Mobile menu

Pages in topic:   [1 2] >
un nuovo - e indesiderato collega
Thread poster: Francesca Pesce

Francesca Pesce  Identity Verified
Local time: 07:28
Member (2006)
English to Italian
+ ...
Jun 19, 2007

Spero che i moderatori non decidano di censurare questo forum: è legato al mondo delle traduzioni, non parla di politica (casomai di giustizia) e spero proprio non sia di natura controversa.

Volevo segnalare a chi non lo avesse già saputo che ha fatto l'ingresso nella nostra professione un nuovo e indesiderato collega.

Sembra infatti che Priebke - il boia delle Fosse Ardeatine - agli arresti domiciliari da qualche anno, sia stato colto dall'irrefrenabile esigenza di lavorare come traduttore.

Nessuno però gli ha fatto presente che gli arresti domiciliari non sono incompatibili con la nostra professione.

E così i giudici militari gli hanno concesso - e ora momentaneamente sospeso, ma non durerà molto - il permesso di uscire per andare a lavorare presso lo studio del suo avvocato.

Questa è la storia della giustizia nel nostro paese.

E mi chiedo: a parte il suo avvocato, chi sarà mai il cliente che si rivolge proprio a Priebke per avere una traduzione?


Direct link Reply with quote
 
Valentina_D  Identity Verified
Local time: 07:28
Member
English to Italian
+ ...
.... (senza parole) Jun 19, 2007

Qualcuno dice che il nostro lavoro lo possono fare cani e porci. In questo caso l'accostamento (specie a quest'ultimi) mi pare più che azzeccato.



[Edited at 2007-06-19 15:31]


Direct link Reply with quote
 

Andrea Bertocchi  Identity Verified
Local time: 07:28
German to Italian
permesso ritirato Jun 19, 2007

Ciao a tutti,

come presagiva Francesca (e non solo) non è durato molto ( e ci mancava altro...)

Andrea

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/06_Giugno/18/piebke_contestazione.shtml


Direct link Reply with quote
 

Francesca Pesce  Identity Verified
Local time: 07:28
Member (2006)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Intendevo che la sospensione durerà poco Jun 19, 2007

Andrea, io intendevo che probabilmente la sospensione del permesso durerà poco.
Sul sito di Repubblica specificano che - visto che la sospensione è ufficialmente dettata dalla mancata comunicazione di orari e tragitto degli spostamenti, e non da una revoca nel merito - è improbabile che essa sia permanente.

Se la nostra giustizia ha dei buchi tali da permettere a una persona che ha commesso tali reati non solo di evitare il carcere, ma anche di riprendere una vita più o meno normale, non credo che ci vorrà ancora molto tempo prima che ritorni a lavorare dal suo avvocato...


Direct link Reply with quote
 

lanave  Identity Verified
Italy
Local time: 07:28
French to Italian
+ ...
...(senza parole) 2 Jun 19, 2007

Onestamente non ho parole.

Anna


Direct link Reply with quote
 

Claudio Nasso  Identity Verified
Italy
Local time: 07:28
Member (2003)
English to Italian
+ ...
Non miniamo la convivenza e la tolleranza sociale Jun 19, 2007

Francesca Pesce wrote:

Questa è la storia della giustizia nel nostro paese.


Assolutamente d'accordo sul fatto che il "collega" Priebke dovrebbe rimanersene agli arresti domiciliari, o in un "monolocale" a Forte Boccea.

Non lo metto in dubbio e non metto neanche in dubbio il fatto che di colleghi come questi ne farei davvero a meno.

Però, per cortesia, non continuiamo a sparare sulla giustizia nel nostro Paese (sia essa civile, penale o militare). Non giova a nessuno, non aiuta nessuno e, anzi, un atteggiamento come questo, a mio parere, mina le basi della nostra convivenza e tolleranza sociale.

La giustizia è qualche cosa che, anche se con alcune storture che fanno venire davvero la pelle d'oca, funziona, deve funzionare e dovrà sempre funzionare.

Se perdiamo davvero la fiducia in un'istituzione di primaria e assoluta importanza come questa stiamo davvero freschi.

Claudio

[Edited at 2007-06-19 17:03]


Direct link Reply with quote
 

Francesca Pesce  Identity Verified
Local time: 07:28
Member (2006)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
D'accordo con te Claudio, mi scuso per la fretta Jun 19, 2007

Sono perfettamente d'accordo con te, Claudio sul contenuto del tuo messaggio.
Mentre scrivevo il post iniziale, ho avuto un attimo di perplessità nel passaggio sulla giustizia (penultimo paragrafetto). Non mi sono però soffermata a sufficienza, anche perché mi ci sarebbe voluto troppo tempo per esprimere quel che pensavo. Il risultato è una riga di un qualunquismo becero che potremmo trovare su molti giornali del nostro paese, oltre che in dichiarazioni di larga parte della nostra classe politica.
Resto convinta invece che l'esistenza di una giustizia militare - inutile e ridondante - e il suo operato resta invece piuttosto criticabile.

Sono tentata - molto - a questo punto di modificare il mio primo intervento, ma probabilmente lo lascio così per rendere più sensata la discussione.

Mi scuso di nuovo per la superficialità, e sono contenta che nessun altro abbia proseguito su quel filone...

[Modificato alle 2007-06-19 18:47]


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 03:28
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Una distinzione, anzi due Jun 19, 2007

Sono d'accordo con Claudio, e Francesca, ma vorrei sottolineare che bisogna distinguere tra la magistratura, per quello che rappresenta, e i cui principi sono sani e vanno protetti (soprattutto la sua indipendenza dagli altri poteri) da eventuali singoli atti della magistratura stessa, che possono anche essere errati, per la stessa natura fallibile del giudizio umano e per altri motivi.
Quindi va bene protestare contro un eventuale atto di ingiustizia, ma non inveire contro la magistratura.


* * * *
Una nota a margine:

Mi piace molto la piega pacata che ha preso la discussione, un argomento certamente difficile da discutere ma non da rimuovere a priori.

Per questo mi dispiace vedere premesse di questo tipo.
Spero che i moderatori non decidano di censurare questo forum: è legato al mondo delle traduzioni, non parla di politica (casomai di giustizia) e spero proprio non sia di natura controversa.


Francesca, i moderatori non censurano, ma applicano delle regole ben precise, utili alla pacifica coesistenza di persone tanto diverse. E mi piace anche pensare che la loro applicazione avvenga con criterio e con una buona dose di flessibilità, ai limiti del possibile.

Se una discussione è contro le regole del forum, che ci siano premesse di questo tipo o meno, viene rimosso, anche a costo di essere accusati di essere dei censori (è accaduto diverse volte).

Se invece non è contro le regole, non viene rimosso e la premessa è quindi inutile in ogni caso.


ciao
Gianfranco



[Edited at 2007-06-19 20:47]


Direct link Reply with quote
 

Francesca Pesce  Identity Verified
Local time: 07:28
Member (2006)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
delle mie premesse... Jun 19, 2007

gianfranco wrote:

(...) per la stessa natura fallibile del giudizio umano e per altri motivi.
Quindi va bene protestare contro un'eventuale atto di ingiustizia, ma non inveire contro la magistratura.

(...)
Francesca, i moderatori non censurano, ma applicano delle regole ben precise, utili alla pacifica coesistenza di persone tanto diverse. E mi piace anche pensare che la loro applicazione avvenga con criterio e con una buona dose di flessibilità, ai limiti del possibile.

Se una discussione è contro le regole del forum, che ci siano premesse di questo tipo o meno, viene rimosso, anche a costo di essere accusati di essere dei censori (è accaduto diverse volte).

Se invece non è contro le regole, non viene rimosso e la premessa è quindi inutile in ogni caso.


Premetto che io sono una persona molto di parte, e ho sempre difficoltà a partecipare a discussioni in maniera pacata, distaccata, neutrale.
Di conseguenza, per me è difficile intervenire nei forum di proz, proprio per le regole previste.
In questo caso, ho iniziato a scrivere l'intervento, poi mentre scrivevo sono andata a leggermi le regole dei forum per essere certa di non incorrere in errori. Quindi è venuta fuori la premessa - che non aveva alcun intento polemico visto che sono ancora nuova in questo luogo e non ho mai avuto personalmente motivo per protestare - che era un po' un ragionamento con me stessa a voce alta: mi accertavo di non infrangere le regole e mentre mi accertavo lo scrivevo. Forse anche per far presente a un moderatore potenzialmente distratto che poteva trattarsi di un argomento sensibile, considerabile quindi "border-line".

Dopo di che, probabilmente, seguendo il filone della prima parte dell'intervento di Gianfranco, se i moderatori avessero deciso di eliminare il mio intervento avrei anche protestato, "per la stessa natura fallibile del giudizio umano e per altri motivi."
Avrei quindi protestato "contro un eventuale atto di ingiustizia" senza inveire contro i moderatori.


[Modificato alle 2007-06-19 20:35]


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 03:28
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Una domanda Jun 19, 2007

Vorrei fare una domanda, per chi vuole rispondere:

Ammesso che traduca veramente, visto che si reca nello studio del suo avvocato ma è un uomo molto anziano, forse sta lì a sonnecchiare e masticarsi le gengive, tra una pila di scartoffie e due dizionari, forse anche a scribacchiare, ma non è detto che traduca niente.

Vorrei chiedere, si è contrari o scandalizzati per il fatto che traduca o per il fatto che esce e ha ottenuto la concessione di un privilegio?

Sarebbe lo stesso, o più accettabile, se avesse scelto un altro lavoro? supponiamo che fosse andato a fare il contabile o il bibliotecario, ma non il traduttore. In tal caso, potrebbero protestare i contabili o i bibliotecari, mentre i traduttori non avrebbero motivo speciale di lamentele?


ciao
Gianfranco


[Edited at 2007-06-19 21:25]


Direct link Reply with quote
 

Francesca Pesce  Identity Verified
Local time: 07:28
Member (2006)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Onestamente non avrei avuto scuse per poterne parlare qui ... Jun 19, 2007

ero indignata per il fatto che gli avessero concesso il diritto di uscire di casa. Ho approfittato del fatto che pare faccia il traduttore per potere esprimere indignazione in questo luogo.

Se avesse fatto l'idraulico, il contabile, il bibliotecario, il parrucchiere, sarei stata indignata ugualmente, ma credo che non avrei potuto esprimermi su proz. Non mi sarei comunque concessa il rischio di provarci...

Perché proz non è certo un luogo dove poter esprimere indignazione su altro che non sia quasi esclusivamente legato alla professione di traduttore.

Non credo in ogni caso che il lavoro di traduttore abbia di per sé una valenza diversa - superiore o inferiore che sia - ad altre professioni.


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 03:28
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Grazie per l'onestà Jun 19, 2007

Francesca Pesce wrote:
...
ero indignata per il fatto che gli avessero concesso il diritto di uscire di casa. Ho approfittato del fatto che pare faccia il traduttore per potere esprimere indignazione in questo luogo.


L'avevo intuito, ma grazie per l'onesta ammissione.

Il giudice potrebbe avere tenuto conto di molti fattori, tra cui l'età, lo stato di salute, il comportamento in carcere, la posizione processuale, la gravità delle accuse, il tempo trascorso dai fatti, o altro ancora, e concesso un privilegio seguendo apposite linee guida.
Oppure, il giudice potrebbe anche avere commesso un errore, o volutamente avere favorito questa persona per un suo arbitrio. Non lo sappiamo.

Il fatto è che non fa parte degli scopi di questo sito di dare spazio a discussioni se un detenuto abbia diritto o meno a un privilegio, che è il nucleo della discussione. Il fatto che lavori, o dica di lavorare, come traduttore è del tutto incidentale, come pensavo.


ciao
Gianfranco



[Edited at 2007-06-19 22:37]


Direct link Reply with quote
 

Mario Cerutti  Identity Verified
Japan
Local time: 15:28
Italian to Japanese
+ ...
Perplesso... Jun 20, 2007

gianfranco wrote:

Vorrei fare una domanda, per chi vuole rispondere:

Vorrei chiedere, si è contrari o scandalizzati per il fatto che traduca o per il fatto che esce e ha ottenuto la concessione di un privilegio?
Gianfranco


[Edited at 2007-06-19 21:25]


Visto che vi sono, o vi sono stati, "illustri" terroristi che dalla galera prima e dagli arresti domiciliari poi hanno scritto libri senza che nessuno s'indignasse tanto come si sta facendo qui, non vedo perché anche Priebke non possa avere il diritto di dilettarsi nella professione che più gli piace, o gli è consona. Magari è anche un buon traduttore. E chi siamo noi per impedirgli di lavorare, eventualmente anche dagli arresti domiciliari?

Sono inoltre perplesso per il fatto che questo intervento non sia stato bloccato appena nato, visto che ha ben poco a che fare con gli scopi di questo sito.

Cordiali saluti

Mario Cerutti



[Edited at 2007-06-20 02:22]


Direct link Reply with quote
 
Michele Treves
Local time: 07:28
Italian to Croatian
+ ...
VERGOGNA Jun 20, 2007

Cari traduttori,

Vi comunico formalmente che mi rifiuto di considerare il "signor" Priebke alla stregua di un collega e diffido chiunque di Voi a considerarlo tale.
Cordiali saluti a tutti i VERI colleghi.

Michele Treves


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 03:28
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Restiamo entro toni ragionevoli Jun 20, 2007

Michele Treves wrote:
...Vi comunico formalmente che mi rifiuto di considerare il "signor" Priebke alla stregua di un collega e diffido chiunque di Voi a considerarlo tale.


Non so come interpretare quesa comunicazione "formale"?
Non so quanto possa essere considerato "formale" un intervento in un forum...
Come pure non capisco cosa sia questa diffida, rivolgendoti ai colleghi?!?

Per cortesia, se questa discussione vuole essere fatta sopravvivere e se ci sono cose da dire, diciamole in tono ragionevole e non urlando, altrimenti sarò costretto a rimuovere gli interventi che vanno sopra il rigo o anche l'intera discussione.

Grazie per la collaborazione.

Gianfranco
Moderatore di questo forum



[Edited at 2007-06-20 07:15]


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

un nuovo - e indesiderato collega

Advanced search






LSP.expert
You’re a freelance translator? LSP.expert helps you manage your daily translation jobs. It’s easy, fast and secure.

How about you start tracking translation jobs and sending invoices in minutes? You can also manage your clients and generate reports about your business activities. So you always keep a clear view on your planning, AND you get a free 30 day trial period!

More info »
CafeTran Espresso
You've never met a CAT tool this clever!

Translate faster & easier, using a sophisticated CAT tool built by a translator / developer. Accept jobs from clients who use SDL Trados, MemoQ, Wordfast & major CAT tools. Download and start using CafeTran Espresso -- for free

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs