Specializzarsi: un prontuario delle accortezze online
Thread poster: Stefano D'Alessandro
Stefano D'Alessandro
Local time: 08:16
English to Italian
+ ...
Apr 22, 2008

Visto che è saltato fuori l'argomento....

Che si intende per specializzarsi?

Come si curano i rapporti online per "entrare nel giro"?

Quali sono le operazioni da fare per me novellino, in modo da avere una crescita (nel corso degli anni) di visibilità nella mia professione?

Grazie


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 03:16
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Come specializzarsi Apr 22, 2008

bassossab wrote:
Che si intende per specializzarsi?


E' molto semplice. Studiare e aggiornarsi su un argomento, nelle due lingue, in modo da capire bene il testo da tradurre quasi come uno specialista e saperlo rendere nella lingua destinazione in modo corretto e naturale, come se il testo fosse scritto da uno specialista.

Naturalmente una conoscenza tematica può crescere nel tempo, e passare da una conoscenza superficiale (quella che potrebbe avere un traduttore generalista di buona cultura generale) fino a una conoscenza semi-specializzata.

Le fonti sono tante: libri, riviste di settore, informazioni on-line, glossari o dizionari specializzati, lavori di traduzione precedenti, ecc. ma anche conferenze e congressi, depliant, fiere, materiale pubblicitario, e altro ancora.
Poi dipende dal settore, e ogni campo può offrire fonti di informazione diverse da altri settori.

Alcuni traduttori poi sono un caso particolare, ovvero sono veri specialisti (per avere effettuato studi specifici e/o avere acquisito esperienza diretta sul campo), in quanto hanno lavorato in passato o lavorano ancora come professionisti dell'argomento che traducono. Ma anche loro devono continuare ad aggiornarsi, nelle varie lingue in cui lavorano.

ciao
Gianfranco


[Edited at 2008-04-22 17:13]


Direct link Reply with quote
 
Stefano D'Alessandro
Local time: 08:16
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Allora capisco Apr 22, 2008

Bhe si capisco..
quindi si intendono le specializzazioni nei vari LINGUAGGI SETTORIALI...per dirla in modo accademico...

Ma Steiner non va oltre Babele? Mourin non ci dive che dobbiamo cercare la convergenza più che la separazione delle discipline?

Scherzo...questa è 1 altra storia...

Quindi il mercato premia maggiormente 1 traduttore con 10 conoscenze specifiche piuttosto che uno molto ferrato su 2-3 campi...

Io penso di avere una certa esperienza con il linguaggio informatico....
Devo aggiornare il profilo proz?
(comincio a capire?)

Rispondete anche alle altre domande??

[Edited at 2008-04-22 18:25]


Direct link Reply with quote
 
Deschant
Local time: 07:16
Risposta Apr 22, 2008

Le vie per specializzarsi sono tante; direi che, per scegliere i propri campi di specializzazione, è importante tenere conto delle proprie preferenze e abilità. Se si riesce a utilizzare il PC solo a malapena, difficile diventare traduttore specializzato in informatica, anche se si pensa di avere tante possibilità poiché è una delle specializzazioni più ricercate!

Poi si possono fare tante cose:
-Studiare una seconda laurea o un master in un soggetto non linguistico, cioè Giurisprudenza, Economia, Ingegneria... (certo che ci vuole tanto tempo, soldi e sopratutto impegno!).
-Lavorare per un certo tempo in un altro settore per impadronirsi del linguaggio specifico (vocabulario, stile, tipo di documenti con cui si lavora nel settore...). Personalmente ho trovato questo molto utile, avendolo fatto nel Paese di una delle mie lingue sorgenti.
-Fare parte di una associazione professionale NON di traduttori ma del proprio campo di specializzazione; è un ottimo modo per tenersi aggiornato e ricevere delle pubblicazioni e avere accesso a convegni ed incontri per migliorare le proprie conoscenze.
-Sopratutto LEGGERE e tenersi informato attraverso le fonti che ha già elencato Gianfranco; perciò ritengo importante che si abbia un certo interesse personale nei propri campi di specializzazioni, dato che questo lavoro è talvolta molto solitario e impegnativo ed io almeno non sarei capace di stare a studiare argomenti che non mi stessero a cuore neanche un po'.

Beh, sono certa che i colleghi avranno pure dei consigli da dare!

Saluti,
Eva


Direct link Reply with quote
 
Giuseppe Carletti
Italy
Local time: 08:16
English to Italian
+ ...
Che significa specializzarsi? Apr 22, 2008

Ciao,

credo che questa sia davvero una di quelle domande da 100 milioni di dollari alla quale però si può porre soluzione.Ci si specializza in fondo in un ambito (o settore se lo trovi più tecnico) in cui si sa di saperla lunga e poterne essere portati.Inutile dunque intraprendere degli studi magari cervellotici che poi dovrai detestare.L'importante è ferrarsi insomma su una data materia per diventare insomma una sorta di addetto ai lavori.Io ho iniziato ad esempio con una tesi in terminologia di arredamento di cucine consultando in modo autonomo il materiale che avevo a portata di mano per poi ampliare i miei orizzonti sul campo toccando con mano magari la vera differenza che c'è ad esempio tra un "tamburato" ed un "truciolato".E' importante crearsi un certo giro "di punti di riferimento".
Ciao,
Giuseppe Carletti


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 03:16
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Un esempio personale Apr 22, 2008

Visto che si parla di come acquisire una specializzazione, posso citare il mio esempio, visto che mi ci trovo proprio immerso.

Tempo fa ho deciso di approfondire le mie conoscenze in un nuovo campo, abbastanza di nicchia, ma mi ci sono dedicato per interesse personale e ne voglio trarre una ricaduta benefica anche come traduttore.

Mi sono cercato e comprato su eBay, Amazon e altre siti, un gran numero di libri sull'argomento, nuovi e usati, in italiano e in inglese. Li sto leggendo e rileggendo per capire e assorbire le problematiche e la terminologia.

Ho anche acquistato 24 annate (su 30 esistenti) della rivista più autorevole del settore, dal 1986 a oggi ho praticamente tutti i numeri, con pochissime lacune. Peraltro, le lacune non sono importanti per i miei scopi e i numeri più vecchi non sono veramente essenziali, data la mole del materiale procurato.

Ho anche una serie completa di tutti i numeri (110) di un'altra rivista, meno autorevole, ma comunque utile, procurate su Internet in formato PDF. E altro ancora, in modo meno sistematico.

A questo ho aggiunto altro materiale assortito e contatti con persone (amici) che lavorano nel settore, e con cui mi consulto spesso in quanto abbiamo la stessa passione. A loro non interessa l'aspetto terminologico, ovviamente, ma a me interessa molto.

In sostanza, in due anni credo di essere almeno a metà strada, ovvero penso di avere raggiunto una buona conoscenza del settore, soprattutto in inglese, e quando leggo libri o articoli sull'argomento colgo tutte le sfumature e capisco, capisco veramente di cosa si sta parlando. La seconda metà del lavoro, dove sono meno preparato, è l'approfondimento della corrispondente terminologia in italiano, e per questo scopo sto compilando dei glossari (molto ambiziosi), per creare le mie risorse personali sull'argomento, con un elenco organizzato di strumenti, macchine, operazioni e altri termini usati nel settore. Il glossario lo sto preparando in 3 lingue: inglese (come base), e poi lo completerò in italiano e un giorno anche in portoghese.

Ho investito parecchio tempo (e soldi), e non avrei mai potuto farlo se non ci fosse stato un motivo combinato, ovvero un interesse personale e una ricaduta come applicazioni nel campo della traduzione.
Per questo motivo sono d'accordo con chi ha detto, giustamente, che conviene coltivare settori per cui si ha uno spiccato interesse, altrimenti penso che non si possa andare molto in profondità. Per acquisire conoscenze in un settore occorrono, in genere, alcuni anni di impegno, ma i risultati arrivano, e col tempo lo sforzo viene ripagato.


ciao
Gianfranco



[Edited at 2008-04-23 03:06]


Direct link Reply with quote
 
Stefano D'Alessandro
Local time: 08:16
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Il settore non lo precisi... Apr 22, 2008

...perchè hai paura che te lo rubiamo?

Scheeeerzo..


Direct link Reply with quote
 

gianfranco  Identity Verified
Brazil
Local time: 03:16
Member (2001)
English to Italian
+ ...
Non ho indicato il settore... Apr 22, 2008

bassossab wrote:
Il settore non lo precisi...


...perché non è ancora pronto, ancora non offerto ufficialmente come un servizio specialistico di traduzione.
Quello che conta, che volevo descrivere, è la tecnica che ho usato, che è applicabile a qualunque altro campo e settore di conoscenza.

Comunque è un settore di nicchia, quindi non è detto che un giorno mi capiti veramente del lavoro sull'argomento. Il vantaggio è che, essendo una nicchia, se trovo dei clienti non avrei praticamente concorrenza, se non traduttori generalisti, quindi potrei offrire un servizio unico o difficile da eguagliare a tariffe molto più alte della media.


Per tornare al tema generale, settori e nicchie di specializzazione ce ne sono a migliaia, come ci sono anche settori talmente vasti che nessuno potrà mai sapere tutto di ogni loro aspetto.
Per intenderci, cito campi come medicina, traduzioni legali, informatica, e altri ancora.
Questi sono macro-settori nei quali al massimo si può sperare di avere una buona conoscenza generale e, se si è fortunati e persistenti, anche qualche conoscenza più specifica in qualche sottocampo limitato.
In questi settori giganti non si finisce mai di imparare, per non parlare poi delle novità tecnologiche, su cui siamo spesso chiamati a cimentarci quando traduciamo documenti relativi a prodotti nuovi e tecnologie su cui non si trovano riferimenti.
A questo punto uno specialista può contare, per fortuna, su informazioni di base e di background, su cui innestare quello che legge per capirne qualcosa.


Gianfranco



[Edited at 2008-04-22 23:47]


Direct link Reply with quote
 

mrippa  Identity Verified
Italy
Local time: 08:16
English to Italian
Auguri Apr 23, 2008

bassossab wrote:

Bhe si capisco..
quindi si intendono le specializzazioni nei vari LINGUAGGI SETTORIALI...per dirla in modo accademico...

Ma Steiner non va oltre Babele? Mourin non ci dive che dobbiamo cercare la convergenza più che la separazione delle discipline?

Scherzo...questa è 1 altra storia...

Quindi il mercato premia maggiormente 1 traduttore con 10 conoscenze specifiche piuttosto che uno molto ferrato su 2-3 campi...

Io penso di avere una certa esperienza con il linguaggio informatico....
Devo aggiornare il profilo proz?
(comincio a capire?)

Rispondete anche alle altre domande??

[Edited at 2008-04-22 18:25]


Ecco, perfetto, cominci a capire. Specializzarsi significa non parlare più in modo accademico, citando autori per molti di questa comunità virtuale remoti, ma cercare di creare qualcosa di solido dai tuoi interessi e dalle tue competenze.
Il termine "Linguaggi settoriali" è calzante accademicamente ma non trova molti spazi nel brutale mondo del lavoro.
Come ha detto qualcun altro, ti consiglio di specializzarti in un campo di tuo interesse o comunque renumerativo.
La specializzazione, il mondo lavorativo, sarà comunque una boccata fresca rispetto al mondo accademico.

In bocca al lupo.


Direct link Reply with quote
 

Giuliana Buscaglione  Identity Verified
Austria
Local time: 08:16
Member (2001)
German to Italian
+ ...
Online od offline: la specializzazione è una scelta Apr 23, 2008

Ciao "bassossab",


Quindi il mercato premia maggiormente 1 traduttore con 10 conoscenze specifiche piuttosto che uno molto ferrato su 2-3 campi...

Rispondete anche alle altre domande??


dieci specializzazioni mi sembrano un po' tantine, anche per un traduttore di lungo corso Ovviamente si possono avere buone conoscenze in diversi campi dopo vent'anni, ma riuscire a essere effettivamente e ampiamente ferrati nonché mantenersi aggiornati in due - tre campi mentre si lavora è già un'impresa, dovute eccezione per i soliti super geni e per chi non deve dividere il proprio tempo con altri impegni quali figli e famiglia.

Come dice Gianfranco, le conoscenze specifiche di un comparto aldilà di quelle terminologiche consentono di comprendere sfumature che sfuggono a chi dispone di capacità di sola resa linguistica con conoscenza generale dello stesso.

Ci sono professionisti che, anche con una sola grande specializzazione in una particolare nicchia, sono sommersi di lavoro e si possono permettere di chiedere e lavorare a tariffe superiori alla media e/o elevate.

Specialisti o generalisti sono due scelte, entrambe motivate ed entrambe offrono ottime opportunità di guadagno, perché ne va di questo alla fin fine, siamo pratici e onesti, quando ci si deve e si ha una famiglia da mantenere. Nella mia esperienza, non tutti i lavori che si accettano piacciono o interessano; certo, si sanno tradurre (si spera che tutti accettino solo i lavori che sono in grado di espletare dignitosamente), ma sono magari noiosi. Ciò che conta è che il bilancio quadri alla fine della giornata. Ovviamente a volte si può scegliere, quando vengono offerti più lavori quasi contemporaneamente e ciascuno sceglie in base a motivazioni ed esigenze proprie specifiche: argomento interessante o prestigioso, ma meno pagato; argomento meno interessante o noioso, ma ben pagato; argomento interessante che consente di approfondire ulteriormente le proprie conoscenze mentre si traduce e ben pagato (una fortuna! che si prende generalmente al volo); lavori rognosissimi, mediamente onorati, quando non si ha altra scelta e i conti debbono quadrare.

Le teorie e "le questioni di principio" sono belle e nobili, ma come dice Massimo, il mondo del lavoro è "brutale": sopravvive e si afferma chi ha tenacia, costanza, spirito pratico e di adattamento, slancio e volontà di mantenersi al passo con i tempi in tutto e per tutto (conoscenze, terminologia, tool, mercato, scambi, rapporti con i colleghi).

Non ho capito che cosa intendi con "rispondete anche alle domande": mi sembra che finora abbiamo non solo cercato di rispondere in base alle nostre personali piccole esperienze, ma anche aggiunto qualche cosetta che si può scoprire solo "sul campo".

Giuliana


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Specializzarsi: un prontuario delle accortezze online

Advanced search






CafeTran Espresso
You've never met a CAT tool this clever!

Translate faster & easier, using a sophisticated CAT tool built by a translator / developer. Accept jobs from clients who use SDL Trados, MemoQ, Wordfast & major CAT tools. Download and start using CafeTran Espresso -- for free

More info »
memoQ translator pro
Kilgray's memoQ is the world's fastest developing integrated localization & translation environment rendering you more productive and efficient.

With our advanced file filters, unlimited language and advanced file support, memoQ translator pro has been designed for translators and reviewers who work on their own, with other translators or in team-based translation projects.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search