KudoZ home » English to Italian » Law (general)

to be induced

Italian translation: essere indotti/istigati (intenzionalmente/proditoriamente/subdolamente) a fare qualcosa

Advertisement

Login or register (free and only takes a few minutes) to participate in this question.

You will also have access to many other tools and opportunities designed for those who have language-related jobs
(or are passionate about them). Participation is free and the site has a strict confidentiality policy.
10:27 Oct 30, 2007
English to Italian translations [PRO]
Law/Patents - Law (general)
English term or phrase: to be induced
Section 31 of the Act provides that an act or omission **intended to be induced** shall be to a person's prejudice if, and only if, it is one which, if it occurs will result, as respects that person, inter alia, in temporary or permanent loss of property.

il significato di intend e di induce mi sono chiari, ma non riesco a venire a capo della costruzione della frase.
sabina moscatelli
Italy
Local time: 19:31
Italian translation:essere indotti/istigati (intenzionalmente/proditoriamente/subdolamente) a fare qualcosa
Explanation:
Ciao Sabina,

Non so quale interpretazione tu abbia dato di "intended to be induced". Da quello che vedo su Internet, tuttavia, mi sembra di capire che si riferisca ad un'azione (disonesta/in mala fede) compiuta intenzionalmente da un individuo x affinché un individuo y compia (o ometta) a sua volta una determinata azione.

Se questa mia interpretazioe fosse corretta, potresti dire:

Il paragrafo 31 della legge dispone/prevede che quando si è indotti/istigati intenzionalmente (proditoriamente/subdolamente) a compiere od omettere un atto, tale atto debba essere considerato pregiudizievole nei confronti di...

oppure:

... la legge... prevede che chi induce/istiga intenzionalmente (proditoriamente/subdolamente) altri a compiere od omettere un atto, (ar)rechi pregiudizio a terzi se e solo se tale atto...


Naturalmente tu, con l'intero testo a tua disposizione, puoi vedere se questa mia interpretazione si adatta o meno al tuo contesto ed, eventualmente, come girare al meglio la frase.


Ti riporto comunque un riferimento Internet che definisce i concetti di "intention" e "induce".


Intention
The intention that s1 FCA requires to be proved is two-fold:
the **intention** that the false instrument shall be used to **induce** somebody to accept it as genuine; and
the **intention to induce somebody, by reason of accepting it, to do or not do some act** to his own or another’s prejudice: R v Campbell (1985) 80 Cr.App.R 47.
A person who makes a false instrument, intending to copy and then induce another to accept the copy as a copy of a genuine instrument and by accepting it to do an act to his prejudice is guilty of forgery. The intention equates to inducing somebody to accept the instrument itself as genuine: R v Ondhia [1998] 2 Cr.App.R 150.

Induce and prejudice
The offence of forgery requires proof of inducing the victim to accept the false document as genuine and by reason of accepting it, to do some act to his own or to another person’s prejudice: Attorney General’s Reference (G and S) (No.1 of 2001) [2003] 1 Cr.App.R 8. The meaning of ‘induce’ and ‘prejudice’ are defined in s10 FCA. The act or omission intended to be induced to another’s prejudice only occurs if:
it will result in his temporary or permanent loss of property;
he is deprived of an opportunity to earn remuneration or greater remuneration;
ttp://www.sfo.gov.uk/operationalhandbook/1162486308356.html


--------------------------------------------------
Note added at 6 hrs (2007-10-30 16:28:02 GMT)
--------------------------------------------------

Se ho capito bene, secondo il collega (Oscar), "intended to be induced" sarebbe riferito esclusivamente ad omission. Personalmente, interpreto/capisco la frase in maniera diversa; secondo me, infatti, sia l'act sia l'omission sono "intended to be induced", come confermato anche dal riferimento Internet che avevo trovato:

Intention
[...]
the *intention to induce somebody*, by reason of accepting it, **to do or not do some act** to his own or another’s prejudice:

A mio avviso, quindi, il testo di Sabina dice che, quando si istiga/induce (intenzionalmente/proditoriamente/subdolamente) qualcun altro a fare (act) o non fare (omission) qualcosa questo "qualcosa" potrà essere considerato pregiudizievole/dannoso per altri se e solo se ci sarà una perdita patrimoniale (non so come Sabina voglia tradurre "property") effettiva - sia essa temporanea o permanente.

Che poi la frase sia particolarmente ostica da rendere in italiano, e passibile di rese diverse, mi pare più che evidente

--------------------------------------------------
Note added at 6 hrs (2007-10-30 16:59:41 GMT)
--------------------------------------------------

Secondo me, "intend" (il verbo utilizzato nella frase) deriva da "intent/intention" che, in termini legali, sta ad indicare un vero e proprio intento/intenzione (criminale). Chi "provoca" (come suggerisce Oscar) l'azione (o l'omissione) lo fa con un intento ben preciso, non per caso o per una semplice svista. Ecco perché ho proposto verbi come "istiga" o "induce intenzionalmente/proditoriamente/subdolamente". Questi ultimi due avverbi sono motivati dal fatto che, nei riferimenti che ho trovato io, l'intention to induce è riferito a casi di forgery (quindi, atti in cui ci si appropria della buona fede degli altri/si fa passare come vera una cosa falsa).

Naturalmente questa è la mia interpretazione e, anche se è basata su riferimenti in materia trovati su Internet, non ho certo la presunzione di affermare che sia esatta (anche se mi sembra molto verosimile... ;-) ).


intention
The definitions of many criminal offences include terms relating to the `intention' of the perpetrator. For example, to a large extent the distiction between murder and manslaughter corresponds to the distinction between **`intending'** and act and `recklessly allowing' it to happen. Intention is not usually defined; instead it is frequently for the jury to decide, as a matter of fact, whether the accused had the intention to carry out the act charged.
http://www.kevinboone.com/lawglos_Intention.html
Selected response from:

Monica M.
Italy
Local time: 19:31
Grading comment
Grazie anche a Oscar per il proficuo dibattito, ma l'interpretazione di Monica mi è sembrata corretta.
4 KudoZ points were awarded for this answer

Advertisement


Summary of answers provided
3essere provocato
Oscar Romagnone
3essere indotti/istigati (intenzionalmente/proditoriamente/subdolamente) a fare qualcosa
Monica M.


Discussion entries: 1





  

Answers


1 hr   confidence: Answerer confidence 3/5Answerer confidence 3/5
essere indotti/istigati (intenzionalmente/proditoriamente/subdolamente) a fare qualcosa


Explanation:
Ciao Sabina,

Non so quale interpretazione tu abbia dato di "intended to be induced". Da quello che vedo su Internet, tuttavia, mi sembra di capire che si riferisca ad un'azione (disonesta/in mala fede) compiuta intenzionalmente da un individuo x affinché un individuo y compia (o ometta) a sua volta una determinata azione.

Se questa mia interpretazioe fosse corretta, potresti dire:

Il paragrafo 31 della legge dispone/prevede che quando si è indotti/istigati intenzionalmente (proditoriamente/subdolamente) a compiere od omettere un atto, tale atto debba essere considerato pregiudizievole nei confronti di...

oppure:

... la legge... prevede che chi induce/istiga intenzionalmente (proditoriamente/subdolamente) altri a compiere od omettere un atto, (ar)rechi pregiudizio a terzi se e solo se tale atto...


Naturalmente tu, con l'intero testo a tua disposizione, puoi vedere se questa mia interpretazione si adatta o meno al tuo contesto ed, eventualmente, come girare al meglio la frase.


Ti riporto comunque un riferimento Internet che definisce i concetti di "intention" e "induce".


Intention
The intention that s1 FCA requires to be proved is two-fold:
the **intention** that the false instrument shall be used to **induce** somebody to accept it as genuine; and
the **intention to induce somebody, by reason of accepting it, to do or not do some act** to his own or another’s prejudice: R v Campbell (1985) 80 Cr.App.R 47.
A person who makes a false instrument, intending to copy and then induce another to accept the copy as a copy of a genuine instrument and by accepting it to do an act to his prejudice is guilty of forgery. The intention equates to inducing somebody to accept the instrument itself as genuine: R v Ondhia [1998] 2 Cr.App.R 150.

Induce and prejudice
The offence of forgery requires proof of inducing the victim to accept the false document as genuine and by reason of accepting it, to do some act to his own or to another person’s prejudice: Attorney General’s Reference (G and S) (No.1 of 2001) [2003] 1 Cr.App.R 8. The meaning of ‘induce’ and ‘prejudice’ are defined in s10 FCA. The act or omission intended to be induced to another’s prejudice only occurs if:
it will result in his temporary or permanent loss of property;
he is deprived of an opportunity to earn remuneration or greater remuneration;
ttp://www.sfo.gov.uk/operationalhandbook/1162486308356.html


--------------------------------------------------
Note added at 6 hrs (2007-10-30 16:28:02 GMT)
--------------------------------------------------

Se ho capito bene, secondo il collega (Oscar), "intended to be induced" sarebbe riferito esclusivamente ad omission. Personalmente, interpreto/capisco la frase in maniera diversa; secondo me, infatti, sia l'act sia l'omission sono "intended to be induced", come confermato anche dal riferimento Internet che avevo trovato:

Intention
[...]
the *intention to induce somebody*, by reason of accepting it, **to do or not do some act** to his own or another’s prejudice:

A mio avviso, quindi, il testo di Sabina dice che, quando si istiga/induce (intenzionalmente/proditoriamente/subdolamente) qualcun altro a fare (act) o non fare (omission) qualcosa questo "qualcosa" potrà essere considerato pregiudizievole/dannoso per altri se e solo se ci sarà una perdita patrimoniale (non so come Sabina voglia tradurre "property") effettiva - sia essa temporanea o permanente.

Che poi la frase sia particolarmente ostica da rendere in italiano, e passibile di rese diverse, mi pare più che evidente

--------------------------------------------------
Note added at 6 hrs (2007-10-30 16:59:41 GMT)
--------------------------------------------------

Secondo me, "intend" (il verbo utilizzato nella frase) deriva da "intent/intention" che, in termini legali, sta ad indicare un vero e proprio intento/intenzione (criminale). Chi "provoca" (come suggerisce Oscar) l'azione (o l'omissione) lo fa con un intento ben preciso, non per caso o per una semplice svista. Ecco perché ho proposto verbi come "istiga" o "induce intenzionalmente/proditoriamente/subdolamente". Questi ultimi due avverbi sono motivati dal fatto che, nei riferimenti che ho trovato io, l'intention to induce è riferito a casi di forgery (quindi, atti in cui ci si appropria della buona fede degli altri/si fa passare come vera una cosa falsa).

Naturalmente questa è la mia interpretazione e, anche se è basata su riferimenti in materia trovati su Internet, non ho certo la presunzione di affermare che sia esatta (anche se mi sembra molto verosimile... ;-) ).


intention
The definitions of many criminal offences include terms relating to the `intention' of the perpetrator. For example, to a large extent the distiction between murder and manslaughter corresponds to the distinction between **`intending'** and act and `recklessly allowing' it to happen. Intention is not usually defined; instead it is frequently for the jury to decide, as a matter of fact, whether the accused had the intention to carry out the act charged.
http://www.kevinboone.com/lawglos_Intention.html


Monica M.
Italy
Local time: 19:31
Specializes in field
Native speaker of: Native in ItalianItalian
PRO pts in category: 167
Grading comment
Grazie anche a Oscar per il proficuo dibattito, ma l'interpretazione di Monica mi è sembrata corretta.

Peer comments on this answer (and responses from the answerer)
neutral  Oscar Romagnone: Assolutamente no, si fa per confrontarsi! :-) Vedi nelle note al mio intervento...
4 hrs
  -> Ti ringrazio per lo scambio di idee, Oscar. Spero non ti dispiaccia, però, se continuo a rimanere della mia opionione: intended to be induced=istigata o indotta intenzionalmente... ;-)
Login to enter a peer comment (or grade)

2 hrs   confidence: Answerer confidence 3/5Answerer confidence 3/5
essere provocato


Explanation:
Tradurrei il passaggio in questo modo:

"...L'articolo 31 della Legge stabilisce che qualsiasi azione od omissione *rivolta (o anche IDONEA) a provocarla (a rendere possibile il verificarsi dell'azione stessa)* sarà (considerata) pregiudizievole di una persona se...*.

Penso che sia meglio basarsi sul significato del verbo TO INDUCE inteso come PROVOCARE, perché ritengo che il senso del passaggio da te riportato si possa comprendere immaginando il termine ACT come soggetto sottinteso dell'infinitiva TO BE INDUCED. Cioè viene presa in considerazione sia una tipologia di "atto" sia un'evenutale "omissione" tendente a far compiere IL MEDESIMO ad altri (non necessariamente RAGGIRATI - secondo me - in quanto si potrebbe trattare in quest'ultimo caso di autori ignari non preventivamente informati o inibiti da un'autorità, poniamo, di controllo).

--------------------------------------------------
Note added at 6 ore (2007-10-30 16:37:01 GMT)
--------------------------------------------------

Nota per Monica:

Il significato di TO INTEND è in questo caso FAR SÌ CHE, FARE IN MODO CHE, ESSERE TALE PER CUI... nella fattispecie: *ogni azione od omissione facente sì che [questa medesima, cioè l'azione, soggetto per me, sottinteso, dell'infinitiva] essa possa eventualmente verificarsi...*.

A tale proposito ti cito la seguente definizione di TO INDUCE:

intend1 [inˈtend] verb

to mean or plan (to do something or that someone else should do something)
Example: Do you still intend to go?; Do you intend them to go?; Do you intend that they should go too?

Tratta da questo link : http://dictionary.reference.com/browse/intend

Infine vedi anche http://forum.wordreference.com/showpost.php?p=696575&postcou...

http://forum.wordreference.com/showthread.php?t=117152

--------------------------------------------------
Note added at 6 ore (2007-10-30 16:38:37 GMT)
--------------------------------------------------

P.S. SCUSAMI VOLEVO CITARE NATURALMENTE UNA DELLE DEFINIZIONI DI * TO INTEND* e non certo di TO INDUCE (di cui avevo peraltro già fornito la mia interpretazione in precedenza...)!

--------------------------------------------------
Note added at 7 ore (2007-10-30 17:38:54 GMT)
--------------------------------------------------

A questo punto direi che se poni sia ACT sia OMISSION come riferiti a INTENDED per me il tutto suonerebbe abbastanza strano (ma non impossibile, per carità!) in quanto non vedrei normale- ad istinto mio - un articolo di legge "dedicato" più che altro a riassumere le limitazioni e le eccezioni di un atto (addirittura) di ISTIGAZIONE o comunque PRODITORIO o SUBDOLO, come aggiungi tu, piuttosto che evidenziarne le implicazioni di responsabilità. Siamo d'accordo che la prima delle due cose equivale all'altra però - come appunto ti dicevo - è solo un fatto di sensazione "a naso" :-))

Oscar Romagnone
Italy
Local time: 19:31
Specializes in field
Native speaker of: Native in ItalianItalian
PRO pts in category: 1095
6 corroborated select projects
in this pair and field What is ProZ.com Project History(SM)?

Peer comments on this answer (and responses from the answerer)
neutral  Monica M.: Mi sembra che la differenza sostanziale tra le ns. due interpretazioni sia che tu dai a "intended to be induced" il significato generico di "provocare" mentre io quello di "istigare/indurre intenzionalmete". Correggimi se sbaglio.
2 hrs
  -> Un'azione puo' essere: A) compiuta direttamente oppure B) consentita (ossia si permette che venga svolta da altri attraverso una colpevole omissione), anche prescindendo da istigazione. Pensa alla teoria complottista circa l'attentato alle Twin Towers...
Login to enter a peer comment (or grade)




Return to KudoZ list


KudoZ™ translation help
The KudoZ network provides a framework for translators and others to assist each other with translations or explanations of terms and short phrases.



See also:



Term search
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search