Mobile menu

Pages in topic:   [1 2 3] >
AVete visto: 0,02 Euro!
Thread poster: Bruno Piatti
Bruno Piatti  Identity Verified
Local time: 05:52
English to Italian
Oct 9, 2007

Avete visto quel post da 0,02 Euro per la traduzione di un manuale?
Risposte: 14 o più
Chiuso dopo un'ora.

Senza parole...

Bruno


Direct link Reply with quote
 
Valentina751  Identity Verified
Italy
Local time: 05:52
English to Italian
+ ...
Giusto in tempo... Oct 9, 2007

Sono perfettamente d'accordo con te Bruno...stavo riflettendo sulla stessa cosa....e vorrei affermare qualcosa di provocatorio: perchè i traduttori si lamentano tanto di queste tariffe se poi per un'offerta del genere si catapultano per ottenere la commessa?
Io lavoro principalmente per un'agenzia che non mi paga moltissimo, però non sto in continuazione a lamentarmi, visto che mi passa lavoro regolare e io stessa ho accettato la tariffa che mi hanno proposto...
Io non credo che abbiano risposto all'offerta citata solo traduttori in erba, visto che tra l'altro si tratta di un manuale tecnico e un traduttore in erba sa benissimo quanto possa diventare complicato approntare una buona traduzione se non si ha un pò di esperienza in merito...
Non me ne vogliate...


Direct link Reply with quote
 

Dea Krstevska
Local time: 05:52
Macedonian to Italian
+ ...
Mi auguro di non avere mai a che fare Oct 9, 2007

con quel manuale d'uso una volta tradotto




Dea


Direct link Reply with quote
 

Ilaria Ciccioni  Identity Verified
Local time: 05:52
English to Italian
+ ...
14 risposte ma a che scopo? Oct 9, 2007

Ho visto e sono sconvolta!
Inizialmente non volevo credere ai miei occhi, 14 proposte....
poi ho visto che si sono aperte due discussioni in merito (l'altra è qui: http://www.proz.com/topic/86074) nel giro di un'ora; perciò immagino/spero che almeno 13 delle 14 email fossero di denuncia per la tariffa scandalosa proposta o, almeno, fossero sì proposte di collaborazione ma ad altre tariffe!

Ilaria


Direct link Reply with quote
 

lanave  Identity Verified
Italy
Local time: 05:52
French to Italian
+ ...
Altra discussione Oct 9, 2007

Vi invito a leggere questa discussione dove si parla dello stesso argomento

http://www.proz.com/post/688976


Direct link Reply with quote
 

Gina Ferlisi
Italy
Local time: 05:52
Member (2008)
Italian to English
+ ...
my forum in english Oct 9, 2007

Ciao bruno , ho post un forum in inglese sulla questione vai a vedere low money for freelancer

http://www.proz.com/topic/86074?start=0&float=

purtroppo molti persone non sono del nostro papere nel mio forum, anzi alcuni hanno detto che non doveneache lamentarmi...

anchio sono senza parole, anzi c'è un altro lavoro dalla stessa persona ancora aperto , gina .

Bruno Piatti wrote:

Avete visto quel post da 0,02 Euro per la traduzione di un manuale?
Risposte: 14 o più
Chiuso dopo un'ora.

Senza parole...

Bruno


Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Spain
Local time: 05:52
Member (2003)
French to Italian
+ ...
Semplice Oct 9, 2007

Valentina751 wrote:
.e vorrei affermare qualcosa di provocatorio: perchè i traduttori si lamentano tanto di queste tariffe se poi per un'offerta del genere si catapultano per ottenere la commessa?


Perché quelli che si lamentano non sono quelli che si catapultano su 0.02.

Ciao


Direct link Reply with quote
 

Marina Capalbo  Identity Verified
Local time: 05:52
English to Italian
+ ...
tariffe basse non significa necessariamente cattiva qualità Oct 9, 2007

[quote]Dea Krstevska wrote:

con quel manuale d'uso una volta tradotto



Ciao a tutti, vorrei intervenire con un commento. Premetto che sono anche io scandalizzata e disgustata dalla piega che sta prendendo il mondo della traduzione - più volte prendo in considerazione l'ipotesi di cambiare lavoro perché è frustrante proporre delle tariffe e ritrovarsi nella posta in arrivo delle controproposte vergognose. Ormai ho pronta nelle bozze una risposta standard per le agenzie che applicano tariffe ridicole e non spreco neanche un minuto del mio tempo a scrivere una risposta personalizzata.
Vorrei però proporre un argomento di discussione parallelo.
A mio parere chi accetta tariffe bassissime non significa che sia necessariamente un traduttore mediocre, è semplicemente un novellino che non ha avuto modo di essere informato sulle tariffe applicate da traduttori professionisti. Un novellino talentuoso che si deve pagare il mutuo o l'affitto pur di lavorare accetta lavori pagati 0.02 ma non per questo produce un lavoro di cattiva qualità, ed è proprio lì la fregatura, perché l'agenzia ritrovandosi un prodotto buono a basso prezzo, continuerà a rivolgersi a lui fregandoci il mercato.
Secondo me le scuole interpreti/traduttori e le università analoghe dovrebbero fornire informazioni sul mercato che i futuri traduttori dovranno affrontare, per sviluppare in loro una coscienza professionale e una "consapevolezza tariffaria" volte a garantire la tutela della professione del traduttore nel lungo termine.


Direct link Reply with quote
 
Valentina751  Identity Verified
Italy
Local time: 05:52
English to Italian
+ ...
Teoria....... Oct 9, 2007

Angioletta Garbarino wrote:

Valentina751 wrote:
.e vorrei affermare qualcosa di provocatorio: perchè i traduttori si lamentano tanto di queste tariffe se poi per un'offerta del genere si catapultano per ottenere la commessa?


Perché quelli che si lamentano non sono quelli che si catapultano su 0.02.

Ciao


Questa è la teoria Angioletta..ma io mi chiedo (ecco perchè parlavo di provocazione): è possibile che tanti traduttori poco esperti si spaccino come non sono e riescano a prendere il lavoro? o meglio...quando ho provato anche io a candidarmi con tariffa "stracciata" (solito discorso che abbiamo provato a dare tutti...)...e posto che non faccio la traduttrice da 15 anni ma ho una professionalità discreta ecc ecc, guarda caso hanno declinato la mia offerta. Allora io mi sono chiesta: vuol dire che a parità di prezzo hanno scelto traduttori più esperti e/o referenziati di me...giusto?

Mi sembra una sorta di serpente che si morde la coda e comunque dal mio punto di vista - e voglio ovviamente precisare che non mi rivolgo a nessuno e tanto meno a voi traduttori seri e professionali che giustamente difendete il lavoro svolto come faccio io - ma sempre "provocatoriamente" dico: chissà che qualche bravo traduttore serio e referenziato non disdegni un lavoro pur sempre di 400 EUR sebbene l'offerta sia ridicola...non vi sembra? Altrimenti non si capirebbe davvero come è possibile candidarsi all'offerta di oggi per quella cifra....


Direct link Reply with quote
 

Angie Garbarino  Identity Verified
Spain
Local time: 05:52
Member (2003)
French to Italian
+ ...
Certo può essere Oct 9, 2007

Questa è la teoria Angioletta..ma io mi chiedo (ecco perchè parlavo di provocazione): è possibile che tanti traduttori poco esperti si spaccino come non sono e riescano a prendere il lavoro? o meglio...quando ho provato anche io a candidarmi con tariffa "stracciata" (solito discorso che abbiamo provato a dare tutti...)...e posto che non faccio la traduttrice da 15 anni ma ho una professionalità discreta ecc ecc, guarda caso hanno declinato la mia offerta. Allora io mi sono chiesta: vuol dire che a parità di prezzo hanno scelto traduttori più esperti e/o referenziati di me...giusto?

Mi sembra una sorta di serpente che si morde la coda e comunque dal mio punto di vista - e voglio ovviamente precisare che non mi rivolgo a nessuno e tanto meno a voi traduttori seri e professionali che giustamente difendete il lavoro svolto come faccio io - ma sempre "provocatoriamente" dico: chissà che qualche bravo traduttore serio e referenziato non disdegni un lavoro pur sempre di 400 EUR sebbene l'offerta sia ridicola...non vi sembra? Altrimenti non si capirebbe davvero come è possibile candidarsi all'offerta di oggi per quella cifra....


È possibile
Ma resta comunque il fatto, almeno secondo me, che quelli che si lamentano non si catapultano su 0.02, su 0.05 forse, ma su 0.02-0.03 proprio non ci posso credere

[Edited at 2007-10-09 14:50]


Direct link Reply with quote
 

Gianfranco Zecchino  Identity Verified
Local time: 05:52
German to Italian
+ ...
Pensare a breve termine VS. lungo termine Oct 9, 2007

Mi chiedo se un tale problema si presenti anche in altre lingue, come ad es. tedesco, olandese, svedese, francese.
Oppure colpisce soprattutto il mercato italiano dove è tanta l'incertezza di arrivare a fine mese che molti colleghi, soprattutti i più giovani e inesperti, accettano qualsiasi tariffa?
Ho l'impressione che nei suddetti Paesi non si troverebbe nessuno disposto a lavorare per tali tariffe, o sbaglio? E' probabile ci sia stato un ribasso generale negli ultimi 10 anni, ma l'indecenza qui in Italia è stata più clamorosa che altrove. L'improvvisazione e, soprattutto, l'assenza di prospettive causata da un mercato del lavoro non da Paese sviluppato..
Quello che, dal canto mio, cerco sempre di fare presente è che accettando simili tariffe si aiutano i "cattivi" ad essere concorrenziali e a far fuori i "buoni". Perchè aiutare chi mi sfrutta a rimanere concorrenziale?
Io non sono più un novellino, ma dopo un breve periodo in cui, per disperazione, ero pronto ad accettare EUR 0,05/0,06 a parola, ho capito che stavo distruggendo da solo il mio futuro professionale. Certo, sono stato favorito dal fatto di vivere dai miei, ma ho deciso di rischiare di lavorare molto di meno pur di non assecondare simili ricatti. Da allora non lavoro più per meno di una certa tariffa. Se al cliente non va bene, pazienza. Ma rimango inflessibile. Alla lunga i risultati sono arrivati e posso dire di avere lavoro più che a sufficienza e, soprattuto, di aver costruito ottimi rapporti con agenzie, non casualmente, interamente all'estero. Già, non ho mai lavorato per un'agenzia nostrana, chissà perchè?


Direct link Reply with quote
 

Rita Bilancio  Identity Verified
Local time: 05:52
English to Italian
+ ...
diversi target... Oct 9, 2007

Marina Capalbo wrote:

A mio parere chi accetta tariffe bassissime non significa che sia necessariamente un traduttore mediocre, è semplicemente un novellino che non ha avuto modo di essere informato sulle tariffe applicate da traduttori professionisti. Un novellino talentuoso che si deve pagare il mutuo o l'affitto pur di lavorare accetta lavori pagati 0.02 ma non per questo produce un lavoro di cattiva qualità, ed è proprio lì la fregatura, perché l'agenzia ritrovandosi un prodotto buono a basso prezzo, continuerà a rivolgersi a lui fregandoci il mercato.
Secondo me le scuole interpreti/traduttori e le università analoghe dovrebbero fornire informazioni sul mercato che i futuri traduttori dovranno affrontare, per sviluppare in loro una coscienza professionale e una "consapevolezza tariffaria" volte a garantire la tutela della professione del traduttore nel lungo termine.


Visti i costi dei mutui e di conseguenza delle case, dubito che riescano con queste tariffe a comprare casa...
Le scuole interpreti non credo siano responsabili di quello che decide il singolo studente e/o laureato: a me e compagni di corso l'hanno ripetuto tante volte di non svendere il lavoro. Conosco qualche persona che agli inizi ha accettato, so di altri che continuano a farlo.
Ho qualche dubbio sulla qualità, ci sono semplici laureati in lingue senza formazione né competenza che traducono a queste tariffe, basta cercare nel Web. C'è chi li contatta e qualcuno si crea anche un giro di clienti.
A loro questa nicchia di mercato.
L'importante è rifiutare se si conoscono le condizioni.
Può dar fastidio ma è così in tutte le professioni.
C'è cliente che si fa fare la traduzione a 5euro/cartella e poi cambia traduttore perchè deve capire di aver scelto male.
C'è chi ne paga 20 per un buon lavoro.
C'è chi ne paga 30 e il lavoro magari è stato affidato da agenzia ad una persona non competente...
Forse è davvero meglio passar oltre...


Direct link Reply with quote
 

María José Iglesias  Identity Verified
Italy
Local time: 05:52
Italian to Spanish
+ ...
Semplici laureati in lingue? Oct 9, 2007

Rita Bilancio wrote:
Ho qualche dubbio sulla qualità, ci sono semplici laureati in lingue senza formazione né competenza che traducono a queste tariffe, basta cercare nel Web. C'è chi li contatta e qualcuno si crea anche un giro di clienti.
A loro questa nicchia di mercato.


Non capisco, Rita, questo tuo riferimento ai "semplici" laureati in lingue. Perché dici "senza formazione né competenza? Perché non si dovrebbero contattare i laureati in lingue? E perché a loro deve andare questa "nicchia" di mercato?
Forse non ti sei spiegata bene o, con molta più probabilità, non ho capito io la tua affermazione, ma un laureato in lingue può essere competente o non esserlo affatto, indipendemente dalla laurea, nello stesso modo che un laureato in traduzione può non avere neanche una goccia di talento.

Il nesso che ci sia poi fra il tipo di laurea, la tariffa e la competenza, non lo vedo.

María José


Direct link Reply with quote
 

Rita Bilancio  Identity Verified
Local time: 05:52
English to Italian
+ ...
mah... Oct 9, 2007

María José Iglesias wrote:

Non capisco, Rita, questo tuo riferimento ai "semplici" laureati in lingue. Perché dici "senza formazione né competenza? Perché non si dovrebbero contattare i laureati in lingue? E perché a loro deve andare questa "nicchia" di mercato?
Forse non ti sei spiegata bene o, con molta più probabilità, non ho capito io la tua affermazione, ma un laureato in lingue può essere competente o non esserlo affatto, indipendemente dalla laurea, nello stesso modo che un laureato in traduzione può non avere neanche una goccia di talento.

Il nesso che ci sia poi fra il tipo di laurea, la tariffa e la competenza, non lo vedo.

María José


In realtà non volevo discriminare i laureati in lingue.
Ho avuto modo di "toccare con mano" e di farmi delle esperienze non proprio positive con alcuni di loro.
Certo è che nel curriculum di studi non sempre ci sono
esami specifici di traduzione. Non è una questione di competenza linguistica, ne possono avere anche più dei traduttori: io mi riferivo alla preparazione che non è certo mirata all'esercizio della professione, da qui il "semplici".
Mi scuso perciò se le mie affermazioni hanno potuto in qualche modo offendere dei colleghi con questo titolo di studio che è e rimarrà sicuramente un buon punto di partenza!


Direct link Reply with quote
 

Helen Zinni  Identity Verified
Italy
Local time: 05:52
Member
English to Italian
+ ...
Laureati in lingue... Oct 9, 2007

Ciao Rita,

in merito alla tua affermazione sui laureati in lingue, ti rispondo perché mi sento in qualche modo "chiamata in causa". Sono laureata in lingue, corso specifico in mediazione linguistica, e ti assicuro che esami di traduzione ce n'erano, eccome. Non solo quelli "generali" di teoria e prassi, ma anche esami pratici, scritti, con analisi terminologica. Ora, capisco che tu possa aver avuto esperienze negative con laureati in lingue, ma non credo si possa fare "di tutt'erba un fascio". In tutta sincerità, credo che, se è vero che ci sono traduttori "professionisti" laureati in lingue la cui professionalità lascia molto a desiderare, questo è altrettanto vero per traduttori laureati alla SSIT, e per tantissimi altri sedicenti professionisti che, ahimé, "affollano" il mercato della nostra e di altre professioni.

Parli della laurea (in generale però, non solo quella in lingue!) come "punto di partenza", e su questo sono pienamente d'accordo. Punto di partenza per me, perché ho deciso di fare corsi, master e di tenermi sempre informata, ma punto di partenza, a mio parere, per tutti coloro che sono consapevoli che nella vita non si smette mai di imparare e che l'esperienza che si acquista sul campo (purché ovviamente si abbiano solide conoscenze di base) è forse più importante di quella studiata sui libri. Quello che so sulla professione l'ho imparato passando mesi a spulciare questo e altri siti, a leggere le centinaia di pagine del manuale di Trados, a entrare in libreria comprando decine di libri... siamo proprio sicuri che una laurea in traduzione ti prepari DAVVERO per la professione? Cioè, discussa la tesi, il giorno successivo sei pronto per presentarti come traduttore? Non si fa altro che discutere sul fossato che esiste tra il mondo della scuola e quello del lavoro (su questo sono d'accordo con Marina)... perché questo caso dovrebbe essere diverso?

Conosco laureati in traduzione e in lingue che professionalmente hanno la mia stima più profonda, e, allo stesso tempo, altri laureati in traduzione e in lingue che mi fanno pensare "ma siamo sicuri che siano laureati?"...

Il talento o ce l'hai, o non ce l'hai. Avere una laurea in traduzione non implica automaticamente che tu abbia tutti gli strumenti per essere un buon traduttore (professionali e personali, ovviamente) e avere una laurea in lingue non implica automaticamente che tu non ce li abbia. Spulciando tra i profili di moltissimi colleghi (professionisti "veri") su ProZ, troverai tanti laureati in lingue...

A noi questa nicchia di mercato? Beh, personalmente, sebbene io sia relativamente all'inizio, ho già rifiutato lavori a causa di tariffe oscene, da clienti che, tra l'altro, mi avrebbero passato lavoro regolare con pagamenti puntuali. Non avevo nessuna intenzione di svendermi, né tantomeno di svendere la mia professionalità. Ragionerei piuttosto sui motivi per cui un'offerta di lavoro a 0.02/0.03 centesimi riceva comunque attenzione... se non sai come arrivare a fine mese, anche quei pochi euro fanno comodo... e non metterei la mano sul fuoco sul fatto che si tratta solo di novellini senza esperienza...

Non pensare di riuscire a comprare casa lavorando a 0.02 euro? Certo, difficile, anzi, mooooooooolto difficile... pensi che per me, che lavoro a tariffe decisamente superiori, sia più semplice? Non lo è, affatto... è difficile comunque, così come è difficile per chi lavora da impiegato a 50 anni a 900 euro al mese... è questo quello che mi indigna e mi preoccupa... ma questa è un'altra storia.

Ciao,
Helen


Direct link Reply with quote
 
Pages in topic:   [1 2 3] >


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

AVete visto: 0,02 Euro!

Advanced search






Wordfast Pro
Translation Memory Software for Any Platform

Exclusive discount for ProZ.com users! Save over 13% when purchasing Wordfast Pro through ProZ.com. Wordfast is the world's #1 provider of platform-independent Translation Memory software. Consistently ranked the most user-friendly and highest value

More info »
Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs