KudoZ home » Italian to Romanian » History

tiaso

Romanian translation: cultul Afroditei, casa muzelor

Advertisement

Login or register (free and only takes a few minutes) to participate in this question.

You will also have access to many other tools and opportunities designed for those who have language-related jobs
(or are passionate about them). Participation is free and the site has a strict confidentiality policy.
GLOSSARY ENTRY (DERIVED FROM QUESTION BELOW)
Italian term or phrase:tiaso
Romanian translation:cultul Afroditei, casa muzelor
Entered by: Narcisa
Options:
- Contribute to this entry
- Include in personal glossary

06:39 Jun 27, 2004
Italian to Romanian translations [PRO]
Art/Literary - History / Grecia Antica
Italian term or phrase: tiaso
Este vorba despre Grecia anticã, o denumire a unui fel de comunitati si nu imi vine in minte nici o traducere "elegantã".
Anexez aici traducerea preluatã din dictionarul italian, ca si citatul original.
Multumesc pt. ajutor
Tiaso
s.m.
TS stor.
1 nell’antica Grecia, associazione religiosa dedita al culto di Dioniso | estens., cerimonia e danza eseguita in onore di tale dio
2 in età ellenistica, qualsiasi associazione o confraternita religiosa | in Atene, una delle associazioni minori annoverate nella fratria [quadro 12]

Textul unde apare:
Saffo (la poetessa)ha diretto una comunita pedagogico-religioasa, detta "tiaso", composta da nobile fanciule, dove si veneravano Afrodite e le Muse.
Narcisa
Local time: 18:05
cultul Afroditei, casa muzelor
Explanation:
asta am gasit eu.
Encarta pare de parere ca ar fi o asociatie de persoane dedicata cultului uneia dintre divinitati, desi cele mai multe il adorau pe Dyonisos :D
reproduc poate te ajuta cu ceva:

IL TIASO

La vita nel těaso nella "casa delle Muse", come la chiamava Saffo, era in comune, e ogni volta che una nuova ragazza arrivava o la lasciava per sposarsi veniva celebrata una festa e Saffo scriveva una poesia per l’occasione.
Delle fanciulle si conoscono i nomi di Archeanassa, Arignota, Attis, Dica, Eirana, Girinno, Megara, Mica, Telesippa, che erano definite le sue compagne; di altre, sue allieve si conoscono i nomi di Anattoria da Mileto, Gongila da Colofone, Eunica da Salamina.
L’istruzione impartita comprendeva la pratica di lavori femminili, l’apprendimento della buona educazione, della musica ed un’iniziazione alla sessualitŕ; le fanciulle si dedicavano a cantare, danzare, vestirsi e muoversi con eleganza e grazia, cospargersi di unguento, intrecciare e cingersi corone, partecipare a feste e riti.

Fr.81.4-7 Voigt:
E tu, Dica, avvolgi attorno alle chiome
amabili ghirlande d’aneto, intrecciandole
con le tue piccole dita: sono fiori belli!
Le Grazie beate ti vedranno con occhi
ancora piů dolci: distolgono lo sguardo
da chi non porta ghirlande.
trad. G.Guidorizzi

La grazia e la raffinatezza costituiscono dunque uno stile di vita e sono i concetti dominanti dell’educazione saffica e, in particolar modo, la grazia era la caratteristica indispensabile per una bella donna che desiderasse sposarsi. Al tema della grazia si collegano elenchi di vesti preziose e profumi, come nel frammento 39 Voigt:

Avvolgeva i suoi piedi
una scarpina ricamata,
lavoro bello di Lidia.

Fr.101 Voigt:
Collane, porpora, profumi
che Mnasi t’inviň da Focea,
doni preziosi
trad. G. Guidorizzi

Tuttavia tutte queste occupazioni erano assai diverse da quelle che avrebbero svolto in qualitŕ di mogli e di madri, che avevano invece la funzione di custodire l’oěkos e di organizzare le attivitŕ domestiche.
Saffo non preparava le ragazze alla vita matrimoniale, ma insegnava loro a essere eleganti, aggraziate e seducenti in modo che dallo stato selvaggio dell’adolescenza, proprio di Artemide, dea che proteggeva le vergini, esse passassero a quello di donne ispiratrici d’amore, sviluppando la sensualitŕ e la sessualitŕ, secondo il modello di Afrodite, dea della bellezza e dell’amore.
Attis, una delle tre compagne piů care a Saffo, prima di entrare nel tiaso, era una ragazza molto giovane e senza grazia, ancora acerba e non raffinata dall’insegnamento della poetessa, come emerge nel fr.49 Voigt:

Ero innamorata di te, un tempo, Attis

una fanciulla piccola sembravi, e acerba
trad. F. Sisti

IL CULTO DI AFRODITE

Il těaso era una comunitŕ basata essenzialmente sul culto, al centro del quale vi sono le Muse ed Afrodite; le prime sono strettamente associate con le Cariti e hanno il ruolo di custodi e maestre di un'eleganza che investe molteplici aspetti di vita, come l'abbigliamento o la danza; questo stile di vita č portatore di una letizia che non ammette cordoglio.
Nel gruppo saffico questa dimensione di serenitŕ e il culto della bellezza doveva essere strettamente legata alla dimensione religiosa, e diverse cerimonie dovevano costituire i momenti forti della vita collettiva, come emerge in un frammento di terracotta, nel quale Saffo invita Afrodite, la dea protettrice del těaso, a partecipare a un rito nel recinto a lei consacrato, dove venivano celebrate le feste del těaso, all'ombra delle piante sacre alla dea. Questo frammento rivela l'intensitŕ e l'intimitŕ del rapporto che Saffo mostra di avere con la dea:

etc
Selected response from:

Cristiana Coblis
Romania
Local time: 18:05
Grading comment
Este intr-adevar un raspuns mai mult decat bine documentat. Multumesc mult!
4 KudoZ points were awarded for this answer

Advertisement


Summary of answers provided
4cultul Afroditei, casa muzelor
Cristiana Coblis
4practicantii(tele?) cultului lui DyonisosMaricica W.


Discussion entries: 1





  

Answers


26 mins   confidence: Answerer confidence 4/5Answerer confidence 4/5
practicantii(tele?) cultului lui Dyonisos


Explanation:
dans/orgie bahica zice dictionarul meu



Maricica W.
Native speaker of: Native in RomanianRomanian
PRO pts in category: 4
Login to enter a peer comment (or grade)

15 hrs   confidence: Answerer confidence 4/5Answerer confidence 4/5
cultul Afroditei, casa muzelor


Explanation:
asta am gasit eu.
Encarta pare de parere ca ar fi o asociatie de persoane dedicata cultului uneia dintre divinitati, desi cele mai multe il adorau pe Dyonisos :D
reproduc poate te ajuta cu ceva:

IL TIASO

La vita nel těaso nella "casa delle Muse", come la chiamava Saffo, era in comune, e ogni volta che una nuova ragazza arrivava o la lasciava per sposarsi veniva celebrata una festa e Saffo scriveva una poesia per l’occasione.
Delle fanciulle si conoscono i nomi di Archeanassa, Arignota, Attis, Dica, Eirana, Girinno, Megara, Mica, Telesippa, che erano definite le sue compagne; di altre, sue allieve si conoscono i nomi di Anattoria da Mileto, Gongila da Colofone, Eunica da Salamina.
L’istruzione impartita comprendeva la pratica di lavori femminili, l’apprendimento della buona educazione, della musica ed un’iniziazione alla sessualitŕ; le fanciulle si dedicavano a cantare, danzare, vestirsi e muoversi con eleganza e grazia, cospargersi di unguento, intrecciare e cingersi corone, partecipare a feste e riti.

Fr.81.4-7 Voigt:
E tu, Dica, avvolgi attorno alle chiome
amabili ghirlande d’aneto, intrecciandole
con le tue piccole dita: sono fiori belli!
Le Grazie beate ti vedranno con occhi
ancora piů dolci: distolgono lo sguardo
da chi non porta ghirlande.
trad. G.Guidorizzi

La grazia e la raffinatezza costituiscono dunque uno stile di vita e sono i concetti dominanti dell’educazione saffica e, in particolar modo, la grazia era la caratteristica indispensabile per una bella donna che desiderasse sposarsi. Al tema della grazia si collegano elenchi di vesti preziose e profumi, come nel frammento 39 Voigt:

Avvolgeva i suoi piedi
una scarpina ricamata,
lavoro bello di Lidia.

Fr.101 Voigt:
Collane, porpora, profumi
che Mnasi t’inviň da Focea,
doni preziosi
trad. G. Guidorizzi

Tuttavia tutte queste occupazioni erano assai diverse da quelle che avrebbero svolto in qualitŕ di mogli e di madri, che avevano invece la funzione di custodire l’oěkos e di organizzare le attivitŕ domestiche.
Saffo non preparava le ragazze alla vita matrimoniale, ma insegnava loro a essere eleganti, aggraziate e seducenti in modo che dallo stato selvaggio dell’adolescenza, proprio di Artemide, dea che proteggeva le vergini, esse passassero a quello di donne ispiratrici d’amore, sviluppando la sensualitŕ e la sessualitŕ, secondo il modello di Afrodite, dea della bellezza e dell’amore.
Attis, una delle tre compagne piů care a Saffo, prima di entrare nel tiaso, era una ragazza molto giovane e senza grazia, ancora acerba e non raffinata dall’insegnamento della poetessa, come emerge nel fr.49 Voigt:

Ero innamorata di te, un tempo, Attis

una fanciulla piccola sembravi, e acerba
trad. F. Sisti

IL CULTO DI AFRODITE

Il těaso era una comunitŕ basata essenzialmente sul culto, al centro del quale vi sono le Muse ed Afrodite; le prime sono strettamente associate con le Cariti e hanno il ruolo di custodi e maestre di un'eleganza che investe molteplici aspetti di vita, come l'abbigliamento o la danza; questo stile di vita č portatore di una letizia che non ammette cordoglio.
Nel gruppo saffico questa dimensione di serenitŕ e il culto della bellezza doveva essere strettamente legata alla dimensione religiosa, e diverse cerimonie dovevano costituire i momenti forti della vita collettiva, come emerge in un frammento di terracotta, nel quale Saffo invita Afrodite, la dea protettrice del těaso, a partecipare a un rito nel recinto a lei consacrato, dove venivano celebrate le feste del těaso, all'ombra delle piante sacre alla dea. Questo frammento rivela l'intensitŕ e l'intimitŕ del rapporto che Saffo mostra di avere con la dea:

etc


    Reference: http://htrp://www.bdp.it/~copc0001/amore/tiaso.htm
    Reference: http://it.encarta.msn.com/encyclopedia_221501350/Tiaso.html
Cristiana Coblis
Romania
Local time: 18:05
Native speaker of: Native in RomanianRomanian
PRO pts in category: 4
Grading comment
Este intr-adevar un raspuns mai mult decat bine documentat. Multumesc mult!
Login to enter a peer comment (or grade)




Return to KudoZ list


KudoZ™ translation help
The KudoZ network provides a framework for translators and others to assist each other with translations or explanations of terms and short phrases.



See also:



Term search
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search