Mobile menu

Il piacere dell'onestà
Thread poster: iris1963

iris1963
Local time: 00:52
English to Italian
+ ...
Sep 28, 2007

Ciao! Volevo condividere con voi un'esperienza spiacevole che sto vivendo.
Ho da poco interpellato un avvocato per farmi assistere in un'istanza di recupero credito: la rivista con la quale collaboravo mi nega da un anno circa il pagamento di articoli commissionati, approvati e pubblicati.

La caporedattrice (che si diceva mia amica) si nega al telefono e di persona ha evitato di incontrarmi. L'idea che abbia potuto oscurare un'amicizia in nome di una somma di denaro abbastanza esigua mi ferisce più del mancato pagamento.

Siamo davvero giunti a un livello così basso da dimenticare il piacere di lavorare (e di avere rapporti di amicizia) in nome del denaro?

Smentitemi per favore, e raccontatemi di bellissimi rapporti di lavoro e di amicizia!


Direct link Reply with quote
 

Sherefedin MUSTAFA
Netherlands
Local time: 00:52
Member
English to Macedonian
+ ...
Privato e professionale Sep 28, 2007

Ciao Iris,

Fa sempre male leggere una confessione come quella che hai deciso di condividere con noi.

Per te sarà ancora più doloroso per il fatto che non solo stai affrontando una esperienza così spiacevole ma peggio ancora, sei arrivata alla conclusione che una persona che si diceva tua amica abbia contribuito a creare questa situazione.

Non so se ti consolerà però potrei ricordarti solo una cosa: malgrado le tentazioni che noi tutti possiamo avere nei confronti dei nostri clienti non dobbiamo mai mescolare l’aspetto professionale con quello privato della nostra vita.

Ogni rapporto di affari tra due parti dovrebbe essere basato sul rispetto reciproco e professionalità delle parti e basta.

Ti auguro moltissimi clienti professionisti e affidabili.

Sherefedin


Direct link Reply with quote
 

Maura Affinita  Identity Verified
Local time: 20:52
Member (2007)
Italian to Spanish
+ ...
Tutto il mondo è paese... Sep 28, 2007

iris1963 wrote:

Ciao! Volevo condividere con voi un'esperienza spiacevole che sto vivendo.
Ho da poco interpellato un avvocato per farmi assistere in un'istanza di recupero credito: la rivista con la quale collaboravo mi nega da un anno circa il pagamento di articoli commissionati, approvati e pubblicati.

La caporedattrice (che si diceva mia amica) si nega al telefono e di persona ha evitato di incontrarmi. L'idea che abbia potuto oscurare un'amicizia in nome di una somma di denaro abbastanza esigua mi ferisce più del mancato pagamento.

Siamo davvero giunti a un livello così basso da dimenticare il piacere di lavorare (e di avere rapporti di amicizia) in nome del denaro?

Smentitemi per favore, e raccontatemi di bellissimi rapporti di lavoro e di amicizia!


Direct link Reply with quote
 
Michele Treves
Local time: 00:52
Italian to Croatian
+ ...
LAVORO E VITA PRIVATA Sep 29, 2007

Cara Iris,

è capitato, purtroppo, anche a me con un professionista con il quale lavoravo molto bene e si era diventati anche amici. Dopo che si erano accumulate un po' di traduzioni lo contattai per l'incasso e per mia somma sfortuna i clienti finali per i quali avevo svolto le traduzioni non lo avevano mai pagato. La conseguenza di questo fatto era che nemmeno io potevo essere pagato.
Accettai di ricevere un forfait che mi veniva offerto, date le mie insistenze, piuttosto malvolentieri (in quel momento ho pensato "meglio che niente"). Da quella volta naturalmente non sono stato più contattato.
Non diventare mai amica dei clienti perchè la cosa può trasformarsi in un rapporto che è solo a tuo sfavore. Purtroppo non tutti hanno buone intenzioni ed a volte ce se accorge troppo tardi.
In bocca al lupo per tutto e pensa piuttosto agli altri ottimi amici veri che sicuramente avrai.
Michele Treves


Direct link Reply with quote
 
smarinella  Identity Verified
Italy
Local time: 00:52
Member (2004)
German to Italian
+ ...
lavoro e amicizia (+vita privata) Sep 29, 2007

Hai toccato un tema delicato. Ci sono certo (per fortuna, aggiungerei) molti casi di persone amiche che mettono insieme un'attività commerciale e che riescono a lavorare per anni con lealtà riuscendo a conservare - nonostante gli inevitabili contrasti nel lavoro - la loro amicizia.

E ci sono altri casi - di mariti e moglie che, dopo essersi separati - hanno dovuto dar via l'attività comune come di amici nei quali l'amicizia è finita per motivi non personali ma di lavoro.

Racconto una cosa che finora avevo tenuto per me. Sai come ho cominciato a tradurre? Grazie a un amico (credevo) italiano, mio vicino di casa ad Amburgo che, trasferitosi in Italia, si era messo a rappresentare un'azienda tedesca. Mi telefona un giorno e mi propone prima un breve testo, poi un librone di 150 di medicina naturale, a cui sono seguiti altri libroni. Un lavoro enorme, che ho dovuto fare con l'aiuto di un esperto di editing e altre persone. Mi sono pian piano accorta che mi sottopagava; un giorno, inferocita per 50 € che non voleva darmi (del mio sotto-sotto-pagamento anzi schiavizzazione) gli ho detto: «Se non mi hai i 50 €entro domani chiamo l'azienda in Germania e glielo dico». I soldi sono arrivati e l'amicizia è finita.
Poi ho capito che non valeva la pena arrabbiarsi, dovevo mollarlo prima, non era un amico ma solo un conoscente...

Sai che ti dico? Mantieni la tua fiducia nell'umanità perché di persone umanamente valide(, oltre che con una buona etica del lavoro) ce ne sono davvero tante, basta avere gli occhi aperti e cominciare a selezionare.

Meglio però, nei limiti del possibile, tener separata la vita privata da quella privata (esperienza di 25 anni alla Farnesina...).


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 00:52
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Quando prima nasce l'amicizia e poi il lavoro Sep 30, 2007

A volte a me è successo il contrario, ovvero che miei amici mi offrissero del lavoro o dei contatti di lavoro e devo dire grazie a un certo numero di queste care persone se ho avuto l'opportunità di fare esperienze interessantissime e di arricchire la mia vita professionale anche quando il mio curriculum non giustificava l'assegnazione di progetti delicati, continuativi e di una certa entità. Mi hanno dato fiducia quando forse degli estrenei non l'avrebbero fatto e avranno sempre la mia riconoscenza per questo. Forse io non li ho delusi, ma è bello sapere che hanno voluto darmi un'opportunità.

Non scoraggiarti Iris, c'è di meglio ad aspettarti.


Direct link Reply with quote
 

Giuseppina Gatta, MA (Hons)
Member (2005)
English to Italian
+ ...
Mia esperienza Sep 30, 2007

La mia esperienza è che è meglio evitare di lavorare con gli amici per una lunga serie di ragioni, che altri hanno già in parte evidenziato, ovvero tenere le due cose accuratamente distinte (ma è molto difficile farlo in pratica).

Direct link Reply with quote
 

iris1963
Local time: 00:52
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Privato e professionale Sep 30, 2007

Grazie per i vostri commenti - nei vostri messaggi mi sono rispecchiata: bisognerebbe (e lo dico a voce alta per me) imparare a tenere le due sfere ben separate. Ma questo forse fa parte di un bagaglio di consapevolezza professionale che si acquisisce strada facendo...

Direct link Reply with quote
 

Giulia Fabrizi
Local time: 00:52
German to Italian
+ ...
"Non ti curar di lor.... Sep 30, 2007

ma guarda e passa".
Forse pensi che questa citazione non si adatti alla tua circostanza..io, però, la riporto alla mente ogniqualvolta qualcuno mi ferisce. Me la ripeto e mi aiuta. (sempre parlando a livello di sentimenti e tralasciando l'aspetto economico!)
Buona notte!


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 00:52
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Sull'amicizia Oct 1, 2007

Giuseppina Gatta wrote:

La mia esperienza è che è meglio evitare di lavorare con gli amici per una lunga serie di ragioni, che altri hanno già in parte evidenziato, ovvero tenere le due cose accuratamente distinte (ma è molto difficile farlo in pratica).


Capisco la necessità di tutelarsi, ma cosa pensereste se un caro amico avesse per le mani una traduzione super o un contatto di lavoro che necessita di interpretariato e si rivolgesse a qualcun altro senza prendervi in considerazione? Io personalmente ci rimarrei parecchio male. In fondo se un amico non si rivela tale per una somma di denaro, non era un vero amico, ma un vecchio conoscente, e le due cose sono diverse.


Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Spain
Local time: 00:52
Member (2003)
French to Italian
+ ...
Anch'io Oct 1, 2007

Mariella Bonelli wrote:

Giuseppina Gatta wrote:

La mia esperienza è che è meglio evitare di lavorare con gli amici per una lunga serie di ragioni, che altri hanno già in parte evidenziato, ovvero tenere le due cose accuratamente distinte (ma è molto difficile farlo in pratica).


Capisco la necessità di tutelarsi, ma cosa pensereste se un caro amico avesse per le mani una traduzione super o un contatto di lavoro che necessita di interpretariato e si rivolgesse a qualcun altro senza prendervi in considerazione? Io personalmente ci rimarrei parecchio male. In fondo se un amico non si rivela tale per una somma di denaro, non era un vero amico, ma un vecchio conoscente, e le due cose sono diverse.

Ci rimarrei male, i veri amici possono anche litigare, ma se sono veri amici le cose si risolvono e io una vera amica qui a proz ce l'ho, lei se ha bisogno di aiuto si rivolge sempre prima a me e io prima a lei, abbiamo anche litigato ma poi abbiamo risolto e ci vogliamo più bene di prima.
I miei 2 cent (di euro, anzi di sterline che valgono di più)

[Edited at 2007-10-01 07:27]


Direct link Reply with quote
 

Emanuela Galdelli  Identity Verified
Italy
Local time: 00:52
Member (2003)
French to Italian
+ ...
L'amicizia è la cosa più importante Oct 1, 2007

Trovo che se un amico non interviene per risolvere un caso simile non è un amico, ma non tutti sono così.

Non per il tuo caso, che richiede comunque un pagamento immediato, amicizia o non amicizia, ma in generale l'amicizia non ha prezzo e non è legata ai soldi.

In ogni caso se io dovessi dare un lavoro ad un amico, mi sentirei ancora più responsabile del suo mancato pagamento, anche se io non vengo pagata.

Chiunque va pagato per il proprio lavoro.

Quanto al fatto di lavorare con gli amici, è un piacere enorme ed è bello proprio perché c'è un affiatamento che nasce dall'amicizia.

Io lavoro con gli amici e quando ho avuto problemi, dopo un primo momento di rabbia, ho cercato di risolverli. Anzi devo dire che ho trovato molta più disponibilità da parte dell'amico a venirmi incontro di quanta non ne avessi io. Ero chiusa nella mia rabbia, come se fossimo tutti infallibili. Che presunzione!

L'età mi porta sempre più ad affrontare le cose in modo maturo.

Un'amicizia non ha prezzo. Nulla può ripagare la perdita di un'amicizia.

Prova comunque a pensare che forse la tua amica non ha capacità decisionale nel pagamento.

Se la ha e non interviene, non è un'amica sincera.

Ti auguro di risolvere presto il tuo problema, ma vedrai che sarà così.

Ci sono molti casi in cui bisogna avere una pazienza infinita. Tempo fa ho dovuto aspettare 6 mesi per un pagamento. Era un lavoro datomi da un ente importante, il cui referente era un'amica di un'amica. Come vedi capita spesso.

Ma il referente non aveva capacità decisionale. Ha comunque fatto di tutto per velocizzare la cosa.

Auguri cari di pronta risoluzione!


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Il piacere dell'onestà

Advanced search






memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »
LSP.expert
You’re a freelance translator? LSP.expert helps you manage your daily translation jobs. It’s easy, fast and secure.

How about you start tracking translation jobs and sending invoices in minutes? You can also manage your clients and generate reports about your business activities. So you always keep a clear view on your planning, AND you get a free 30 day trial period!

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs