Partita IVA e la dichiarazione...non capisco...
Thread poster: Marco V

Marco V
Local time: 17:03
Italian to English
+ ...
Mar 12, 2007

Ciao a tutti.
Volevo alcune spiegazioni tecniche,Io non so bene come funzioni il discorso della Partita IVA...è il
primo anno che ho partita IVA e non conosco le scadenze, quando bisogna presentare i dati?
Devo per forza rivolgermi ad un commercialista?
Io sono disabile, questo è un lavoro che io faccio per guadagnare un po di soldini, ma purtroppo non ne fatturo molti,
ho paura che andare da un commercialista mi dissangui completamente!

Ci sono risorse per farlo da soli?
Ci sono delle agevolazioni per coloro che hanno la partita Iva da un anno?

grazie mille...

marco.

[Edited at 2007-03-12 15:09]


Direct link Reply with quote
 

lanave  Identity Verified
Italy
Local time: 17:03
French to Italian
+ ...
Archivi Mar 12, 2007

Ciao Marco,

hai provato a fare una ricerca nel forum italiano di Proz?

Ci sono molte informazioni che potrebbero essere utili. Molti colleghi hanno dato interessanti pareri.

Anna


Direct link Reply with quote
 

Luisa Fiorini  Identity Verified
Italy
Local time: 17:03
Member
English to Italian
+ ...
Partita Iva Mar 12, 2007

Marco V wrote:

Ci sono delle agevolazioni per coloro che hanno la partita Iva da un anno?

grazie mille...

marco.

[Edited at 2007-03-12 15:09]


Ciao Marco,

se quando hai aperto la partita iva hai aderito al regime agevolato pagherai meno imposte per i primi tre anni.
La contabilità la puoi gestire autonomamente oppure, sempre se hai aperto la partita iva con il regime agevolato, affidarti a un tutor che per i primi tre anni ti segue gratuitamente. Penso che per il tutor ci si debba rivolgere all'agenzia delle entrate.

Ho trovato anche questo link che spero ti sia di aiuto

http://www.proz.com/post/78827#78827

Buona serata!


Direct link Reply with quote
 

elysee  Identity Verified
Italy
Local time: 17:03
Italian to French
+ ...
soluzioni alternative Mar 13, 2007

Ciao Marco,
Personalmente sono sempre stata seguita da un commercialista di fiducia. Tenere la contabilità e soprattutto seguire le novità costanti in termini di legge non è sempre facile e comodo...e rispettare la legge è fondamentale.
L'appoggio di un commercialista è dunque sempre il benvenuto....(MA stando molto attenti a certi "furbi" o meno seri, che sia sul piano fiscale tuo o delle parcelle per la tenuta delle contabilità!!). Inoltre è infatti importante non capitare su uno che ti costa di più di quanto guadagni.
Per quanto mi riguarda, prima di aprire la P.IVA nel 1993, mi rivolgevo alla stessa persona che mi segue ancora oggi ma all'epoca mi faceva solo il controllo trimestrale dei miei doc. (e mi aveva spiegato come gestire le cose personalmente con le ricevute con ritenute d'acconto ed era sempre disponibile per aiuto e consigli). Come spese, mi chiedeva un forfait non elevato e giusto come compenso delle prestazioni.
Poi avendo aperto la P.IVA, all'inizio ho proseguito io per gestire le mie fatture e doc semplici, registri, pagamenti e scadenze varie, ma sempre con l'ausilio dei suoi consigli e delle sue verifiche dei doc., in particolare per le tasse e i moduli vari/le dichiarazioni...
poi dal 2° anno ho preferito affidare tutto l'insieme a lui in modo da essere più tranquilla e sicura per tutti i doc e i continui cambiamenti e aggiornamenti a norma di legge. (inoltre tenere la contabilità personalmente significa passarci anche molte ore...non è sempre si ha un planning elastico per farlo)
(Confesso che sono fortunata ad avere trovato da 20 anni un vero professionista che lavora con passione del suo lavoro, molto serio e preciso, veramente affidabile e leale. Le spese sono da affrontare ovviamente ma non ha parcelle a dismisura).

Un mio amico e collega da tanti anni ha invece preferito farsi seguire dal CNA (della sua città) quando ha aperto la P.IVA tanti anni fa e mi sembra ricordare che continua ancora così... con un costo ben inferiore a quello di un commercialiata tradizionale...

Ma ovviamente in tale caso dovresti seguire tu stesso buona parte della documentazione e dei pagamenti.
Ma se non hai ancora un grande giro di clienti e documenti, direi che ti conviene.
NEL TUO CASO, potrebbe essere anche una soluzione per rimanere con delle spese contenute, pure essendo seguito seriamente sul piano fiscale.
Avere la partita IVA significa infatti dovere rispettare (dal 1° giorno) varie SCADENZE FONDAMENTALI e OBBLIGATORIE.

TI CONSIGLIO dunque di telefonare alla CAMERA DI COMMERCIO delle tua città per avere informazioni sui costi e modalità, sulla parte delle cose che fanno e quella che dovresti fare tu. Chiedi le agevolazioni possibili per il 1° anno di P.IVA (ce ne sono) - Precisi anche che se disabile e che ti serve un sostegno fidato.

PENSO ANCHE che potrebbe esserti molto utile contattare (ti conviene via TEL + anche @ per tenere trace scritte) UN'ASSOCIAZIONE PER I CONSUMATORI.
Dovrebbero poter darti consigli utili su dove rivolgerti e cosa fare al meglio nel tuo caso specifico.

Nella speranza di esserti stata un po' utile, ti auguro un buon proseguimento e tanto lavoro in arrivo!!
Ciao
Corinne


Direct link Reply with quote
 

Marco V
Local time: 17:03
Italian to English
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie 1000 Mar 14, 2007

Wow...grazie mille per il vostro aiuto, lo trovo veramente utile, seguiro' subito i vostri consigli...

Quindi voi non sapete se , una volta aperta la P.Iva, si puo entrare in qualche maniera nel regime agevolato nonostante nonc i si fosse dichiarati tale sin dall'inizio?

thanks
buon lavoro
M.!!!


Direct link Reply with quote
 

Luisa Fiorini  Identity Verified
Italy
Local time: 17:03
Member
English to Italian
+ ...
regime agevolato Mar 25, 2007

Marco V wrote:


Quindi voi non sapete se , una volta aperta la P.Iva, si puo entrare in qualche maniera nel regime agevolato nonostante non ci si fosse dichiarati tale sin dall'inizio?

thanks
buon lavoro
M.!!!


Ciao Marco,

se nel momento in cui è stata aperta la partita iva non è stata fatta alcuna scelta in merito al tipo di regime puoi chiedere di rientrare nel regime agevolato. Questo comporta dover fare la variazione dei dati. Se sei a regime ordinario non penso si possa fare alcuna variazione: in questo caso bisognerebbe chiudere la P.Iva e riaprirla, ma non credo che convenga.

Buona domenica

Lu

[Modificato alle 2007-03-25 11:22]


Direct link Reply with quote
 

Loredana Calo
Italy
Local time: 17:03
Italian to English
+ ...
Agenzia delle Entrate Mar 25, 2007

Ciao Marco,

tempo fa ho letto un comunicato sui manifesti a Taranto, dove vico e lavoro, in cui si comunicava che l'Agenzia delle Entrate forniva gratuitamente assistenza fiscale ai titolari di partita IVA a regime agevolato (solitamente i lavoratori autonomi professionisti e non societa' commerciali).

Ci dovrebbe essere un ufficio dentro la sede dell'Agenzia delle Entrate dove trovi l'assistenza fiscale gratuita (consegni tutti le carte: fatture entrate/uscite, spese sanitarie, eventualmente affitto di locazione, spese carburante, assicurazione auto, assicurazione vita, versamenti INPS, acquisto valori bollati su distinta di acquisto valori timbrata dal tabaccaio, etc.. tu inserisci tutte le carte e loro valutano cio' che si puo' scaricare: fatti fare sempre la fattura, quando acquisti qualcosa) e di qui viene calcolato il modello per il pagamento delle tasse ed il relativo versamento.

Di solito io consegno tutte le carte contabili dell'anno precedente tra la fine di marzo e meta' aprile dell'anno in corso (pero' ora sono diventata una piccola societa' e devo avere per forza il commercialista, che e' molto caro, la tariffa minima di un commercialista e' di 1.200,00 eur/all'anno).

Al limite, se quanto sopra non viene fatto nella tua citta', prova a rivolgerti ai patronati ACLI, che forniscono assistensa fiscale gratuita anche per i versamenti INPS e relativa futura pensione.

Buon lavoro, Loredana


Direct link Reply with quote
 

Nicola (Mr.) Nobili  Identity Verified
Italy
Local time: 17:03
English to Italian
+ ...
Mannaggia ai commercialisti! Mar 26, 2007

Quindi voi non sapete se , una volta aperta la P.Iva, si puo entrare in qualche maniera nel regime agevolato nonostante non ci si fosse dichiarati tale sin dall'inizio?


Per quel che so io, le agevolazioni valgono SOLAMENTE se quella è la prima partita IVA che tu abbia mai avuto in quel settore. Ergo, se hai aperto una partita IVA come traduttore senza chiedere i benefici, temo ci sia poco da fare...

Talvolta i commercialisti negligenti non dànno questo consiglio sacrosanto e gratuito ai loro clienti, è una vera vergogna.

Saluti,

Nicola


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Partita IVA e la dichiarazione...non capisco...

Advanced search






SDL MultiTerm 2017
Guarantee a unified, consistent and high-quality translation with terminology software by the industry leaders.

SDL MultiTerm 2017 allows translators to create one central location to store and manage multilingual terminology, and with SDL MultiTerm Extract 2017 you can automatically create term lists from your existing documentation to save time.

More info »
LSP.expert
You’re a freelance translator? LSP.expert helps you manage your daily translation jobs. It’s easy, fast and secure.

How about you start tracking translation jobs and sending invoices in minutes? You can also manage your clients and generate reports about your business activities. So you always keep a clear view on your planning, AND you get a free 30 day trial period!

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs