Mobile menu

Stabiliamo le nostre condizioni
Thread poster: Jo Macdonald

Jo Macdonald  Identity Verified
Spain
Local time: 18:38
Member (2005)
Italian to English
+ ...
Nov 29, 2006

Ciao a tutti

Ogni tanto ricevo CONDIZIONI DI FORNITURA da agenzie, e spesso li trovo piuttosto inequio e totalmente in favore delle agenzie con clausole tipo:
tutti i diritti sulla traduzione sono dell’agenzia
l’agenzia può applicare penali per eventuali errori
la traduzione deve essere impaginata secondo le istruzioni del committente
il traduttore non può accettare lavori per clienti per cui ha lavorato tramite l’agenzia fino a 3 anni dopo la fine del rapporto di lavoro


Devo dire che trovo condizioni del genere piuttosto inaccettabili e spesso sono entrato in lunghe discussione con l’agenzie in questione che vuole lavorare con traduttori bravi ma imponendo condizioni che secondo me sono “da schiavi”. Evito di firmare contratti del genere sopratutto perché secondo me spesso danno diverse scapattoi all’agenzia per non pagare. Poi credo che una parte che vuole imporsi sul altro non crea un bel rapporto di lavoro. Alcuni clausole possono obbligarmi a fare + lavoro di quello per cui vengo pagato (tipo impaginazione invece di solo traduzione), spesso non c’è nessun clausola sull’obbligo dell’agenzia di pagare la prestazione, e mentre sono d’accordo che un agenzia si deve difendere dai brocchi una clausola che non definisce bene “errori” o come vanno stabiliti è troppo vago secondo me. In fine, mentre non contato i clienti di miei clienti e considero senz’altro sbagliato cercare di fregare il cliente al prossimo, è successo in passato che lo stesso cliente si è rivolto ad un altro agenzia che ha mandato il lavoro a me, poi se smetto di lavorare per un agenzia e suo cliente mi cerca in futuro non vedo niente di male se è il cliente o un altro agenzia a cercare il traduttore.

Perché non scriviamo le nostre condizione da mandare ad agenzie che ci chiedono di firmare “Condizioni di impecoramento” come sopra?

Alcuni idee (la grammatica italiana lo lascio a voi però):
L’agenzia acquisisce tutti i dritti sulla traduzione solo dopo aver pagato la prestazione per intero al traduttore nei tempi stabiliti, fino a quel momento il traduttore ritiene tutti diritti.
Eventuali contestazioni saranno considerati solo se accompagnati da regolare revisione fatta da traduttore/traduttrice madrelingua professionista.
La tariffa per servizi di traduzione e applicabile solo al lavoro di traduzione perciò non include eventuali altri servizi tipo impaginazione, conversione di formato, revisione, ecc.
L’agenzia e il traduttore di comune accordo non prederanno contanti con i rispettivi clienti anche dopo la fine del rapporto di collaborazione almeno che una nuova richiesta di collaborazione non arriva dal cliente stessa o tramite un'altra agenzia.

Se abbiamo le nostre condizioni, quando arriva la prossima “CONDIZIONI DI FORNITURA” possiamo replicare con le nostre “Condizioni di collaborazione”, se firma l’agenzia – magari firmiamo anche noi e ognuno difende i suoi interessi.

Non credo che saranno in molti a firmare, ma non si sa mai. Magari è solo un modo più veloce di spiegare quanto certe condizioni sono a sfavore di chi ci mete il cuore nel proprio lavoro, consegnandola prima dei tempi stabiliti, e dando tutto il tempo al committente di pagare con calma.

Spero di non avervi annoiati.
All the best.
Jo


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 18:38
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Insieme ad una collega Nov 29, 2006

abbiamo creato un nostro PO con le nostre condizioni di fornitura da inviare a clienti dirette ed agenzie. Mentre io al momento lo uso solo per i clienti diretti, so che lei lo sta mandando alle agenzie e pare che funzioni. Per quanto mi riguarda, sono contenta di vedere che non sono l'unica a contestare determinate condizioni imposte. Anche a me sono arrivati contratti assurdi e ho spesso fatto modificare delle clausole del tipo "il collaboratore è tenuto a rispondere in prima persona per qualunque problema o contestazione sul testo", quando io avevo eseguito la sola revisione, senza peraltro specificare che contestazione o da parte di chi...

Direct link Reply with quote
 

Jo Macdonald  Identity Verified
Spain
Local time: 18:38
Member (2005)
Italian to English
+ ...
TOPIC STARTER
Magari facciamo una lista qui Nov 29, 2006

Grande Mariella,
Magari ognuno potrebbe incollare/scrivere qui le proprie condizione che propone o piacerebbe proporre a clienti e/o agenzie, cosi ognuno prende quello che gli sembra + adatto al proprio caso.
Jo


Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Spain
Local time: 18:38
Member (2003)
French to Italian
+ ...
quoto e straquoto Nov 29, 2006

Mariella Bonelli wrote:
sono contenta di vedere che non sono l'unica a contestare determinate condizioni imposte. Anche a me sono arrivati contratti assurdi e ho spesso fatto modificare delle clausole del tipo "il collaboratore è tenuto a rispondere in prima persona per qualunque problema o contestazione sul testo", quando io avevo eseguito la sola revisione, senza peraltro specificare che contestazione o da parte di chi


Idem, ne ho fatte cambiare parecchie anch'io, e mi è successo anche di rifiutare un lavoro dopo il rifiuto dell'agenzia di cambiare le condizioni che erano davvero "assurde".


Direct link Reply with quote
 

Luca Tutino  Identity Verified
Italy
Local time: 18:38
Member (2002)
English to Italian
+ ...
concordo Nov 29, 2006

Anche io solitamente prospetto le mie condizioni, ma in inglese. Tra i termini standard che considero essenziali ci sono:
- il committente deve essere in possesso di copyright e/o diritto di far eseguire la traduzione sull'originale;
- il compenso sarà pagato entro...;
- il traduttore conserva il copyright e ogni diritto sulla traduzione fino alla ricezione dell'intero compenso;
- eventuali errori od omissioni saranno esaminati e corretti gratuitamente purché debitamente contestati entro...;
- l'indennizzo di eventuali perdite e danni subiti non può superare il compenso pagato.

Per i clienti diretti possono essere opportuni ulteriori punti.

Gli ultimi due punti mi sembrano salvaguardare in modo equilibrato gli interessi dell'agenzia. Dopo l'intervento di Jo sto pensando di aggiungere qualcosa sulla protezione dei clienti - e apprezzo l'idea che anche l'agenzia dovrebbe impegnarsi a non contattare i clienti del traduttore (qualora questi li renda noti come referenze - immagino). Propongo una rielaborazione della condizione di Jo:

- L’agenzia e il traduttore di comune accordo si impegnano a non prendere attivamente contatto con i rispettivi clienti anche dopo la fine del rapporto di collaborazione e per un periodo di x anni, a meno che una proposta di collaborazione non giunga direttamente dal cliente.

Limiterei comunque la validità temporale della clausola. Eliminerei la parte riferita alla possibilità di lavorare per i clienti tramite altre agenzie - che non mi pare avere molto senso: in tal caso il rapporto di collaborazione sarebbe con l'agenzia e non con il cliente finale e quindi non ci sarebbero problemi. La formula finale "a meno che una proposta di collaborazione non giunga direttamente dal cliente" andrebbe migliorata...


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 18:38
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Importante Nov 29, 2006

Luca Tutino wrote:
- eventuali errori od omissioni saranno esaminati e corretti gratuitamente purché debitamente contestati entro...;


Vorrei aggiungere solo che questo punto mi sembra importante soprattutto per i clienti diretti. Io di solito scrivo che eventuali errori devono essere comunicati entro 8 giorni, onde evitare che al momento del pagamento della fattura saltino fuori come funghi. In tal caso verranno adeguatamente corretti.

Aggiungo anche che mi impegno per il massimo rispetto della riservatezza dei documenti ricevuti.


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 18:38
Italian to Spanish
+ ...
Se il cliente di un'agenzia ti cerca in futuro... Nov 29, 2006

Jo Macdonald wrote:
(...) se smetto di lavorare per un agenzia e suo cliente mi cerca in futuro non vedo niente di male se è il cliente o un altro agenzia a cercare il traduttore.


Mi dispiace non essere d'accordo con te in questo punto, Jo.
O forse ho capito solo una parte del tuo discorso.

Io invece credo che le leggi dell'etica professionale dovrebbero continuare ad esigere al traduttore di astenersi di intrattenere rapporti professionali con un cliente di un'agenzia per la quale il traduttore stesso abbia lavorato, ora o in passato, in un qualsiasi progetto che coinvolgesse quello stesso cliente.

Non cambia niente se è il cliente a cercarti o se sei tu a cercare lui.
E non importa, credo, se poi nel tempo tu hai continuato a collaborare con quell'agenzia o meno.
Quello che importa è che quel cliente non è tuo, e che tu l'hai conosciuto attraverso l'agenzia.
Se è un'altra agenzia a commissionarti un secondo lavoro, allora è diverso, perché tu sei un traduttore freelance che collabora con la prima agenzia come con la seconda, senza badare al destinatario della traduzione.
Ma contattare il cliente direttamente o lasciare che lui prenda accordi con te, direi proprio di no. E' una questione di correttezza.
Se il cliente decide per i suoi motivi di non dare più lavoro all'agenzia, a mio parere questo non dovrebbe darti le ali per ripigliarti il cliente.

A me è successo in qualche occasione che, apponendo la mia firma in traduzioni asseverate, commissionatemi da agenzie, il cliente è arrivato a sapere chi aveva fatto la traduzione e mi ha contattato successivamente per incaricarmi altri lavori o per legalizzazioni delle stesse asseverazioni fatte da me, ecc. Ho naturalmente declinato, ma bisogna farlo anche bene, cercando di essere "eleganti". Molto spesso il cliente non ha cattive intenzioni e ha la reazione più istintiva. Sta a noi mettere le cose a posto. Per me le regole sono chiare e io, per un senso del pudore e appunto dell'etica, quando mi è successo così ho rimesso nuovamente il cliente in contatto con l'agenzia in questione, pur potendo fornire direttamente il servizio.


Quando si fa così, credo che alla fine si guadagna in tutti i sensi.
L'agenzia sarà ovviamente soddisfatta dell'onestà del traduttore e i clienti diretti poi arriveranno lo stesso da altre parti.
Le agenzie sono tante e i clienti anche.

Scusami di nuovo, Jo. Forse non avevo capito del tutto, ma ho preso spunto dal tuo discorso di partenza per parlare di questo argomento, che mi stava a cuore trattare.


[Editado a las 2006-11-29 21:49]


Direct link Reply with quote
 

Silvina Dell'Isola Urdiales  Identity Verified
Italy
Local time: 18:38
Member (2003)
Italian to Spanish
+ ...
Lettera d'incarico oppure P.O Nov 29, 2006

Ciao Jo,


Personalmente, dai nuovi clienti mi faccio sempre firmare una 'lettera d'incarico', con le condizioni pattuite:


- tempi di consegna lavoro
- tariffe
- tempi di pagamento


Comunque ti rimando al sito di AITI www.aiti.org per modelli di condizioni di fornitura o lettere d'incarico


Penso possa servire per 'formalizzare' il rapporto di lavoro ma a volte NON ti garantisce contro ogni rischio

Per la questione dei clienti acquisiti tramite l'agenzia, concordo con M. José non e' deontologicamente corretto, anche se a volte spesso succede

ciao
silvina

[Edited at 2006-11-29 22:57]

[Edited at 2006-11-29 22:59]


Direct link Reply with quote
 

Jo Macdonald  Identity Verified
Spain
Local time: 18:38
Member (2005)
Italian to English
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie per il feedback ragazzi Nov 30, 2006

Per il discorso correttezza sono d'accordo che non è giusto cercare di pigliarti il cliente del altro è infatti non ho mai contattato il cliente di un’agenzia.

Ma in passato mi è successo che un’altra agenzia mi ha mandato del lavoro per la stessa cliente finale. Magari il cliente finale non si trovava con la prima agenzia o è una che cambia agenzia non so, ma ho visto clausole che dicono tipo "nessun contato."

In questo caso, anche se un’altra agenzia ti commissiona il lavoro per la stessa cliente finale non puoi farlo perché sarebbe un contato.

Facciamo un altro esempio:
Un’agenzia smette di pagarti.
Dopo innumerevoli solleciti a vuoto gli fai causa
Nel frattempo un’altra agenzia (che ti paga) ti propone del lavoro per un cliente finale della prima agenzia (la prima agenzia ha perso il cliente per scarsa qualità e poca serietà nel lavoro)
Pero tu hai firmato un contratto che dice "nessun contato" con i clienti dell’agenzia per 3 anni.

Allora: il cliente finale ha pagato per un buon lavoro e vuole ancora un buon lavoro. Tu non sei stato pagato per quel lavoro e altri, anzi ti sta costando spese legali e altro tempo. Nel frattempo per via del contratto che hai firmato per l'agenzia che non paga non puoi fare un lavoro pagato per quel cliente finale tramite un’altra agenzia.

Perciò con una clausola cosi un’agenzia che diventa non-professionale tiene le redini sul rapporto di lavoro d’altri 3 parti professionali. Corretto?

Magari se dice "nessun contato diretto" è diverso, che ne pensate?









[Edited at 2006-11-30 08:04]


Direct link Reply with quote
 

Jo Macdonald  Identity Verified
Spain
Local time: 18:38
Member (2005)
Italian to English
+ ...
TOPIC STARTER
Potremo aggiungere Nov 30, 2006

Una clausola tipo quelli che vedi nei contratti commerciale tipo:

Pagamento:
In caso di mancato pagamento nei termini previsti il contratto è considerato annullato per colpa della parte inadempiente che perde ogni diritto inerente, mentre allo steso tempo questo non esonera tale parte dal pagamento del dovuto incluso interessi di mora.

Non so se mi sono spiegato, ma una clausola che ti libera dai vincoli che ti ha imposta uno che non paga.

Come si può dire?


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Stabiliamo le nostre condizioni

Advanced search






SDL Trados Studio 2017 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2017 helps translators increase translation productivity whilst ensuring quality. Combining translation memory, terminology management and machine translation in one simple and easy-to-use environment.

More info »
Wordfast Pro
Translation Memory Software for Any Platform

Exclusive discount for ProZ.com users! Save over 13% when purchasing Wordfast Pro through ProZ.com. Wordfast is the world's #1 provider of platform-independent Translation Memory software. Consistently ranked the most user-friendly and highest value

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs