Mobile menu

Filosofia delle memorie di traduzione
Thread poster: LuNa Italian

LuNa Italian
Italy
Local time: 11:58
English to Italian
+ ...
Nov 28, 2006

Una domanda da niubbi: ma voi le memorie di traduzione le dividete per ogni singolo progetto, oppure mettete tutto in un unico calderone che cresce via via che completate i lavori?

Vorrei capire meglio la filosofia dietro le memorie di traduzione. Per comodità io lascio sempre tutto dentro un'unica memoria, lo faccio da un anno e ad oggi mi ha aiutato in un 10% dei casi, che spero crescano col tempo.

Un cliente però oggi vorrebbe la memoria di un lavoro che sto eseguendo, quindi in questo caso devo tenerla separata, e mi è sorto il dubbio che vi ho appena esposto.

A rigor di logica sarebbe meglio tenere le memorie separate per ogni singolo progetto (o cliente), oppure unite in un solo file che dura tutta la vita?

E se optate per un unico file, cosa succede quando a lavoro finito il cliente vi chiede (anche dietro compenso) la memoria di traduzione? Come la "estrapolate" senza fare un align?

ciao,
Luca


P.S.
Ho provato a fare una ricerca per vedere se questo argomento fosse stato già affrontato, ma davanti alla mole di risultati ho desistito.


Direct link Reply with quote
 
Lorenzo Lilli  Identity Verified
Local time: 11:58
German to Italian
+ ...
I miei 0,2 cent Nov 28, 2006

Per quello che può valere la mia opinione, visto che finora ho usato i cat pochissime volte: ti direi di tenere separate le varie memorie, proprio per le situazioni che tu stesso hai citato (mi sembra capiti piuttosto spesso che il cliente chieda la memoria). A volte però faccio ricerca di singoli termini in tutto l'archivio del lavoro (non una TM ma testi originali e tradotti, glossari ecc.: sono alcuni GB, ma con copernic destktop search è praticamente istantanea) e capita di trovare soluzioni interessanti in testi di tutt'altro tipo, per un cliente diverso ecc. Ma non capita molto spesso.

Direct link Reply with quote
 

Chiara Santoriello  Identity Verified
Italy
Local time: 11:58
Member (2002)
English to Italian
+ ...
sono per la separazione delle memorie... Nov 28, 2006

LuNaProject wrote:

Una domanda da niubbi: ma voi le memorie di traduzione le dividete per ogni singolo progetto, oppure mettete tutto in un unico calderone che cresce via via che completate i lavori?

Vorrei capire meglio la filosofia dietro le memorie di traduzione. Per comodità io lascio sempre tutto dentro un'unica memoria, lo faccio da un anno e ad oggi mi ha aiutato in un 10% dei casi, che spero crescano col tempo.

Un cliente però oggi vorrebbe la memoria di un lavoro che sto eseguendo, quindi in questo caso devo tenerla separata, e mi è sorto il dubbio che vi ho appena esposto.

A rigor di logica sarebbe meglio tenere le memorie separate per ogni singolo progetto (o cliente), oppure unite in un solo file che dura tutta la vita?

E se optate per un unico file, cosa succede quando a lavoro finito il cliente vi chiede (anche dietro compenso) la memoria di traduzione? Come la "estrapolate" senza fare un align?

ciao,
Luca


P.S.
Ho provato a fare una ricerca per vedere se questo argomento fosse stato già affrontato, ma davanti alla mole di risultati ho desistito.


Ciao Luca,

direi di tenerle separate almeno per tipo di progetto. Non è inusuale che i clienti chiedano la TM.

Chiara


Direct link Reply with quote
 

Maurizio Valente  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
Divise per argomento Nov 28, 2006

Optare per un unico file non mi sembra una buona scelta. Ma non per il motivo che dici tu (estrapolazione), perché se tu alla fine del lavoro hai uno o più file uncleaned (se lavori con Trados o Wordfast) basta che crei una TM vergine e fail il clean-up con quella, e al clienti dai solo la TM dei file che hai tradotto.

No, secondo me non conviene mettere tutto in un unico calderone perché potresti beccare poi suggerimenti incongrui, dato che, ad esempio, un cliente vuole che hard disk si traduca disco rigido e un altro preferisce disco fisso; perché metteresti assieme lavori con timbri e stili molto diversi (videogioco, con stile molto colloquiale vs. sito di una banca, in cui al cliente si dà il lei); perché con gli anni la TM crescerebbe a dismisura e la consultazione potrebbe diventare sempre + lenta ecc.
Ma sono curioso di sapere cosa ne pensano gli altri.

LuNaProject wrote:

Una domanda da niubbi: ma voi le memorie di traduzione le dividete per ogni singolo progetto, oppure mettete tutto in un unico calderone che cresce via via che completate i lavori?

Vorrei capire meglio la filosofia dietro le memorie di traduzione. Per comodità io lascio sempre tutto dentro un'unica memoria, lo faccio da un anno e ad oggi mi ha aiutato in un 10% dei casi, che spero crescano col tempo.

Un cliente però oggi vorrebbe la memoria di un lavoro che sto eseguendo, quindi in questo caso devo tenerla separata, e mi è sorto il dubbio che vi ho appena esposto.

A rigor di logica sarebbe meglio tenere le memorie separate per ogni singolo progetto (o cliente), oppure unite in un solo file che dura tutta la vita?

E se optate per un unico file, cosa succede quando a lavoro finito il cliente vi chiede (anche dietro compenso) la memoria di traduzione? Come la "estrapolate" senza fare un align?

ciao,
Luca


P.S.
Ho provato a fare una ricerca per vedere se questo argomento fosse stato già affrontato, ma davanti alla mole di risultati ho desistito.


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 08:58
Member (2001)
English to Italian
+ ...
La mia soluzione Nov 28, 2006

Trovo che non abbia senso mantenere una memoria per singolo progetto perché in tal modo non si sfruttano le risorse di terminologia e precedenti lavori.
Nello stesso tempo, come dice Maurizio, è anche sconsigliabile tenere tutto, ma proprio tutto, in un unico calderone.

Dopo lunghe riflessioni sono arrivato a decidere, e riorganizzare, tutte le TM dei passati lavori in questo mdoo:

a) un file singolo per lavoro, esportato e rinominato in modo opportuno, in formato TXT, a titolo di archivio

b) un file cumulativo per cliente, a patto che si tratti di argomento uguale o molto simile, ottenuto importanto i singoli file (a) di cui sopra.
Questo non è un file TXT ma un database Trados pronto per l'uso.

c) un file cumulativo (tutti i clienti) per ogni argomento.
Anche questo è un database Trados, pronto per l'uso.



Prima di iniziare un lavoro decido se usare un file cumulativo del cliente (b) o un file cumulativo per argomento (c), e talvolta creo una memoria ad hoc facendo il merge di piu' clienti.

Al termine di ogni lavoro, aggiungo un file (a) alla collezione e aggiorno i corrispondenti file cumulativi (b) e/o (c), che quindi sono sempre pronti per il successivo uso.

Notare che i file TM di lavoro non sono quelli archiviati del tipo (b) e (c), ma una loro copia. Il file TM viene usato solo per la traduzione e poi eliminato.
I file di tipo (a) vengono ottenuti effettuando un clean-up dei file, e l'aggiornamento dei file (b) e (c) si ottiene importando il nuovo file (a) singolo ottenuto a fine lavoro.


Spero di non avere confuso le idee, ma io mi trovo bene con questo tipo di manutenzione archivi.

* * *


Sono d'accordo con Maurizio anche per la consegna della TM al clente.
In altre parole, al cliente consegno solo memorie il cui contenuto è limitata al progetto in corso (memoria creata appositamente, richiede solo 2-3 minuti), ma per il lavoro uso memorie molto più ampie, altrimenti non avrebbe senso usare un software TM e manutenere con cura i miei archivi di lavori precedenti.


ciao
Gianfranco



[Edited at 2006-11-28 19:08]


Direct link Reply with quote
 

lanave  Identity Verified
Italy
Local time: 11:58
French to Italian
+ ...
Il mio metodo Nov 28, 2006

Neanche io sono d'accordo a tenere tutte le TM in un unico file.

Io suddivido così le mie TM:

1. Lingua (EN-IT / FR-IT / ES-IT)

2. Cliente (EN-IT_XXX / FR-IT_XXX / ES-IT_XXX)

3. Settore (EN-IT_XXX_meccanica / FR-IT_XXX_commerciale / ES-IT_XXX_medicina)

4. Sotto settore ((EN-IT_XXX_meccanica_pompe / FR-IT_XXX_commerciale_lettere / ES-IT_XXX_medicina_istruzioni.uso)

Utilizzo questa suddivisione perché per il tipo di lavoro che ho è ottimale. Innanzitutto per lingua, poi per cliente, poi per ogni cliente ci può essere una suddivisione per settore. Molti clienti possono affidare traduzioni sempre nello stesso campo, altri invece no. Poi il sotto settore.

La cosa che posso dirti è che se è da poco che usi i CAT all'inizio sarà il caos, man mano che li userai riuscirai senz'altro ad individuare il sistema di archiviazione ideale per la mole e tipologia di lavoro che tu hai.


Direct link Reply with quote
 

Mario Cerutti  Identity Verified
Japan
Local time: 19:58
Italian to Japanese
+ ...
Dipende anche dalla qualità della lingua sorgente Nov 29, 2006

Dopo molti errori e confusione fatti agli inizi, sono giunto alla conclusione che è consigliabile usare una memoria unica, o generale, solo per quei testi sorgente di comprovata qualità linguistica, ovvero scritti da madrelingua.

Per i lavori dall'Inglese scritti da non madrelingua è preferibile creare di volta in volta una memoria separata e solo alla fine decidere se mantenerla così oppure farla confluire nella memoria unica.

Altra possibilità - e qui Dejavu aiuta moltissimo - è usare la memoria terminologica anche per porzioni di frase ricorrenti o standard.

Mario Cerutti

http://www.aliseo.com/italiano/


Direct link Reply with quote
 

Maurizio Valente  Identity Verified
Italy
English to Italian
+ ...
Usare la memoria terminologica anche per porzioni di frase ricorrenti o standard Nov 29, 2006

Sono assolutamente d'accordo con Mario, vuol dire moltissimo in termini di produttività. Il discorso vale sia per Wordfast che per DejaVu.

Esempio : database per legalese. Tutti i costrutti ricorrenti del tipo:

"including, but not limited to"
"acknowledges and agrees that"
"ARTICLES OF INCORPORATION"
"as provided in"
"beyond the control of"
"binding on all of the parties hereto"
"by operation of law"
ecc.

Mario Cerutti wrote:


Altra possibilità - e qui Dejavu aiuta moltissimo - è usare la memoria terminologica anche per porzioni di frase ricorrenti o standard.

Mario Cerutti

http://www.aliseo.com/italiano/



Direct link Reply with quote
 

Befanetta81
Italy
Member (2007)
Italian to German
+ ...
Il mio metodo Nov 29, 2006

Ciao,

Io classifico per combinazione linguistica e settore tipo:

Tecnica IT>DE
Tecnica DE>IT
Marketing De>IT
Marketing IT>DE
ecc.

(una piccola deviazione: esiste con Trados la funzione come da Wordfast di invertire la combinazione linguistica della TM?)

in ogni caso, prima di effettuare il clean-up di un file ne conservo una copia uncleaned, in tal modo se il cliente richiede una memoria di quel solo progetto tu avrai quella copia uncleaned da utilizzare extra!

Cari saluti
Befy


Direct link Reply with quote
 

Emanuela Clodomiro  Identity Verified
Italy
Local time: 11:58
Member (2007)
English to Italian
+ ...
Clienti e lingue Nov 29, 2006

Ciao,

io ho deciso di dividere le mie TM per cliente o per lingua.

Visto che dobbiamo tenere conto di teminologie e registri credo che la soluzione TM per cliente sia la migliore.

Buon lavoro!

[Edited at 2006-11-29 11:34]


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 08:58
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Svantaggi dell'archiviazione per cliente Nov 29, 2006

Emanuela Clodomiro wrote:
...
io ho deciso di dividere le mie TM per cliente o per lingua.

Visto che dobbiamo tenere conto di teminologie e registri credo che la soluzione TM per cliente sia la migliore.
...


D'accordo sulla separazione per diverse lingue, che è ovvia, anzi fa anche parte dell'architettura di tutti i programmi TM che conosco.
La separazione per cliente è meno ovvia, anzi, introduciamo una restrizione artificiale e degli svantaggi.

Se facciamo lavori simili per vari clienti, o relativi allo stesso argomento e con terminologia in comune, tenendo le TM separate per cliente perdiamo la possibilità di sfruttare tutti i dati disponibili solo perché si trovano nel database di un altro cliente.

Secondo me occorre avere entrambe le possibilità, ovvero archiviare i dati sia per cliente singolo che per argomento (tutti i clienti in un solo archivio per settore) e decidere di volta in volta quale database usare.

Questo metodo purtroppo introduce un livello di complicazione nella manutenzione degli archivi ma ne consegue il vantaggio di sfruttare al meglio i dati di cui siamo in possesso, accumulati nel corso dei lavori passati.

ciao
Gianfranco



[Edited at 2006-11-29 11:58]


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 11:58
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Per cliente anch'io Nov 29, 2006

gianfranco wrote:
Se facciamo lavori simili per vari clienti, o relativi allo stesso argomento e con terminologia in comune, tenendo le TM separate per cliente perdiamo la possibilità di sfruttare tutti i dati disponibili solo perché si trovano nel database di un altro cliente.


Io uso CAT da almeno 6 anni e non mi è mai capitato che le traduzioni per un cliente potessero, nemmeno in parte, essere usate per un altro cliente. Penso che il caso più comune sia quello che cita Maurizio, per le traduzioni legali, che effettivamente hanno formule che si ripetono. Ma nel mio caso, sarà perché traduco da tre lingue straniere, sarà perché gli argomenti sono vari, non mi è mai venuto nemmeno il dubbio che mi convenisse suddividere per argomento oltre che per cliente.


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 08:58
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Ho appena cambiato metodo Nov 29, 2006

Infatti, come dicevo, non esiste un metodo giusto in assoluto. Dipende dal tipo di lavoro che si svolge e un po' anche dalle preferenze personali.

Tra l'altro, la separazione per cliente è stato il mio metodo per anni, salvo ristrutturare il tutto questa estate, quando ho avuto del tempo libero e ho deciso di riorganizzare tutti gli archivi TM. Mi sono reso conto che stavo perdendo alcuni vantaggi, ma ne ho anche approfittato per ripescare e riordinare tutti, ma proprio tutti i lavori passati, e per creare database per argomento.

Ora sono tutte in una struttura di cartelle dedicate, separate dall'area di lavoro, e ne ho fatto un backup e un inventario completo, per sapere sempre di cosa dispongo.

L'operazione è stata parecchio noiosa, e mi ha rubato diversi pomeriggi, ma la raccomando a chiunque abbia qualche anno di archivi di lavoro e non li abbia mantenuti con cura, come capita, per la fretta o perché inizialmente sembra che non sia necessario. In fondo, le nostre TM sono un patrimonio non indifferente, e averle ben ordinate, complete e averne anche una copia di backup permette di risparmiare tempo in futuro, quando magari il tempo è scarso e ogni minuto importante...

ciao
Gianfranco



[Edited at 2006-11-29 13:36]


Direct link Reply with quote
 

lanave  Identity Verified
Italy
Local time: 11:58
French to Italian
+ ...
Collocazione delle TM Nov 29, 2006

Sono perfettamente d'accordo, come ho anche detto, sull'importanza di organizzarle secondo il flusso di lavoro. Credo che a parte la lingua, gli altri criteri siano abbastanza soggettivi.

Approvo anche la collocazione delle TM in cartella separata dal resto del lavoro. All'inizio conservavo le TM nelle cartelle relative ai lavori effettuati. In seguito mi sono resa conto che tenerle in cartella separata le rendeva più facilmente accessibili.


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Filosofia delle memorie di traduzione

Advanced search






PerfectIt consistency checker
Faster Checking, Greater Accuracy

PerfectIt helps deliver error-free documents. It improves consistency, ensures quality and helps to enforce style guides. It’s a powerful tool for pro users, and comes with the assurance of a 30-day money back guarantee.

More info »
Wordfast Pro
Translation Memory Software for Any Platform

Exclusive discount for ProZ.com users! Save over 13% when purchasing Wordfast Pro through ProZ.com. Wordfast is the world's #1 provider of platform-independent Translation Memory software. Consistently ranked the most user-friendly and highest value

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs