Mobile menu

Pages in topic:   [1 2] >
ridere per non piangere...
Thread poster: Gisella Germani Mazzi

Gisella Germani Mazzi
Switzerland
Local time: 17:06
German to Italian
+ ...
Jun 25, 2007

Facendo una ricerca su Google, ho trovato questo annuncio (non riporto il link per pietà):

"Effettuo traduzioni in spagnolo inglese francese"

ciao, sono laureata in lingue e da anni effettuo traduzioni a prezzi modici.
euro 1 a pagina
0.50 centesimi se le parole sono poche"

Direi che c'è da mettersi a ridere per non piangere...


[Modificato alle 2007-06-25 12:05]


Direct link Reply with quote
 

Luisa Fiorini  Identity Verified
Italy
Local time: 17:06
Member
English to Italian
+ ...
Andiamo bene! Jun 25, 2007

Sono quei colleghi che contribuiscono ad aumentare il prestigio della categoria. Con questo non voglio polemizzare, sia ben chiaro.

Direct link Reply with quote
 

Gisella Germani Mazzi
Switzerland
Local time: 17:06
German to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
per me non sono questi i colleghi! Jun 25, 2007

A dire il vero, non considero né un/a collega né un/a possibile concorrente chi fa un'offerta del genere... Certo è che una persona che non ha alcuna idea del nostro mestiere non si farà una buona opinione leggendo "perle" come questa!


Luisa Fiorini wrote:

Sono quei colleghi che contribuiscono ad aumentare il prestigio della categoria. Con questo non voglio polemizzare, sia ben chiaro.


Direct link Reply with quote
 

larat  Identity Verified
Local time: 17:06
Italian to English
+ ...
chiamarli colleghi è troppo... Jun 25, 2007

io queste persone non le considero colleghi e i clienti che si affidano a questa gente non sono professionisti e se lo fanno, per ingenuità perchè magari non si rendono conto delle tariffe del mercato, dopo aver visto la traduzione chiamano una persona qualificata e a quel punto sono pronti a qualsiasi cifra purchè il lavoro sia ben fatto. Parlo per esperienza! Io però, tanto per ridere e perchè sono curiosa, glielo affiderei un lavoretto di una paginetta (1 euro ben speso!) per vedere cosa ne viene fuori... ciao!

Direct link Reply with quote
 

sabina moscatelli  Identity Verified
Italy
Local time: 17:06
Member (2004)
German to Italian
+ ...
Mi asterrei dai commenti, Jun 25, 2007

perché in questi ultimi mesi ho visto davvero di tutto, in termini di tariffe, di contratti capestro, di truffe travestite da proposte di lavoro, etc. etc.

Ma ho visto anche che c'è sempre qualche collega (perché di collega si tratta, anche se non ci piace) che ci si butta a capofitto.

Il mondo è bello perché è vario, si diceva una volta. Probabilmente vale ancora.


[Edited at 2007-06-25 12:48]


Direct link Reply with quote
 

lanave  Identity Verified
Italy
Local time: 17:06
French to Italian
+ ...
Anche io non ho parole Jun 25, 2007

E onestamente mi chiedo spesso cosa sia giusto fare oltre che rifiutare le tariffe basse.

Oggi mi sono stati offerti 5 cent per la traduzione di testi tecnici.
E la settimana scorsa ho ricevuto un'offerta di 100 euro al giorno per un interpretariato di trattativa da effettuare all'estero. Spese di alloggio e viaggio incluse. Il vitto escluso.

Mah!


Direct link Reply with quote
 

Gisella Germani Mazzi
Switzerland
Local time: 17:06
German to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Cosa pretendi? Jun 25, 2007

Ma cosa pretendi mai? Non lo sai che gli interpreti non mangiano?

lanave wrote:

E la settimana scorsa ho ricevuto un'offerta di 100 euro al giorno per un interpretariato di trattativa da effettuare all'estero. Spese di alloggio e viaggio incluse. Il vitto escluso.

Mah!


Direct link Reply with quote
 

daniele74
Local time: 17:06
English to Italian
+ ...
lungi da me... Jun 25, 2007

...dal propormi al mondo come traduttore, perchè sono un ingegnere, ma in generale si dovrebbe aver rispetto per il proprio lavoro. Io non chiederei mai così poco, per qualsiasi lavoro che comporti fatica (e fare traduzioni è una faticaccia) e che derivi da competenze acquisite con anni di sacrifici.

Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 17:06
Member (2004)
English to Italian
+ ...
"Non ti curar di loro Jun 25, 2007

ma guarda e passa"

Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 13:06
Member (2001)
English to Italian
+ ...
C'è abbondanza di comportamenti non professionali... Jun 25, 2007

Il problema è che non si può ignorare del tutto il problema, soprattutto a certi livelli, perché certi comportamenti ci danneggiano direttamene, portano via clienti e fanno danni enormi alla reputazione dell'intera categoria.

Il problema maggiore non sono tanto i casi simili alla persona citata (una dilettante italiana che traduce in 3 lingue straniere a tariffe che letteralmente non pagano neppure la corrente consumata...!!) ma i traduttori veri che, a un livello leggermente superiore, fanno praticamente lo stesso sbaglio.
Il risultato è che le tariffe considerate normali in Italia sono del 40-60% inferiori alle tariffe "minime" di altri paesi con un costo della vita paragonabile, e dove spesso il carico fiscale è inferiore.

Vediamo in giro persone che dopo avere tradotto 50 pagine di un argomento X o Y si dichiarano esperte in materia, che sia medicina o atti legali o localizzazione di software non importa. Ormai il tempo medio per diventare "esperti" pare essere di 1 mese. Con tre mesi si diventa "guru".
Secondo voi, perché i clienti e le agenzie continuano a chiedere test a tutti prima di assegnare un lavoro? semplicemente perché la categoria è piena di millantatori, di persone che sopravvalutano le proprie capacità e che vendono servizi per cui sono totalmente impreparate.

Un'altra cosa che vorrei far notare, ricollegandomi a questa persona che sostiene di fare una pagina a 1 euro. Molti traduttori, non avendo ancora capito di essere imprenditori, non sanno letteralmene che prezzi applicare "per i propri servizi". Ma scherziamo!!

Signori, trovatemi un'altra categoria che ci eguagli in termini di sprovvedutezza. Tutti sanno che prezzi applicare, dal ciabattino all'ingegnere, dal negoziante di stoffe al carrozziere.
I traduttori invece devono chiedere a destra e a sinistra quanto vale il proprio servizio. Oppure decidono di gettarsi in un nuovo settore (che so, sottotitolatura, voice over, localizzazione di software, interpretariato di conferenza, o altro ancora) ma non sanno quanto far pagare.
Scusate, ma io ritengo che chi non sa quanto far pagare in genere non sa fare quel servizio, o c'é comunque molto vicino. È un segnale inequivocabile di essere fuori dal proprio terreno.

Numerose volte poi, ho avuto prove dirette che molti di coloro che si scandalizzano in pubblico per qualcosa fanno loro stessi, in privato, anche di peggio.
Niente nomi, ma so per certo che ci sono persone che predicano bene, vanno in giro a vantarsi della propria bravura (che trovo sempre una cosa disdicevole) ma poi razzolano male, offrono ai colleghi tariffe da straccioni, lavorano verso lingue straniere che conoscono in modo superficiale e si giustificano dicendo che se non trovano altro prendono anche quello.

Auguri e tanti saluti alla signora professionalità.


ciao
Gianfranco
(oggi 40 gradi, si nota che sono irritato?)


Direct link Reply with quote
 

Gabriella Fisichella  Identity Verified
Germany
Local time: 17:06
German to Italian
+ ...
Concordo con Gianfranco Jun 25, 2007

ed è per questo che non capisco come mai tanti colleghi non auspichino l'istituzione di un Ordine professionale, che, a mio modesto parere, ci tutelerebbe.


PS: A Catania abbiamo 45 gradi all'ombra. Sembro irritata?:-)))

[Edited at 2007-06-25 16:54]


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 13:06
Member (2001)
English to Italian
+ ...
E' un problema diffuso di atteggiamento sbagliato Jun 25, 2007

Gabriella Fisichella wrote:
...
ed è per questo che non capisco come mai tanti colleghi non auspichino l'istituzione di un Ordine professionale, che, a mio modesto parere, ci tutelerebbe.


In verità non esiste un solo paese al mondo dove sia stato istituito un ordine dei traduttori, certamente non con il modello sciagurato proposto tempo fa in Italia e seppellito da critiche di tutti i tipi.

Qui stiamo parlando di cose ataviche, mancanza di capacità e di cultura, sia linguistica che imprenditoriale. Mi spiace, ma un ordine non sarebbe una soluzione. Trovo più utile confrontarci in pubblico e mettere in evidenza i problemi della categoria in ogni ambiente possibile, incontri personali, forum, mailing list, associazioni, ecc.

Ci sono tra i colleghi quelli che sanno avviare e far crescere un'attività di lavoro autonomo, integrando quanto imparato studiando e aggiungendo esperienza pratica quanto serve, avendo voglia di lavorare e la testa sul collo si può fare. Lo fanno in tanti.

Ci sono invece quelli che dopo 15 anni di traduzione ancora non sanno far di conto, praticano tariffe vergognose e si giustificano dicendo più o meno: "Questo lavoro mi piace tanto che lo farei anche gratis. Non ci posso fare niente, sapete, ho troppa passione per la traduzione..."

Anche il ciabattino e l'ingegnere applicano spesso molta passione a quello che fanno. Ma non lo fanno gratis, e neppure sottocosto. Voglio dire che la passione va bene, è essenziale, ma non a discapito del business.


ciao
Gianfranco
(che in verità sta molto bene con il condizionatore a 21 gradi)


[Edited at 2007-06-25 17:19]


Direct link Reply with quote
 

Francesca Grande  Identity Verified
Italy
Local time: 17:06
Dutch to Italian
+ ...
Ecco... Jun 25, 2007

gianfranco wrote:

molti di coloro che si scandalizzano in pubblico per qualcosa fanno loro stessi, in privato, anche di peggio.
Niente nomi, ma so per certo che ci sono persone che predicano bene, vanno in giro a vantarsi della propria bravura (che trovo sempre una cosa disdicevole) ma poi razzolano male, offrono ai colleghi tariffe da straccioni, lavorano verso lingue straniere che conoscono in modo superficiale.



...appunto.


Direct link Reply with quote
 

Giulia Fabrizi
Local time: 17:06
German to Italian
+ ...
....ora mi espongo...ma tanto so "incassare" bene (e non parlo di $).. Jun 25, 2007

io penso (forse sono la sola) che "bisogna pure iniziare da qualche parte" e, se si è ai primordi della professione e se si viene da una facoltà ove è stato affrontato più il lato letterario e culturale di una lingua, piuttosto che la "lingua in sé" ed i lati "tecnici della professione di traduttore", ma si vuole comunque tentare la strada della traduzione...bè....io non trovo sia proprio un' idea malsana "partire dal basso"...tanto per raccogliere le prime esperienze. Oggi, in fondo, siamo sommersi dagli "stage" non pagati. Abborro questa sorta di utilizzo gratuito nei confronti di coloro che si affacciano al mondo del lavoro...ma il mestiere del traduttore non si identifica neppure con questo tipo di pratica diffusa degli stage. Esso implica, sono d' accordo, anche doti "imprenditoriali" che vanno apprese. E per questo ci vuole tempo; molti devono prima divenire consapevoli della loro capacità nel campo, per poi "alzare la posta".
(Per favore, non fatemi divenire la vostra cena per questo mio pensiero!)
giulia78


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 13:06
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Per imparare a lavorare bene bastano 2-3 anni, spesso anche meno Jun 25, 2007

Giulia Fabrizi wrote:
...
Esso implica, sono d' accordo, anche doti "imprenditoriali" che vanno apprese. E per questo ci vuole tempo; molti devono prima divenire consapevoli della loro capacità nel campo, per poi "alzare la posta".


Certo. Nessuno può dare addosso alle nuove leve, in fondo non è colpa loro se gli studi sono spesso totalmente avulsi dal mondo reale. È colpa grave però di chi organizza quei corsi di studio!!

Io facevo riferimento in modo specifico a chi non ha imparato i fondamenti dopo 2 o 3 anni (un periodo inevitabile per fare esperienza), e neppure in 5, e ancora dopo 10 anni continuano a essere sprovveduti dal punto di vista imprenditoriale.

Un danno enorme per sé stessi (ma questi sono affari loro) ma comunque anche un danno non trascurabile per l'intera categoria.


G




[Edited at 2007-06-25 18:32]


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

ridere per non piangere...

Advanced search






SDL MultiTerm 2017
Guarantee a unified, consistent and high-quality translation with terminology software by the industry leaders.

SDL MultiTerm 2017 allows translators to create one central location to store and manage multilingual terminology, and with SDL MultiTerm Extract 2017 you can automatically create term lists from your existing documentation to save time.

More info »
TM-Town
Manage your TMs and Terms ... and boost your translation business

Are you ready for something fresh in the industry? TM-Town is a unique new site for you -- the freelance translator -- to store, manage and share translation memories (TMs) and glossaries...and potentially meet new clients on the basis of your prior work.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs