Mobile menu

commissioni bancarie
Thread poster: Angie I

Angie I
Italy
Local time: 05:30
Member (2006)
English to Italian
+ ...
Nov 26, 2007

Salve a tutti! Ho un problema che ricorre piuttosto frequentemente. Il problema è che al momento di emettere una fattura di, ad es., 100 euro, l'agenzia mi fa pagare le commissioni per il bonifico bancario, cosi mi ritrovo con la fattura da 100 euro che non corrisponde all'effettiva somma pagata. Non potendo dimostrare le spese sostenute (poiché non invia la ricevuta delle spese), non posso nemmeno scaricarle. Come devo comportarmi?

Direct link Reply with quote
 

Befanetta81
Italy
Member (2007)
Italian to German
+ ...
IDEM Nov 26, 2007

Ho chiesto la stessa cosa al mio commercialista ed ha detto che i costi bancari non c'entrano, dunque se fatturi 100 è 100 e basta!

Befanetta81


Direct link Reply with quote
 
Michele Treves
Local time: 05:30
Italian to Croatian
+ ...
Commissioni bancarie Nov 26, 2007

Come affermato dalla collega purtroppo non c'è nulla da fare: vale quanto fatturato anche se non effettivamente incassato causa le commissioni bancarie.

Michele Treves


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 05:30
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Fatturo il costo Nov 26, 2007

Quando mi accorgo che mi vengono sottratte le spese bancarie, lo faccio presente al cliente (a patto che non siano briciole) e gli chiedo di poterle fatturare. Lo sto facendo abitualmente con 3-4 clienti dai quali ricevevo una somma inferiore a causa dell'intermediazione di più banche (succede ad esempio nei pagamenti dalla Svizzera).

Direct link Reply with quote
 

Luciano Drusetta
Italy
Local time: 05:30
Hungarian to Italian
+ ...
E' una pratica che ritengo scorretta Nov 27, 2007

Avendo lavorato per anni nel settore del commercio, mi risulta che in qualsiasi operazione di compravendita, salvo accordi molto particolari, ciascuno si accolla le proprie spese bancarie.

Non vedo il motivo per cui le traduzioni debbano fare eccezione.

Dunque l'agenzia si accolli le proprie spese bancarie, che noi traduttori ci accolliamo le nostre.

Luciano


Direct link Reply with quote
 

Angie I
Italy
Local time: 05:30
Member (2006)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
commissioni bancarie Nov 27, 2007

Sono d'accordo con voi, soprattutto con Luciano. Dovrebbe essere sempre cosi! Ma io sono anche disposta a pagare le loro commissioni, però è importante, secondo me, che figurino come spese da parte mia. Non posso emettere 100, incassare 90 e pagare le tasse per 100: è assurdo oltre che fiscalmente scorretto!
Cosi facendo avrei numerose fatture irregolari, e potrei avere problemi con l'agenzia delle entrate. Inoltre non è giusto che un'agenzia possa far figurare spese inesistenti. Il problema secondo me è che noi traduttori non siamo uniti: se tutti dicessero no a tale pratica, le agenzie non percorrerebbero quella strada cosi facilmente.
A me pare strano che un'agenzia si possa permettere queste irregolarità fiscali e quando parlo di questo problema con amici che svolgono altri impieghi rimangono scandalizzati. Solo nella traduzione succedono queste cose. Per me è grave e ne va discusso.


Grazie ancora per le vostre risposte!


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 05:30
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Non è una prassi Nov 27, 2007

Luciano & Marianna Drusetta wrote:

Avendo lavorato per anni nel settore del commercio, mi risulta che in qualsiasi operazione di compravendita, salvo accordi molto particolari, ciascuno si accolla le proprie spese bancarie.


Hai perfettamente ragione, ma non sempre chi paga è a conoscenza della detrazione che avviene alla fine della catena a carico di chi riscuote. Ad esempio, nel caso dei citati bonifici provenienti da banche svizzere, i miei clienti svizzeri sono stati molto disponibili nel non farmi addebitare i costi, ma pare che tra la banca svizzera e quella italiana ci si infili un intermediario che addebita i costi alla mia banca (che mi accredita un netto). In ogni caso, se ciò accadesse con un cliente italiano non lo accetterei mai, ma non mi è mai successo. Pertanto non credo che sia una prassi nel mondo della traduzione.


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 05:30
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Sulle irregolarità Nov 27, 2007

Angie I wrote:
Non posso emettere 100, incassare 90 e pagare le tasse per 100: è assurdo oltre che fiscalmente scorretto!
Cosi facendo avrei numerose fatture irregolari, e potrei avere problemi con l'agenzia delle entrate. Inoltre non è giusto che un'agenzia possa far figurare spese inesistenti.


Sono d'accordo con te su tutto, ma mi sento di escludere che l'agenzia delle entrate possa farti problemi perché hai incassato meno di quanto dichiarato (visto che pagheresti le tasse su quanto dichiarato). È vero che alla fine l'agenzia registra delle spese non sostenute e questo non è corretto, ma sarebbe un problema dell'agenzia.


Direct link Reply with quote
 

Giuliana Buscaglione  Identity Verified
Austria
Local time: 05:30
Member (2001)
German to Italian
+ ...
"Di quali" commissioni bancarie stiamo parlando?? Nazionali? A livello europeo? Nov 27, 2007

Ciao a tutti,

le operazioni bancarie intereuropee IBAN sono sempre "share" ossia entrambi le parti sostengono una parte delle spese (per gli altri Paesi europei valgono gli accordi bilaterali tra committente e fornitore di servizi, molti pagano fino al "confine", il resto è a carico del fornitore): a livello intereuropeo ciò significa una spesa pro bonifico di EUR 0,30.

Se si tratta invece di bonifici nazionali, dipende dagli accordi con la propria banca ch'io sappia, perciò conviene discuterne con il proprio consulente per scegliere il conto con le condizioni più indicate - o cambiar banca

I bonifici extra-europei sono molto costosi, perciò conviene o converrebbe avere un conto MoneyBookers o PayPal (più costoso di MB, ma forse più diffuso in alcuni Paesi).

Giuliana


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 05:30
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Attenzione Nov 27, 2007

Giuliana Buscaglione wrote:
I bonifici extra-europei sono molto costosi, perciò conviene o converrebbe avere un conto MoneyBookers o PayPal (più costoso di MB, ma forse più diffuso in alcuni Paesi).

Giuliana


Come già discusso (www.proz.com/topic/48587) Paypal può essere anche molto costoso. Considerando ad esempio le spese che io in alcuni casi dovevo sostenere per bonifici extra-europei, ho visto che conviene per pagamenti non superiori a 150-200 euro.

[Edited at 2007-11-27 14:26]


Direct link Reply with quote
 

Giuliana Buscaglione  Identity Verified
Austria
Local time: 05:30
Member (2001)
German to Italian
+ ...
Tutto è relativo Nov 27, 2007

Cara Mariella,



Attenzione

Come già discusso (www.proz.com/topic/48587) Paypal può essere anche molto costoso. Considerando ad esempio le spese che io in alcuni casi dovevo sostenere per bonifici extra-europei, ho visto che conviene per pagamenti non superiori a 150-200 euro.


Attenzione?

Non mi sembra di aver detto che PayPal non costa nulla; un semplice invito a considerare altre opzioni e valutare se fanno al caso proprio o sono meno costose di quelle che già si conoscono.

Ovviamente, se il metodo di pagamento offerto dall'agenzia è troppo oneroso e l'agenzia non è disposta a cambiarlo, beh ci sono solo due opzioni: pagare o non accettare il lavoro

Giuliana


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 05:30
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Sì, attenzione Nov 28, 2007

Giuliana Buscaglione wrote:

Attenzione?

Non mi sembra di aver detto che PayPal non costa nulla; un semplice invito a considerare altre opzioni e valutare se fanno al caso proprio o sono meno costose di quelle che già si conoscono.


Semplicemente nel tuo post non hai parlato del costo di Paypal, per questo con "Attenzione" intendevo mettere in guardia i colleghi sull'uso di questo metodo di pagamento, visto che ci siamo accorti che non tutti sono consapevoli dei costi effettivi (basta rileggere la vecchia discussione, di cui ho messo il link). Non credo, scrivendo "Attenzione" nel titolo, di aver detto nulla di personale contro di te o il tuo post.

[Edited at 2007-11-28 10:50]


Direct link Reply with quote
 
Valentina_D  Identity Verified
Local time: 05:30
Member
English to Italian
+ ...
mia esperienza Nov 28, 2007

Io non ho mai sostenuto alcuna spesa per ricevere i bonifici dall'UE da tutti i miei clienti. Quindi, l'importo che mi viene pagato è sempre corrispondente all'importo della fattura.
Immagino che quindi sia il cliente a decidere di accollarsi per intero il costo dell'operazione.
Mi sembra tra l'altro il modo più corretto di procedere.
L'unico caso che ricordo in cui mi è stato scalato qualche euro è il caso dei pagamenti dalla Svizzera (quindi concordo con Mariella). Siccome in entrambi i casi i clienti sono supercorretti, immagino ci sia di mezzo qualche strana intermediazione (siccome la Svizzera non è membro UE).

Nella tua situazione, chiarirei la cosa con il cliente e se non ne vogliono sapere di accollarsi le spese loro, fatturerei il costo per le commissioni.

Giuliana Buscaglione wrote:

Ciao a tutti,

le operazioni bancarie intereuropee IBAN sono sempre "share" ossia entrambi le parti sostengono una parte delle spese (per gli altri Paesi europei valgono gli accordi bilaterali tra committente e fornitore di servizi, molti pagano fino al "confine", il resto è a carico del fornitore): a livello intereuropeo ciò significa una spesa pro bonifico di EUR 0,30.



[Edited at 2007-11-28 11:13]


Direct link Reply with quote
 

Angie I
Italy
Local time: 05:30
Member (2006)
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
agenzie straniere Nov 28, 2007

Giuliana Buscaglione wrote:

Ciao a tutti,

le operazioni bancarie intereuropee IBAN sono sempre "share" ossia entrambi le parti sostengono una parte delle spese (per gli altri Paesi europei valgono gli accordi bilaterali tra committente e fornitore di servizi, molti pagano fino al "confine", il resto è a carico del fornitore): a livello intereuropeo ciò significa una spesa pro bonifico di EUR 0,30.

Se si tratta invece di bonifici nazionali, dipende dagli accordi con la propria banca ch'io sappia, perciò conviene discuterne con il proprio consulente per scegliere il conto con le condizioni più indicate - o cambiar banca

I bonifici extra-europei sono molto costosi, perciò conviene o converrebbe avere un conto MoneyBookers o PayPal (più costoso di MB, ma forse più diffuso in alcuni Paesi).

Giuliana



Scusate il ritardo nel rispondere. Mi riferivo ad agenzie straniere, in particolare inglesi e giapponesi. Evidentemente sarebbero da evitare da quanto dite...anche perchè pare non siano neppure disposte a far figurare le spese come mie: insomma le pago io, ma le scaricano loro.. Ho esposto il problema ma fanno orecchie da mercante...Spero, in futuro, di avere la vostra fortuna. Grazie a tutti ancora!


Direct link Reply with quote
 
Valentina_D  Identity Verified
Local time: 05:30
Member
English to Italian
+ ...
aggiungo che... Dec 5, 2007

proprio ieri mi è arrivato un bonifico dal cliente svizzero e la cifra accreditata era identica all'importo della mia fattura, quindi tutte le spese sono state a loro carico.
Inoltre, avete fatto riferimento a clienti inglesi.
Nel mio caso, neppure con gli inglesi (cliente diretto, azienda) ho mai dovuto sostenere io personalmente le commissioni per il bonifico.
Quindi a questo punto credo sia una questione di volontà (o nei casi di buona fede, di semplice svista) e non di procedure 'automatiche'.
Per me la cosa migliore è parlarne al cliente in modo esplicito e nei casi peggiori (elevate commissioni e clienti che ignorano il problema), fatturare le spese sostenute (o diradare la collaborazione).


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

commissioni bancarie

Advanced search






Protemos translation business management system
Create your account in minutes, and start working! 3-month trial for agencies, and free for freelancers!

The system lets you keep client/vendor database, with contacts and rates, manage projects and assign jobs to vendors, issue invoices, track payments, store and manage project files, generate business reports on turnover profit per client/manager etc.

More info »
LSP.expert
You’re a freelance translator? LSP.expert helps you manage your daily translation jobs. It’s easy, fast and secure.

How about you start tracking translation jobs and sending invoices in minutes? You can also manage your clients and generate reports about your business activities. So you always keep a clear view on your planning, AND you get a free 30 day trial period!

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs