Mobile menu

Retribuzione delle traduzioni
Thread poster: xxxsedefa
xxxsedefa
English to Italian
+ ...
Dec 4, 2006

mi è stato riferito che all'inizio della nostra affascinante carriera di iniziare con la Ritenuta d'acconto, senza aprire l'iva. Ho letto anche che se non si raggiunge i 5000 euro l'anno non c'è da pagare nulla.
La mia domanda è la seguente, se un'ipotetico cliente dovesse chiedermi la traduzione, posso farla con ritenuta d'acconto come prestazione occasionale e questo è in regola senza incorrere a sanzioni penali?
Dove posso trovare il modello di ritenuta e il pagamento si può fare con vaglia postale o conto corrente?
Quanto devo farmi pagare la traduzione in ritenuta d'acconto?
Sapete voglio fare le cose per bene e non rovinare il mercato.

Grazie


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 03:32
Italian to Spanish
+ ...
Precisazioni Dec 4, 2006

Quindi è la tua prima traduzione remunerata...

Dunque...
La modalità più frequente di pagamento è il bonifico bancario, ma a volte, con clienti che si trovano all'estero, i bonifici posso essere più costosi e si può considerare la possibilità del Paypal o altri simili.

Non è vero che se non raggiungono i 5000 euro non si paga niente; credo che tu abbia letto male.
Per ogni lavoro (o una volta al mese se il cliente poi ti resta fedele) tu dovrai emettere una notula con una ritenuta d'acconto del 20% (anticipo delle tue tasse) che il cliente verserà al fisco per conto tuo come sostituto d'imposta.

Ci sono una marea di domande e risposte nei vari forum a questo riguardo. Ti consiglio di fare una ricerca approfondita. Vedrai che trovi tante risposte alle tue domande.

Per quanto riguarda le tariffe, tutto dipende.
Anche su questo argomento ci sono una marea di interventi.
Cercarli. Questo ti aiuterà a comprendere meglio il mercato.

Ciao.


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 22:32
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Passa in libreria Dec 4, 2006

sedefa wrote:

mi è stato riferito che all'inizio della nostra affascinante carriera di iniziare con la Ritenuta d'acconto, senza aprire l'iva. Ho letto anche che se non si raggiunge i 5000 euro l'anno non c'è da pagare nulla.
La mia domanda è la seguente, se un'ipotetico cliente dovesse chiedermi la traduzione, posso farla con ritenuta d'acconto come prestazione occasionale e questo è in regola senza incorrere a sanzioni penali?
Dove posso trovare il modello di ritenuta e il pagamento si può fare con vaglia postale o conto corrente?
Quanto devo farmi pagare la traduzione in ritenuta d'acconto?
Sapete voglio fare le cose per bene e non rovinare il mercato.

Grazie


Le domande che ti poni sono tanto numerose ed elementari che rivelano una totale mancanza di conoscenze su ogni aspetto del lavoro autonomo.

Piuttosto che rispondere a ciascuna di esse, una per una, penso che la cosa migliore che tu possa fare sia passare in libreria e comprare un libro di base sull'argomento. Anche nel manualetto più semplice troverai quasi tutte le risposte che cerchi, non solo sulle ritenute d'acconto ma su ogni altro aspetto fiscale del lavoro autonomo, dalle norme per l'avviamento dell'attività, che sia occasionale o fissa, al metodo per il pagamento delle imposte, dalla fatturazione alle aliquote fiscali in vigore, e soprattutto i vari tipi di regime tra cui puoi scegliere e molto altro ancora.

Nel forum italiano potrà trovare discussioni interessanti, ma prima di leggere anche le discussioni, talvolta incomplete e non sempre conclusive, sarà meglio che ti formi una tua prima infarinatura di conoscenze di base.
Niente di impossibile, sia chiaro, ci siamo passati tutti e si impara, ma occorre avere una base prima di fare domande generiche praticamente su tutto.

Un piccolo consiglio finale. Quando scrivi in pubblico, sia pure in un forum molto informale come questo, cura la forma.


ciao
Gianfranco



[Edited at 2006-12-04 17:16]


Direct link Reply with quote
 
xxxsedefa
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie! Dec 4, 2006

Ciao Gianfranco, la mia era soltanto una semplice domanda e volevo solo una semplice risposta da persone esperte come voi. Non capisco cos'è che non va nella forma. Comunque, lo prendo come un rimprovero da parte di un maestro che vuole correggere gli errori del proprio allievo. Cercherò di fare domande meno banali e di curare sia la forma che il contenuto delle mie domande. Un vecchio proverbio dice: "La pazienza è la virtù dei forti", quindi abbiate un pò di pazienza con una persona non esperta e che ha voglia di lavorare e crescere in questo settore.
Ciao

Sedefa


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 22:32
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Facciamo un parallelo Dec 4, 2006

sedefa wrote:
...la mia era soltanto una semplice domanda e volevo solo una semplice risposta da persone esperte come voi. Non capisco cos'è che non va nella forma. ...


Ok, allora ti faccio un parallelo. Supponiamo che io non sia esperto di fotografia, oppure che non abbia mai lavorato come fotografo professionista, e trovassi su Internet un sito di nome FotoPro.com

Mi iscrivo, metto nel profilo 10 anni di esperienza (avendo una macchina fotografica esattamene da tanto tempo) e sparo una serie di domande del tipo:


ciao a tutti,
vorrei fare foto di reportage, copertine di riviste e ritratti d'autore, ma ho qualche domandina per voi che avete esperienza.
Vorrei sapere che macchina fotografica e che rullino comprare, quali obiettivi e accessori, e anche dove posso trovare il tutto. Poi vorrei sapere quanto far pagare per ogni tipo di servizio, come farmelo pagare e a chi propormi, tanto per avere i primi lavori. Per finire, vorrei tanto sapere se un flash è veramente necessario e come usarlo. Tutto questo naturalmente lo chiedo perché non vorrei rovinare il mercato di questa professione affascinante.
Grazie


Ecco, questa era all'incirca la portata delle tue domande e ti lascio immaginare che effetto avrebbero fatto in un forum di fotografi professionisti.

Se poi avessi allegato delle foto, per esempio 4 polaroid mosse o sfocate, avresti avuto anche un parallelo per la forma del tuo intervento iniziale.


ciao
Gianfranco


[Edited at 2006-12-05 07:37]


Direct link Reply with quote
 
xxxsedefa
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Correzione 10 anni di esperienza Dec 4, 2006

Nel mio profilo indico che sono un principiante (senza esperienza). All'inizio avevo frainteso qualcosa.
Comunque, grazie per i chiarimenti!!!

Sedefa


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 03:32
Italian to Spanish
+ ...
La "pazienza" come virtù e altre considerazioni Dec 5, 2006

sedefa wrote:
la mia era soltanto una semplice domanda e volevo solo una semplice risposta da persone esperte come voi. Non capisco cos'è che non va nella forma. Comunque, lo prendo come un rimprovero da parte di un maestro che vuole correggere gli errori del proprio allievo. Cercherò di fare domande meno banali e di curare sia la forma che il contenuto delle mie domande. Un vecchio proverbio dice: "La pazienza è la virtù dei forti", quindi abbiate un pò di pazienza con una persona non esperta e che ha voglia di lavorare e crescere in questo settore.
Ciao
Sedefa


Di pazienza ne abbiamo veramente tanta, Sedefa...
Se hai trovato colleghi che hanno risposto ai tuoi quesiti, e anche in modo esauriente, vuol dire che ci sono persone disposte a leggerti e a risponderti, nonostante siano stati trattati questi argomenti qui e altrove, decine di volte, in tutte le lingue.
Basterebbe a volte fare una "passeggiatina" fra gli interventi passati... leggere un po', fare qualche ricerca in Internet, leggere qualche libro interessante, prima di "bombardare"...
A me, come a Gianfranco, come a tanti altri colleghi, non costa niente darti una mano (personalmente lo faccio volentieri quando posso), ma credo che essendoci già tanto di scritto sugli argomenti che hai proposto, del resto molto vasti, impareresti di più cercando in quello che c'è già. Avresti anche una prospettiva più ampia e più elementi su cui riflettere.
Se nonostante ciò qualcuno risponde a questi tuoi quesiti, vuol dire che di pazienza ce n'è!

Come ti ha detto Gianfranco, con il quale coincido, l'esperienza di un traduttore per quanto riguarda il mercato, la ricerca terminologica e i glossari, le tasse, i pagamenti, le fatture, le specializzazioni, i settori, il bilinguismo, le tariffe, i preventivi... non si esaurisce in una sola "semplice" risposta; sono infatti argomenti troppo vasti per poterli trattare tutti insieme in un attimo.
Per aspetti così basilari, come per esempio come farsi pagare, ma anche su altri aspetti fiscali, anche un commercialista ti saprà sicuramente consigliare al meglio ed indirizzarti in questi inizi così pieni di domande.

Per quanto riguarda invece la professione del traduttore, posso dirti che niente si improvvisa. E questa è la cosa più importante in assoluto da tener presente, almeno dal mio punto di vista.
L'esperienza è un percorso che tutti i noi facciamo. E non c'è alcuna scorciatoia.
Per nessuno di noi.
La velocità con cui percorriamo la nostra strada dipenderà anche, fra l'altro, dagli sbagli, dalla tenacia, dall'umiltà (ma quella intesa nel modo giusto), dal confronto, dalla lettura, dallo studio approfondito, dall'aggiornamento continuo, e, perché non dirlo, dal proprio talento e abilità.
Per questo non credo che tu debba essere, come hai detto, "allievo" di nessuno; ricordati che la risposta nessuno ce l'ha in tasca bella pronta.
Non ci sono "professioni miracolose" né veri professionisti improvvisati.
Il mio consiglio è quello di non pretendere sapere tutto in un giorno. Prenditi il tuo tempo... per ogni cosa, senza farti venire la fretta.
E questo sì mi sta a cuore dirtelo: non vale sicuramente la pena partire facendoti domande circa la specializzazione in traduzione legale inversa se ancora non hai fatto neanche una traduzione a livello professionale. Anche qui, ogni cosa al suo tempo. Solo così potrai valutare con calma cosa vuoi fare, cosa ti piace fare, cosa puoi imparare e cosa puoi fare (e non fare). Il tempo è quello che ci rende sempre più consapevoli dei propri limiti.
Non pensare però che più si va avanti e meno dubbi si hanno! Più si va avanti e più si è consapevoli di quello che si è, e soprattutto di quello che NON si è, e di quanto possiamo ancora migliorare, imparare e studiare.

E per ultimo sono ancora d'accordo con Gianfranco quando parla del "curare la forma"; lui si riferisce sicuramente al modo di scrivere in pubblico. Non dimenticare che questo è anche un forum aperto ad altri colleghi e a qualsiasi potenziale cliente...
Un buon traduttore (o un potenziale buon traduttore) si riconosce spesso anche per il modo di utilizzare la lingua, la punteggiatura, l'ortografia, le concordanze... Soprattutto quando scrive nella propria lingua madre.
Posso dirti che io ho trovato in questo sito alcuni dei miei migliori collaboratori; li ho chiamato spesso senza conoscerli, solo attirata dal modo di scrivere nei forum... Un vero piacere. E la maggior parte delle volte non mi ero sbagliata, erano anche ottimi traduttori.
Stare attenti a questi aspetti è sicuramente importante e ci aiuta a superarci costantemente. Almeno da parte mia non te lo dico come una critica, ma come aiuto.
E' vero che a volte in questi forum si va di fretta ed è facile che scappino errori. Succede a tutti noi.
"Curare la forma" vuol dire però leggere più di una volta il nostro intervento. E' un modo anche di rispettare sé stessi e gli altri che ci leggono. Fra l'altro un professionista revisiona più di una volta le proprie traduzioni prima di consegnarle... Perché non imparare a "revisionare" quello che scriviamo in pubblico? Potrebbe essere un buon allenamento per iniziare!

Coraggio, Sedefa, non ti scoraggiare! Gli inizi non sono facili per nessuno.


Direct link Reply with quote
 
xxxsedefa
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Ringrazio Maria e Gianfranco! Dec 5, 2006

Ciao Maria, ti ringrazio moltissimo per l'incoraggiamento, ti prometto che farò tesoro dei tuoi consigli. Non ho fretta di cominciare, in tutti questi anni ho tradotto a livello di amicizia solo menù per alcuni ristoranti ma senza ricevere alcuna remunerazione, perchè ho fatto solo dei favori a dei colleghi di lavoro e per "amicizia" non ho voluto nessun compenso. Ora sto cercando di fare le cose sul serio, iniziare una professione che richiede pazienza, dedizione e amore e naturalmente anche un compenso per il lavoro svolto.
Ciao

Sedefa


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Retribuzione delle traduzioni

Advanced search






LSP.expert
You’re a freelance translator? LSP.expert helps you manage your daily translation jobs. It’s easy, fast and secure.

How about you start tracking translation jobs and sending invoices in minutes? You can also manage your clients and generate reports about your business activities. So you always keep a clear view on your planning, AND you get a free 30 day trial period!

More info »
Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs