Mobile menu

Off topic: persone, parole; riflessioni a ruota libera
Thread poster: Alfredo Tutino
Alfredo Tutino  Identity Verified
Local time: 21:06
English to Italian
+ ...
Mar 13, 2008

Una persona a me cara, che insegna l'italiano agli adulti, spesso stranieri, mi ha raccontato di un suo alunno: un ragazzino proveniente da un martoriato paese dell'Asia centrale, nato fra monti selvaggi, con alle spalle una storia di sofferenza e molteplice esilio, e che per la prima volta ha visto e si è stupito del mare quando ormai era grande abbastanza da poterne serbare l'impressione, e la memoria - per sempre associata, del resto, a una delle prime dolorose tappe del suo esilio.

Quanto lei lo ha invitato a trovare una parola per descrivere quell'impressione, il ragazzo, dopo averci pensato con impegno, e non per poco, ha detto a tutta la classe, in italiano faticoso ma esatto:

"terribilissimo".

A volte, una parola può illuminare una giornata.

Ricordare che quelle parole di cui facciamo quotidianamente merce vilissima - che tanto poco ci pagano... - sono però anche la materia prima della poesia tremenda di cui è ricca e ci colpisce la vita.


E poi ho pensato: forse sul destino di questo ragazzo influirà, un poco poco, magari in bene, la persona che lo ha indotto, forse per prima, a trovare una parola - straniera! - per quella sua esperienza.

E forse sulla sua vita influiranno, forse di più, forse con la pesantezza delle divise che garantiscono l'ordine delle nostre vite, ma forse invece con uno spiraglio per prendere in mano il proprio destino, anche le trite parole scritte da certi uomini benintenzionati, satolli ma non sazi di potere, che da qualche giorno mi sto sforzando di rendere al meglio nella mia lingua.

E' strano, questo mondo, vero?

[Edited at 2008-03-13 20:24]


Direct link Reply with quote
 

Elisa Comito  Identity Verified
Local time: 21:06
English to Italian
+ ...
Molto bello Mar 17, 2008

Grazie per questo bel racconto, Alfredo!

Però non mi è chiaro l'ultimo paragrafo. Cosa stai traducendo? Qualche documento di richiesta di asilo?


Direct link Reply with quote
 
Alfredo Tutino  Identity Verified
Local time: 21:06
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
non proprio... Mar 17, 2008

Elisa Comito wrote:

(...) Qualche documento di richiesta di asilo?


Nulla di così specifico. Avevo per le mani un documento di uno di quegli organi consultivi in cui si articolano le moderne ed evolute democrazie; che dovrà servire a un confronto internazionale con altri organi consultivi, su sviluppo equo e sostenibile... e in qualche punto, come ti sbagli, si premura di parlare anche di diritti umani e diritti dei lavoratori, e nomina migranti che non possono essere gestiti solo in termini di contingentamento dei flussi...

Omelettes d'aria fritta con contorno di frittura d'aria, lo sappiamo, anche se magari presentata in bellissimo stile nouvelle cuisine... belle parole di privilegiati che additano tante cose da cambiare purché (anzi, perché) non cambi troppo la distribuzione del potere e del privilegio... e che sanno fin troppo bene che tanto, per il momento e per il futuro prevedibile, tutto quel che si farà sarà continuare a chiacchierare, al massimo a scrivere; e chi si assumerà l'ingrato incarico di farlo vi troverà il suo bravo compenso di riverenze e prebende.

Però non è vero che sono del tutto privi di contenuto (piuttosto, servono a depotenziarlo); e a lungo andare, con gli anni e i decenni qualcosa filtra, certo spesso deformato e distorto, da questi documenti, se non altro per continuità e contiguità di funzionari ed esperti; e va a finire, in altri documenti e atti, più concreti, a un certo punto addirittura in leggi e regolamenti, e sentenze: e finisce, incredibilmente, per influenzare la vita delle persone...


[Edited at 2008-03-18 21:40]


Direct link Reply with quote
 

Mariella Bonelli  Identity Verified
Local time: 21:06
Member (2004)
English to Italian
+ ...
Obiezione? Mar 18, 2008

Alfredo Tutino wrote:
E forse sulla sua vita influiranno, forse di più, forse con la pesantezza delle divise che garantiscono l'ordine delle nostre vite, ma forse invece con uno spiraglio per prendere in mano il proprio destino, anche le trite parole scritte da certi uomini benintenzionati, satolli ma non sazi di potere, che da qualche giorno mi sto sforzando di rendere al meglio nella mia lingua.


Non può trattarsi di uno di quei casi in cui potremmo (potresti) astenerti dal tradurre per motivi etici?

http://www.proz.com/topic/29270


Direct link Reply with quote
 
Alfredo Tutino  Identity Verified
Local time: 21:06
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
potrebbe essere un'idea, ma... Mar 18, 2008

Mariella Bonelli wrote:
Non può trattarsi di uno di quei casi in cui potremmo (potresti) astenerti dal tradurre per motivi etici?


Temo che per potermi permettere l'obiezione di coscienza verso le chiacchiere a vuoto non mi basterebbe triplicare le tariffe... ;-(

Ma, scherzi a parte, mi rendo conto che nel mio primo post ho saltato qualche passaggio di troppo.

Il testo che stavo traducendo parlava di sviluppo, equità e sostenibilità esprimendo posizioni che trovo più o meno discutibili; ma in realtà, non aveva "niente" di veramente "insopportabile", se non, appunto, una certa genericità e vaghezza. Un normale contributo, insomma, a uno dei dibattiti delle tante organizzazioni e istituzioni internazionali. Solo che nel momento in cui ho scritto il post sentivo in maniera particolarmente stridente il contrasto delle parole che stavo cercando di tradurre con quelle che vengono fuori quando le persone - quale che ne sia il livello e la formazione culturale - cercano sul serio di parlare di se stessi e della propria esperienza.

Poi però, pensandoci un po' di più, mi è venuto in mente che in realtà certi documenti hanno una loro funzione; sono solo chiacchiere, forse, ma quelle chiacchiere, poco a poco, in un'articolazione di scambi di opinioni e contiguità personali che sarebbe difficile seguire nei particolari, si travasano almeno in parte, nei tempi lunghi, in atti concreti: dichiarazioni, risoluzioni, impegni, trattati; e poi leggi, regolamenti, provvedimenti amministrativi.. Atti che poi influiscono sulla vita delle persone, e con più forza, spesso, sulla vita di chi si trova in condizioni di maggiore fragilità.

Data la sua età e le sue condizioni, non è difficile ipotizzare che il ragazzo cui accennavo nel primo post potrebbe, in un qualche futuro, commettere reati o finire per fare scelte religiose o politiche estreme; ma potrebbe anche trovare un corso di formazione, un lavoro, una spinta intellettuale o un aiuto concreto - cose che lo aiutino a rendere sua la sua vita.

Mi è venuto semplicemente in mente, qualche giorno fa, che qualcuna di queste occasioni potrebbe benissimo dipendere, magari fra otto o dieci anni, da poche parole in più o in meno in un codicillo secondario di un qualche atto di un qualche pubblico potere - che so, i requisiti per accedere a un corso o per partecipare a un concorso o vedersi assegnare un alloggio; ma anche cose ancor più minime, la possibilità del sistema sanitario di "passare" gratutamente un certo psicofarmaco per un certo periodo, la disponibilità nel bilancio di un qualche ente pubblico dei fondi per pagare gli straordinari a un particolare terapeuta o assistente sociale... E che queste parole saranno certamente influenzate da un clima culturale e politico che contribuiranno a creare (fra mille altre cose) certi documenti verbosi come quello che avevo davanti.


Detto questo, però, se qualcuno è interessato a lanciare una campagna per l'obiezione di coscienza contro le chiacchiere vuote non manchi di contattarmi!

[Edited at 2008-03-18 21:54]


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:

Moderator(s) of this forum
Simone Catania[Call to this topic]

You can also contact site staff by submitting a support request »

persone, parole; riflessioni a ruota libera

Advanced search






memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »
CafeTran Espresso
You've never met a CAT tool this clever!

Translate faster & easier, using a sophisticated CAT tool built by a translator / developer. Accept jobs from clients who use SDL Trados, MemoQ, Wordfast & major CAT tools. Download and start using CafeTran Espresso -- for free

More info »



All of ProZ.com
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs