ha dato Valeria.
Non devi inventarti niente, né il numero di parole che traduci al giorno né il prezzo a parola né la tua esperienza. Né penso possa dirtelo nessuno. Sono dati molto soggettivi e diversi da traduttore a traduttore. Per quanto riguarda le tariffe, lo diciamo sempre, ma è importante sondare il mercato e studiare bene il settore al quale ti rivolgi, questo perché pur essendo difficile l'inserimento, non si può rovinare il mercato dei professionisti applicando, come dici, prezzi bassissimi.

Io traduco dall'italiano al francese, oltre ai miei studi ho vissuto diverso tempo in francia e sono abbastanza afferrata, ma anche nei testi che ho già tradotto ho tenuto i prezzi bassissimi per incominciare!
Conosco bene le polemiche che ci sono su chi si "svende" ma ho ancora tanto da imparare e ora come ora mi interessa poco "guadagnare" vorrei solo fare esperienza!

Dal mio punto di vista non importa se non ti interessa guadagnare a livello personale. Un certo livello bisogna mantenerlo ugualmente. Il mercato può essere diverso da Paese a Paese e non dovresti scendere dalla media, questo per non rovinarlo e per non contribuire alla poca considerazione che già si ha in molte parti dei traduttori e della nostra professione (diciamo pure grazie in parte all'intrusione di persone non competenti e senza alcuna formazione che salgono sulla nostra stessa barca "svendendosi" a prezzi "bassissimi" per "fare esperienza" (sicuramente non è il tuo caso ma è una cosa che succede).
Forse lo capirai meglio quando avrai finito l'università e dovrai guadagnare per vivere del tuo lavoro.

Quindi rispettare il mercato altrui e porre delle buone basi per un tuo degno futuro potrebbe essere un buon modo di cominciare. Anche se ora il guadagno non sia per te così importante.
E non te lo dico come una critica (nessuno nasce sapendo le cose) ma come aiuto.
Questa è la prima cosa che mi viene da dirti.



Quale sarebbe dunque un prezzo ragionevole per parola?

Dipende dal tipo di cliente (se agenzia o cliente diretto), dalle tariffe applicate in media nel Paese al quale ti rivolgi e dall'esperienza e specializzazione del traduttore. Ci possono essere infatti differenze sostanziali. Se introduci le tue tariffe indicative sul tuo profilo, puoi consultare le tariffe applicate in media dagli altri colleghi in funzione della combinazione linguistica. Potrebbe esserti tanto utile e forse ti sorprenderesti. Se poi sbagli, credo che ora sia permesso dal sito cambiarle in tempi più brevi (o forse anche subito).
Indicativamente, e giusto per aiutarti, in Italia non dovresti chiedere alle agenzie al di sotto di 0,055 - 0,060 a parola. Questo perché sei all'inizio. In Francia le tariffe sono molto più alte, almeno questo mi risulta pur non lavorando con la Francia.
Pensa che presentarsi alle agenzie con tariffe troppo basse può essere anche una spada a doppio taglio. Un traduttore che non da valore al proprio lavoro non è spesso molto affidabile né considerato... E poi dovrà ammazzarsi per vivere decentemente dalla propria professione.

Naturalmente, man mano si va avanti e ci si specializza, le tariffe si aggiornano, fino a poter chiedere al cliente diretto italiano 0,10-0,12 €/parola per le lingue del primo gruppo.
(ripeto, sempre orientativamente, perché in un libero mercato le tariffe sono libere).


perdonate la mia ignoranza... mi richiedono numero di parole tradotte al giorno... io non le ho mai contate!!!!!!


In media una pagina A4, di 25-27 righe e 55-60 caratteri a riga, è costituita (dipendendo dalla lingua) da circa 200-220 parole.
Forse questa indicazione ti può aiutare a fare un calcolo approssimativo del numero di parole che riesci a tradurre (e a revisionare) al giorno.
Comunque se traduci durante un' ora, puoi sempre vedere (utilizzando il conteggio di word) quante parole hai tradotto e fare una media giornaliera (tenendo pero presente che la concentrazione non è sempre costante durante la giornata).


[Editado a las 2006-10-20 19:32]


Direct link Reply with quote
 
reverie82
Local time: 13:34
French to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Ti ringrazio per i consigli Oct 20, 2006

María José Iglesias wrote:


Ciao Maria José,
ti ringrazio molto dei tuoi consigli, e ringrazio tanto anche Valeria! Mi hai dato indicazioni davvero utili sia sulle tariffe che sul numero di parole traducibili in un giorno!


Dal mio punto di vista non importa se non ti interessa guadagnare a livello personale. Un certo livello bisogna mantenerlo ugualmente. Il mercato può essere diverso da Paese a Paese e non dovresti scendere dalla media, questo per non rovinarlo e per non contribuire alla poca considerazione che già si ha in molte parti dei traduttori e della nostra professione

Avevo già detto in anticipo che non volevo che si creassero polemiche su chi si "svende", io non voglio ledere nessuno e non voglio rovinare il mercato, ma bisogna pur dare la possibilità a coloro che vogliono intraprendere questo mestiere di formarsi! D'altra parte leggo da molto tempo questo forum, ed è pieno di traduttori che non hanno una cultura universitaria, nè tantomeno hanno fatto una scuola di traduzione, eppure lavorano senza problemi, migliorandosi giorno dopo giorno anche grazie all'esperienza che acquisiscono traducendo sempre testi nuovi! Come immagino, avrai fatto anche tu! Non penso che il giorno in cui hai cominciato avevi la sicurezza che mostri oggi, e penso che anche tu abbia seguito una crescita professionale e che le tue prime traduzioni non ti siano state pagate con le tue tariffe attuali!

A dire il vero poi la differenza nella qualità si nota (non sempre ma molto spesso).

Che ci sia sicuramente differenza su un testo tradotto da me ed uno tradotto da una persona più esperta questo è indiscutibile,e penso di essermi posta senza nessuna presunzione, anzi, chiarendo immediatamente la mia posizione e il fatto che pur avendo un'ottima conoscenza della lingua non mi ritengo una traduttrice (errore che in molti fanno!) e chiedendo invece consigli a chi ne sa sicuramente più di me!
Parto da questo presupposto per farti capire che non stai parlando con una studentessa che vuole raccimolare qualche soldo per il sabato sera, ma con una ragazza che vuole seriamente intraprendere questo mestiere e che di certo non si è accontentata di conoscere sufficentemente una lingua per svendersi a qualche agenzia, ma ha studiato per anni perseguendo il suo obiettivo!
Solo che alle agenzie poco importa quale sia realmente il percorso seguito, per loro l'unico dato di fatto è che non HO ESPERIENZA ed il solo modo per farsi conoscere inizialmente è quello di abbassare i prezzi...

[quote]
(diciamo pure grazie in parte all'intrusione di persone non competenti e senza alcuna formazione che salgono sulla nostra stessa barca "svendendosi" a prezzi "bassissimi" per "fare esperienza"

mi permetto un'ultima considerazione, prendendo spunto da questa tua affermazione ma avendo constatato la stessa cosa in tanti altri post; é sicuramente giusto che voi traduttori esperti difendiate la qualità del vostro lavoro, e l'alto livello di competenze che avete raggiunto... ma tendete sempre a richiudervi in una cerchia ristretta nella quale è difficile entrare! Ho letto troppo spesso in questo sito giudizi ricchi di superbia nei confronti di chi, tentava un'intrusione (come la chiami tu) in questo mondo, soprattutto perchè ritengo che le competenze di cui parli si acquisiscono con l'esperienza! Non è il tuo caso, ma è l'idea che mi sono fatta di molti di voi leggendo giorno dopo giorno questo forum!


Direct link Reply with quote
 

Franco Rigoni  Identity Verified
Italy
Member (2006)
English to Italian
+ ...
Perchè non fai uno stage allora? Oct 21, 2006

Ciao reverie82,

Volevo comunicarti che esiste la possibilità di fare uno stage di traduzione non retribuito per tre mesi al Consiglio d'Europa.
Se non vuoi andare così lontano, chiedi aiuto alla facoltà di lingue dove studi. So che ora gli stage sono obbligatori e la facoltà aiuta gli studenti a trovare un luogo adatto dove gli studenti possono esercitarsi liberamente senza danneggiare gli altri (uffici turistici, aziende varie, enti pubblici ...). Tra l'altro puoi beneficiare della copertura assicurativa fornita dalla tua Università.

A volte mi capita di leggere annunci di lavoro in cui ci sono traduttori alle prime armi (e per carità, lo sono anch'io) che propongono servizi di traduzione a 3 euro a cartella. Questa si chiama concorrenza sleale e va sicuramente contro a quelle persone che spendono ore e ore a inviare curriculum e a fare pubblicità di se stessi.

Capisco benissimo che è difficile entrare nel settore, ma dopo tutto è difficile entrare in qualsiasi settore. E' forse facile aprire un negozio o iniziare un qualsiasi tipo di attività commerciale?

Un'ultima cosa: le agenzie di traduzione forniscono più lavoro, ma pagano meno dei clienti diretti. Io lavoro per alcune agenzie, ma a dire il vero ho molta più soddisfazione a lavorare per clienti diretti (soprattutto per quanto riguarda l'interpretazione) perchè a volte sono riuscito ad instaurare rapporti che vanno oltre al rapporto lavorativo. E' bello ricevere i biglietti di auguri o le telefonate per Natale, ed è ancora più bello quando ti invitano alle loro feste o a visitarli all'estero.

Per finire, a mio avviso svendere il proprio lavoro provoca una grande frustrazione interiore oltre che a danneggiare il mercato. Saresti contenta di lavorare per 10 ore al giorno per tradurre 10 cartelle a 3 euro? Tieni in considerazione che non guadagni 30 euro perchè lo stato se ne porta via la metà in tasse. Prova a farlo per una settimana, poi cambierai idea da sola.

Buona fortuna!

Franco


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 13:34
Italian to Spanish
+ ...
Intrusi Oct 21, 2006

Ciao di nuovo, Reverie82,

mi dispiace moltissimo e sono rimasta addolorata leggendo il tuo post. Non avevo assolutamente l'intenzione di sminuirti (non mi permetterei mai) e avevo capito, anche per il tuo modo di scrivere, che non sei proprio "l'intrusa" di cui avevo parlato. Ma è un fatto che "l'intrusione" esiste.

Personalmente non mi ritengo affatto chiusa, piuttosto il contrario e chi mi conosce lo sa.
Il fatto è che arrivano al mio studio in continuazione email di persone che mi dicono di "essere sposate con un madrelingua" o di sapere abbastanza bene una lingua, credendo con ciò di essere in possesso di tutti i requisiti per imbattersi in una professione che seppur misconosciuta e svalutata, è un vero e proprio "mestiere", che richiede formazione e specializzazioni specifiche, che naturalmente si acquisiscono nel tempo.

Questi "intrusi" entrano appunto nel nostro mercato e lo danneggiano, ma avevo già detto che non era questo il tuo caso. Ne avevo accennato parlato delle tariffe.

Se sei o vuoi essere una professionista della traduzione, il mio consiglio è quello di non metterti al livello dell'"intruso" proponendoti a delle tariffe molto inferiori alla media; questo non è positivo per noi traduttori, ma non lo è nemmeno per te. Nel tempo si finisce sempre per pentirsene.

Un traduttore professionista deve sudare molto e investire tutti giorni sotto tanti punti di vista per mantenere la propria clientela, acquisire clienti nuovi e pagare le proprie tasse come ha detto Kero.
Il problema non è quando l'intruso si svende (perché la qualità si avverte subito scadente) ma quando lo fa uno che avrebbe tutti i numeri per essere o diventare un grande professionista e che può offrire già da subito lavori di tutto rispetto.

questo forum è pieno di traduttori che non hanno una cultura universitaria, nè tantomeno hanno fatto una scuola di traduzione, eppure lavorano senza problemi, migliorandosi giorno dopo giorno anche grazie all'esperienza che acquisiscono traducendo sempre testi nuovi! Come immagino, avrai fatto anche tu!


Visto che mi chiedi direttamente, ti dirò che io di lauree ne ho due ed è da molti anni che sono sul mercato. E' vero, non sempre sono stata pagata alle tariffe che riesco a spuntare oggi, ma non mi sono MAI svenduta né mi sono MAI proposta a prezzi da fame per fare esperienza.
Poi io ho un'impressione contraria alla tua: salvo eccezioni, i traduttori che frequentano questo forum sono la extragrande maggioranza professionisti laureati o con un diploma in traduzione-interpretazione.

Ad ogni modo ti chiedo veramente scusa se il mio atteggiamento ti è sembrato da "Dio dell'Olimpo"; avevo capito benissimo dal tuo intervento che non vuoi ledere nessuno e che non vuoi rovinare il mercato, ma credo che tu semplicemente sbagli quando pensi che "avere una possibilità" e "formarsi" sia sinonimo di proporsi a tariffe bassissime, come hai definito i prezzi che applichi, solo per acquisire esperienza. Non ti ho detto certo che tu debba applicare sin da ora le tariffe dei traduttori da molti più anni sul mercato; ho detto soltanto di non scendere al di sotto di una certa soglia. Quella soglia è semplicemente quella che ti impone il mercato locale a livello professionale.

Ci sono molti altri modi di imparare e di formarsi; non si fa in un giorno e ci vuole del tempo. Per esempio ora, mentre ancora studi, potresti lavorare in team con qualche traduttore professionista con esperienza, remunerandolo naturalmente per le revisioni; in questo modo avresti la possibilità di imparare di più senza necessità di proporti a prezzi bassi. Ma su questo aspetto non mi fermo perché ne abbiamo già parlato abbastanza in altri forum negli ultimi mesi.

Se vuoi intraprendere seriamente la professione, secondo me devi iniziare conferendo il giusto valore al tuo lavoro, alle tue capacità presenti e future e a quella tua cultura universitaria che, come tu stessa dici, non possono tutti vantare.

Se lo desideri, resto a tua disposizione anche privatamente.

Porgo nuovamente le mie scuse se ti ho sembrata eccessiva o superba. Pensavo di averti offerto dati concreti.
Anche se è superfluo dirlo, io non ti conosco e quindi non mi permetterei mai di giudicarti.
Ti faccio quindi i miei migliori auguri e ti incoraggio ad andare avanti. La strada del traduttore è magari faticosa ma molto gratificante.

Con affetto,

María José


[Editado a las 2006-10-21 12:02]


Direct link Reply with quote
 

dropinka  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
tasse Oct 22, 2006

kero wrote:

Saresti contenta di lavorare per 10 ore al giorno per tradurre 10 cartelle a 3 euro? Tieni in considerazione che non guadagni 30 euro perchè lo stato se ne porta via la metà in tasse.



Non vorrei andare troppo off-topic, ma siamo sicuri che sia proprio metà?
Lo chiedo perché vorrei capirci un po' chiaro... la contabilità decisamente non è il mio forte!

A me risulta che dall'imponibile (cioè i famosi 30 euro dell'esempio) vadano sottratti il 20% di ritenuta d'acconto (che è una parte delle tasse) e circa un 15% di contributi inps. Il resto delle tasse dipende dal reddito complessivo... sotto i 26.000, sempre per restare sull'esempio del traduttore alle prime armi, l'aliquota IRPEF è del 23%... quindi 3% in più rispetto a quanto già pagato (o meglio, trattenuto dal committente, che agisce come sostituto d'imposta).

In totale mi sembra un 38%... o sto dicendo una castroneria?
Vi prego illuminatemi...

[Edited at 2006-10-22 12:50]

[Edited at 2006-10-22 13:14]


Direct link Reply with quote
 

Fabio Scaliti  Identity Verified
Italy
Local time: 13:34
Member (2004)
German to Italian
+ ...
Tassazione Oct 22, 2006

Ciao a tutti,

i contributi INPS per il nostro settore sono attualmente del 18.20% fino a 39.297,00 Eur. Sul reddito eccedente tale limite si applica il 19.20%.

Se la legge finanziaria attualmente in discussione verrà confermata, i contributi saliranno a ben il 23.50%.

Le aliquote IRPEF attuali sono:
23% per i redditi da 0 a 26.000 EUR
33% per i redditi da 26.000 a 33.500 EUR
39% per i redditi da 33.500 a 100.0000 EUR
43% per i redditi superiori

[copia-incollato da un intervento precedente di G. Manca]

Le aliquote IRPEF sono ovviamente progressive. Quindi con un fatturato esempio di 35.000 si pagherà il 23% di 26.000, il 33% di 7500 (differenza 33.500 - 26.000) e il 39% di 1.500 (differenza 35.000 - 33.500).

Attenzione che con la legge finanziaria in discussione cambieranno le aliquote, presumibilmente:

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/10_Ottobre/03/pop_grafico2.shtml

Non ho considerato qui eventuali deduzioni, no-tax area, ecc.

A tutto questo si aggiunge il 4.25% di IRAP e le varie addizionali IRPEF locali.

Nella migliore delle ipotesi, quindi, un reddito inferiore a 15.000 Eur netti (tolte le spese, tassati al 23%, prima aliquota della riforma 2007) avrà un carico fiscale-contributivo approssimativo di 23% IRPEF + 23.5% INPS + 4.25% IRAP + varie addizionali = 50/51%.

Si recupera qualcosa, per così dire, poiché i contributi INPS pagati nell'anno sono deducibili dal fatturato dell'anno in corso. Ma poca roba.

Si rimane a bocca aperta, vero?

Saluti,

Fabio


Direct link Reply with quote
 

dropinka  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
rivalsa inps Oct 22, 2006

Fabio Scaliti wrote:


Nella migliore delle ipotesi, quindi, un reddito inferiore a 15.000 Eur netti (tolte le spese, tassati al 23%, prima aliquota della riforma 2007) avrà un carico fiscale-contributivo approssimativo di 23% IRPEF + 23.5% INPS + 4.25% IRAP + varie addizionali = 50/51%.



Ma al 23,5% INPS non andrebbe tolto il 4% (rivalsa INPS)?


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Orientamento sulle tariffe

Advanced search






LSP.expert
You’re a freelance translator? LSP.expert helps you manage your daily translation jobs. It’s easy, fast and secure.

How about you start tracking translation jobs and sending invoices in minutes? You can also manage your clients and generate reports about your business activities. So you always keep a clear view on your planning, AND you get a free 30 day trial period!

More info »
Across v6.3
Translation Toolkit and Sales Potential under One Roof

Apart from features that enable you to translate more efficiently, the new Across Translator Edition v6.3 comprises your crossMarket membership. The new online network for Across users assists you in exploring new sales potential and generating revenue.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs