Mobile menu

offerte di lavoro DE>IT a tariffe bassissime
Thread poster: chiara marmugi
chiara marmugi  Identity Verified
Italy
Local time: 20:23
German to Italian
+ ...
Feb 21, 2008

So che sono già stati aperti molti tread su questo argomento e che non hanno mai portato a nulla in concreto, però vorrei far notare a tutti i colleghi che oggi sono state pubblicate qui su Proz due offerte di lavoro nella combinazione DE>IT a delle tariffe che definirei sconcertanti:

0,04 € a parola e 0,4 € a riga da 55.

I signori in questione possono pure offrire dei lavori a quei prezzi (vorrei far notare soprattutto all'outsourcer che propone una tariffa a riga, come è normale nel mercato tedesco, che le tariffe correnti presso le agenzie tedesche partono da un minimo del doppio offerto dal signore), la cosa vergognosa è che ci siano dei colleghi disposti a lavorare a quei prezzi. Al momento uno degli annunci ha già ricevuto 10 candidature, l'altro per ora solo una. Si tratta inoltre di due offerte riservate ai membri Proz.

Per me dovrebbe vergognarsi sia chi propone, sia chi accetta certe tariffe.

Pur non riuscendo a giustificarli, spero che si siano candidati solo sedicenti "traduttori alle prime armi". Mi permetto comunque di suggerire loro la lettura di un interessante articolo di Simon Turner sulle tariffe e sul modo di proporsi ai clienti http://www.tariffometro.it/ Basta cliccare su "come stabilire la propria tariffa"


[Modificato alle 2008-02-21 10:46]


Direct link Reply with quote
 

Gisella Germani Mazzi
Switzerland
Local time: 20:23
German to Italian
+ ...
mal comune... Feb 25, 2008

Ho cancellato il messaggio di prima, perché forse non era proprio pertinente.
Il problema è - come hai detto tu - che sempre più persone accettano di lavorare a queste condizioni. Se ci fosse più "spirito di gruppo" tra i traduttori e meno ignoranza (nel senso di ignorare i meccanismi del mercato e quali siano gli onorari più adeguati), le cose forse andrebbero meglio.

[Modificato alle 2008-02-25 12:30]


Direct link Reply with quote
 

Christel Zipfel  Identity Verified
Italy
Member (2004)
Italian to German
+ ...
...soluzione difficile Feb 25, 2008

Gisella Germani Mazzi wrote:

Il problema è - come hai detto tu - che sempre più persone accettano di lavorare a queste condizioni. Se ci fosse più "spirito di gruppo" tra i traduttori e meno ignoranza (nel senso di ignorare i meccanismi del mercato e quali siano gli onorari più adeguati), le cose forse andrebbero meglio.


Sì, a pensarci bene, il problema non sono tanto coloro che continuano a offrire tali compensi ridicoli, ma coloro che li accettano, e quindi dando loro ragione in un certo senso. Se non ci fosse più nessuno disposto a lavorare così, questi personaggi sarebbero costretti ad aumentarli (e a guadagnare di meno sulle spalle dei traduttori). Proprio ieri una validissima collega italiana m'ha riferito che un'agenzia tedesca non le voleva pagare più di 7 centesimi a parola del testo source (tedesco). Be', non è scandaloso questo? Sono convinta che l'agenzia in questione non fa beneficienza, ma vende le sue traduzioni a prezzi di mercato, cioè ad almeno il triplo di quanto ha offerta alla collega, visto che erano previste pure le "scalette" di Trados, e l'agenzia certo non passa questi sconti al cliente finale.

Ma che tutti facciano ostracismo purtroppo è utopia bell'e buona! (Non è una critica, Gisella, sarei la prima a dire che sarebbe una soluzione fantastica.)
Non solo perché tanti pensano prima di tutto alla propria pancia, anche se non riusciranno mai a saziarla con quelle misere tariffe lì, neanche lavorando giorno e notte, festività e fine settimana comprese (il tutto naturalmente rigorosamente senza supplemento). In Germania pagano 80 centesimi a riga? E io offro 40 e va bene pure durante il fine settimana, oppure prometto 500 righe per domani mattina, il tutto senza alcun sovaprezzo, e vediamo se non mi danno il lavoro! Rispetto ai 5, 6 Euro a cartella che l'ipotetico traduttore era solito prendere è ottimo, no? E chissene... del mercato e dei colleghi

Il secondo motivo è che il mercato è globalizzato. Ci sarà sempre qualcuno in un paese low-cost per cui 4 centesimi a parola o 40 a riga è veramente un'ottima tariffa. Che sia poi difficile trovare in India o in Bangladesh madrelingua italiani o tedeschi è un altro discorso...

E qui il gatto si morde la coda: queste tariffe quindi sono molto verosimilmente, anche se appare incredibile, destinate a traduttori residenti in paesi dove le traduzioni (e la vita) hanno un costo ben più alto. Italia compresa, perché nessun traduttore nel Bel Paese potrebbe campare con quelle tariffe lì, e questo vale anche per tutto il resto del mondo occidentale.

Chi propone certe tariffe non può non saperlo, a maggior ragione se in Italia ci vive pure lui/lei.
Non voglio dire che vale sempre l'assioma "tariffa bassa = qualità scarsa". Ma basta che il potenziale committente sia preparato a questa eventualità/probabilità e non abbia troppe aspettative.

Noi intanto possiamo competere solo sulla qualità che è e rimane la nostra arma vincente. Forse l'unica. Se Vi mettete bene in testa questa cosa, niente più Vi potrà scalfire. Almeno io sono giunta a questa conclusione.






[Bearbeitet am 2008-02-25 21:54]


Direct link Reply with quote
 

Gisella Germani Mazzi
Switzerland
Local time: 20:23
German to Italian
+ ...
hai ragione! Feb 26, 2008

Christel Zipfel wrote:

Noi intanto possiamo competere solo sulla qualità che è e rimane la nostra arma vincente. Forse l'unica. Se Vi mettete bene in testa questa cosa, niente più Vi potrà scalfire. Almeno io sono giunta a questa conclusione.


Hai perfettamente ragione, Christel! Ma un moto di rabbia mi assale quando, tramite ProZ, mi inviano queste allettantissime offerte:

"scrivo da un'azienda di XY.
Cerchiamo con urgenza un traduttore per un testo di circa 7000 parole. Dovrebbe consegnare molto velocemente. Offriamo circa € 200, forse qualcosa in più se rispetta i tempi."

Secondo voi un cliente diretto che si permette di proporre a un professionista 30 cartelle urgenti a 200 euro ("forse qualcosa in più se rispetta i tempi" - ma con chi credono di avere a che fare?) ha il senso della decenza? Direi che è di primaria importanza "educare" il cliente a non fare richieste assurde. Molti però "ci marciano", sapendo appunto di trovare qualcuno che accetterà supinamente.
Ecco, un altro punto è l'immagine del traduttore: argomento trito e ritrito, certo, ma finché non cureremo anche la nostra immagine, non riusciremo mai a farci rispettare come categoria.


[Modificato alle 2008-02-26 11:18]


Direct link Reply with quote
 
chiara marmugi  Identity Verified
Italy
Local time: 20:23
German to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
non riusciremo a farci rispettare come categoria Feb 26, 2008

Infatti, Gisella, era proprio questo il senso del mio intervento.

Come possono i clienti prenderci sul serio, se noi siamo i primi a non credere nel valore del nostro lavoro?

Per quanto riguarda poi il mercato globalizzato cui faceva riferimento Christel, è vero, questo problema esiste. Però se si guarda la lue Board degli outsourcer che propongono lavori a prezzi indecenti, la maggior parte dei colleghi che scrive commenti entusiastici vive in Europa.

Lo so che questi sono argomenti che oramai abbiamo trattato mille volte, ma più se ne parla, più si può cercare di arginare il problema. Forse.


Direct link Reply with quote
 

Christel Zipfel  Identity Verified
Italy
Member (2004)
Italian to German
+ ...
Proprio così! Feb 28, 2008

chiara marmugi wrote:

Però se si guarda la lue Board degli outsourcer che propongono lavori a prezzi indecenti, la maggior parte dei colleghi che scrive commenti entusiastici vive in Europa.



Anch'io delle volte rimango perplessa vedendo certi nomi che tessono le lodi nel BB di un'agenzia/collega che notoriamente (almeno a giudicare da quello che vedo su ProZ) paga tariffe da fame.


Direct link Reply with quote
 

Rita Bilancio  Identity Verified
Local time: 20:23
English to Italian
+ ...
Quoto Feb 28, 2008

Christel Zipfel wrote:

Anch'io delle volte rimango perplessa vedendo certi nomi che tessono le lodi nel BB di un'agenzia/collega che notoriamente (almeno a giudicare da quello che vedo su ProZ) paga tariffe da fame.


Eccoci qua, chissà come faranno mai a vivere queste persone...


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

offerte di lavoro DE>IT a tariffe bassissime

Advanced search






SDL Trados Studio 2017 Freelance
The leading translation software used by over 250,000 translators.

SDL Trados Studio 2017 helps translators increase translation productivity whilst ensuring quality. Combining translation memory, terminology management and machine translation in one simple and easy-to-use environment.

More info »
PerfectIt consistency checker
Faster Checking, Greater Accuracy

PerfectIt helps deliver error-free documents. It improves consistency, ensures quality and helps to enforce style guides. It’s a powerful tool for pro users, and comes with the assurance of a 30-day money back guarantee.

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs