KudoZ home » Italian to Romanian » Law: Taxation & Customs

Incapienza

Romanian translation: insuficienţă

Advertisement

Login or register (free and only takes a few minutes) to participate in this question.

You will also have access to many other tools and opportunities designed for those who have language-related jobs
(or are passionate about them). Participation is free and the site has a strict confidentiality policy.
GLOSSARY ENTRY (DERIVED FROM QUESTION BELOW)
Italian term or phrase:incapienza
Romanian translation:insuficienţă
Entered by: Lucica Abil
Options:
- Contribute to this entry
- Include in personal glossary

07:33 Sep 19, 2007
Italian to Romanian translations [PRO]
Bus/Financial - Law: Taxation & Customs
Italian term or phrase: Incapienza
Incapienza in sede di conguaglio.
xxxIcomprehend_
Local time: 08:09
insuficienţă
Explanation:
Incapienza in sede di conguaglio - „absenţa soldurilor nete debitoare la momentul regularizării”.

Ideea este că se pot face deduceri fiscale până la concurenţa sumei impozitului. În cazul în care suma deducerilor este mai mare decât suma impozitului, se vorbeşte despre „incapienza”, insuficienţa impozitului (suma deducerilor nu „încape” în suma impozitului) pentru a se face toate deducerile la care legea dă dreptul.

Che cos’è l’"incapienza"? Proviamo a spiegarlo con un esempio. Immaginate di avere fame e di avere uno stomaco di capienza normale. Qualcuno vi promette cinque fette di torta. Ma voi materialmente non riuscite a mangiarne più due. E le altre tre non possono essere conservate per l’indomani né date ad altri: o vengono mangiate da voi oggi, o non vi verranno neppure date. Le intenzioni di chi vi ha promesso cinque fette saranno pure oneste. Ma alla fine dei conti, per il vostro stomaco le fette saranno sempre due. È un po’ quello che succede con le detrazioni d’imposta. Che, secondo la normativa Irpef, sono le agevolazioni che "abbattono l’imposta lorda fino a concorrenza del suo ammontare" (come recita l’articolo 11, comma 2 del Testo unico sulle imposte). Le detrazioni d’imposta vanno godute solo nell’anno per cui sono state erogate. Per cui, se per quell’anno si hanno più detrazioni che imposta, non si paga l’Irpef ma non si gode nemmeno di tutte le detrazioni cui pure si avrebbe diritto.
http://www.rassegna.it/archivio/2000/avvenimenti/luglio-dice...

Dal dettato normativo si evince che, relativamente al credito d’imposta di cui all’articolo 63, comma 1, lettera a), primo periodo, della citata legge n. 289 del 2002, il termine per l’attribuzione del credito d’imposta scade il 31 dicembre 2003 e che la possibilità di fruire dello stesso credito successivamente a tale data è subordinata alla circostanza che il contribuente risulti *"incapiente", non abbia cioè saldi netti a debito* risultanti dai modelli di versamento unificato ai sensi del D.lgs. n. 241 del 1997.
...
La condizione di "incapienza" e il relativo ambito temporale di riferimento devono essere valutati considerando il particolare meccanismo applicativo dell’agevolazione in esame.
...
Il credito così determinato, per la parte non utilizzata nel corso del 2003, deve essere utilizzato in compensazione di eventuali debiti nel modello F24, in un momento logicamente successivo a quello in cui viene determinato e, quindi, a partire dal primo versamento unificato successivo al 31 dicembre 2003 e per l’intero importo che trova capienza in esso.
http://www.cittadinolex.kataweb.it/article_view.jsp?idArt=62...



--------------------------------------------------
Note added at 2 days13 hrs (2007-09-21 20:34:24 GMT)
--------------------------------------------------

Pentru Monica. Chiar şi aşa, tot despre insuficienţă este vorba, a venitului sau a impozitului. La momentul regularizării, nu există (contribuabilul nu are) solduri nete debitoare.
Selected response from:

Lucica Abil
Romania
Local time: 08:09
Grading comment
Multumesc mult.
4 KudoZ points were awarded for this answer

Advertisement


Summary of answers provided
4insuficienţă
Lucica Abil
3Impozit nevărsat (datorită veniturilor insuficiente) în momentul regularizării
Monica Tuduce


  

Answers


7 hrs   confidence: Answerer confidence 3/5Answerer confidence 3/5
Incapienza in sede di conguaglio
Impozit nevărsat (datorită veniturilor insuficiente) în momentul regularizării


Explanation:
Doar o sugestie.
incapiente
agg. (dir.) si dice di una somma o di un bene il cui valore non copre una determinata passività, o di un credito fallimentare che non può essere in parte o del tutto soddisfatto.

Ideea de „incapienza” este explicată aici:
”In caso di ***incapienza*** delle retribuzioni a subire il prelievo delle imposte dovute all'atto del conguaglio entro il 28 febbraio dell'anno successivo, il sostituito può dichiarare per iscritto al sostituto di volergli versare l'importo corrispondente alle ritenute ancora dovute.”
http://www.fiscooggi.it/reader/?MIval=cw_usr_view_articolo&a...
http://www.dossierazienda.it/fonti/Fonte09926.htm

”in sede di conguaglio” - în momentul regularizării

”Nel caso in cui la retribuzione corrisposta in luglio risultasse ***insufficiente*** per trattenere l’intero importo dovuto, la parte residua dovrà essere trattenuta dalla retribuzione erogata nel mese di agosto e, in caso di ulteriore incapienza, dalle retribuzioni erogate nei successivi mesi dell’anno 2006. Per il differito pagamento si applica sulle somme trattenute nel mese di agosto e nei successivi mesi l’interesse dello 0,40% mensile, trattenuto anch’esso dalla retribuzione e versato in aggiunta alle somme a cui afferisce. Analogo comportamento dovrà tenersi nel caso di incapienza della retribuzione di novembre circa la seconda o unica rata di acconto.
Nel caso in cui la retribuzione mensile sia insufficiente per la trattenuta dell’importo rateizzato, il sostituto d’imposta dovrà applicare oltre all’interesse dello 0,50% mensile dovuto per la rateizzazione, anche quello dello 0,40% mensile riferito al differito pagamento.
Se entro la fine dell’anno non è stato possibile trattenere l’intero importo a seguito dell’isufficienza delle retribizioni corrisposte, il sostituto deve comunicare all’assistito gli importi ancora dovuti che dovranno essere direttamente versati da quest’ultimo entro gennaio maggiorati dell’interesse dello 0,40% mensile (considerando anche il mese di gennaio).”
”Nel caso di incapienza delle ritenute effettuate a titolo di IRPEF e/o ADDIZIONALE REGIONALE e/o ADDIZIONALE COMUNALE per l’effettuazione dei
conguagli secondo quanto descritto nel paragrafo “Conguagli a Credito”, il sostituto d’imposta procederà utilizzando l’ammontare complessivo
delle suddette ritenute relative alla totalità dei compensi corrisposti (cioè erogati) nello stesso mese di luglio. Nel caso in cui anche
quest’ultimo ammontare fosse insufficiente per rimborsare tutte le somme a credito , gli importi residui verranno rimborsati mediante una
corrispondente riduzione delle ritenute citate relative ai compensi corrisposti nei successivi mesi dell’anno 2006.
In presenza di una pluralità di aventi diritto i rimborsi avranno cadenza mensile sulla base di una percentuale uguale per tutti gli assistiti
determinata dal rapporto tra l’importo globale delle ritenute da operare nel singolo mese nei confronti di tutti i percipienti (compresi, quindi, anche
quelli non aventi diritto al rimborso in sede di conguaglio) e l’ammontare complessivo del credito da rimborsare.
Se alla fine dell’anno non è stato possibile effettuare l’intero rimborso il sostituto deve astenersi dal continuare e comunicare all’interessato gli
importi residui al quale lo stesso ha diritto provvedendo ad indicarli anche nella relativa cerificazione dei redditi rilasciata (CUD).”
http://www.assocaaf.it/download/Circolare Conguagli 2006.pdf



--------------------------------------------------
Note added at 9 hrs (2007-09-19 16:49:32 GMT)
--------------------------------------------------

UIte şi aici o explicaţie:
”nel punto 43 deve essere indicato l’importo dell’Irpef che il dipendente ha chiesto di trattenere nei periodi di paga successivi a quello entro il quale devono terminare gli effetti economici delle operazioni di conguaglio (28 febbraio). L’importo da indicare non deve tenere conto degli interessi, pari allo 0,5% mensile, a carico del dipendente sulle somme ancora dovute. ”
http://www.univa.va.it/web_v3/monografie.nsf/k/95274C27678CB...


--------------------------------------------------
Note added at 11 hrs (2007-09-19 18:34:20 GMT)
--------------------------------------------------

Eu cred totuşi că sunt două noţiuni diferite:
1. incapienza del reddito (in sede di conguaglio):
”Nel punto 5 va indicato il totale delle ritenute d’acconto che il dipendente deve esporre nell’eventuale dichiarazione dei redditi. L’importo delle ritenute da indicare è quello che risulta dalle operazioni di conguaglio effettuate dal datore di lavoro, anche se non tutte le ritenute risultano ancora operate per effetto di ***incapienza del reddito*** a subire il prelievo. ”
şi
2. incapienza dell'imposta: ”E’ il caso di ricordare che l’incapienza si verifica quando tutte le detrazioni di cui un contribuente può beneficiare sono superiori all’imposta lorda. In queste situazioni, l’importo eccedente non può essere chiesto a rimborso o a compensazione di altri tributi, né è possibile riportarlo nella successiva dichiarazione dei redditi. In sostanza, parte delle detrazioni spettanti andrebbero perdute.”
De aici rezultă că deducerile neacordate, pentru că nu au ”intrat”în valoarea impozitului, nu se mai acordă niciodată.

Pe CUD, această ”incapienza in sede di conguaglio” are două rubrici:
INCAPIENZA IN SEDE DI CONGUAGLIO
- IRPEF DA TRATTENERE DAL SOSTITUTO SUCCESSIVAMENTE AL 28 FEBBRAIO
- IRPEF DA VERSARE ALL’ERARIO DA PARTE DEL DIPENDENTE
De ce ar mai apărea pe CUD, dacă nu ar fi vorba despre sume încă datorate şi nevărsate?

Monica Tuduce
Luxembourg
Local time: 07:09
Native speaker of: Native in RomanianRomanian
PRO pts in category: 12

Peer comments on this answer (and responses from the answerer)
neutral  Lucica Abil: Nu interesează insuficienţa veniturilor, deşi aceasta este cauza primară, ci insuficienţa impozitului, astfel că nu se pot face toate deducerile la care legea dă dreptul. Deducerile se fac, nu până la concurenţa veniturilor, ci a impozitului. Aşa înţeleg.
2 hrs
Login to enter a peer comment (or grade)

9 hrs   confidence: Answerer confidence 4/5Answerer confidence 4/5
incapienza
insuficienţă


Explanation:
Incapienza in sede di conguaglio - „absenţa soldurilor nete debitoare la momentul regularizării”.

Ideea este că se pot face deduceri fiscale până la concurenţa sumei impozitului. În cazul în care suma deducerilor este mai mare decât suma impozitului, se vorbeşte despre „incapienza”, insuficienţa impozitului (suma deducerilor nu „încape” în suma impozitului) pentru a se face toate deducerile la care legea dă dreptul.

Che cos’è l’"incapienza"? Proviamo a spiegarlo con un esempio. Immaginate di avere fame e di avere uno stomaco di capienza normale. Qualcuno vi promette cinque fette di torta. Ma voi materialmente non riuscite a mangiarne più due. E le altre tre non possono essere conservate per l’indomani né date ad altri: o vengono mangiate da voi oggi, o non vi verranno neppure date. Le intenzioni di chi vi ha promesso cinque fette saranno pure oneste. Ma alla fine dei conti, per il vostro stomaco le fette saranno sempre due. È un po’ quello che succede con le detrazioni d’imposta. Che, secondo la normativa Irpef, sono le agevolazioni che "abbattono l’imposta lorda fino a concorrenza del suo ammontare" (come recita l’articolo 11, comma 2 del Testo unico sulle imposte). Le detrazioni d’imposta vanno godute solo nell’anno per cui sono state erogate. Per cui, se per quell’anno si hanno più detrazioni che imposta, non si paga l’Irpef ma non si gode nemmeno di tutte le detrazioni cui pure si avrebbe diritto.
http://www.rassegna.it/archivio/2000/avvenimenti/luglio-dice...

Dal dettato normativo si evince che, relativamente al credito d’imposta di cui all’articolo 63, comma 1, lettera a), primo periodo, della citata legge n. 289 del 2002, il termine per l’attribuzione del credito d’imposta scade il 31 dicembre 2003 e che la possibilità di fruire dello stesso credito successivamente a tale data è subordinata alla circostanza che il contribuente risulti *"incapiente", non abbia cioè saldi netti a debito* risultanti dai modelli di versamento unificato ai sensi del D.lgs. n. 241 del 1997.
...
La condizione di "incapienza" e il relativo ambito temporale di riferimento devono essere valutati considerando il particolare meccanismo applicativo dell’agevolazione in esame.
...
Il credito così determinato, per la parte non utilizzata nel corso del 2003, deve essere utilizzato in compensazione di eventuali debiti nel modello F24, in un momento logicamente successivo a quello in cui viene determinato e, quindi, a partire dal primo versamento unificato successivo al 31 dicembre 2003 e per l’intero importo che trova capienza in esso.
http://www.cittadinolex.kataweb.it/article_view.jsp?idArt=62...



--------------------------------------------------
Note added at 2 days13 hrs (2007-09-21 20:34:24 GMT)
--------------------------------------------------

Pentru Monica. Chiar şi aşa, tot despre insuficienţă este vorba, a venitului sau a impozitului. La momentul regularizării, nu există (contribuabilul nu are) solduri nete debitoare.

Lucica Abil
Romania
Local time: 08:09
Specializes in field
Native speaker of: Romanian
PRO pts in category: 12
1 corroborated select project
in this pair and field What is ProZ.com Project History(SM)?
Grading comment
Multumesc mult.
Login to enter a peer comment (or grade)




Return to KudoZ list


Changes made by editors
May 6, 2008 - Changes made by Lucica Abil:
Created KOG entryKudoZ term » KOG term


KudoZ™ translation help
The KudoZ network provides a framework for translators and others to assist each other with translations or explanations of terms and short phrases.



See also:



Term search
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search