Della normalizzazione ovvero banalizzazione
Thread poster: Leonardo Marcello Pignataro
Leonardo Marcello Pignataro  Identity Verified
Local time: 17:17
English to Italian
+ ...
Oct 30, 2008

E' solo una mia , sgradevole a onor del vero, sensazione o ultimamente tra asker e answerer di Kudoz si assiste a una brutta tendenza alla banalizzazione ed eccessiva riduzione nelle rese in italiano delle sfumature volute e segnate dall'autore? Mi riferisco, ovviamente, alle richieste in letteratura e affini. Brutta aria, brutta aria invero.

Direct link Reply with quote
 

Paola Dentifrigi  Identity Verified
Italy
Local time: 17:17
Member (2003)
English to Italian
+ ...
Virtuale e reale Oct 30, 2008

Sarà l'incontro col mondo reale?

Dicono che tra po' non ci saranno più cervelli in fuga, perché non ci saranno più cervelli.

PS Non ho visto i kudoz in questione, ma posso immaginare.

Paka


Direct link Reply with quote
 

texjax DDS PhD  Identity Verified
Local time: 11:17
Member (2006)
English to Italian
+ ...
Mah... Oct 30, 2008

Leonardo Marcello Pignataro wrote:

E' solo una mia , sgradevole a onor del vero, sensazione o ultimamente tra asker e answerer di Kudoz si assiste a una brutta tendenza alla banalizzazione ed eccessiva riduzione nelle rese in italiano delle sfumature volute e segnate dall'autore? Mi riferisco, ovviamente, alle richieste in letteratura e affini. Brutta aria, brutta aria invero.


Non è esattamente il mio campo e quindi non ho molta voce in capitolo, ma non mi sembra una tendenza recente...



Direct link Reply with quote
 

Mirella Soffio  Identity Verified
Italy
Local time: 17:17
Member (2002)
English to Italian
+ ...
Due facce della stessa medaglia? Oct 30, 2008

Per incredibile che possa sembrarti, io credevo di aver invece individuato una tendenza di segno opposto, anche se a dire il vero non tanto nei KudoZ o su ProZ quanto piuttosto in altre comunità di traduttori. Mi riferisco alla traduzione "infiorettata" di espressioni in lingua inglese che, benché metaforiche e figurate all'origine, sono ormai talmente radicate e consumate dall'uso da non conservare più alcuna traccia di originalità.

Forse sono due facce della stessa medaglia, nel senso che tanto l'appiattimento quanto l'infiorettamento gratuito denotano, se non una scarsa conoscenza della lingua straniera, quanto meno un'imperfetta consapevolezza della sua evoluzione.

È come se - facendo un esempio volutamente banalizzante - ci si sdilinquisse di fronte alla percepita ricchezza linguistica di una frase come "John's patience is wearing thin" o "Mary was waxing lyrical"... Fermo restando, ovviamente, che ci sono dei contesti in cui anche la metafora più trita e il cliché più stomachevole acquistano una nuova dignità; ma in quei casi è l'intero contesto a guidare le scelte del traduttore.

Tra l'altro, a mio avviso, questo è uno dei motivi per cui chiedere aiuto su KudoZ per espressioni di questo tipo lascia un po' il tempo che trova, perché anche la soluzione più "bella" può rivelarsi penosa una volta contestualizzata.

Mirella


Direct link Reply with quote
 
Leonardo Marcello Pignataro  Identity Verified
Local time: 17:17
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Ma piallare l'autore? Oct 30, 2008

Mirella Soffio wrote:

È come se - facendo un esempio volutamente banalizzante - ci si sdilinquisse di fronte alla percepita ricchezza linguistica di una frase come "John's patience is wearing thin" o "Mary was waxing lyrical"... Fermo restando, ovviamente, che ci sono dei contesti in cui anche la metafora più trita e il cliché più stomachevole acquistano una nuova dignità; ma in quei casi è l'intero contesto a guidare le scelte del traduttore.


Mi riferisco, invece, proprio a usi originali dell'autore fuori dai soliti topoi, che l'autore stesso ha voluto caratterizzare con precisi riferimenti - linguistici, culturali, gergali, materiali, ecc. - e che nella traduzione italiana vengono banalizzati e ridotti facendo perdere ogni traccia della caratterizzazione voluta.

Tra l'altro, a mio avviso, questo è uno dei motivi per cui chiedere aiuto su KudoZ per espressioni di questo tipo lascia un po' il tempo che trova, perché anche la soluzione più "bella" può rivelarsi penosa una volta contestualizzata.


E, infatti, la mia sorpresa è destata soprattutto dalle scelte degli asker che dovrebbero in teoria meglio avvertire e misurare il "battito" del testo tradotto.


Direct link Reply with quote
 

Mirella Soffio  Identity Verified
Italy
Local time: 17:17
Member (2002)
English to Italian
+ ...
Piallare l'autore è un crimine... Oct 30, 2008

... su questo non ci piove.
Mi si dice però (io non sono che un'umile traduttrice generalista) che spesso l'invito alla "normalizzazione" parte dall'alto, come se per alcune case editrici quei quattro cristi di lettori rimasti fossero vecchietti sdentati da ingozzare con semolini e pappette pena vederli contorcersi in preda ad attacchi di gastrite...
Sarà davvero così? Brutta aria, brutta aria invero.

[Edited at 2008-10-30 15:08]


Direct link Reply with quote
 
Leonardo Marcello Pignataro  Identity Verified
Local time: 17:17
English to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Divelati, deh! Oct 30, 2008

Mirella Soffio wrote:

... su questo non ci piove.
Mi si dice però (io non sono che un'umile traduttrice generalista) che spesso l'invito alla "normalizzazione" parte dall'alto, come se per alcune case editrici quei quattro cristi di lettori rimasti fossero vecchietti sdentati da ingozzare con semolini e pappette pena vederli contorcersi in preda ad attacchi di gastrite...
Sarà davvero così? Brutta aria, brutta aria invero.

[Edited at 2008-10-30 15:08]


Ma per caso hai ascoltato in incognito il mio intervento al seminario sulla normalizzazione a Urbino ? Sono "paro paro" le mie parole!


Direct link Reply with quote
 

Mirella Soffio  Identity Verified
Italy
Local time: 17:17
Member (2002)
English to Italian
+ ...
Compreso il semolino?! Oct 30, 2008

No, a Urbino non c'ero... Che ti devo dire, mi sarà arrivata una comunicazione telepatica.
Pura serendipità.


Direct link Reply with quote
 
smarinella  Identity Verified
Italy
Local time: 17:17
Member (2004)
German to Italian
+ ...
sono d'accordo Oct 30, 2008

non posso che concordare con quanto hai scritto, Leonardo - mi riferisco alla comunità DE>IT (la DA>IT, per mia somma sfortuna, praticamente non esiste e la EN>IT la frequento pochissimo) che è quella che conosco meglio e alle domande in generale - non solo del settore letterario

Da un po' di tempo noto, con enorme dispiacere, che i colleghi veramente bravi e competenti che apprezzavo si sono ritirati in buon ordine e non rispondono più alle domande. E noto altresì un appiattimento spaventoso nelle risposte: gente che risponde con un accanimento morboso a tutto letteralmente tutto (anche in campi che evidentemente non conosce), risposte di una banalità spaventosa, talora persino sballate e del tutto fuori posto. E l'asker che non sa scegliere la risposta giusta perché lui/lei stesso/a non ha alcuna idea dlel'argomento o non traduce verso la sua madrelingua (è successo persino che a una collega tedesca che chiedeva per DE>IT rispondessero 3 tedeschi, 1 ungherese e non ricordo più chi altro...).

Beh, così talvolta rinuncio qualche volta a chiedere perché so già chi mi risponderà... dove sono tutti i colleghi della fascia alta dei kudoz? Perchè sono andati via? Non so che avviene nella comunità EN>IT o nelle altre, ma temo che i veramente bravi si scoccino di leggere banalità, insulsaggini o addirittura stronzate vere e proprie e decidono così di non partecipare più... è veramente un peccato ma non credo che si possa scrivere a singoli colleghi e chiedergli 'perché non partecipi più?'. Anche in altri settori avviene che le nuove generazioni siano meno preparate delle precedenti, ma qui non si tratta certo di fasce di età bensì di esperienza...

mala tempora currunt...
ciao
smarinella



[Edited at 2008-10-30 22:19]


Direct link Reply with quote
 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Della normalizzazione ovvero banalizzazione

Advanced search






PDF Translation - the Easy Way
TransPDF converts your PDFs to XLIFF ready for professional translation.

TransPDF converts your PDFs to XLIFF ready for professional translation. It also puts your translations back into the PDF to make new PDFs. Quicker and more accurate than hand-editing PDF. Includes free use of Infix PDF Editor with your translated PDFs.

More info »
Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search