Mobile menu

Lavorare con l'estero dall'Italia
Thread poster: fionainrome
fionainrome
Local time: 16:32
English to Italian
+ ...
Dec 18, 2007

Allora, innanzitutto per chi ha letto il mio ultimo post (DOVE STA LA FREGATURA) non ho ancora deciso se aprire la Partita Iva (anzi se volete rispondere al mio ultimo intervento su quel post ne sarei davvero grata!!!).
Comunque, se decidessi di aprire questa benedetta P.I. agevolata dovrei trovarmi altri clienti e mi sembra di aver intuito, dopo aver fatto varie ricerche, che all'estero, per esempio in Gran Bretagna, il sottotitolaggio viene pagato molto più che qui (si parla anche di 3-4 volte tanto).

Allora, ho due domande: E' possibile lavorare con l'estero esclusivamente via internet? Non so se alcuni di voi fanno sottotitoli, però si tratterebbe anche di ricevere il filmato da sottotitolare. Una ragazza svedese che conoscevo lo faceva dall'Italia con la Svezia e scaricava il film da internet... è una cosa diffusa all'estero? Qui in Italia se non andavo a lavorare direttamente in ufficio dovevo comunque passare a prendere il DVD.

- MI sembra di aver intuito che non tutti all'estero ti pagano il 20% in più di IVA (credo di averlo letto da qualche parte in questo forum). Ciò vorrebbe dire che alla tariffa che loro (o io) propongono devo aggiungere quel 20% che poi dovrò dare allo stato italiano?

Insomma, se apro la Partita IVA dovrò farci rientrare tutto? Anche i lavori con l'estero? So che per esempio in G.B. non è necessario aprirla sotto un certo reddito (che io di certo non raggiungo).

Grazie.


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 13:32
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Alcune risposte rapide Dec 18, 2007

Vediamo se posso dire qualcosa di utile per aiutarti a risolvere alcuni dei tuoi dubbi, in modo un po' sintetico.

fionainrome wrote:
Allora, innanzitutto per chi ha letto il mio ultimo post (DOVE STA LA FREGATURA) non ho ancora deciso se aprire la Partita Iva (anzi se volete rispondere al mio ultimo intervento su quel post ne sarei davvero grata!!!).

La legge prescrive, a prescindere dalle tue preferenze, che oltre i 5000 EUR all'anno non si tratta più di prestazioni occasionali e DEVI aprire una partita IVA, in regime ordinario o, se ti è possibile, nel conveniente regime agevolato.

fionainrome wrote:
Comunque, se decidessi di aprire questa benedetta P.I. agevolata dovrei trovarmi altri clienti e mi sembra di aver intuito, dopo aver fatto varie ricerche, che all'estero, per esempio in Gran Bretagna, il sottotitolaggio viene pagato molto più che qui (si parla anche di 3-4 volte tanto).

In ogni caso, è sempre meglio e prudente, per chiunque abbia una attività come lavoratore autonomo, avere più di un cliente. In generale sarebbe meglio non avere mai più del 30% del fatturato con un singolo cliente.
In caso la collaborazione cessi, se hai un cliente unico o che ti fornisce l'80-90% del tuo reddito, rischi di passare alcuni mesi di disagio economico, prima di trovare e consolidare altre collaborazioni.
Un altro problema è l'INPS, che non vede di buon occhio (ci sono "multe pazzesche" per il datore di lavoro) chi ha collaboratori che di fatto sono dipendenti ma risultano essere autonomi.
Quindi, un motivo in più per avere diversi clienti, anche per non creare dubbi agli ispettori INPS.

fionainrome wrote:
Allora, ho due domande: E' possibile lavorare con l'estero esclusivamente via internet?

Sì, è possibile.

fionainrome wrote:
Non so se alcuni di voi fanno sottotitoli, però si tratterebbe anche di ricevere il filmato da sottotitolare. Una ragazza svedese che conoscevo lo faceva dall'Italia con la Svezia e scaricava il film da internet... è una cosa diffusa all'estero? Qui in Italia se non andavo a lavorare direttamente in ufficio dovevo comunque passare a prendere il DVD.

Conosco persone che hanno molto lavoro con i sottotitoli. Alcuni lavori li ricevono su CD/DVD per posta, altri li ricevono via email o scaricano il video con FTP o altri sistemi di download.
Spesso il filmato viene fornito al traduttore in formato compresso, a bassa qualità, ma sufficiente per il lavoro di trascizione, sottotitolatura, traduzione o altri servizi.
Ovviamente, è consigliabile una connessione a Internet veloce e affidabile.

fionainrome wrote:
- MI sembra di aver intuito che non tutti all'estero ti pagano il 20% in più di IVA (credo di averlo letto da qualche parte in questo forum). Ciò vorrebbe dire che alla tariffa che loro (o io) propongono devo aggiungere quel 20% che poi dovrò dare allo stato italiano?
Insomma, se apro la Partita IVA dovrò farci rientrare tutto? Anche i lavori con l'estero?

Allo stato devi versare solo l'IVA che incassi. Se fai fatture a clienti esteri ai quali (ci sono regole precise) emetti fattura con IVA, la devi versare. Se la fattura può essere emessa senza IVA, non la esponi in fattura, quindi il cliente non la deve pagare, tu non la incassi e non la devi versare.
Per quanto riguarda i vari casi, consulta questo forum e troverai numerose discussioni al riguardo, o consulta il tuo commercialista.
Comunque, tieni presente che se emetti fatture in cui avresti dovuto esporre l'IVA ma non lo fai, lo stato vuole avere l'IVA dovuta e la dovrai pagare tu di tasca. Quindi, basta studiare le norme per le fatture all'estero, che non sono poi tanto complesse, e non avrai problemi.

fionainrome wrote:
So che per esempio in G.B. non è necessario aprirla sotto un certo reddito (che io di certo non raggiungo).

Questo vale per i residenti in Gran Bretagna, non per chi risiede in Italia, sia pure con clienti in Gran Bretagna. Come residente in Italia, sei soggetta alle norme contabili e fiscali italiane, ovunque si trovino i tuoi clienti.


ciao
Gianfranco


[Edited at 2007-12-18 17:05]


Direct link Reply with quote
 
Lakshmi Iyer  Identity Verified
France
Local time: 16:32
Italian to English
+ ...
Forfettone: uno spiraglio? Dec 18, 2007

Buonasera a tutti,

Mi intrometto in questa discussione italiana pur vivendo in Francia per segnalare a Fiona un'altra discussione che potrebbe esserle utile, e cioè quella intitolata "Forfettone 2008" in data 17 dicembre, con vari interventi estremamente interessanti riguardo all'istaurazione in Italia di un nuovo regime agevolato simile, mi pare, a quello inglese (bensi' con un "tetto" di guadagno minore) e il funzionamento dell'IVA, nonchè un link fornito da Maria José Iglesias a un sito contenente ulteriori chiarimenti.

In bocca al lupo Fiona.


Direct link Reply with quote
 
fionainrome
Local time: 16:32
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Grazie Dec 18, 2007

Beh, che dire... Gianfranco... sei grande! Grazie perché devo dire che sono stata dal commercialsita e tu mi hai chiarito molti più dubbi ed illuminato moltissimi punti in ombra!
In questi giorni sono stata molto preoccupata, ma la tua ultima risposta mi ha fatto stare un pò meglio. Hai ragione su tutto e mi sto già dando da fare.
Tra l'altro ci tenevo ad avere un lavoro che mi lasciasse un minimo di tempo libero perché per passione personale (e chissà magari un domani anche per il pubblico) da anni scrivo romanzi, per cui l'idea di dover passare ad un lavoro da dipendente e con orari fissi proprio non mi andava giù.
Obrigadinha!


Grazie anche a Kaveri!


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

Lavorare con l'estero dall'Italia

Advanced search






Wordfast Pro
Translation Memory Software for Any Platform

Exclusive discount for ProZ.com users! Save over 13% when purchasing Wordfast Pro through ProZ.com. Wordfast is the world's #1 provider of platform-independent Translation Memory software. Consistently ranked the most user-friendly and highest value

More info »
Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs